Vai al contenuto

Truck64

Membri
  • Numero contenuti

    572
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    4

Tutti i contenuti di Truck64

  1. Il comportamento che descrivi sembra quello tipico delle stampanti che fanno l'home di Z con il sensore di livellamento. Prova a cercare #define Z_SAFE_HOMING in Configuration.h e commentalo (metti // prima di #) Dai una letta a questo capitolo della configurazione di Marlin, e se ti avanza tempo leggitela tutta, magari scopri qualche altra funzione che ti può interessare.
  2. Certo che puoi rimpicciolire un modello, ma le dimensione dell'ugello rimane quella quindi oltre un certo limite vai a perdere dettagli. Io non ne vedo buchi. Probabilmente dipende dai paramtri di stampa che usi: questo è layer 0,2mm nozle 0,4mm questo è layer 0,05mm nozle 0,2mm Anche dietro non ci sono buchi sulla testa. Quì mancano i supporti, ma senza non puoi stamparlo. Resto dell'idea che un oggetto così a filamento non viene per niente bene.
  3. Scusa ma esiste un limite minimo di risoluzione delle stampanti. Per quel modello dita e tratti del viso sono semplicemente troppo piccoli. Non ho capito se lo stai procassando per stampa a filamento o resina, se è per filamento magari puoi provare con un ugello da 0,2 e layer 0,05mm ma anche riuscissi a stamparo le dita ti resterebbero attaccate ai supporti. Per la stampa a resina parliamone... Comunque il modello non ha imperfezioni.
  4. Se intendi la stampante è Anycubic Chiron. Invecie sopra il piatto non si capisce se è un illuminatore o cosa
  5. Voron 2.4, una frontale, una sotto alla traversa
  6. Non è una questione di attrezzature. Se la traversa fosse stata un tubo quadro di acciaio semplicemente non nasce abbastanza dritto ne c'è materiale per fresarlo. Ma visto che ha confermato essere un profilo d'alluminio facile che sia già in tolleranza senza lavorazioni. Resto comunque dell'idea che due pattini sono eccessivi per quello che deve fare.
  7. I pattini lineari non ha una direzione preferenziale per il carico, specie questi che hanno un solo giro di sfere. Poi sarebbe comunque dura dire se è più lo sforzo dato dal peso dell'assieme estrusore/hotend o quello per contrastare la spinta della plastica che esce dal nozle. Di sicuro digeriscono male le torsioni sull'asse della guida, quindi meglio tenere l'ugello più vicino possibile al pattino.
  8. Si, scusa se sono sembrato un po aggressivo. Era solo per ribadire, se mai ce ne fosse bisogno, che avendo a che fare quì con macchine "economiche" ci si trova sempre a scendere a compromessi o trovare scappatoie per ottenere la funzione voluta, anche fosse solo far girare una ventola. E comunque, come ti ha detto @Killrob quel modo di avviare la ventola è già previsto in Marlin almeno da 5 anni, tanto che probabilmente molti lo danno per scontato. La trovi descritta in questa sezione del sito di Marlin. Ho visto che nelle configurazioni di esempio per la Ender non è attiva.
  9. I ventilatori di quel tipo sono mossi da motori BLDC fatti per andare a tensione fissa, tu gli fornisci una tensione inferiore a quella nominale e pretendi anche che girino? Ringrazia che facciano ache solo una variazione sul 50% della tensione!!! Se vuoi un vetilatore che lavori sicuramente in un campo variabile ti serve qualcosa di fatto apposta, tipo questa che ha un canale apposta per il segnale di comando, ma che come vedi non è proriamente economica. E comunque mi pare andrebbe collegata ad un uscita servo, non al canale dedicato sulla scheda.
  10. vorrei solo farti un appunto in merito: a parte il peso che vai ad aggiungere ad un sistema già non proprio leggero, non è che gli scatolati di metallo brillino per precisione dimensionale, e visto che non c'è "carne" per fresare i due lati dalla traversa probabilmente i cursori delle guide lineari finiranno per fare a botte l'uno con l'altro. Francamente ti suggerirei di tenirne uno solo, magari quello sotto che è più vicino al nozle. Se la guida da 12 non ti sembra abbastanza ci puoi mettre quella da 15mm
  11. Da quello che ho letto nel manuale la procedura è la stessa di moltre altre schede a 32bit recenti: compili, recupri il file .bin che crea da cartella del firmware\.pio\bild... vedi immagine quì sotto, e lo metti nella root di un SD, preferibilmente vuota. Metti l'SD nella scheda e resetti. Alcune schede hanno bisogno di spostare un ponticello per riflascare, ma quella li non mi pare. Quando ha finito di avviarsi puoi toglere l'SD.
  12. Mi da l'idea che tu hai un problema con PlatformIO più che con VS Core, in particolare con l'esecuzione delle librerie Python intergrate. Non sono un esperto, fino ad ora mi sono limitato ad usarlo e mi è sampre andato al primo colpo, ma potrebbe essere un poblema di versione bacata. Prova magari a disistallare solo l'estensione PlatformIO e metterne su una meno recente dell'ultima. Per testarlo prova a compilare Marlin così come viene giù dal sito originale. Fin tanto che quello non funziona il tuo problema è l'istallazione dell IDE sui tuo PC.
  13. Si, ma hai usato solo quelli generati dal piano, mancano quelli interni all'oggetto, che poi però non li togli più. Il problema è che anche le strutture interne al pezzo cadono, non soltatno quelle della faccia inferiore. In ogni caso come dice il buon @Killrob basta cambiare prospettiva, e infatti il pezzo ha "casualmente" una faccia piatta che puoi mettere come base: in quel caso come vedi i supporti si riducono drasticamente, e sono comunque in parti del pezzo che poi andranno nascoste.
  14. Quella del mio vicino ci ha rimesso un paio di vibrisse, e le è anche andata bene. Dipende dall'animale ma eviterei di lasciare la macchina libera e incustodita. Se non ha un box meglio tenerla in un locale chiuso. Compreso le finestre sul balcone....
  15. Hai stampato senza supporti un pezzo che li richiedeva. Benvenuto nel club. Purtroppo le stampanti a filamento non lavorano "in aria". I pezzi vanno posizionati sul piatto in modo che non ci siano superfici troppo inclinate verso il vuoto o che al massimo siano orizzontali tra due parti del modello non troppo distanti (ponti). In tutti gli altri casi bisogna prevedere dei supporti, che bisogna imparare a programmare e poi a togliere. Personalemte è un arte che non ho ancora acquisito quindi mi disegno i pezzi in modo da non averne bisogno. Datti una guardata a questo video o a questo, poi ti lascio ai consigli di chi è più bravo di me.
  16. Ganzo tuo nonno! Il problema è che al giorno d'oggi vai in rogne se bruci un po di foglie secche nel tuo giardino. Figuriamoci se ti metti a fondere metalli....
  17. No, è proprio quella la funzione del restringimento che separa l'attacco della parte riscaldante da quella che si infila nel dissipatore. Oltre alla forma fisica nel tempo si sono sperimentati materuali con coefficienti di trasmissione termica differente (inox, titanio, ceramica) e la ricerca continua. Non è un compito facile: in pochi millimetri si cerca di abbattere più di 200°!!
  18. Rileggi bene i post: è' tra dissipatore e gola che va messa la pasta e li non devi andare mai oltre la temperatura di "ammorbidimento" del materiale.
  19. Ultimamente compro i motori da StepperOnline, su eBay o dal loro sito badando bene che provengano da paesi all'interno della CE. Però anche gli accquisti precedenti, con motori "generici" non è che mi abbiano dato problemi. Tutti quelli che ho, acuni in funzione anche da 10 anni coninuano imperterriti a girare. Che probleimi hai riscontrato?
  20. Ricordo gli stessi disegni visti in un altro formu. Se non sbaglio in origine il portale si muove su profili quadri, tipo Root3 CNC. Ora stai pensando di usare guide a ricircolo. A parte che ti sconsiglio di montare quelle di Y in quel modo, che avrai sicuramente bisogno di un po di regolazione per metterele parallele, ma che difetto ti facevano i profili quadri?
  21. Usati solo M3 e M4. Comodi quando l'inserimento di un controdaddo costringrerebbe a fare lavorazioni strane, anche se io preferisco comunque il buon vecchio dado. Per come si montano e quanto tengono dai un occhiata a Questo video
  22. Esiste anche una funzione automatica di ritrazione, gestita dal firmware indipendentemente dallo slicer. Dai un occhiata qui. Comuque la ritrazione viene selezionata in diversi punti del profilo (traslazione, cambio layer, z-hop) che non sono tutti nello stesso gruppo di parametri.
  23. Dalla 2.0.1 alla 2.0.7 non c'era verso. In seguito ho letto che hano trovato un modo ma non so se funziona per la versione attuale e comunque non ha senso. L'ESP32 lo programmi con Arduino IDE se vuoi farti del male, anche Arduino DUE e parecchi altri processori a 32bit. Che le SKR non si possano programmare non lo so ma francamente pretendere che un IDE che viene fornito da un costruttore di schede programmabili lavori anche su tutte le schede, anche dei suoi concorrenti mi pare chiedere tanto. Francamente ho nostalgia del mio LJ70: niente elettronica, niente fronzoli. Un turbodisel meccanico che non si fermava mai, bastava dagli olio e gasolio (nell'ordine....). Non fosse stato per la carrozzeria arrugginita, che mi sarebbe costato troppo riparare l'avrei portato oltre i 300.000km. Il succo del discorso è che se una cosa è vecchia ma fa ancora il suo dovere non è che bisogna per forza sostituirla con qualcosa "di moda".
  24. La Ramps è da tenere come ultima scelta solo perchè ti obbilga a fare tutto a 12V ed è scomodo usarci driver TMC. Per i limiti dovuti agli 8bit dipende quali funzioni di Marlin ti servono. Se non devi usate ABL, Pressure advance, S curve ecc gli 8bit non ti limitano. Visual Studio Code lo devi usare causa complicazione delle ultime versioni di Marlin, non per il fatto che il processore sia 8bit. Peraltro non vedo motivo al giorno d'oggi di non usare VS Code al posto dell'IDE di Arduino, che almeno ha ricerca, correzione sintattica e help in linea decenti.
×
×
  • Crea Nuovo...