Vai al contenuto

dnasini

Membri
  • Numero contenuti

    91
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

26 Excellent

Su dnasini

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. In prospettiva "verniciatura dopo la finitura" sto cercando di capire quale prodotto primer utilizzare. Voi vi affidate ad un prodotto in particolare o "uno vale l'altro"? Curiosando su amazon ce ne sono a tonnellate ma onestamente non ho alcun razionale con il quale scegliere.... Questo ad esempio puo' andar bene per iniziare? https://www.amazon.it/Arexons-3441-Smalto-Spray-Aggrappante/dp/B00GTVGKBM/ref=sr_1_4_mod_primary_new?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=primer%2Bplastica&qid=1618921911&sbo=RZvfv%2F%2FHxDF%2BO5021pAnSA%3D%3D&sr=8-4&th=1
  2. @eaman hehehe e' proprio qui la figata..... io nn ho mai fatto nulla di tutto questo, chiedo consiglio a voi proprio xche' nn ho la piu' pallida idea di come fare. Nella mia beata innocenza, pensavo che stampando un oggetto fosse possibile "abbellirlo" con una veloce carteggiata per eliminare i difetti piu' vistosi e la "rugosita'". Dopo i primi esperimenti mi sono reso conto che nn e' proprio cosi' semplice, ecco perche' stavo investigando metodi alternativi. Quello delle resine coprenti, al momento, mi sembra essere la soluzione piu' a buon mercato per conferire lucentezza al pezzo ma rimane
  3. Al momento il mio obiettivo non e' colorare la stampa, quanto preservare il colore del PLA con cui realizzo gli oggetti durante la finitura. Io lo stavo consideranto non tanto come colla, quanto come prodotto per "lisciare" i layer, per intenderci, per avere l'effetto "vapori di acetone"
  4. Ciao a tutti. Dopo aver stampato a manetta praticamente qualsiasi cosa, mi sto ponendo il problema di come "trattare" gli oggetti stampati per renderli piu' piacevoli alla vista e al tatto. Il primo esperimento fatto e' la levigatura con carta vetrata o spazzole abrasive con il Dremel. Nel primo caso uno sbatti a seconda dell'oggetto stampato, nel secondo, basta un attimo di disattenzione e si rovina il pezzo. In entrambi i casi, il risultato e' comunque poco bello da vedere perche' i colori si opacizzano a meno che non si decida di applicare un primer e poi colorarlo. Allora ho cercato in gir
  5. @MayTs grazie x il feedback. Ho gia' realizzato qualche cosa di simile ma piu' in piccolo per una ventola da 40x40. Questo weekend lo provo giusto per capire la resa. Adesso vedo di procurarmi una ventola sunon 80x80 a 24V e magari ridisegno il convogliatore per posizionarlo nella parte alta cosi' da avere piu' spazio anche se il flusso d'aria poi verrebbe ostacolato dai connettori dei motori degli assi e relativi cavi. Altra alternativa sarebbe posizionarla si in alto ma realizzare il convogliatore che incanali il flusso d'aria nell'attuale direzione della ventola radiale..... Assial to rad
  6. Ciao @MayTs, lo spazio attorno c'e', quello che mi manca e' l'altezza. ho gia' ventole sunona 24V sia 40x20 che 40x10. Il mio primo esperimento e' stato creare un supporto x una sunon 40x40x20 messa in verticale che soffia direttamente sulla MB. Dal punto di vista di pressione d'aria e silenziosita' va bene. Il problema e' che essendo alta 40mm, quando chiudo il fondo della stampante, la ventola appoggia sia sul fondo che sullo chassie e le vibrazioni mandano in risonanza tutta la struttura peggiorando la rumorosita'. L'ideale potrebbe essere una ventola radiale piu' grande ma nn riesco a trov
  7. Ciao oramai ho "realizzato" che, a parte qualche piccola differenza, la mia stampante e' ne piu' ne meno una Ender 3 pre-assemblata. Per questo motivo, trovo riadattabili tanti tutorial per Ender 3 anche alla mia e la cosa mi va piu' che bene. Leggendo un tutorial x Ender 3 su come aumentare la silenziosita' delle ventole, ho scoperto un'altra bella differenza. La Ender 3 monta una ventola assiale sopra la motherboard e quindi sostituirla con una piu' silenziosa e alquanto banale. Nel mio caso, la ventola che raffredda la scheda e' una radiale e sostituirla con una piu' silenziosa non e' la co
  8. Questa mattina ho stampato nuovamente il pupazzetto con la funzionalita' attiva. In effetti i tempi di stampa sono rimasti in linea con il precedente e la resa dei dettagli e' migliorata. Ovviamente l'uniformita' di stampa alla vista e al tatto ne ha un po' risentito. Infatti, guardando in controluce il modello, si notano gli stati stampati con layer piu' bassi, quindi piu' lisci, rispetto a quelli con layer normale o piu' alto che risultano un po' piu' ruvidi. Dovro' farmi uno studio su come "lavorare" i modelli in post produzione, magari con carta vetrata fine e frese....
  9. Ho configurato questa funzione e simulato alcuni slicing di oggetti stampati in precedenza con e senza la funzione attivata giusto per capire di quanto influenza i tempi di stampa. Ad esempio per il pupazzetto stampato a mio figlio, l'incremento di tempo e' irrisorio (circa 6 min) ma la resa sembra essere notevolmente migliorata (provero' a stamparlo domani). Per altre stampe piu' articolate, piene di dettagli o reticoli, il tempo raddoppia.
  10. Il primo vaso ho finito di stamparlo pochi minuti fa. Ovviamente ha scelto un modello non proprio semplice semplice..... https://www.thingiverse.com/thing:4800105 la struttura bassa e' andata via easy.... quella alta mica troppo 😞 ad ogni modo, ho comperato alcune frese per la lucidatura che dovrebbero arrivarmi venerdi' assieme al dremel e provo a levigare le sbavature con quelle. Al massimo lo ristampo con una risoluzione piu' alta... Ad ogni modo la moglie e' contenta e quindi, x la proprieta' transitiva, lo sono anche io 😄
  11. Allora, cercando in giro ho trovato qualcosa sul manuale https://support.raise3d.com/ideaMaker/4-5-5-adaptive-layer-height-15-844.html ma si fa riferimento all'Adaptive Layer Height, cioe' dare la possibilita' a Ideamaker di "valutare" il livello della stampa e permettergli di decidere quale altezza layer applicare a seconda della parte della stampa che sta effettuando (dettagli piuttosto che parti lineari) Potrebbe essere un'idea, ad ogni modo e' un qualche cosa che esula dal mio "controllo" 😞
  12. Grazie @Mino, forse ho trovato un "workaround". Ho un profilo per le torri di temperatura che varia alcuni parametri della stampa ad altezze predefinite. Questa sera provo una stampa veloce utilizzando questo metodo. Non e' molto "elegante" ma se funziona per le temperature magari funziona anche per il layer, devo solo capire se i profili configurabili prevedono anche l'altezza del layer come variabile da settare
  13. Ciao A tutti, volevo capire se e' possibile fare quello che ho scritto nel soggetto. L'idea mi e' venuta stampando un pupazzetto a mio figlio. Alcune parti curve del personaggio verrebbero oggettivamente stampate meglio con un layer a 0.1 o 0.15mm rispetto al solito 2mm che per le parti lisce o verticali e' piu' che adeguato. Volevo quindi capire se esiste la possibilita' in ideamaker di definire questo cambio di parametro come impostazione di profilo Grazie
  14. Grazie Ragazzi per i feedback, prima di fare una cappellata ho preferito chiedere 😄 A presto
  15. Ciao a tutti, dopo piu' di un mese di stampe, ho accumulato diverse parti che, oggettivamente, non hanno alcuna utilita'. Volevo capire se esiste un modo per "riciclarle" o cmq qual'e' il modo migliore per smaltirle. Li posso considerare alla stregua della plastica "domestica" e quindi smaltirla come plastica da riciclo oppure devo avere qualche altra accortezza? Grazie
×
×
  • Crea Nuovo...