Verso una casa costruita in ABS

Modular 3D, embrione di una improbabile costruzione residenziale, è un prototipo per sistemi costruttivi da applicare all’architettura. Ideato, progettato e realizzato da Zachary Schoch ed Eugene Lee, il modello viene presentato al 3D PrinterWorld 2015 a Burbank in California, come prima costruzione stampata in 3d completamente in ABS. Il monoblocco assomiglia più ad un riparo, ad un igloo moderno che non ad una casa costruita in ABS. E nonostante alcuni problemi strutturali (non vi sono chiusure,tamponamenti verticali, ancoraggi al suolo, alloggi per gli impianti, etc..) potremo considerare questa struttura come una base di partenza per sviluppi  futuri dell’ABS e similari nell’architettura.prototipo-casa-in-ABS-1

Ma entriamo nel dettaglio.

Il  monoblocco di ABS è alto 3 mt, si compone di tre pezzi che possono esser assemblati in soli 10 minuti, ed esser facilmente trasportati anche in auto.

prototipo-casa-in-ABS-2prototipo-casa-in-ABS-3prototipo-casa-in-ABS-4prototipo-casa-in-ABS-5

Le tre parti sono state costruite da una stampante 3d con struttura robotizzata, chiamata Euclid  che misura 1,12 m x 1,12 m x 1,2 m. Ma la vera novità sta nel materiale utilizzato: l’ABS, acrilonitrile-butadiene-stirene, materiale ad alte prestazioni, fra i più economici per le stampanti che utilizzano la tecnologia FDM, ha buone caratteristiche meccaniche di rigidezza e durabilità, e supporta alte temperature e per la prima volta si sostituisce ai materiali tradizionali, come le varie miscele di malte.

 prototipo-casa-in-ABS-6 prototipo-casa-in-ABS-7

I componenti che costituiscono l’involucro del Modular 3d, possono esser assemblati manualmente, e non differiscono per struttura verticale o orizzontale. Il sistema col quale è progettata e poi realizzata ogni singola parte è internamente cava e potrebbe contenere sistemi meccanici, mentre tubazioni flessibili potrebbero esser montate a posteriori. Per quanto riguarda il possibile condizionamento dell’aria all’interno dell’ambiente, qualora questo fosse interamente chiuso, potrebbe esser progettato e realizzato direttamente in fase di stampa, contestualmente alla struttura, ubicando condotte di ventilazione e bocchette per la diffusione e ripresa/estrazione, dove necessario.

prototipo-casa-in-ABS-9prototipo-casa-in-ABS-8Una fascia,  integralmente stampata, collega strutturalmente le parti interne e all’esterno, agendo in un modo simile alle diagonali in un traliccio, mentre le singole  parti  si incastrano con meccanismi a scatto impedendo infiltrazioni di acqua. Inoltre si potrebbero allocare ulteriori guarnizioni di tenuta per bloccare passaggi di aria e vapore.

Seppur l’analisi tecnica esposta ampiamente nel blog dello stesso designer Zachary Schoch sia esaustiva, non può non porci diversi dubbi.

Inoltre l’analisi di fattibilità economica ci rivela quanto ancora siamo lontani dalla realizzazione di un edificio  stampato in 3d con materiali differenti da quelli tradizionali, infatti se i costi di gestione dichiarati sono bassi, quelli di realizzazione sono ancora troppo elevati per raggiungere standard accettabili.