Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'architettura'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Categorie

  • News
  • Guide
  • Stampanti 3D
  • Recensioni
  • Materiali
  • Software
  • Eventi

Forum

  • Benvenuto
    • Presentazioni
    • Nuove idee e progetti
    • Guide della Redazione
    • News sulla stampa 3D e editoriali di Stampa3Dforum.it
    • Off-Topic
  • Stampa 3D
    • La mia prima stampante 3D
    • Stampanti 3D al dettaglio
    • Problemi generici o di qualità di stampa
    • Hardware e componenti
    • Software di slicing, firmware e GCode
    • Materiali di stampa
    • Stampa 3D industriale
  • Modellazione 3D
    • Problemi di modellazione 3D, gestione mesh, esportazione in stl
    • Scanner 3D
  • Guide, recensioni, profili di stampa, esperienze
    • Guide della redazione
    • La mia stampante 3D e il mio laboratorio
    • Le tue stampe - Album fotografico dei migliori modelli 3D
    • Profili di stampa 3D
    • Recensioni e tutorial
    • Servizi di stampa 3D/ Negozi / E-commerce
    • FabLab
  • Eventi e corsi sulla stampa 3D
    • Eventi e fiere
    • Corsi, concorsi, workshop
  • Mercatino
  • Feedback e Regolamento del Forum
    • Regolamento del Forum
  • Sharebot NG's Discussioni
  • Geeetech's Discussioni

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Facebook


Twitter


Yahoo


Skype


Website URL


Location


Lavoro


Interests

  1. Lo scorso 6 ottobre si è tenuta a Massa Lombarda la conferenza intitolata "Viaggio a Shamballa" organizzata da WASP e alla quale hanno partecipato alcuni tra i più grandi esponenti per l'edilizia stampata 3D. Un evento quasi unico nel suo genere, che ha visto in primo piano la presentazione del nuovo sistema Crane WASP e il modulo abitativo Gaia - di cui abbiamo parlato in questo articolo. I temi affrontati dagli ospiti, sapientemente moderati da Alessandro Ranellucci, hanno spaziato tra quelle che sono le grandi incertezze della stampa 3D a grandi dimensioni. Segreto industriale, brevetti,
  2. Sono già passati tre anni da quando venne presentata al mondo la BIG Delta - correva settembre 2015 e noi la presentammo in questo report. Il progetto ambizioso di creare qualcosa di innovativo è sfociato in una trasposizione in grande del concetto di delta, da sempre marchio di fabbrica del gruppo WASP. Una struttura tralicciata di dodici metri che ha destato grande stupore nel mondo dell'additive manufacturing. E non solo, perché in quel periodo la notizia era rimbalzata un po' ovunque, anche nelle testate non specializzate. La curiosità era molta perché non si trattava solamente di un vezzo
  3. Abbiamo sempre seguito con interesse l'attività di ricerca di WASP, tesa allo sviluppo di una stampante 3D per la costruzione di case con materiali reperiti sul luogo e a costo tendente a zero. Tre anni fa WASP ha presentato al mondo la BigDelta WASP 12 metri, stampando un primo modulo architettonico. L’esperienza è stata molto importante per indirizzare la ricerca, che ha preso una nuova direzione, arrivando alla realizzazione di Crane WASP, the infinite 3D printer. Come funziona Crane WASP Crane WASP the Infinity 3D printer è un sistema modulare di stampa 3D collaborativa. Reinterpr
  4. Pubblicazione comunicato stampa Kentstrapper presenta oggi la stampante 3D Mavis, ultimo modello realizzato dalla casa produttrice fiorentina, in cui si fondono insieme tecnologia avanzata e semplicità di utilizzo. Abbiamo scelto per la stampante 3D MAVIS un area di lavoro 400x400x700 mm al fine di permettere la realizzazione di prototipi di grandi dimensioni senza la necessità di scalarli o sezionarli Tutte queste caratteristiche rendono il nuovo prodotto in linea con le prestazioni e l’attenzione al design del brand Kentstrapper. CALIBRAZIONE AUTOMATICA Giusto il tempo di iniziare
  5. Pubblicazione comunicato stampa Milano, 1 Marzo 2017 - ACTLAB - Politecnico di Milano presenta in anteprima al Made Expo 2017 Trabeculae Pavilion, un’architettura sperimentale che coniuga stampa 3D e ricerca biomimetica. Dal 8 al 11 Marzo, all’interno dell’area BSmart!, nel padiglione 10 della Fiera di Milano-Rho verrà presentato un primo prototipo di costruzione leggera che dimostra le potenzialità rivoluzionarie delle innovazioni nel campo del design computazionale e della stampa 3D per il mondo delle costruzioni. Questo progetto è la sintesi di una ricerca incentrata sull’uso di tecniche
  6. Pubblicazione comunicato stampa Dal 23 al 25 marzo saranno presentate in anteprima all’edizione 2017 del Mecspe di Parma le innovazioni in casa WASP. Fiera di riferimento per l'industria manifatturiera, il Mecspe offre una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative. WASP sceglie questa occasione per presentare cinque importanti novità. La nuova linea di stampanti 3D Industrial DeltaWASP 4070 Industrial http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2017/03/4070industrial.59.png Rivisitazione del modello classico, è realizzata interamente in metallo, con camera r
  7. stampa3D

    Kentstrapper Verve

    Alla Maker Faire Rome ci siamo imbattuti nella nuova stampante 3D di Kentstrapper, Verve. Kentstrapper Verve - Carateristiche tecniche Volume di stampa: 200 x 200 x 200 Tipo estrusore: 0,4 mm all metal - Titan di e3D Piano riscaldato: 50 - 100°C Display 2,8 pollici COnsumo: 360 watt max Velocità di stampa : 10 -300 mm/s Prezzo: non definito http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2016/10/kentstrapper-verve-6.png Segue pubblicazione del comunicato stampa Kentstrapper ha presentato oggi la stampante 3D Verve, questo prodotto è l’ultimo modello realizzato dall’azienda, in cui s
  8. Ciao a tutti sono nuovo del forum e ho fatto le presentazioni nella sezione apposita :) volevo chiedervi qualche consiglio sul mio primo acquisto riguardo di una stampante 3d. lavoro nel campo dell'architettura (ho buonissime basi di modellazione 3d, almeno per gli elementi che realizzo io) quindi il primo "bisogno" sarebbe quello di utilizzare la stampante per la realizzazione di plastici architettonici, particolari costruttivi, realizzazione di plastici urbanistici e simili, la riproduzione di elementi d'arredo e design, ma non metto limiti alle altre mille possibilità.
  9. E' stata annunciata da pochissimi giorni la M1 modello di punta che verrà commercializzato da Carbon 3D. Una tecnologia innovativa chiamata CLIP - Continuous Liquid Interface - sarà alla base del funzionamento del nuovo modello di stampante 3D che promette di andare a rivoluzionare l'approccio professionale alla prototipazione rapida. Curiosi di conoscerne le caratteristiche tecniche? Eccovi accontentati. Carbon 3D M1 - Non solo alte velocità http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2016/04/carbon-3D-M1-clip-technology.png L'innovativa tecnologia CLIP permette di produrre oggetti a v
  10. Il secondo laboratorio di stampa 3D di questa prima edizione di Makars, la prima Scuola in Italia di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali, è stato interamente dedicato alla stampa 3D DLP - Digital Light Processing. Il laboratorio è stato tenuto da Manuela Pipino e Davide Marin di Lumi Industries, una start up italiana con sede a Casella d’Asolo (TV) specializzata nella realizzazione di stampanti DLP di grande qualità e dal costo veramente accessibile, aspetto non trascurabile per chi lavora nel settore culturale. Insieme a loro abbiamo parlato della tecnologia di stampa DLP, abbiamo v
  11. L’ultimo mese di questa edizione di Makars è stato dedicato ai corsi di stampa 3D. Abbiamo iniziato parlando di stampa 3D FFF (o FDM) e delle possibili applicazioni nel campo dei Beni Culturali. Abbiamo usato diverse stampanti e abbiamo sperimentato l’uso di molti materiali, con caratteristiche veramente interessanti. Nella prima giornata di corso ci siamo concentrati sugli aspetti più teorici del processo di stampa, abbiamo visto come funziona una stampante 3D, come è fatta e quali sono i componenti principali. Non siamo entrati troppo nei dettagli tecnici, ma abbiamo analizzato i componenti
  12. Siamo ormai a metà di questa prima edizione di Makars, la prima Scuola di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali, e il mese di gennaio lo abbiamo dedicato alla modellazione 3D. Insieme a Emanuel Demetrescu (CNR-ITABC) abbiamo visto come usare il software Blender per modellare e scolpire in 3D oggetti diversi, come realizzare integrazioni e restauri digitali e come ottimizzare e esportare i modelli per la stampa 3D. Blender è un software open source molto conosciuto tra chi si occupa di grafica digitale 3D ed è una valida alternativa a tutti i più importanti software commerciali oggi in c
  13. In ambito di stampanti 3D e prototipazione rapida, l'edizione 2015 della Maker Faire di Roma si è rivelata, ancora una volta, ricca di conferme ma anche generosa in termini di novità. La nostra attenzione non è stata catturata esclusivamente dalle ultime proposte delle aziende "storiche" e blasonate ma abbiamo osservato con interesse anche prodotti di altre realtà, più piccole o ancora relativamente giovani. In questo articolo vi parleremo di CopperFace, un dispositivo di Robot Factory che consente di rivestire gli oggetti stampati in 3D (ma non solo) con sottilissimi strati metallici. Robot
  14. Makars è la prima Scuola in Italia di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali. La prima edizione, iniziata il 3 dicembre, è ormai entrata nel vivo e anche il secondo corso di Rilievo 3D Range-based è concluso. Durante il primo corso di Rilievo 3D Image-based avevamo sperimentato le tecniche e i software per rilevare in 3D oggetti usando semplici fotografie e video (qui alcuni dei modelli realizzati dagli studenti). In questo secondo corso, abbiamo visto come rilevare in 3D usando uno scanner a luce strutturata. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2016/01/01-makars-beni-cultur
  15. Giovedi 3 dicembre è iniziata Makars, la prima Scuola in Italia di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali. L'obiettivo di Makars è di portare le tecnologie proprie dei makers tra i professionisti che si occupano del patrimonio culturale, per rinnovare e migliorare i processi legati alla conservazione, valorizzazione e fruizione del nostro patrimonio storico-artistico. Questa prima edizione di Makars è organizzata in collaborazione con 3D ArcheoLab e si svolge a Roma, ospitata negli spazi del FabLab SPQwoRk. La Scuola prevede un programma formativo molto ricco e impegnativo: 10 settimane
  16. Giovedi 3 dicembre a Roma abbiamo dato il via alla prima edizione di Makars, la prima Scuola in Italia di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali. Gli iscritti sono 10, provenienti da tutta Italia (da Bolzano a Catania) e con formazione differente nel campo dell'archeologia, del restauro e della storia dell'arte. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2015/12/Makars-corso-3d-scanner-e-archeologia-roma-2.jpg Makars è un percorso di studio unico nel suo genere che, come dice il nome stesso, nasce dall’incontro tra il mondo dei Makers e quello dei professionisti dei Beni Culturali
  17. La stampa 3d è ormai entrata a pieno titolo nelle fasi progettuali di designer, architetti, ingegneri ed anche pianificatori. Se da una parte però viene facile pensare alle stampanti come metodo per "semplificare" la produzione di modelli in scala, si inizia ad inserire la stampa 3D come parte attiva nel comunicare la pianificazione urbana. L'uso della stampa 3d nella pianificazione urbana consente una sintesi visiva della capacità dell'uomo di organizzare in diversi spazi la propria esistenza, creando una visione chiara e completa di quanto ci circonda o è lontano da noi. http://www.stampa3
  18. Se da un lato la stampa 3D prende piede a gran velocità permettendo un forte abbassamento dei prezzi, di certo non si può dire lo stesso per gli scanner 3D. Abbiamo esempi di dispositivi “grezzi” come il Kinect di Microsoft o Cubify di 3D System che sono sì economici, ma cedono per quanto riguarda altri aspetti. Qualità costruttiva, precisione di scan e usabilità lasciano un po’ a desiderare e in fin dei conti viene da chiedersi se valga veramente la pena acquistare qualcosa che è più adatto ad un uso amatoriale. Rangevision è un’azienda di ingegneri russi nata con l’intento di creare finalm
  19. Buonasera a tutti! Come molti di voi sanno (perché ne parlo spesso!), sono molto interessato alle applicazioni della stampa 3D nel campo dell'architettura e dell'edilizia e proprio in questo periodo avrei intenzione di iniziare ad approfondire il tema cercando delle applicazioni in questi settori. Vorrei e di riuscire ad avere sott'occhio tutti i progetti pubblicati fino ad oggi, o almeno quelli più interessanti dal punto di vista della fattibilità, per poi pubblicare un contenuto che descriva come si è evoluta la tecnologia con le relative difficoltà e le possibili conseguenze. Avete da
  20. Modular 3D, embrione di una improbabile costruzione residenziale, è un prototipo per sistemi costruttivi da applicare all’architettura. Ideato, progettato e realizzato da Zachary Schoch ed Eugene Lee, il modello viene presentato al 3D PrinterWorld 2015 a Burbank in California, come prima costruzione stampata in 3d completamente in ABS. Il monoblocco assomiglia più ad un riparo, ad un igloo moderno che non ad una casa costruita in ABS. E nonostante alcuni problemi strutturali (non vi sono chiusure,tamponamenti verticali, ancoraggi al suolo, alloggi per gli impianti, etc..) potremo considerare q
  21. Eletta da 3D Hubs come quarta capitale europea della stampa 3d, Amsterdam si pone come centro europeo di questa tecnologia nella progettazione di grandi strutture. L’idea è della start-up olandese MX3D appare ambiziosa sin dal principio: realizzare un ponte metallico completamente stampato in 3D in una location molto particolare. Dopo aver sviluppato nello scorso anno la stampante MX3D-resina, il Team si avvale dello stesso robot industriale per la stampa 3d di materiali metallici quali: acciaio, acciaio inox, alluminio, bronzo o rame. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2015/06/
  22. In un recente articolo vi abbiamo parlato della nuova possibilità di stampa in legno presso il service giapponese Rinkak. Riallacciandoci a quanto già detto, vi annunciamo che i.materialise, il service online di Materialise, sta introducendo, tra i vari materiali adoperabili, anche il legno. L'uso del "presente progressivo" deriva dal fatto che, prima di rendere disponibile ufficialmente la stampa di questo nuovo materiale, i.materialise ha lanciato un contest che fungerà, in un certo qual modo, da beta test. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2015/06/i.materialise-wood-1.jpgMate
  23. Se la Materialise World Conference fosse una bevanda sarebbe sicuramente una Stella Artois, celebre lager prodotta a Lovanio, dal gusto fresco e raffinato ma capace di farci fluttuare dolcemente tra le ebrezze alcoliche se assunta prolungatamente. Metaforicamente parlando è esattamente ciò che è capitato a me nei giorni trascorsi a Bruxelles, ebbra di stampa 3D. Già dalla fase di promozione, la conferenza si prospettava come un evento di portata mondiale, ricco di ospiti illustri e contenuti stimolanti e posso affermare che non ha deluso le mie aspettative, anzi. Sarebbe impossibile descriver
  24. L’avvento della tecnologia di stampa 3D sta portando al ritorno dell’antica pratica del plastico architettonico, rappresentazione progettuale in scala, sia pure reinventata e più in linea con i programmi CAD e software BIM. L'uso di modelli architettonici è documentato variamente nel passato, vedi modello ligneo di palazzo Strozzi di Simone del Pollaiolo o la Cupola di Santa Maria del Fiore, o il più famoso, quanto grandioso, plastico per basilica di San Pietro in Vaticano realizzato tra il 1539 al 1546 da Antonio da Sangallo il Giovane in scala 1:30. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazioni importanti

Abbiamo inserito dei cookies nel tuo dispositivo per aiutarti a migliorare la tua esperienza su questo sito. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti puoi accettarli cliccando su continua.