pROTOCYCLER RICICLO PLASTICA STAMPA 3D

ProtoCycler – Ogni giorno sentiamo parlare sempre più dei progressi della stampa 3D, delle sue potenzialità e delle sue innumerevoli applicazioni. Ci troviamo a parlare continuamente di nuove tecnologie di stampa, e di come   grandi aziende o piccole startup rilascino macchine sempre più performanti ed economiche. Tutto ciò è sicuramente a vantaggio del consumatore finale, che può avvicinarsi a questo mondo approfittando proprio di tutto questo. L’acquisto di una stampante quindi diventa un’opportunità per il grande pubblico che può avvicinarsi al mondo della prototipazione in modo semplice e completo.

pROTOCYCLER RICICLO PLASTICA STAMPA 3D

C’è però un fattore di cui tener conto, ovvero le spese per l’acquisto delle bobine di filamento di materiale, che per esempio, nel caso dell’ ABS si aggira intorno alle 30 € al kilogrammo. Questa componente acquista maggiore rilevanza nel caso in cui ad adoperare una stampante 3D sia un neofita, ossia una persona che non ha precedente esperienza con questa tecnologia e che per ottenere un risultato accettabile ha magari bisogno di più tentativi. Più tentativi si traducono in più materiale utilizzato e quindi costi maggiori.

Per dare una soluzione a questo problema nasce ProtoCycler: una macchina capace di restituire filamenti partendo dal riciclo di “rifiuti” di stampa o pellet.

pROTOCYCLER RICICLO PLASTICA STAMPA 3D pROTOCYCLER RICICLO PLASTICA STAMPA 3D

Dietro a questo progetto risiede la ReDeTec, una startup Canadese composta da Dennon Oosterman, Alex Kay e David Joyce, che ha varato il progetto sulla piattaforma di crowdfounding “Indiegogo” riuscendo in pochissimo tempo a raccogliere i fondi necessari per la commercializzazione. ProtoCycler non è sicuramente la prima macchina capace di fare ciò, ma si presenta al mondo con una scheda tecnica di tutto rispetto e una facilità d’uso che porta la stessa ReDeTec a definire il proprio prodotto come “il migliore riciclatore di filamento”.

pROTOCYCLER RICICLO PLASTICA STAMPA 3D pROTOCYCLER RICICLO PLASTICA STAMPA 3D

Protocycler ha un funzionamento molto semplice e non ha bisogno di particolari settaggi per il funzionamento. Attraverso una apposita manovella si aziona il trituratore manuale, dopodiché basta selezionare il materiale inserito tramite i pulsanti e lo schermo LCD. Avviata la macchina, l’estrusore espelle la plastica che a sua volta viene avvolta automaticamente in una bobina.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, è dotato di un trituratore capace di lavorare pezzi di dimensioni massime di 13 x 13 centimetri, una velocità di estrusione di ben 300 centimetri al minuto e una tolleranza nell’estrusione di +-0.02 millimetri; dalla macchina è possibile selezionare un diametro di stampa di 1.75, 2.85 o 3.00 millimetri, oppure, tramite software, un qualsiasi valore compreso tra 0,1 e 3.00 millimetri. Il tutto contenuto in un volume di 35.5 x 30.5 x 25.4 centimetri che arriva a casa già assemblato.

ProtoCycler viene venduto ad un prezzo di 799 $ (corrispondenti a circa 680 €), il che lo rende un investimento importante, ma che verrà ripagato a pieno grazie a tutto il materiale ed i soldi risparmiati riciclando il materiale.