La stampa 3d è ormai entrata a pieno titolo nelle fasi progettuali di designer, architetti, ingegneri ed anche pianificatori. Se da una parte però viene facile pensare alle stampanti come metodo per “semplificare” la produzione di modelli in scala, si inizia ad inserire la stampa 3D come parte attiva nel comunicare la pianificazione urbana.

L’uso della stampa 3d nella pianificazione urbana consente una sintesi visiva della capacità dell’uomo di organizzare in diversi spazi la propria esistenza, creando una visione chiara e completa di quanto ci circonda o è lontano da noi.

pianificazione-urbanistica-2

La semplificazione dei metodi riproduttivi fa sì che non solo il tecnico sia in grado di leggere la tessitura urbana, ma anche uno spettatore non esperto possa veder rappresentato un progetto in modo comprensibile. Dall’altro lato, ciò consente la valutazione dei progetti con differenti attività: la produzione di modelli in diverse scale, la simulazione degli effetti morfologico-visivi, ambientali e urbanistici dei progetti urbani.

Al politecnico di Milano, come in molte altre università italiane, il sistema riproduttivo 3d è di gran uso nei laboratori, ma assume una semplice funzione informativa. Ma il futuro vede la stampa 3D verso un ruolo attivo nella pianificazione urbana.

pianificazione-urbanisticapianificazione-urbanistica-3

Con la mostra organizzata dal gruppo Filippino WTA Architecture and Design Studio, la riproduzione attraverso la stampa 3d assurge ad una funzione espressivo-comunicativa. Il gruppo cerca di indagare l’effetto del nuovo metodo riproduttivo sul visitatore, rappresentando la crescita smisurata di Manila. L’esplosione di colori dei coni irregolari e di differenti misure ospitano diverse parti della città, cercando di rappresentare i cambiamenti e le contraddizioni dell’evoluzione della seconda città delle filippine per dimensione.

pianificazione-urbanistica-5La percezione che si crea con le stampe 3d non sarà più solo ottica, ma anche tattile e, come afferma lo stesso William Jr. Ti, architetto del WTA , è questa che permette di creare un rapporto più intimo ed intenso con quanto è rappresentato.

pianificazione-urbanistica-6L’ambiente urbano non è più un ambiente freddo e staccato, così come non lo è più la sua rappresentazione.

“Ci sono molte meno cose nel cielo e sulla terra di quante si contemplino nella nostra filosofia”. Con questa parafrasi shakespeariana si rovesciavano le riflessioni filosofiche di Amleto ad Orazio in considerazioni scientifiche, ricercando instancabilmente la semplicità matriciale nella complessità delle forme evolutive della realtà e della sua organizzazione.

La stampa in 3d non rappresenta solo la possibilità di riprodurre, ma può e deve esser considerata come l’opportunità di caratterizzare ed evolvere un’immagine trasformandola secondo un processo di rielaborazione della realtà percettibile.

pianificazione-urbanistica-4 pianificazione-urbanistica-7