Eletta da 3D Hubs come quarta capitale europea della stampa 3d, Amsterdam si pone come centro europeo di questa tecnologia nella progettazione di grandi strutture. L’idea è della start-up olandese MX3D appare ambiziosa sin dal principio: realizzare un ponte metallico completamente stampato in 3D in una location molto particolare.

Dopo aver sviluppato nello scorso anno la stampante MX3D-resina, il Team si avvale dello stesso robot industriale per la stampa 3d di materiali metallici quali: acciaio, acciaio inox, alluminio, bronzo o rame.

MX3D ponte in metallo stampato in 3D

L’idea è piuttosto semplice, su questo braccio robotico al posto di avere un classico estrusore si trova una saldatrice, la quale deposita il materiale metallico. Man mano che il braccio sale la saldatrice deposita ulteriore metallo completando così la struttura ideata.

MX3D ponte in metallo stampato in 3D

Il progetto riguarda un ponte pedonale sul Canale dei Signori di Amsterdam: l’ Herengracht.

Il canale si snoda da sud a nord nella parte occidentale del centro cittadino e va a formare, insieme al Keizersgracht e al Prinsengracht, la cosiddetta “cerchia dei canali” (Grachtengordel). Fu realizzato tra il 1585 e la seconda metà del XVII secolo. Per chi ancora non avesse avuto il piacere di visitare questa meravigliosa città, spieghiamo che si tratta di uno dei più bei quartieri della città dove il canale, di forma concentrica, era una volta utilizzato per il trasporto urbano e, vista l’importanza, lungo le sue sponde si sono eretti superbi palazzi ornati da finestre colorate o arenaria, allineati l’uno all’altro in maniera ordinata lungo il canale, recentemente dichiarati Patrimonio dell’Umanità protetti dall’UNESCO.

Nonostante il punto esatto non sia stato ancora individuato, il ponte dovrebbe esser costruito lungo questo bellissimo canale e consentirà ai fruitori di godere, con un unico sguardo, della vista di ben 15 ponti. Del progetto tecnico non si conoscono bene i dettagli, ed anche su estetica e costi le lacune abbondano.

MX3D ponte in metallo stampato in 3D MX3D ponte in metallo stampato in 3D

Certo è che il progetto è stato ideato pensando ad un ponte realizzabile in loco con tecnologia MX3d- metal.

Si partirà con l’estrusione della struttura dalla sponda, per poi proseguire sul canale a mezz’aria senza strutture di sostegno, e concludere sulla sponda opposta. Tutto ciò dovrebbe esser reso possibile da un robot, ancorato ad una piattaforma che, unito ad una saldatrice di ultima generazione, estrude filamenti metallici, in questo caso acciaio.

MX3D ponte in metallo stampato in 3D

Il risultato è stato ottenuto dopo un anno intero di messa a punto in laboratorio, dove sono state costruite altre strutture a mezz’aria per testare le reali capacità di realizzazione del sistema di stampa 3d, come spiega Tim Geurtjens, direttore tecnico del Team MX3D. I movimenti combinati del robot / saldatrice sono guidati da diversi tipi di software che sono ancora in fase di sviluppo e che confidano di far convergere in un unica interfaccia semplice da utilizzare anche ai meno esperti. MX3D sta inoltre analizzando differenti tipi di estrusioni secondo linee orizzontali, verticali e spiraliformi. Questo perché le diverse linee richiedono diverse impostazioni, come il tempo di impulso, pause-tempo, altezza strato o orientamento del braccio.

La ricerca iniziata da JORIS Laarman LAB, fondatore di MX3D, supportata da  ACOTECH e HAL e da  AUTODESK, dovrà confluire in un’interfaccia facile da usare e che permetta all’utente di stampare direttamente da CAD.

La costruzione del ponte dovrebbe essere prevista nel 2017. Vi terremo aggiornati se ci saranno ulteriori novità sulla tecnologia.