Tra le macchine più particolari presenti al 3D Printshow di Londra vi segnaliamo la stampante 3D Iris di Mcor Technologies. La tecnologia di stampa sviluppata da Mcor non prevede l’utilizzo di granuli, polveri, resine o filamenti – tecnologie fortemente utilizzate dai colossi della stampa 3D – bensì di fogli di carta in dimensione A4.

mcor iris stampa 3d carta

mcor iris stampa 3d carta

La prima fase di lavorazione prevede la stampa di figure bidimensionali su supporti di carta in dimensione A4, utilizzando una stampante 2D Inkjet ad alta definizione con quattro colorazioni CYMK che permette di produrre oltre un milione di colori. I supporti di carta sono stampati in serie, seguendo l’ordine dei layers che comporranno l’oggetto finale. Una volta stampati tutti gli strati sui fogli di carta, questi vanno spostati all’interno della stampante 3D e posizionati nell’apposito alloggiamento. In un certo senso, questa tecnologia di stampa ci ricorda la tecnologia CJP di 3D Systems, anche se il materiale di stampa è completamente differente – qui trovate un approfondimento su tutte le tecnologie di 3D Systems.

mcor iris stampa 3d carta

Una volta messa in funzione, le fasi che effettua la macchina sono le seguenti: il braccio meccanico prende un foglio di carta e lo posiziona nello spazio centrale, assimilabile al piatto di stampa. Il piatto si alza e porta l’ultimo foglio di carta a contatto con una superficie che permette l’incollaggio tra l’ultimo foglio posizionato e quello precedente, facendo combaciare i due strati. Il piatto si abbassa nuovamente e il braccio meccanico inizia a ritagliare il perimetro dell’ultimo layer posizionato. Il foglio di carta che non fa parte dell’oggetto di stampa rimane posizionato all’interno della macchina fungendo da supporto e sarà rimosso a fine lavorazione. Ripetendo queste fasi, posizionando, incollando e ritagliando un foglio sopra l’altro, l’oggetto di stampa prende forma.

mcor iris stampa 3d carta

mcor iris stampa 3d carta

Seguite questo link per leggere tutte le ultime novità dal 3D Print Show di Londra 2015.