MakerBot Innovation Center

Il 10 Giugno 2015 è stato inaugurato presso la sede dell’università LIUC-Carlo Cattaneo, il primo MakerBot Innovation Center d’Europa. La notizia della collaborazione tra l’università del varesotto ed uno dei principali protagonisti del mercato delle stampanti 3D FDM a livello mondiale non può che renderci molto felici.

Cos’è un MakerBot Innovation Center

Un MakerBot Innovation Centre è costituito da un cluster di stampanti 3D MakerBot Replicator gestite da un software, MakerBot Innovation Center Management Platform, atto a rendere agevole e sostenibile il processo di stampa. Lo scopo di un MakerBot IC è quello di far diventare più competitive le imprese e le organizzazioni che se ne fanno carico sotto diversi aspetti, tra cui, principalmente, ricerca, innovazione ed ottimizzazione dei processi di prototipazione.

MakerBot Innovation Center

Collaborazione con la LIUC

Il MakerBot Innovation Center dell’università Cattaneo è costituito da 20 stampanti 3D, tre Replicator Mini, cinque Z18 e dodici Replicator, che saranno usate sia dagli studenti della LIUC, sia in corsi per imprenditori, tecnici e professionisti. Il centro è gestito dai ricercatori di SmartUp – Laboratorio Fabbricazione Digitale mentre il supporto tecnico è affidato a Energy Group, uno dei principali rivenditori di MakerBot.

“Dopo SmartUp, sviluppato in collaborazione con l’Unione degli Industriali della Provincia di Varese ed il progetto Digital Do It Yourself, che ha ottenuto un finanziamento pari a 2 milioni di euro nell’ambito del programma Horizon 2020, la LIUC aggiunge un altro importante tassello agli sforzi fatti nel campo della fabbricazione digitale con il MakerBot Innovation Center. Il primato europeo ci riempie di soddisfazione ma ancora di più ci convincono i contenuti di questa iniziativa, che porta alla LIUC un vero e proprio centro propulsore di innovazione per diversi target.” (Michele Graglia, Presidente della LIUC)

MakerBot-Innovation-Center-2

All’inaugurazione è intervenuto anche Andreas Langfeld, General Manager MakerBot Europe, che ha espresso tutta la soddisfazione dell’azienda rispetto a questo nuovo traguardo. Dagli USA è giunto poi il messaggio di Jonathan Jaglom, CEO di MakerBot:

“Siamo felici di questa partnership con la LIUC che ha permesso di aprire il primo MakerBot Innovation Center in Europa. La stampa 3D sta trasformando il modo di pensare, progettare, inventare e fabbricare. Il MakerBot Innovation Center permette alla LIUC di rendere questa potente tecnologia disponibile agli studenti e di prepararli per il mondo del lavoro di domani. Crediamo che il MakerBot Innovation Center potrà dare agli studenti un vantaggio competitivo creando un ambiente nel quale imprenditorialità, formazione e innovazione vengono coltivati e incoraggiati.”

MakerBot Innovation Center

L’attività formativa avviata all’interno del MakerBot Innovation Center coinvolge in particolare gli studenti della LIUC iscritti al corso di laurea in Ingegneria Gestionale, per i quali sarà attivato, all’interno del piano di studio, un laboratorio di creatività, Innovazione e Design. Il direttore del centro sarà il Prof. Luca Mari che afferma:

“L’attivazione dell’Innovation Center è per la nostra Università una sfida duplice: vogliamo che sia uno strumento per rendere i percorsi di formazione dei nostri studenti sempre più interessanti e capaci di rispondere alle esigenze della società che cambia e nello stesso tempo vogliamo continuare a lavorare per rendere l’Università sempre più aperta al territorio, un luogo di dialogo che promuove l’innovazione anche mettendo alla prova tecnologie come la stampa 3D, che dell’innovazione sono elementi abilitanti.”

Nonostante la LIUC sia un’università privata, auspichiamo che questa collaborazione possa, in futuro, essere uno stimolo, anche e soprattutto per le università pubbliche, a compiere dei passi importanti verso un impiego più articolato delle tecnologie di prototipazione rapida. Qual’è la vostra opinione al riguardo? fatecelo sapere scrivendo sul nostro forum.