Jump to content

I modelli 3D


I modelli 3D (nell'ambito della computer grafica 3D) non sono altro che la rappresentazione informatica di un oggetto tridimensionale. I modelli 3D vengono prodotti tramite software specifici, chiamati in generale software 3D.

 
Nella stampa 3D, la creazione di modelli 3D consiste solamente nella prima fase di definizione dell'oggetto che si intende produrre, fase in cui si iniziano a definire quelle che saranno le sue caratteristiche fondamentali.

oggetti 3D

Modelli 3D e lo spazio tridimensionale

Generalmente, i modelli 3D sono posizionati all’interno di uno spazio definito da tre assi X, Y, Z. I modelli 3D sono quindi resi visibili sui nostri schermi (i quali sono rigorosamente bidimensionali) grazie a dei software che, risolvendo complicate formule matematiche, riescono a rappresentare immagini tridimensionali composte da punti, curve, superfici e volumi.

I tre assi X, Y, Z danno origine ad un sistema di riferimento cartesiano. Queste sono perpendicolari tra loro e incidenti in un punto, chiamato “origine” o “origine degli assi”. L’origine ha sempre coordinate X=0, Y=0, Z=0. I tre assi formano tre differenti piani nello spazio, i piani XY, XZ, YZ, e anche questi saranno utilizzati come riferimenti durante la progettazione dei nostri modelli 3D.

 

2

 

Tipologie di modellazione 3D

I modelli 3D nascono da due tipologie di modellazione 3D, molto diverse nell'approccio pratico di modellazione:

  • la modellazione organica, utilizzata per realizzare forme naturali o umane. Questi oggetti 3D sono caratterizzati da una grande quantità di dettagli e forme morbide e arrotondate che in qualche modo ne esaltano la componente organica. In questa categoria possono ricadere anche oggetti di tipo industriale;
  • la modellazione geometrica, utilizzata per creare oggetti più tecnici, come parti meccaniche o prodotti d’industria. In genere questi oggetti 3D sono di tipo artificiale e vengono modellati seguendo delle forme di base regolari.

A seconda delle caratteristiche del modello 3D da realizzare sarà necessario scegliere una tipologia di modellazione 3D, in modo da arrivare al risultato nel modo più semplice, veloce ed efficace possibile: modellare un corpo umano con un software per l'ingegneria non avrebbe senso, come viceversa non avrebbe senso modellare un pezzo meccanico con software di modellazione scultorea.

Modelli 3D per la stampa 3D

Le due tipologie di modellazione 3D descritte in precedenza ti avranno dato sicuramente un'idea di come nasce un modello 3D. Nel nostro caso però ci interessa andare più a fondo. Sì, perché i modelli per la stampa 3D racchiudono certe caratteristiche che, necessariamente, bisogna approfondire.

Allora, come si crea un modello 3D per la stampa 3D?

Innanzitutto, dobbiamo suddividere ulteriormente quelle le che sono le più utilizzate modalità di modellazione 3D:

  • modellazione solida, dove l'oggetto è realizzato elaborando dei volumi pieni;
  • modellazione di superfici, dove l'oggetto è generato dalle sue superfici esterne.

Come accennato, i modelli per la stampa 3D devono rispondere ad alcuni principi di corretta modellazione, essenziali per avere successo nella realizzazione fisica degli oggetti. Approfondiremo questi dettagli nella prossima sezione della Guida.



  • Tell a friend

    Love Stampa 3D forum? Tell a friend!
×
×
  • Create New...