Vai al contenuto

Hotbed non va sopra i 60°


kevin341
 Condividi

Messaggi raccomandati

Salve a tutti, 

sono da poco più di 2 mesi un felice possessore di una GEEETech A30 e (da Natale) anche di una CR-10 S4. Vorrei vista la mia inesperienza chiedere consigli su un paio di questioni che nonostante le prime 16 pagine di post letti del forum ancora ho poco chiare (è vero che sto invecchiando ma non credevo cosi tanto 😞 ).

Il dubbio più grosso che mi corrode letteralmente è la differenza abissale di prestazioni tra i due Hotbed... la GEEETech è una bomba... da temperatura ambiente a 105/110° max in pochi minuti, è vero che il piano è 300x300 Super plate mentre la CR-10 è 400x400 con un vetro sopra e con anche quasi 80% di superficie in più ma arrivare a 60/65° dopo 25 minuti (su 100° impostati) e rimanere tali per un'ora mi sembra esagerato. Pensando fosse una questione di alimentazione o comunque un problema di corrente, ho aperto i due box di controllo ed ho notato le seguenti differenze:

GEEETech A30 - Alimentatore: S-500-12 (output +12V=41A), ha il mosfet esterno alla mainboard per l'hotbed con 4 connettori, Mainboard: GTM32 Mini (se ho visto bene)

Creality Cr-10 S4 - Alimentatore S-360W-12-L (output +12V=30A), ha il mosfet esterno alla mainboard per l'hotbed ma con 3 connettori, Mainboard: Creality V2.1

Il dubbio adesso è come e cosa cambiare nella CR-10 per far si che arrivi almeno a 90° costanti per stampare ABS visto che sulla A30 a 250° di estrusore e 90/95° di bed lo stampa tranquillamente...  

Inizialmente pensavo che comprando alimentatore da 480W a 40A risolvevo il problema... ( già ordinato, deve arrivare ) ma dopo pagine e pagine di post su questo forum ora mi sento più confuso di prima se possibile 🤔 .Anche i due differenti mosfet mi portano a domandarmi se quello della A30 non sia qualitativamente migliore ( è quello che vende per la maggiore Amazon con l'aggiunnta di una microventola sul dissipatore ) mentre quello della CR-10 è leggermente più piccolo e con solo 3 connettori (nella foto si vede chiaramente)... oppure sia il piano riscaldante che sulla CR-10 non ho ancora smontato perchè completamente imballato dall'isolante ( isolante che sulla A30 non c'è nemmeno)...  

ringrazio in anticipo chiunque abbia un consiglio e mi scuso per sto poema che ho scritto... non volevo dilungarmi cosi tanto...

Allego immagini di alcuni componenti 

- interno box CR-10 S4, alimentatore CR-10 S4, attacco cavi hotbed A30 (non so se 12V o 24V) e alimentatore A30 

Grazie ancora e buona nottata a tutti

CR-10 S4.jpg

IMG_1859.jpg

IMG_1880 3.jpg

IMG_1852 2.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Purtroppo in questi casi un tester sarebbe utilissimo, anche un tester da supermercato del costo inferiore ai 10 euro,

Le cose che dovresti controllare sono semplicemente due, la tensione di uscita dei due alimentatori (mentre scaldano il piatto) e la resistenza del piatto (staccato dal mosfet) stando attento che la resistenza del piatto sono pochi hom e quindi ad un occhio distratto possono sembrare uguali ma 2 è ben diverso da 4 per fare un esempio e vedere che differenze hai tra le due stampanti.

.Se la differenza (notevole) sta negli alimentatori (che dichiari essere entrambi a 12 volt), in genere l'alimentatore ha un trimmerino che permette di regolare (nel tuo caso sollevare) la tensione, se invece la differenza è nei piatti  (diamo che se la creality ha circa il doppio degli home della geeetech) il problema sta nel piatto ed è molto improbabile che ci si possa fare qualcosa.

Senza fare questi controlli possiamo solo parlare di ipotesi a caso ed il motivo è che la potenza dissipata, che è quella che fa il caldo, che è espressa in watt è pari al quadrato della tensione (volt che forniscono gli alimentatori) diviso la resistenza (gli hom del piatto). Se prendi carta e penna ( o excel ) e ti fai i calcoli vedrai di quanti watt dispone la geeetech e di quanti la creality per il riscaldamento una volta che sai questi valori (volt al quadrato diviso hom)

Se questi valori sono a posto è molto probabile che il colpevole sia il mosfet e nel caso dovresti controllare che tensione è presente nel moset della creality tra il nero ed il giallo e tra il nero ed il rosso mentre il piatto scalda, se leggi due valori simili (intorno ai 12 volt e con differenza minori di 0,6 volt) il mosfet è ok. Se invece le differenze sono superiori ad 1 volt io lo butterei nel cesso.  La consolazione è che lo puoi sostituire tranquillamente con un mosfet a 4 connettori di più facile reperibilità e nel caso ti spiegheremo come collegarlo usando solo 3 fili.

Questo perchè se un pò dei 12 volt dell'alimentatore di perdono nel mosfet arrivano logicamente meno volt al piatto e di conseguenza meno potenza e quindi meno caldo. 

Il fatto del mosfet a tre o 4 connettori dal punto di vista elettrico cambia poco, In teoria sono identici  come principio elettrico. I costruttori di mosfet esterni in genere costruiscono quelli a 4 connettori perchè sono molto più semplici da montare sopratutto come modifica a posteriori e dato che vengono venduti spesso a gente che di elettronica ne sa quanto un grillotalpa preferiscono costruire e vendere la configurazione più facile da montare.

Naturalmente questo poi non vuol dire che sia costruito bene o male.

Se poi alimentatore, piatto e mosfet vanno tutti bene vedremo che altro può essere (in realtà restano solo i cavi ma a volte la colpa è anche loro).

Spero di esserti stato utile Buon divertimento

Ps se non sai usare un tester ti facciamo un mini corso noi.

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao e grazie dei consigli...

Oggi come hai spiegato ho fatto un paio di misurazioni sulla CR-10 sia per alimentatore che piatto...

Ho aperto il box, acceso la stampante e fatto scaldare il piatto, le uscite dell'alimentatore che portano il 12V al mosfet del piatto mi davano circa 11.70 V (tester settato con scala 20V ), poi ho controllato l'uscita dal box verso il piatto e già li mi dava 11.0V così come lo stesso risultato mi dava it test sulle saldature attaccate al piatto ( ho controllato il piatto e va a 12V ).

Deduco che i cavi dal box al piatto non dovrebbero avere difetti... ma posso sbagliare, per tutta sicurezza ho provato anche senza la prolunga del cavo che utilizzo per poter tenere il box davanti alla stampante ma il risultato non è cambiato.

Dopodichè ho spento tutto e ho aspettato si raffreddasse il piatto, l'ho scollegato dal box ed ho misurato la resistenza del piatto ( tramite le due saldature + e - ) con il tester settato su 200 ohm credo (la scala piu bassa sul tester col simbolino che sembra un'omega) e li oscillava tra 0,90 e 1,00..

Ho provato anche a fare un test con la vite piccolina che c'è sull'alimentatore per aumentare il voltaggio e come avevo letto su un'altro post ho provato a portare l'uscita 12V fino a 13V ed a scalare arriva a 12.3V circa sul piatto... chiuso box e rimesso il piatto in posizione, accendo la stampante e provo subito a fissare 100° il piatto... 13 minuti arriva a 67/68° e poi piano piano arriva a 75° ma oltre non va...

spero di aver fatto tutto giusto così come mi hai consigliato... ( di elettricità ci capisco poco )

già sono 10° in più di ieri... ma potrebbe essere il mosfet che perde quei 0,7V solo lui il problema?

domani provo a fare lo stesso test sulla A30 e poi posto i risultati

Edit: mi sono appena accorto di aver misurato il mosfet solo sul nero e rosso e non sul terzo cavo (sempre nero) come avevi scritto, adesso provo a vedere se anche l'altro nero porta quei 0,70V in meno....

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora... ho ricontrollato e 2 cavi del mosfet su 3 portano i 13V mentre il terzo non porta nulla con nessuno degli altri due... nel senso.. mi spiego meglio.. partendo da sinistra rispetto alla foto postata ieri li numero 1, 2 e 3... 

allora...    1 e 2 = 13V        1 e 3 =13V        2 e 3 = 0V

è normale??? ho ricontrollato anche il piatto e con alimentatore a 13V arriva a 12,15/12,20V

ho controllato anche le direzioni...

n°1 va alla mainboard

n°2 va al piatto

n°3 va all'alimentatore

Link al commento
Condividi su altri siti

Gli ampere che passano sono parecchi (intorno ai 10 ampere) ed è normale che ci sia caduta di tensione come pure nel mosfet 0,6 volt sono fisiologici perchè è la caduta di tensione che porta in conduzione il silicio, che è un pò la caratteristica di tutti i componenti al silicio dai diodi a tutto. Aumentando la tensione all'alimentatore compensi questa caduta di tensione, poi ricordati la potenza è pari al quadrato della tensione per cui anche un piccolo aumento ha un buon effetto. Puoi portare con massima tranquillità la tensione fino a 13.8, Il che non vuol dire che a 13.9 ti si brucia tutto , 13,8 è già un livello di massima sicurezza.

Dubito comunque che riesca ad arrivare ai 90 volt (consolati io ho una Geeetech di diverso modello e mi arriva a 85, se punto ai 90 rischio di andare in pensione prima) ma secondo me con 13,8 arrivi mala a pena a 80, forse 85 che in genere è il minimo per l'abs, meglio sicuramente i 90/95.

Le tensioni che hai rilevate sono tutte ok e quindi sembra che il piatto sia una schifezza. Non conosco quel piatto e la foto delle saldature che hai messo non fanno vedere bene la situazione, tieni presente che spesso i piatti (non è detto che il tuo sia cosi) sono costruiti in modo da poter essere utilizzati sia a 12 che a 24 volt semplicemente cambiando le saldature dei fili, controlla che non ci sia una pista (grande) non saldata sul piatto nella zona dei cavi che potrebbe indicare una errata/incompleta saldatura di fabbrica che giustificherebbe un comportamento del genere.

Ti consiglierei anche di sentire i fornitore (se non la hai comperata anni fa) In genere sono abbastanza disponibili. 

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie ancora per i consigli, stanotte ho fatto gli stessi test sulla GEEETech A30 ed è risultato che l'alimentatore fa uscire 12,30V al piatto arrivano 11.60V ed è un piatto doppio 12V o 24V (attualmente a 12V) e la resistenza del piatto è di circa 0.60/0.70 ohm... 

Anche questo mosfet perde circa 0,60/0,70V e tra i 4 attacchi non c'è differenza di tensione, di conseguenza dovrebbe essere giusto...

Se il calcolo è giusto dovrebbe avere circa 207 (Watt ??) per riscaldare... (11.6x11.6=134,56/0,65=207,01) mentre la CR-10 dovrebbe avere 159 (Watt ??) per lo stesso lavoro (12,3x12,3=151,29/0,95= 159,25) su un piatto 80% piu esteso... sempre se ho capito giusto :)

Visto che ho fatto una prova portando la GEEETech alla massima temperatura per il piatto e arriva quasi tranquillamente a 110° dopo meno di 20 minuti (e arrivando a 120° dopo una trentina abbondante di minuti) non ho aumentato con il trim il voltaggio.

Ora appena torno a casa provo a controllare il piatto della CR-10 e vedere se anche quello è a 12/24V e vedere portando il trim a 13,80V in uscita dall'alimentatore cosa arriva a scaldare il piatto...

ti ringrazio ancora e ti auguro una buona serata 😁

Link al commento
Condividi su altri siti

ok... fatti i test sulla CR-10 (il piatto è solo 12V 😭) con uscita alimentatore a 13,80V arriva dopo 40 minuti circa a 82/83° e si stabilizza... non credo bastino per stampare con ABS ma ci provo lo stesso...

nel frattempo non saprei che fare per fargli avere quella decina di gradi in più che sarebbero necessari... se eliminassi il vetro da 4 mm e stampassi direttamente sul piano in allumino? eliminando il vetro dovrebbe avere una superficie in meno da scaldare.... 

Link al commento
Condividi su altri siti

provato a stampare ABS con 260° di estrusore e 80° di piatto ma propio non attacca... già al secondo laier si è staccato tutto...

ho provato con una stampa piccola piccola... ma niente da fare.... tra le altre cose a 80° il piatto c'è arrivato più lentamente di prima quando ho fatto il test e mi è sembrato un pò piu ballerina la temperatura... oscillava continuamente tra 78/80° 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Quando ricevi il nuovo alimentatore si potrebbe vedere di usare un alimentatore per il piatto ed uno per tutto il resto, in questo modo lo puoi spingere più in alto tranquillamente anche sino a 15  (se ci arriva) però il vero problema è la resistenza del piatto, se ti ricordi già nel primo post ti dicevo di controllare le resistenze dei piatti, se ha il doppio di hom della geeetech la potenza come hai calcolato tu sarà la metà e quindi insufficiente,

Eliminare il vetro ti riduce i tempi non ti alza le temperature se non di poco, ma davvero poco.

Non ti so dire se il piatto sia difettoso o se è cosi di serie, dovrebbe intervenire qualcuno che ha quella stampante con cui fare un confronto.

Già dalle tue misure avevo detto che il piatto era 'scadente'. Come ti ho detto se non la hai acquistata un millennio fa contatta il venditore perchè può essere un difetto costruttivo in quanto il piatto è fatto da diverse resistenze in parallelo e potrebbe essere difettosa una parte ed in genere sono abbastanza disponibili a fornire i ricambi.

Link al commento
Condividi su altri siti

la CR-10 l'ho comprata a Natale... lunedì provo a sentire il venditore per il piatto e vediamo cosa dice, e nell'attesa che arrivi l'altro alimentatore ti ringrazio ancora per l'aiuto.

Quando arriverà il secondo alimentatore se non ho risolto con quelli della Creality (se posso) ti disturberò ancora per capire come collegarlo.

Speriamo in bene e buona notte 😁

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...