Vai al contenuto
  • Benvenuto!

     

Classifica

  1. eaman

    eaman

    Membri


    • Punti

      24

    • Numero contenuti

      799


  2. Killrob

    Killrob

    Moderatori


    • Punti

      20

    • Numero contenuti

      8.446


  3. muffo

    muffo

    Membri


    • Punti

      16

    • Numero contenuti

      118


  4. invernomuto

    invernomuto

    Membri


    • Punti

      16

    • Numero contenuti

      2.200


Contenuto Popolare

Mostra il contenuto con la massima reputazione da 08/06/2021 in tutte le aree

  1. @LucaCasm credo che con un post così generico nessuno mai risponderà. Lasciaci maggiori dettagli: che progetto è? Cosa c'è da progettare? Settore di applicazione?
    6 punti
  2. In generale non devi avere punti di sforzo lungo i punti di contatto dei layer se vuoi una stampa più resistente alla sollecitazione, specie per oggetti piccoli dove non puoi più di tanto agire con perimetri e infill. Pertanto se l'oggetto è una colonnina e la colonnina è soggetta ad una trazione lungo la sua verticale o a punti si forzo lungo la verticale (es, una pressione laterale), se la vuoi più resistente ti conviene stamparla in orizzontale.
    5 punti
  3. Stampale in petg, essendo più elastico resiste meglio. Per i fori, progettali da 3.2mm e se la stampante è ben calibrata la vite entra giusta senza problemi.
    4 punti
  4. il piatto va sempre tutto pulito perche altrimenti come diceva mio povero papà" non mangi il dolce percio finisci tutto e pulisci il piatto 😉 "🤣
    4 punti
  5. @Lodovico B. credo che l'astio derivi dall'apertura di un post un po' freddo, poco motivato, e dal fatto che solitamente i nuovi utenti lasciano un messaggio di saluto nella sezione Presentazioni. Per questo motivo ti chiedevo di giustificare la tua richiesta, almeno per renderla discorsiva e utile. Se ti va, puoi darci qualche informazione in più sul tuo progetto.
    4 punti
  6. Tanto per farvi capire le dimensioni della stampante vi allego una foto del work in progress con unità di misura internazionalmente conosciuta
    4 punti
  7. Devi controllare meglio la calibrazione degli assi della tua stampante, io riesco a fare fori quadrati anche da 2mm con lo 0.4
    4 punti
  8. "sembra" non mi pare appropriato...c'è un evidente slittamento... non mi è chiaro perche' spostare la stampante dovrebbe risolvere il problema... il problema in questo caso per tua fortuna è macroscopico, l'asse X (quello orizzontale) ha chiaramente qualcosa di non montato bene. potrebbe essere solo la cinghia lenta, la cinghia è tesa al punto giusto? (tesa ma non troppo) per prima cosa controlla che il motore sia montato correttamente e che la puleggia del motore che fa girare la cinghia sia stretta sull'albero del motore (c'è una piccola vite laterale che la blocc
    3 punti
  9. Se i 3 assi X, Y e Z li calibri con il classico cubo di calibrazione, allora conviene prima step/mm estrusore e flusso. Poi stampi il cubo e vai a calibrare la precisione dimensionale degli assi. Se invece calibri gli assi misurando gli spostamenti, puoi farlo nell'ordine che ti pare. Ovviamente flusso post step / mm dell'estrusore.
    3 punti
  10. si per forza devi crearti una piastra apposita puoi stamparla in 3d a filo, prendere del materiale plastico tipo teflon,pvc etc.. che hanno uno spessore costante e forarlo con un trapano a colonna, stesso discorso anche con l'alluminio..
    3 punti
  11. Aggiornamento lavori: Ho montato la struttura e allineato tutto, tutto scorre molto bene senza inceppamenti o problemi.....quasi tutto, il pattino dell' asse x ha qualche scatto ( superficiale, ma a un precisino sono cose che danno fastidio), tolgo il pattino, lo smonto, metto tutto a bagno nel pulitore e poi stendo le sfere e il corpo ad asciugare sulla scrivania. La sera al mio ritorno ci trovo il gatto di mxxxa che ci dorme sopra, conclusione 5 sfere perse e 2 ore di ricerca in giro per lo studio a caccia di quelle maledette sfere da 1,5mm di diametro. Poi mentre torturo il gatto
    3 punti
  12. Un salutone a tutti e soprattutto grazie grazie grazie...perchè? Perchè solo per merito delle vostre esperienze sto riuscendo a stampare qualcosa di decente 😜.. A proposito mi chiamo Salvatore ed ho da poco acquistato una Ender 3 v2 ...
    3 punti
  13. Ciao a tutti. Marco di Verona. Stampo in 3d per puro diletto con scarsi risultati. Ma visto che sono solo un hobbista forse forse va bene anche così.
    3 punti
  14. mi sembra che sia svitata tanto che si riesce a vedere il cuscinetto che dovrebbe stare tutto dentro la ruota, smonta il piatto e riavvitala
    3 punti
  15. Ciao, puoi contestualizzare la tua richiesta? Che tipo di progetto universitario sarebbe? Una tesi di laurea? Per quale Università? Potremo avere i risultati del sondaggio da condividere con la community?
    3 punti
  16. vogliamo parlare di diminuzione dei rifiuti, microplastiche, pesci farciti con il PLA.... Ok è un iperbole, ma se mettiamo insieme tutti i rimasugli anche solo di tutti i partecipannti a questo forum scommeto che viene fuori un bel po di materiale sprecato. Pensare a come recuperare almeno i resti delle bobine non è proprio tempo perso. E tocchiamo ferro che a qualcuno non venga in mente di creare una tassa di smaltimento da applicare al prezzo delle bobine...
    3 punti
  17. con i soldi di tutta quella roba compro un paio di chilometri di materiale mi sa
    3 punti
  18. Buonasera a tutti, mi chiamo Antonello, e sono entrato nel mondo della stampa 3D da oggi. Mi sono avvicinato a questo ambiente grazie ai giochi da tavolo, potendomi stampare tutto quello di cui ho bisogno. La stampante mi è arrivata oggi, una Geetech A20, ho preso anche il sensore per auto-livellare e una bobina geetech bianca. Ho montato il tutto, e dopo svariati video, ho messo in stampa il cubo XYZ di prova. Proprio mentre sto facendo questo post credo di essere a metà stampa, posterò la foto non appena finisce cosi da avere dei commenti sul risultato. Grazie a tutti.
    2 punti
  19. Semplicemente fai la classica verifica del piatto con il foglio di carta quando l'ugello è a zero, porti il nozzle più vicino al piatto agendo sulle molle o sui parametri che usi per la calibrazione. Splend'or classica da 1,50 euro bomboletta grande. Perché la stampa 3d non è una scienza esatta, basta che hai scalibrato il piatto staccando i precedenti pezzi e non hai più la situazione di partenza. Oppure piatto sporco, ecc. Con la lacca risolvi, puoi stampare pure a piatto quasi spento (non certo 75° per il PLA). Se è inumidito te ne accorgi perché fa tanti fili e le s
    2 punti
  20. Ma lo slittamento è su X?
    2 punti
  21. Gli step/mm dell'estrusore sono la "quantita' di passi" che deve fare il motore per spengere una determinata quantita' di filamento. In linea di principio viene impostato di fabbrica ma potrebbe differire dal valore reale per il tuo hw, e' per questo che lo si ricalcola. Per farti un esempio, la mia CR20 Pro e' arrivata con 93 step/mm dalla fabbrica, durante la calibrazione, il valore corretto per il mio hw e' 100.20. Per verificare il valore attuale, collega il PC alla stampante via porta USB. Io utilizzo Pronterface per collegarmi in console e da linea di comando inserisci il comando M5
    2 punti
  22. Forse sei un pelo troppo alto? Foto del primo layer della stampa staccata?
    2 punti
  23. Quando si ferma il motore dell'estrusore rimane sempre un minimo di pressione nel hotend, quindi la plastica fusa continua ad uscire per un po. Inoltre è soggetta alla gravità, quindi continuerebbe comunque a uscire. Tuto questo in funzione della viscosità del materiale, che in massima parte è determinato dalla sua temperatura. Quindi se la cosa è cambiata dopo la sostituzione dell'hotend io verificherei: - che la temperatura che imposti corrisponda, soprattutto che il termistore sia ancora al posto giusto, - che il nozle sia del diametro corretto, -quando il motore dell'estruso
    2 punti
  24. Ciao a tutti, sto muovendo i primi passi nel mondo della stampa 3d e sto letteralmente divorando le discussioni in questo forum!
    2 punti
  25. Se si stanno deformando e' perche' non le hai mai mosse e lasci spesso tutto parcheggiato in home 😉 Di tanto in tanto fai almeno girare le rotelle singolarmente a random, idealmente non lasciarla sempre ferma a lungo sempre nella stessa posizione.
    2 punti
  26. se non noti gioco sul piatto in senso verticale e se lungo lo scorrimento di Y non ci sono scalini od impuntature puoi non cambiarle
    2 punti
  27. Io li ho usati di recente e sono una figata..... Pulire il piatto di stampa???? Prima di Natale ci stacco il muschio che ci è cresciuto sopra per fare il presepe
    2 punti
  28. Se devi svitare e riavvitare potresti usare questi: https://it.aliexpress.com/item/4001307582528.html Video
    2 punti
  29. Foto buia e non zoomata 😞 Sembra che il problema sia che il bowden non e' stato mandato bene in battuta sul nozzle. Scalda tutto, lascia il nozzle svitato di mezzo giro, spingi bene il bowden dentro l'hotened, dai l'ultimo mezzo giro al nozzle. Controlla bene che il bowden non abbia gioco, magari serve uno di questi. La parte finale del bowden non deve essere rovinata o sporca.
    2 punti
  30. salve. siccome non trovavo da nessuna parte il firmware l'ho richiesto alla tronxy.lo posto magari facendo un piacere a qualcuno.in allegato il firmware ufficiale per scheda madre v6. Istruzioni sull'aggiornamento del firmware: 1. Rimuovere altri file dalla scheda SD e decomprimere i file del firmware nella cartella di primo livello della scheda SD. 2. Spegnere la stampante 3D e inserire la scheda SD. 3. Accendere, se lo schermo nero sta spuntando durante l'aggiornamento del firmware, attendere 1 minuto per completare l'aggiornamento e visualizzare automaticamente l'interfaccia di a
    2 punti
  31. Piu' che altro i perimetri fanno tenuta, non il riempimento.
    2 punti
  32. Non e' mica una scherzo: se il PLA si stacca da solo con il raffreddarsi del piatto in vetro non c'e' bisogno di toccarlo e quindi non si rischia di ungerlo con il grasso della pelle. Il PLA di residui non ne lascia. Se tu pulisci / sguri il piano rischi di muoverlo e sbilanciarlo. Ergo io non lo pulisco praticamente mai, tengo un pennello a fianco e quando ho qualche stringa o polvere gli do' una spennellata. Quando la macchina non stampa copro con un panno per la polvere. Lo pulivo con l'isopropilico quando usavo colle o lacca, ma poi ho smesso, livello ogni morte di papa non uso additt
    2 punti
  33. io pensavo che era un progetto a sorpresa tipo a scatola chiusa come la pesca di beneficenza delle parrocchie non si sa mai che ci trovi dentro 🙂
    2 punti
  34. 🙄 Ma che risposta è....? Il piatto va pulito ogni stampa possibilmente con IPA o con il classico alcohol rosa. Ciò al fine di rimuovere i residui e sgrassarlo.
    2 punti
  35. Non vorrei sbagliare, girando la molla non si regola la tensione con cui viene stretto il filamento tra le due ruote godronate? Fin tanto che non vedi troppi detriti da sgrattugiamento e il filamento non risulta troppo masticato (puoi farlo tirare dentro e poi tirarlo fuori manualmente e controllare) dovresti essere a posto.
    2 punti
  36. Eccomi a casa. Seguendo le istruzioni viste prima (soprattutto quella di Killrob), con un cacciavite di precisione piatto ho estratto i due fili bianco e rosso, e li ho invertiti. Per ora, avendo ancora la stampante fuori uso, non posso mettere all'opera il sensore per vedere se funziona. Alla prima occasione senz'altro aggiornerò la presente discussione.
    2 punti
  37. La stampa la centra lo slicer, sulla base di come gli hai detto che è configurata la stampante. Di solito (purtroppo ci sono produttori ch customizzano i firmware in modo "fantasioso") la macchina si azzera in X=0 e Y=0, con l'hotend tutto a sinista e il piatto indietro. Nello slicer (se ci dici qual'è magari è meglio) devi trovare una pagina di settaggio per il piano di stampa in cui dici quanto è grande e dove comincia, tipo questa: A questo punto ci pensa lo slicer a calcolare i vari offset, tu devi solo posizionare il modello dove vuoi nell'area di stampa virtuale.
    2 punti
  38. Non è questione di perimetri quelli li fai a velocità basse, per arrivare a 120/130 mm/s hai bisogno di un'accelerazione più alta, su un percorso così breve proprio non fa in tempo ad arrivarci. Devi considerare che il cambio di veocità non è istantaneo c'è sempre una fase di accelerazione, una fase a velocità di crociera e una fase di frenata. Consiglio il video di Help3D su Jerk e accelerazione, dove spiega molto bene queste cose.
    2 punti
  39. Salve a tutti. Ho avuto lo stesso problema anche io con la mia Flying Bear Ghost 4S. Cercando in rete non ho trovato nulla, ma dato che ho abbastanza conoscenza in materia ho deciso di smontare tutto l'estrusore. Ho scoperto che il cavo della sonda termica era bruciato e si stava tagliando/sfilacciando. L'ho cambiato con quello di riserva all'interno della confezione, ho rimontato il tutto e testato. Non mi ha più dato problemi. Vi consiglio quindi di guardare TUTTI i cavi, in particolare quelli della cartuccia riscaldante e quelli della sonda termica
    2 punti
  40. non è che quei dati siano cosi importanti, andrebbero presi con le pinze comunque... io non mi fiderei del venditore ma piuttosto mi fiderei di piu' di qello che esce da internet quando scrivi il modello. comunque non è nel motore il tuo problema, fare "fine tuning" non serve
    2 punti
  41. @FRACCESS In un post di reddit dicono sia AWM 20706 51 pin, prova a cercarla così Oppure 3djake.it ha molte parti di ricambio anycubic, potresti contattarli e chiedere a loro se possono procurarlo Ciaoo
    2 punti
  42. Ecco il link, https://youtube.com/shorts/XVZNU5VzJMw Lo avevo fatto per un amico 🙂
    2 punti
  43. Controlla la foto, non è il connettore ad essere sbagliato, è la posizione dei fili, guarda bene come è il tuo e poi la foto che ti ho messo, devi invertire i due estremi lasciando quello in mezzo dove sta adesso. Lo dice anche nella foto stessa, "swap the other 2 if signal is incorrect" cioè "scambia gli altri 2 se il segnale è sbagliato", lasciando il nero in mezzo
    2 punti
  44. @gregorio56sm don't worry 😉 io ho fatto il figo di Hollywood, ma questa cosa l'ho imparata 2 sere fa guardando un tutorial su youtube x cercare di capire come configurare sti cavolo di supporti 😄
    2 punti
  45. @marcottt bhe, l'emozione e l'adrenalina nell'imbarcarsi in un nuovo progetto, anche se fine a se stesso,.... non ha prezzo 😄
    2 punti
  46. Sicuramente hai una maggiore precisione, al costo di una maggiore frequenza di intasamenti o altro e ovviamente un aumento dei tempi di stampa. Io li ho provati per dei pezzi molto piccoli, ottieni particolari che non riesci a realizzare con un ugello più grande. Il problema non è la marca di stampante (puoi certamente abbassare la velocità per ottenere stampe più precise) ma probabilmente, come ti hanno risposto sopra, di settaggi. Partirei da una classica calibrazione degli assi per vedere che sia tutto OK (in altre parole, se sposti gli assi di 10cm si devono spostare effettivamente
    2 punti
  47. Premesso che misurare particolari così piccoli non è facile, e che dalle stampe FDM almeno un decimino di tolleranza più o meno lo devi pure mettere in conto fori tondi (controllando opportunamente la risoluzione del .svg) o quadrati li dovresti riuscire a fare senza problemi, tantopiù che hai un estrusore diretto. Se il difetto è negli angoli facile che sia un problema di sovraestrusione.
    2 punti
  48. 65A è molto morbido Prova ad allentare un pò la pressione della molla che preme la ruota godronata verso il filo, magari è eccessiva e il tpu tende ad appiccicarsi. Ciaoo
    1 punto
  49. Piacere, sono un neofita della stampa 3d, e ho comperato due mesi fa un artillery hornet via Bangggood. Purtroppo l'ingranaggio della puleggia che spinge il filamento si è rotto e vi chiedo a chi potrei rivolgermi per la sostituzione come potete vedere nell'immagine allegata. Per il resto la stampante ha funzionato bene. Commercialmente ci sono dei siti che si occupano di ricambi ma ho trovato solo parte del meccanismo. Potete darmi indicazioni? Vi ringrazio anticipatamente
    1 punto
×
×
  • Crea Nuovo...