Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Recommended Posts

Vorrei sapere da chi usa stampanti sla/dlp , quali sono :

  • i costi di gestione di tali macchine (entry level se possibile, visto che il prezzo sta scendendo molto)
  •  quanto "puzzano" effettivamente le resine utilizzate.
  • i tempi di post produzione necessari
  • quale precisione ci si può aspettare (e quali fattori la influenzano)
  • Infine in quale luogo collocarle (cantina /garage) e se c'è un modello che anche più costoso che può stare in un ufficio

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, Tomto dice:

i costi di gestione di tali macchine

ci sono ovviamente le resine che non sono esattamente economiche e purtroppo conviene usare quelle originali, anche se le compatibili costano un po' meno la stampa con quelle non è garantita e tanto vale usare quella "ufficiale"

un pulitore ad ultrasuoni è necessario se stampi in maniera stabile e quindi di consequenza l'acool per pulire le stampe.

l'acool ha una durata di circa 30 giorni e non dipende dal numero di lavaggi ma piuttosto sembra che evapori e diventi inefficace quindi devi considerare 30eur.\mese se prendi isopropilico (3litri)

il fornetto UV, non esattamente indispensabile ma questo puoi farlo anche in casa con una decina di led uv ed un alimentatore da apochi watt...

il fondo della vaschetta della resina si opacizza e va cambiato piu' spesso di quanto si pensa, diciamo una volta al mese +\-

la quantita' di carta,guanti e accessori necessari è incredibile....ne consumerai tantissimi...tenendo presente che ogni volta che cambi resina o stai 5\6 giornis enza stampare devi pulire la vaschetta.....

per accessori intendo vaschette in plastica per non scolare la resina in giro, cestini a rete per lavare le stampe senza mettere le mani nell'acool etc...

queste stampanti stampan oggetti solidi (sempre pieni) se vuoi stampare un oggetto "vuoto" devi disegnare l'infill a mano ed importare un stl gia' con l'infill e i relativi fori per lo scolo (altrimenti ti ritrovi un oggetto cavo pieno di resina liquida)...quindi un programma esterno per lavorare gli stl è indispensabile

36 minuti fa, Tomto dice:

nfine in quale luogo collocarle (cantina /garage) e se c'è un modello che anche più costoso che può stare in un ufficio

27 minuti fa, Tomto dice:

quanto "puzzano" effettivamente le resine utilizzate.

non tanto o quasi nulla, durante la stampa quando la resina viene continuamente mischiata un po' di odore si sente ma niente di impossibile...puzza molto di piu' l'acool.....

28 minuti fa, Tomto dice:

i tempi di post produzione necessari

circa 4 minuti di lavaggio in alcool, avvolte è necessaria una soffiata con aria compressa per pulire gli anfratti della stampa, un lavaggio in acqua calda molto rapido e poi 15minuti nel forno uv

 

31 minuti fa, Tomto dice:

quale precisione ci si può aspettare (e quali fattori la influenzano)

la precisione in Z puo' variare da un inutile 20 micron fino ad un piu' comune e utile 0,1mm.

come nelle fdm piu' è alto il layer meno tempo impiega a stampare, per ogni altezza di layer ci sono le resine apposite (non tutte le resine sono indicate per le altissime precisioni)

in XY la precisione è 25 micron nelle dlp e 20 nelle galvanometriche, su questo non hai controllo è come avere un ugello nella fdm che non puoi cambaire

 

36 minuti fa, Tomto dice:

Infine in quale luogo collocarle (cantina /garage) e se c'è un modello che anche più costoso che può stare in un ufficio 

quando la usi inevitabilmente sporchi ogni cosa che gli sta intorno, la stampante deve stare ad alemno 20 gradi quindi garage\cantina non sono ideali e deve essere in un luogo senza polvere(che va nella resina e sul proiettore)...

l'ufficio sarebbe ideale ma devi avere un lavandino vicino, un secchio bello grande e l'aria compressa.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
46 minuti fa, FoNzY dice:

la precisione in Z puo' variare da un inutile 20 micron fino ad un piu' comune e utile 0,1mm.

0,1 millimetri ? Quindi 100 micron, come le FDM ? Avrei detto un 10-20 micron

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
46 minuti fa, iLMario dice:

0,1 millimetri ? Quindi 100 micron, come le FDM ? Avrei detto un 10-20 micron

20 micron li fa. ma la cosa impressionante é anche la precisione di stampa xy 25 micron (suppongo con perfetta ortogonalitâ degli assi)  .queste macchine da quanto visto anche in rete riproducono dettagli e precisioni dimensionali inarrivabili dalle fdm.  Per non parlare della velocità di stampa..  una dlp economia può stampare in z a 20mm/h a 0.05 per tutta l' area di stampa 😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Tomto dice:

Vorrei sapere da chi usa stampanti sla/dlp , quali sono :

  • i costi di gestione di tali macchine (entry level se possibile, visto che il prezzo sta scendendo molto)
  •  quanto "puzzano" effettivamente le resine utilizzate.
  • i tempi di post produzione necessari
  • quale precisione ci si può aspettare (e quali fattori la influenzano)
  • Infine in quale luogo collocarle (cantina /garage) e se c'è un modello che anche più costoso che può stare in un ufficio

 

pensavi alla anycubic photon vero? sta a 399 su amazon e devo dire che ci avevo fatto un pensierino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, I3D&MLab dice:

pensavi alla anycubic photon vero? sta a 399 su amazon e devo dire che ci avevo fatto un pensierino

A dire la verità si ......però vorrei aspettare un pò non vorrei fare un'acquisto "d'impulso" ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, Tomto dice:

A dire la verità si ......però vorrei aspettare un pò non vorrei fare un'acquisto "d'impulso" ...

io ho rimandato perchè ancora vorri imparare la fdm ma i prezzi sono veramente allettanti. certo delle resine cinesi non so quanta fiducia si possa avere comunque

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, I3D&MLab dice:

io ho rimandato perchè ancora vorri imparare la fdm ma i prezzi sono veramente allettanti. certo delle resine cinesi non so quanta fiducia si possa avere comunque

Vabbè anche se dovessi prendere una dpl alla fdm non ci rinuncio lo stesso . Per le resine non saprei ....

9 minuti fa, I3D&MLab dice:

certo delle resine cinesi non so quanta fiducia si possa avere comunque

Forse  @FoNzY le conosce potrebbe dirci se tra quelle di anycubic ci sono alcune resine discrete e se conosce la Photon .Penso che per un uso non professionale (intendo giornaliero) possa andare bene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, Tomto dice:

Vabbè anche se dovessi prendere una dpl alla fdm non ci rinuncio lo stesso . Per le resine non saprei ....

Forse  @FoNzY le conosce potrebbe dirci se tra quelle di anycubic ci sono alcune resine discrete e se conosce la Photon .Penso che per un uso non professionale (intendo giornaliero) possa andare bene

si anch'io continuerei con la fdm ma avere troppa roba sotto mano poi finisce che qualcosa la metto da parte anche solo per questione di tempi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Tomto dice:

Forse  @FoNzY le conosce potrebbe dirci se tra quelle di anycubic ci sono alcune resine discrete e se conosce la Photon .Penso che per un uso non professionale (intendo giornaliero) possa andare bene

ho provato la photon e sono rimasto un po' deluso...problematicha come le stampanti fdm cinesi...lo slicer era mal tradotto (alcuni pulsanti in cinese)...il punto zero era difficile da settare e dopo poco ho ceduto e l'ho venduta...quello che l'ha presa ha detto che dopo pochi giorni si è rotta quindi...

ho provato la resina bianca e quella semi-trasparente azzurrina e la seconda è andata molto meglio della prima....

dato il prezzo...potrebbe essere interessante provarla come stampante entry-level.....

 

ho provato le resine compatibili su una galvanometrica e sebbene il risultato è un po' peggiore sono convinto che con un po' di pratica si possono ottenere risultati identici alle resine originali....un po' come nelle fdm con filamenti brandizzati anche nelle dlp\sla i risultati migliori si ottengono con il materiale che consci e per il quale è stata ideato il profilo di stampa(anche se effettivamente non è migliore di quello compatibile)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stavo vedendo che la photon ha un homing molto "delicato" . Da quanto ho visto che bisogna fare attenzione a quando si calibra il piano e aspettare che il comando dato a z per calibrarlo va premuto sul tft facendo delle pause altrimenti a causa dell'endstop poco reattivo si rischia di rompere lo schermo sotto la vaschetta . Sulla photon s hanno messo un pulsante stop di emergenza ....ma basterà?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma perchè, anche queste stampanti hanno sia il piano da calibrare che l'homing da fare ? Io pensavo venisse solidificata, in qualche modo, una resina liquida, senza parti in movimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, iLMario dice:

Ma perchè, anche queste stampanti hanno sia il piano da calibrare che l'homing da fare ? Io pensavo venisse solidificata, in qualche modo, una resina liquida, senza parti in movimento.

C'è l'asse z in movimento con la t8 e guide lineari in acciaio (non a ricircolo di sfere) guarda dal minuti 5 in poi

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, iLMario dice:

Ma come funziona ? La stampante sale di un layer per volta e dentro la vaschetta si solidifica quel singolo layer ?

La dlp che usa un proiettore si .

mentre la sla fa un velocissimo percorso con il laser per layer.E' "più lenta " ma permette superfici di stampa maggiori 

Anche queste stampanti cinesi a resina possono soffrire di wobble se non si fa attenzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si anche io avevo lasciato perdere... in casa è tropp un casino secondo me... se avessi un magazzino o comunque un locale apposito con lavandino etc etc allora sarebbe pensabile. E comunque i materiali non costano poco... sia la resina che tutto quello che c'è intorno....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, iLMario dice:

Come mai tutta questa enfasi sui guanti? La resina corrode? Tipo un acido, per intenderci?

Più che altro penso sia irritante . Comunque un pensierino sulla dlp  lo sto facendo ,anche il prezzo delle resine sta scendendo......ma ci devo pensare. Di sicuro la FDM non l'abbandono...mi piace moltissimo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Come mai tutta questa enfasi sui guanti? La resina corrode? Tipo un acido, per intenderci?
Beh probabilmente hanno anche paura che qualcuno si arrossi un'unghia e gli chieda 100.000.000$ di danni... Sai come sono fatti da quelle parti...

Anycubic kossel linear plus,
Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Marcottt dice:

si anche io avevo lasciato perdere... in casa è tropp un casino secondo me... se avessi un magazzino o comunque un locale apposito con lavandino etc etc allora sarebbe pensabile. E comunque i materiali non costano poco... sia la resina che tutto quello che c'è intorno....

Guarda, io l'avevo considerata perché è una tecnologia di stampa che ti consente, per certi pezzi (es, miniature), di raggiungere precisioni impossibili per una FDM

Però poi: 

  • hai a che fare con materiali tossici / irritanti: io ho una tavernetta dove ho le stampanti, ma ho pure due bambini in casa e onestamente mettermi ad armeggiare con roba tossica/ puzzolente/inquinante non mi va. Non stampo manco l'ABS per questo motivo, non mi pare cosa da fare in casa, seppure in aree "secondarie" dell'abitazione
  • devi sistematicamente metterti mascherine, occhiali protettivi, usare guanti in lattice in quantità e litri di alcool: no grazie, la stampa 3d deve rimanere un hobby, non un lavoro.
  • infine, pezzi vanno obbligatoriamente post trattati con fornetti UV altrimenti il pezzo non si indurisce. Se questo non è tanto un problema, lo è la pulizia di tutto quello che è stato a contatto con la resina con lavaggi con alcool o detergenti. Peraltro non puoi neppure, se hai un minimo di coscienza ambientale, gettare le soluzioni dove hai lavato i pezzi nel rubinetto/wc ma devi aspettare che l'alcool evapori e la resina si secchi (poi puoi smaltirla come normale riciclo plastica)

Il tutto senza considerare stampe fallite, incidenti vari per inattenzione (es faccio cadere la boccetta con la resina aperta sul pavimento o inosservanza del punto 2...

Insomma, troppo sbattimento, con una FDM e PLA o PETG i problemi sono minimi e se sbaglio un pezzo butto nel bidone della plastica e riparto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guarda, io l'avevo considerata perché è una tecnologia di stampa che ti consente, per certi pezzi (es, miniature), di raggiungere precisioni impossibili per una FDM
Però poi: 
  • hai a che fare con materiali tossici / irritanti: io ho una tavernetta dove ho le stampanti, ma ho pure due bambini in casa e onestamente mettermi ad armeggiare con roba tossica/ puzzolente/inquinante non mi va. Non stampo manco l'ABS per questo motivo, non mi pare cosa da fare in casa, seppure in aree "secondarie" dell'abitazione
  • devi sistematicamente metterti mascherine, occhiali protettivi, usare guanti in lattice in quantità e litri di alcool: no grazie, la stampa 3d deve rimanere un hobby, non un lavoro.
  • infine, pezzi vanno obbligatoriamente post trattati con fornetti UV altrimenti il pezzo non si indurisce. Se questo non è tanto un problema, lo è la pulizia di tutto quello che è stato a contatto con la resina con lavaggi con alcool o detergenti. Peraltro non puoi neppure, se hai un minimo di coscienza ambientale, gettare le soluzioni dove hai lavato i pezzi nel rubinetto/wc ma devi aspettare che l'alcool evapori e la resina si secchi (poi puoi smaltirla come normale riciclo plastica)
Il tutto senza considerare stampe fallite, incidenti vari per inattenzione (es faccio cadere la boccetta con la resina aperta sul pavimento o inosservanza del punto 2...
Insomma, troppo sbattimento, con una FDM e PLA o PETG i problemi sono minimi e se sbaglio un pezzo butto nel bidone della plastica e riparto...
Quoto 100,%

Inviato dal mio BAH-W09 utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da I3D&MLab
      Ho visto che c'è un corso sulla stampa 3D tenuto da Alessandro Tassinari @BMaker a Reggio Emilia dal 13/05/2019 al 20/05/2019, magari può tornare utile quest'informazione qui sul forum. 
      http://www.formart.it/corsi/reggio-emilia/stampa-3d-per-la-progettazione-di-stampi/4541
    • Da sem81
      Ho da poco acquistato una stampante DLP (Anycubic Photon), vorrei perciò acquistare resine compatibili non tossiche (ne prima, ne durante ne dopo la stampa).
      A prescindere dalla compatibilità con la mia stampante, sarebbe molto utile stilare una lista di prodotti quanto più possibile "sicuri" e certificati come tali.
      Chiedo perciò consiglio a chi ha più esperienza di me.
      Grazie a chiunque volesse partecipare.
    • Da Steelform
      Ciao a tutti. Sto guardando il link della Wanhao D7.
      E' piccola come area di stampa ma lo è anche nel prezzo, motivo per il quale la sto valutando (stampo pochi pezzi all'anno per fare un favore a un famigliare e voglio più risoluzione).
      Chi già la conosce mi ha detto in sintesi i drammi che la attanagliano:
      - area di stampa davvero piccola
      - non stampa in stand alone
      - crasha e obbliga a ripartire da capo.
      - resine costose e instabili
      - altre problematiche che non ricordo.
      Il calvario che ho patito con l'autocostruzione di una Prusa I3 cina, risolto esitosamente solo con opportune modifiche hardware e molto olio di gomito, mi conferma quel lemma tipico dei paesi caldi 'lo barato sale caro'.
      La medesima esperienza mi ha anche insegnato che alle volte, con le opportune modifiche, qualcosa si risolve.
      Poi ci sono anche gli adattamenti tipo: se proprio non hai il piano autolivellante pazienza, te ne farai una ragione e smanetterai di chiave.
      C'è qualcuno nel foro che la conosce e la sta usando che possa chiarire/confermare i difetti prima elencati, magari dettagliandoli al fine di capirne l'effettiva incidenza?
      Siate sinceri...  :-D
      Grazie!
       
       
    • Da gattomark
      Ciao,
      tutti parlano sempre di stampanti FDM, e anche io ho preso una così. Ora sono tentato di prendere anche una SLA... vista la qualità di stampa delle miniature... Me la sconsigliate? Aiutatemi a farmi passare questa tentazione con una secchiellata di cose negative!

      Ho provato a leggere cose, vedere video... e in alcuni posti dicono che gli oggetti stampati sono... FRAGILI! Tipo che se ti cadono per terra si rompono... è vero o sono informazioni degli anni 80? Visto che queta tecnologia è davvero degli anni '80 (https://it.wikipedia.org/wiki/Stereolitografia)... =| ... Qualcuno di voi ne ha una?
      Sto addocchiando queste due:
      Wanhao Duplicator 7 - http://www.wanhao3dprinter.it/wanhao-duplicator-7/
      Anycubic 3D Printer Photon - http://www.anycubic3d.com/products/show/1022.html
      Voi che dite?
      Marco
    • Da Anton
      Ciao a tutti, mi occupo della vendita di attrezzature odontotecniche. Sto avendo un problema con un cliente che ha acquistato da noi una DWS 020D. La usano principalmente per modelli dentali ed usano la resina 095 (quella BLEU). Il problema riguarda l'usura della vaschetta che è esagerato. Loro (nonostante seguano le indicazioni del produttore, rotazione, pulizia, ecc) ne buttano una ogni 2 kg Di Resina. Avevo già venduto una 020 ad un altro laboratorio ed anche lui riscontra questo problema ma solo da  5/6 mesi a questa parte. Prima arrivava a stampare più del doppio con la stessa vaschetta 
      E' possibile che la qualità delle vaschette si sia abbassata così tanto??
      qualcuno conosce un produttore alternativo?
      graize 
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.