Le 10 migliori stampanti 3D del 2014

    MIGLIORI STAMPANTI 3D del 2014

    Il 2014 si chiude come l’anno più attivo per quanto riguarda il settore della stampa 3D, portando con sé il primato per la quantità di stampanti 3D prodotte e promosse sul mercato in 12 mesi. Siamo passati dalla rincorsa alla stampante 3D più economica possibile a quella più grande in assoluto, progredendo anche dal punto di vista tecnologico grazie alla continua ricerca di nuove soluzioni tecniche.

    Oggi però siamo arrivati a quel punto in cui bisogna tirare le somme dell’anno appena passato, confrontando i prodotti tra di loro per rispondere alla grande domanda di questo periodo: quali sono le migliori stampanti 3D del 2014? Ebbene, ecco le 10 stampanti 3D che abbiamo selezionato con cura per voi. La nostra selezione ha seguito un criterio completamente neutrale, ponendo prima di qualsiasi cosa le capacità tecniche delle stampanti stesse. Tra i parametri di selezione non abbiamo trascurato la nostra esperienza: le macchine che noi stessi abbiamo avuto modo di provare o di vedere in azione hanno ottenuto un voto di preferenza in più. Se siete curiosi di scoprire tutte le altre stampanti uscite nel 2014, qui trovate la nostra guida completa.

    Ecco quindi le 10 migliori stampanti 3D del 2014 secondo Stampa 3D forum!

    10. MakerBot 5th generation

    MakerbotReplicator5thGen

    Arriva con diverse migliorie rispetto la versione precedente sotto il lato software, oltre che nel design. Integra uno schermo lcd più grande, un software aggiornato e fatto su misura, materiali proprietari marcati MakerBot e una componente tutta nuova: lo Smart Extruder. Lo Smart Extruder consiste in un blocco estrusore che si comporta come una componente a parte, estraibile e intercambiabile. L’idea di MakerBot sta nel migliorare le possibilità di effettuare manutenzione sull’estrusore, oltre che dare la possibilità di vendere i suoi estrusori come prodotti pronti plug’n’play. Il software di utilizzo è molto semplice da usare e integra le funzionalità per scattare foto e girare video dalla piccola telecamera integrata nella stampante. Offre connessione wifi e ingresso usb. Il volume di stampa è di 250 x 200 x 150 mm, il piatto non è riscaldato, accetta un solo estrusore con risoluzione massima di 0,1 mm.

    Vostra a €3190.

    9. LulzBot Taz4

    lulzbot-taz-4

    E’ la macchina per i makers, arrivata alla sua quarta generazione. Con telaio in metallo e completamente open source, ha un volume di stampa di 298 x 275 x 250 mm, piatto riscaldato e un funzionamento di estrazione dell’estrusore, oltre che la possibilità di inserire un secondo. Offre un volume di stampa molto generoso per una qualità di produzione notevole. E’ una macchina molto tecnica, facile da usare per chi conosce già le stampanti 3D e più difficile per chi si sta avvicinando a questo mondo. Dobbiamo mettere in conto che è estremamente facile fare upgrades, migliorandola costantemente.

    Potete acquistarla a $2195.

    8. Printrbot Simple Metal

    simple-metal-front-left

    Piccola, leggera ed economica. La Printrbot Simple Metal è arrivata in prima posizione nella sezione “Thin Wallet” della rivista americana Make Magazine. Il prezzo è basso, ma permette di avere a mano una stampante 3D completa, con struttura in metallo e ben funzionante. La sua struttura in metallo è la diretta evoluzione del modello Printrbot Simple, acquistabile in kit. Il volume di stampa arriva a 150 x 150 x 150 mm, stampa solo PLA ma è possibile fare l’upgrade e acquistare il piatto riscaldato. La stampante è completamente open source e può essere comandata coi software che si preferiscono. E’ consigliabile a chiunque, soprattutto a chi si avvicina per la prima volta alla stampa 3D e vuole capire il funzionamento della macchina.

    La trovate a $599 già assemblata. Se volete il piatto riscaldato, si passa a $749.

    7. Sharebot Next Generation

    NGpage

    In Italia la conosciamo molto bene, in Europa la stanno ancora un po’ studiando. Volume di stampa 250 x 200 x 200 mm, piatto riscaldato, doppio estrusore (opzionale), stampa qualsiasi filamento per la stampa 3D. La risoluzione massima dei layers è di 0,05 mm. Il telaio in metallo la rende molto robusta, mentre lo spirito open source ne favorisce la versatilità nell’utilizzo dei software. E’ una stampante 3D indirizzata ai professionisti e a chi vuole avere a mano una macchina piena di potenzialità con cui esplorare nuove soluzioni produttive.

    Il prezzo non è esagerato: €1500.

    6. Makergear M2

    M2_xlrg_with_shadow_grande

    La Makergear M2 è una stampante 3D ben disegnata, costruita su un telaio in metallo molto robusto. Conosciuta soprattutto oltreoceano – l’azienda si trova in Ohio – è una macchina affidabile, che produce ottimi modelli senza troppa difficoltà. E’ possibile riceverla in kit o già assemblata, ed è modificabile in modo relativamente semplice. Stampa sia PLA che ABS e contiene un volume di stampa di 203 x 254 x 203 mm. Il sistema di controllo è completamente open source, anche se la casa madre consiglia l’utilizzo di Simplify. Non è disponibile una versione con doppio ugello, anche se ci si aspetta che arrivi nel 2015.

    Il kit base parte dal prezzo di $1475, mentre la stampante già assemblata costa $1775.

    5. FabTotum

    FABtotum-Personal-Fabricator

    Stampa, scansiona e fresa. Stupisce, sia nel prezzo sia nelle capacità. Acquistabile già assemblata, la FabTotum è la stampante 3D tutto fare che permette di evitare l’acquisto di altri macchinari.  Con un volume di stampa di 214 x 236 x 242 mm, la risoluzione sull’asse Z arriva a 50 micron. Offre anche il piatto riscaldato per stampare sia PLA che ABS. Sicuramente necessita di maggiori attenzioni rispetto altre stampanti 3D, la sua anima polifunzionale la rende un po’ più complicata da gestire. Qui trovate le nostre foto scattate alla Maker Faire Rome 2014. Italiana!

    Se l’acquistate adesso, potete averla a €825. Il prezzo pieno è €999.

    4. Formlabs Form +1

    formlabs-form1

    Una delle stampanti SLA più economiche d’oggi, che assicura però tutti i benefici dovuti al diverso funzionamento rispetto le stampanti 3D FDM. La Form +1 deriva dal progetto vincitore nella campagna Kickstarter del 2012, il quale ha permesso all’azienda di accumulare quasi 3 milioni di dollari. La Form +1 si presenta come una macchina migliorata, con un laser più veloce e performante, e introduce nuove resine studiate apposta da Formlabs, come la resina calcinabile e la resina flessibile. La tecnologia SLA permette di raggiungere qualità migliori rispetto la FDM, vantando dei punti a favore per chi cerca una macchina che produca oggetti di qualità professionale. I software di gestione della stampante sono proprietari, come anche i materiali da usare. Per capire come funzionano le stampanti SLA, vi rimandiamo a questo link.

    La resina di stampa costa €135 al litro, il triplo rispetto una bobina di PLA o ABS. Potete portarvi a casa la stampante a €2999.

    3. DeltaWasp 20 40

    Delta wasp

    E’ l’unica stampante 3D di tipo delta che abbiamo selezionato. L’italiana DeltaWasp si contraddistingue per le sue ottime capacità produttive, con volume di stampa di diametro 200 mm, altezza 400 mm, risoluzione dei layers fino a 0,05 mm e possibilità di inserire il piatto riscaldato. Quello che ci affascina di più di questa macchina è la quantità di materiali stampabili, estesa anche agli impasti di terra e alle porcellane grazie alla ricerca fatta da Wasp per la costruzione di un estrusore e un compressore appositi. E’ sufficiente installare l’apposito estrusore e collegarlo al compressore caricato con l’impasto di terra cruda per iniziare a sperimentare con questi materiali poco convenzionali, aprendo nuovi orizzonti nel mondo della produzione delle ceramiche. Degno di nota è anche il nuovissimo Resurrection System di Wasp: consiste in un codice che permette di far ripartire la stampante dal punto in cui è stata interrotta involontariamente l’attività di stampa. Incuriositi? Potete conoscere meglio Wasp dando un’occhiata al nostro Factory Tour.

    Potete fare vostra la DeltaWasp a partire da €2370.

    2. Zortrax M200

    zortrax m200

    Sta facendo parlare tantissimo di sé, questo perché è una stampante 3D pronta all’utilizzo e di ottima qualità. La sua più grande qualità è l’affidabilità, che consente di avere una macchina con alte prestazioni tecniche e che sbaglia raramente il suo lavoro. Il telaio è in alluminio e il materiale di stampa accettato è solo l’ABS, per un volume di stampa di 200 x 200 x 185 mm. Il piatto di stampa è dotato di un sistema di autolivellamento e si presenta con dei fori che hanno la funzione di limitare il ritiro del materiale stampato. Come si può intuire dalla scelta di far usare ai propri utenti solamente un materiale di stampa, la Zortrax M200 non è una stampate con anima open source e utilizza un software proprietario.

    Pensata per chi vuole pochi problemi e ottenere con alte probabilità buoni risultati. Vostra a €1595.

    1. Ultimaker 2

    Ultimaker-2

    E’ la stampante 3D più venduta in Europa ed è l’unica a tenere testa ai colossi americani sul mercato. La Ultimaker 2 è una stampante completa di tutte le caratteristiche tecniche più avanzate, compreso il piatto riscaldato e la risoluzione di stampa fino a 20 micron. Diversi utenti stanno aspettando il lancio ufficiale di un modello con doppio estrusore, anche se in Italia si sta già sentendo parlare di questo optional. La macchina risulta molto compatta rispetto al volume di stampa, il quale arriva a 230 x 220 x 200 mm. Adotta completamente i software open source, assicurando all’utente la versatilità necessaria. Consigliata ad hobbisti, professionisti e studenti, un po’ meno ai FabLab, i quali potrebbero invece divertirsi di più con la Ultimaker Original.

    Il prezzo è di €1900.

    Conoscere queste le 10 migliori stampanti 3D del 2014 non ti basta? A questo link trovi la nostra GUIDA COMPLETA ALLE STAMPANTI 3D!