Opencreators BS210: la stampante che cambia automaticamente il piatto di stampa

Opencreators stampa 3D continua

Questa estate si è conclusa con successo una nuova campagna su Kickstarter in ambito stampa 3D a fusione di filamento. In questo campo, quando sembra si sia arrivati ad un punto cieco, arriva puntuale una innovazione in grado di rendere questa tecnologia sempre più interessante. Opencreators BS210 è la stampante dai piatti multipli, ovvero una macchina in grado di cambiare il piatto una volta finita una stampa, per poi inserirne un altro ed iniziare in autonomia la produzione del modello seguente.

Opencreators BS210 – è davvero la soluzione per tagliare i tempi di produzione?

In effetti la mancanza di automazione nell’alternanza delle stampe è un grande limite nella stampa 3D. Ciò si traduce infatti in necessità di manodopera e maggiore lentezza nel processo.
Se immaginiamo di dover produrre svariati modelli in poco tempo le soluzioni sono poche: o si possiedono più stampanti così da farle lavorare contemporaneamente oppure ci si arma di tempo e pazienza ed al termine di ogni processo si avvia manualmente il successivo. Nel primo caso i lati negativi sono diversi: in prima istanza l’aspetto economico, in secondo luogo la difficoltà di gestione di più macchine. Più macchine significa caricare/cambiare filamento e livellare il piatto più volte a seconda del numero di stampanti. Per il secondo caso è palese che, soprattutto se facciamo lavorare la stampante di notte, è difficile essere presenti alla fine di ogni stampa. Opencreators ha cercato risposta proprio a questo problema sviluppando la BS210, modello che porta la stampa 3D ad un nuovo livello.
La macchina promette un flusso di lavoro senza intoppi con una capacità massima di 10 piatti. Ha un sistema a doppio estrusore che permette quindi di stampare con due filamenti differenti, compreso il materiale solubile per i supporti.
Il cuore del progetto è il ‘ABC Module’ (Automatic Build plate changer) ed è il sistema che permette alla stampante di cambiare piani di lavoro.

Nella parte inferiore è posto l’alloggiamento per caricare i piatti; a stampa ultimata il software aziona il processo di sostituzione che fa scorrere nel carrello anteriore il piatto con la stampa eseguita e carica il nuovo piatto.
Ad una prima analisi il sistema potrebbe suscitare delle perplessità, ma l’azienda ha lavorato per creare una macchina che porti al minimo le possibilità di fallimento. La domanda che sorge spontanea è: come si può garantire che il piatto una volta sostituito sia livellato? Per questo Opencreators ha sviluppato il ‘360 SLP Module’ (360 degree Super Leveling Probe).

Si tratta in sostanza di un sistema che integra dei sensori nell’estrusore. La stampante percepisce anche le minime curvature del piatto rilevando in modo costante ogni variazione della distanza con la punta dell’ugello. La compensazione di questo gap permette una perfetta aderenza del primo layer.

Opencreators BS210 – caratteristiche tecniche

BS210 possiede tutte le carte in regola per soddisfare la maggior parte del pubblico: un telaio ben costruito in metallo e una scheda tecnica di tutto rispetto. Vediamo quest’ultima nel dettaglio:

– Type: FFF (Fused Filament Fabrication)

– Filament diameter: 2.85 (Default) / 1.75 (Custom option)

– Hot end: NP10 by OPENCREATORS

– Standard nozzle size: 0.40mm

– Option nozzle sizes: 0.25mm, 0.80mm

– MAX Temp: 260 degrees C

– MAX X/Y print area two heads printing: 210mm (8.26″) x 210mm (8.26″)

– MAX Z height print area: 250mm Layer resolution: 0.05mm to 1mm or 50 micron to 1000 microns

– Positional accuracy for X/Y: 12.5 microns

– Positional accuracy for Z: 2.5 microns

– Real world print accuracy: .0005″ to .002″ (depends mostly on filament diameter consistency)

– Print speed: 10 to 150mm/s

– Travel speed: 0 to 250mm/s

– Build plate: Borosilicate tempered glass

– Build plate temperature: 20 – 100 ºC

– No. of Build Plate change capacity (sheet): Up to 10sheets (5.3mm/sheet)

– Controller: AL7 by OPENCREATORS

– Connectivity: USB port, SD Memory card

– Power requirements: AC 100 – 240V, 500 W max.

– Operating temperature range: 50-100 deg F (10-38 deg C)

– Operating Noise: 35 to 50 dB

Per ora siamo in attesa del feedback di coloro che riceveranno per primi la BS210. Nel frattempo l’azienda ha già reso noto che sta lavorando ad un nuovo progetto per una stampante con un volume di stampa di 300x300x300 mm, la Opencreators BS300.