Vai al contenuto

Stampante 3D italiana o no?!


Wiccio
 Condividi

Messaggi raccomandati

Salve a tutti.


Mi ritrovo in questi giorni a voler affrontare l'acquisto della mia prima stampante 3D con un grosso dilemma: favorire gli sviluppatori italiani oppure ampliare il parco della scelta anche agli sviluppatori esteri?


 


I pro e i contro sono svariati e ovviamente strettamente personali. Nel mio caso, come ho accennato nel thread di presentazione, sono un neofita con basilari conoscenze. Per quanto mi piaccia la filosofia RepRap, al momento richiede conoscenze che ancora non possiedo.


Nello specifico, mi servirebbe una stampante semi-professionale per uso casalingo che abbia:


- piano riscaldato (per stampare sia in PLA che in ABS)


- dimensioni piano almeno 15x15x15 cm


- ugello estrusore intercambiabile (oppure fisso ma < di 0.4 mm)


- assistenza compresa


- open source


- prezzo < di 1.000 euro


 


Ho cercato dapprima nel mercato italiano, perché preferirei avvantaggiare gli sviluppatori nostrani e godere di un'assistenza in madrelingua ma, purtroppo, non ho trovato nessun prodotto che soddisfacesse le mie esigenze. Pertanto: sapreste consigliarmi qualche stampante che soddisfi tali requisiti? Anche in betatesting mi andrebbe bene, se appunto l'assistenza è offerta.


 


Ampliando le ricerche anche all'estero, in crowdfunding ho invece trovato una Signora stampante che soddisfa tutte le mie richieste e persino le supera aggiungendo servizi quasi al top di gamma a un prezzo che trovo decisamente vantaggioso. Parlo dell'australiana Rapide Lite 200XL, che trovate sul sito di crowdfunding IndieGoGo (qui le specifiche tecniche). Cosa ne pensate a riguardo? Dal momento che non riuscirò a recarmi alla fiera di Milano che termina domani, e che irremediabilmente il manuale della Rapide sarà unicamente in inglese, pensate che ne valga la pena?


Link al commento
Condividi su altri siti

Ecco, per esempio le Kentstrapper non le conoscevo, grazie per il consiglio. Ed effettivamente, la loro Galileo corrisponde alle mie esigenze, per un valore di 974,00 euro. Per soli 74,00 euro di differenza, preferirei l'italiana Kentstrapper all'australiana Rapide, per il discorso di "patriottismo" e di assistenza in lingua madre cui accennavo nel mio post precedente.


 


Nel frattempo un utente di questo forum mi ha proposto una Prusa i3 nuova ma leggermente modificata a 520,00 euro.


 


Piatto riscaldato, dimensioni piatto 20x20x18, estrusore Bowden 1.75, hardware Arduino + Ramp 1.4, schermo LCD, ingresso SD Card, assistenza e installazione compresa. Da profano, mi sembra un buonissimo prezzo. Voi che dite?


  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao @Wiccio . Io ho avuto modo di provare una Galileo per qualche giorno. E' una buona macchina: necessita di qualche regolazione prima di iniziare a stampare, ma col tempo queste operazioni imparerai a farle velocemente. Per ottenere buoni risultati devi tenere una velocità di stampa abbastanza bassa rispetto a macchine più costose, ma sicuramente ci guadagni sul prezzo! Inoltre, essendo una stampante 3D open source, i software per comandarla sono tutti scaricabili gratuitamente dal web.


 


Altra cosetta: ho incontrato Kentstrapper tre giorni fa ad una manifestazione a Firenze. Hanno aggiornato il blocco estrusore, sembra migliorato rispetto il modello presentato alla MakerFaireRome 2014.


Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...

Se hai tempo, puoi fare delle ricerche nel forum (o in Internet) per verificare se rispetto alle "stampanti target" verso le quali saresti orientato sono stati segnalati eccessivi problemi e difficoltà. Il grado di soddisfazione degli utenti, naturalmente mediato rispetto a commenti troppo entusiastici o critiche troppo pesanti per essere attendibili, è un buon modo per evitare delusioni. Quanto alla scelta "Italiane" o meno, più che la provenienza in se della stampante, conta la serietà e la professionalità del venditore e la qualità della sua assistenza.


Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao ShareMind, grazie per il tuo contributo e per i consigli sul come muovere i primi passi in visione di un acquisto. Certamente informarsi sugli aspetti evidenziati da chi già possiede lo stesso modello di stampante è d'obbligo, ovviamente dando il giusto peso alle varie letture perché tra le tante recensioni e punti di vista si cela sempre qualche personaggio senza mezze vie che osanna o distrugge la reputazione di un modello magari senza nemmeno motivarne le cause!


 


Infine, per quanto riguarda la mia situazione, ho acquistato la Prusa i3 che mi è stata proposta via MP qui sul forum. Il prezzo era ottimo e sebbene sia entry-level, dunque con una serie di limitazioni dettati dal campo di mercato in cui si pone, credo non avrei potuto iniziare altrimenti. Lanciarmi, come prima esperienza, su una macchina con assistenza inglese non sarebbe stato l'ideale; e d'altro canto spendere 1.000,00 euro per una Kentstrapper, seppure con assistenza italiana, mi pareva troppo. Troppi soldi per una macchina con la quale sperimentare.


Di contro c'è che mancano un paio di cosette, vedasi ventola e rispettivo direzionale di raffreddamento verso l'estrusore ma, ripeto, per il prezzo che ho pagato (520,00 euro), ci sta... e perché no, stamparsi il direzionale della ventola è già un primo esperimento con il quale testare le mie capacità! :)


Link al commento
Condividi su altri siti

Penso che la tua scelta sia nell'insieme sensata. Prusa I3 è diffusissima, e rappresenta una ottima piattaforma di sperimentazione. La possibilità di apportare modifiche è molto ampia, e rappresenta un'ottima occasione per progettare e stampare nuovi accessori, o sperimentare quelli proposti sui vari siti che offrono modelli gratuiti. Un bel "Meccano" con il quale potrai sicuramente divertirti.


  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...