Vai al contenuto

Sistema UPS innovativo


kk7
 Condividi

Messaggi raccomandati

Ho trovato questo interessante e nuovo sistema di ups+caricatore 2 in 1 UPS power supply , praticamente alimenta la stampante a 12V, carica la batteria a 13.8V e nel caso mancasse la 220V swiccia in automatico, diversamente carica la batteria e appunto fornisce 12V 30A come un qualsiasi alimentatore.

Sono ancora relativamente inesperto, quindi sarei interessato a sapere:

1) cosa ne pensate?

2) cosa succede con la tecnologia attuale quando manca la corrente ed è prevista la ripresa della stampa appena torna?  (come si comporta la stampante? Si blocca sul posto creando un grumo dove c'è l'estrusore?)

3) ci sono altri sistemi più smart?

Link al commento
Condividi su altri siti

Da quello che nè ho capito, gli ups classici lavorano con inverter quindi con batteria sempre sotto carico e tensione.

Io volevo fare un ups stile notebook/smartphone cioè dicendola terra terra con due diodi e tensioni differenziate, ma non sono un elettronico e mi sono incartato sui componenti da usare.

Questi nuovi alimentatori con funzione ups non sono ancora in vendita su amazon.it, non con quelle correnti.

Ma adesso come funziona sulle stampanti 3d?

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, kk7 dice:

Io volevo fare un ups stile notebook/smartphone

non usano ups, usano batterie, è ben diverso....

sono apparecchi dal consumo imparagonabile a quello della stampante.....

il bed della stampante in 5 secondi consuma gli stessi Watt del cellulare in 10 ore.....

 

1 ora fa, kk7 dice:

Da quello che nè ho capito, gli ups classici lavorano con inverter quindi con batteria sempre sotto carico e tensione.

si ma te cosa importa? se vuoi una stampa totalmente effettuata off-line non c'è ups al mondo in grado di farlo.....per l'uso domestico la vita dell'ups "classico" è piu' che accettabile.....la tecnologia in fatto di ups ha fatto passi da gigante. quandoo la battertia dopo 3 anni è morta la cambi con 50 euro.

 

1 ora fa, kk7 dice:

Ma adesso come funziona sulle stampanti 3d?

io per mandare avanti le stampanti in azienda ho 2 ups per stampante, 1400watt per la stampante e 800 watt per il pc collegato.

non è mai saltata la corrente ma ci farei credo 2 minuti la loro utilita' è quella di elimminare gli sbalzi di tensione.....

5 ore fa, kk7 dice:

3) ci sono altri sistemi più smart?

la combianzione di 1 ups da 2000 wattt ed un generatore diesel di altrettanta potenza, sistema sicuramente inadatto per il privato o la piccola azienda....

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Ah.. ok grazie, adesso mi è tutto un pò più chiaro. Comunque pensavo ad un'energia sufficiente a finire il layer per poi mandare l'estrusore fuori dall'area di stampa e far attendere la stampante che torni la corrente e che la batteria sia di nuovo carica per riprendere il lavoro. (quindi una batteria di backup da 7 Ah dovrebbe assicurare almeno un 15/20 di minuti di autonomia)

Mi rimane il dubbio su cosa accade adesso in mancanza di corrente senza ups, sò che la stampante se nè accorge ma non ho capito cosa fà. Le mie non hanno questo sensore e quindi non posso provare, idem se finisce il filamento.. si piantano li dove sono? finiscono il layer? si spostano fuori dall'area di stampa e attendono un comando di ripristino?

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Oddio, nei miei meandri elettronici mi ricordo che la batteria è comunque un generatore , attaccarlo cosi diretto non so quanto bene faccia....
Penso sarebbe il migliore alimentatore possibile... Purtroppo 12v sono un pelo precisi... Ed i 13.8 di carica forse leggermente alti... Però probabilmente vanno bene e sarebbe ottimale e scalabile a dismisura... Basta aggiungere batterie...

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Link al commento
Condividi su altri siti

Non credo si possa attaccare una batteria 12V in parallelo all'uscita dell'alimentatore 12V, non trovo riscontri in internet.

l' UPS più efficiente dal punto di vista energetico sembra sia quello con 2 diodi a tensioni differenziate, cioè quello che usano smartphone e pc, mi è stato detto da FoNzY che non è un sistema ups (sono d'accordo) ma dal punto di vista elettronico lo è suo malgrado.

Quello classico con l'inverter sembrerebbe essere quello più inefficiente dal punto di vista energetico, comunque ormai ho le antenne alzate sull'argomento, appena ho novità o certezze le condivido.

 

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

7 ore fa, kk7 dice:

mi è stato detto da FoNzY che non è un sistema ups (sono d'accordo) ma dal punto di vista elettronico lo è suo malgrado.

in teoria e in pratica non lo sono.l'ups è un sistema che deve essere in grado di alimentare "tanti tipi di apparecchi elettrici" e quindi deve avere un output in ac infatti trasforma la corrente in dc proveniente dalla batteria in ac (con un moderato spreco) che rende disponibile ad altri apparecchi. il cellulare e il pc non lo fanno, loro usano la corrente dc prodotta dalla batteria e la usano cosi com'è.

ogni apparecchio elettrico che abbiamo in casa funziona in dc sebbene dalle nostre prese elettriche esca una corrente ac.

è sempre piu' efficente usare la corrente dc piuttosto che la ac, la corrente dc ha solo vantaggi rispetto alla ac ma ha il solo problema di non poter essere trasportata per lunghe distanze(sarebbe un bel mondo quello pensato da Edison)

se invece di un ups usassimo la  batteria, a parita' di potenza la batteria durerebbe sempre di piu' rispetto all'ups.

1000 watt di batteria durano di piu' di 1000 watt dibatteria in un ups ma sarebbe poco pratico usare 1 batteria per ogni dispositivo che abbiamo in casa

sarebbe invece pratico usare 1 batteria per la nostra stampante 3d? rispetto ad un ups di pari potenza si,ma i moderni ups sono disponibili in ogni tipo di capacita' con alta efficenza a prezzi poco superiori a quelli della sola batteria.

vale la pena provare a farlo? no, perche' non puoi mettere una batteria in modo "nudo e crudo" in parallelo all'alimentatore della stampante, devi pensare a dispositivi che limitano la carica e la scarica della batteria e delle sue eventuali celle, devi pensare anche al sistema che rileva la perdita' di tensione dalla rete....questi sistemi riducono l'efficenza  e aumentano i costi rendendo piu' utile l'uso dell'ups moderno.

 

 

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...