Vai al contenuto

Form2 vs stampanti più costose.


 Condividi

Messaggi raccomandati

salve  a tutti, vorrei sapere cosa ne pensate della stampante Form2 , mi interessa principalmente per l' utilizzo in prototipazione orafa. Cose fondamentali per me la qualità delle resine e la loro fondibilità senza lasciare residui di bruciatura. Per fare un confronto, rispetto ad una DWS 028j, che è una macchina ben più costosa e se non erro lavora fino a 5 micron, questa form2 che lavora fino a 25 micron, come si comporta? Grazie in anticipo

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 10
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Ciao io ho la form 1+ da un annetto circa... La macchina funziona bene anche se mi ha dato diverse noie con la pulizia degli specchi. Di fatto esige una manutenzione costante e vaschette sempre in ottime condizioni per funzionare al meglio. Già la stampa a 100 micron è fenomenale praticamente una parate liscia. Se vuoi andare a 25 micron è già il top... I 5 micron penso che li distingui con qualche bella lente di ingrandimento a occhio nudo non vedestri molta differenza. Per quanto riguarda le resine puoi sempre farti inviare un campione gratuito da formlabs . in un mesetto circa arriva a casa. Cosi puoi già testare una prova di colata.

Link al commento
Condividi su altri siti

grazie della risposta. Ho aperto questo thread perché ho visto dei modelli stampati da modelli più costosi, sempre con tecnologia laser, e mi sembravano davvero liscissimi. Al momento io stampo con una micraft a lampada uv a 50 micron, e devo dire che la scalettatura è visibile sui modelli, e dopo la microfusione bisogna lavorarci parecchio a mano. Per questo vorrei acquistare una stampante laser, ma come dicevo le DWS costano un po' tanto, questa FORM2 sembra interessante, ma devo assolutamente capire la qualità dei prototipi che sforna e le qualità in microfusione. Comunque da quello che mi dici spero bene.. GRAZIE

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Giotto

Ho ordinato una Form 2 che dovrebbe arrivarmi a febbraio. Appena mi arriva vedremo come lavora. (nel tempo ho usato varie macchine SLA di varie marche)

I 5 micron citati nei vari deplian delle macchine di alta gamma, si, sono raggiungibile dalle meccaniche delle macchine citate, ma effettivamente non li andrai mai ad usare:

- prima di tutto, ci impiegheresti una vite a fare i pezzi.

- uno strato di 5 micron è difficilmente controllabile durante la polimerizzazione della resina ( la DWS 28j, se non sbaglio arriva ad un layer di 0,01mm)

- di solito, anche con le macchine pro, con un layer di 0,02mm si raggiungono ottimi risultati.

  Moto dipende dalle forme e da come è costruito ed orientato il modello (ho visto pezzi fatti con layer a 25 micron che facevano ca....re,

  perchè erano state generate delle mesh bruttissime.

 

Ovvio che con una Form 2 non potrai mai raggiungere il risultato a cui arrivi con la DWS 028.

La differenza, oltre che nel prezzo, stà anche nei materiali.

Proprio per questo, quando mi arriva la Form 2, sono curioso di provare la loro resina fondibile.

Ciao

 

Link al commento
Condividi su altri siti

11 minuti fa, mau2068 dice:

Ciao Giotto

Ho ordinato una Form 2 che dovrebbe arrivarmi a febbraio. Appena mi arriva vedremo come lavora. (nel tempo ho usato varie macchine SLA di varie marche)

I 5 micron citati nei vari deplian delle macchine di alta gamma, si, sono raggiungibile dalle meccaniche delle macchine citate, ma effettivamente non li andrai mai ad usare:

- prima di tutto, ci impiegheresti una vite a fare i pezzi.

- uno strato di 5 micron è difficilmente controllabile durante la polimerizzazione della resina ( la DWS 28j, se non sbaglio arriva ad un layer di 0,01mm)

- di solito, anche con le macchine pro, con un layer di 0,02mm si raggiungono ottimi risultati.

  Moto dipende dalle forme e da come è costruito ed orientato il modello (ho visto pezzi fatti con layer a 25 micron che facevano ca....re,

  perchè erano state generate delle mesh bruttissime.

 

Ovvio che con una Form 2 non potrai mai raggiungere il risultato a cui arrivi con la DWS 028.

La differenza, oltre che nel prezzo, stà anche nei materiali.

Proprio per questo, quando mi arriva la Form 2, sono curioso di provare la loro resina fondibile.

Ciao

 

Ho un amico che aveva presa per farne un uso professionale.. Venduta dopo 1 mese... Da questo punto di vista non ho dei Feed positivi.

Sono curioso di sapere come va...  Se è comparabile con una XFab ad esempio.. Ma anche qui.. Parlando con DWS danno impressione di non crederci neppure loro..

Link al commento
Condividi su altri siti

@ AndBag

restituita la Form 2 o modelli precedenti ?

Effettivamente i modelli precedenti avevano più problemi (Ho partecipato al kickstarter della form 1 ed l' ho subito abbandonata per i troppi problemi)

Vedremo se questa versione è migliorata.

Dipende sempre uno cosa deve fare e che risultati vuole raggiungere. Come ho già detto, non puoi paragonare una Form 2 ad una macchina che costa 5 volte tanto.

Neanche con la Voyager della Sherebot (restando su macchine inferiore ai 10000€) riesci a raggiungere le qualità della DWS.

La differenza la fà anche la resina.

La Xfab .............. vedremo, sono proprio curioso.     A marzo dovrebbero uscire le prime.   Aspettiamo !

 

@ Giotto

Hai provato a guardare le macchine della  Smart3d ?

Link al commento
Condividi su altri siti

 @mau2068

  Era la Form1..., dopo la Form1 ha fatto fare dei test anche con la 2... e ha rinunciato a questo tipo di macchine 

  Come dici tu dipende dalle esigenze e quello che devi fare.. Credo aspetti un po' e poi sceglierà un marchio gia' noto...

 

Ps a Vicenza Oro hai visto prototipo SISMA che ne pensi..?

Link al commento
Condividi su altri siti

@AndBag

se devi fare modelli pieni di griffe e con particolari sottili, la Form 2 è un po' al limite ( ha un spot laser di 0,14mm).

Sono curioso di provare la fondibilità della resina, anche se questo non' è il mio obbiettivo principale.

 

Si, ho visto anch' io la macchina della Sisma, e devo dirti che mi ha lasciato un po' perplesso: sta storia che le piastre di costruzione che ruotano non mi convince.

Tutti i principali costruttori di stampanti 3d fanno un gran parlare di macchine con grandi campi di lavoro che permettono di caricare tanti pezzi x poter lavorare x

tanto tempo ( nel caso della macchina di Sisma, la disponibilità di una grande area di lavoro è data dalla somma delle tra basi di costruzione che ruotano ).

Ma quanti hanno effettivamente bisogno di lasciar lavorare in continuo una macchina, in maniera automatica e non presidiata, per più di 24 ore ?

E se succede qualcosa durante la stampa ( si rovina la vasca, si stacca un pezzo, ecc. ), non freghi l' intera piastra ?

Secondo me, con il costo di una macchina grande, comprerei più macchine piccole e le metterie in serie, in modo che se su una ho problemi,

le altre continuano ed in più posso usare più materiali contemporaneamente.

 

Link al commento
Condividi su altri siti

3 ore fa, mau2068 dice:

@AndBag

se devi fare modelli pieni di griffe e con particolari sottili, la Form 2 è un po' al limite ( ha un spot laser di 0,14mm).

Sono curioso di provare la fondibilità della resina, anche se questo non' è il mio obbiettivo principale.

 

Si, ho visto anch' io la macchina della Sisma, e devo dirti che mi ha lasciato un po' perplesso: sta storia che le piastre di costruzione che ruotano non mi convince.

Tutti i principali costruttori di stampanti 3d fanno un gran parlare di macchine con grandi campi di lavoro che permettono di caricare tanti pezzi x poter lavorare x

tanto tempo ( nel caso della macchina di Sisma, la disponibilità di una grande area di lavoro è data dalla somma delle tra basi di costruzione che ruotano ).

Ma quanti hanno effettivamente bisogno di lasciar lavorare in continuo una macchina, in maniera automatica e non presidiata, per più di 24 ore ?

E se succede qualcosa durante la stampa ( si rovina la vasca, si stacca un pezzo, ecc. ), non freghi l' intera piastra ?

Secondo me, con il costo di una macchina grande, comprerei più macchine piccole e le metterie in serie, in modo che se su una ho problemi,

le altre continuano ed in più posso usare più materiali contemporaneamente.

 

Si , anche io ho visto la Sisma a Vicenza e posso dire che da vedere sarà anche bella, e i prototipi mi sembrano molto lisci, ma parlando con un operatore di settore mi ha detto che non funziona.... poi certo le parole vanno sempre valutate in base agli interessi collaterali che una persona può avere nel dirti una cosa...quindi non ci metto la mano su fuoco. Invece tornando a stampanti più economiche,  come dicevi sulla form2 lo spot laser è di 0,14mm, cioè il fascio di luce... quindi presumo non sia possibile creare superfici inferiori ai 0,14mm... ma onestamente è un limite così importante? Io non ho mai fatto una griffe inferiore agli 0,4 penso... Poi se sto concettualmente sbagliando qualcosa illuminami, magari lo spot di quella misura comporta altri problemi. Sopra ho letto che qualcuno ha scritto DWS XFAB... sinceramente l' avevo guardata ma da quel che ho capito non ci sono materiali fondibili per questa stampante, almeno guardando sul sito... se sto sbagliando " e ne sarei contento " la vedete buona come alternativa rispetto alla form2?

7 ore fa, mau2068 dice:

 

  Moto dipende dalle forme e da come è costruito ed orientato il modello (ho visto pezzi fatti con layer a 25 micron che facevano ca....re,

  perchè erano state generate delle mesh bruttissime.

scusa ma leggendo questa frase mi sorge un dubbio. Io modello in Rhinoceros e nel momento in cui creo slc. il software genera le mesh da se, quindi mi sorge per l' appunto un dubbio, quando dici mesh bruttissime intendi dire che il modello è brutto o che è stato fatto qualche errore in particolare? Esistono degli escamotage o procedure particolari da fare prima di mettere in macchina i modelli per avere delle mesh più precise? Grazie mille

 

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

16 minuti fa, Giotto dice:

Si , anche io ho visto la Sisma a Vicenza e posso dire che da vedere sarà anche bella, e i prototipi mi sembrano molto lisci, ma parlando con un operatore di settore mi ha detto che non funziona.... poi certo le parole vanno sempre valutate in base agli interessi collaterali che una persona può avere nel dirti una cosa...quindi non ci metto la mano su fuoco. Invece tornando a stampanti più economiche,  come dicevi sulla form2 lo spot laser è di 0,14mm, cioè il fascio di luce... quindi presumo non sia possibile creare superfici inferiori ai 0,14mm... ma onestamente è un limite così importante? Io non ho mai fatto una griffe inferiore agli 0,4 penso... Poi se sto concettualmente sbagliando qualcosa illuminami, magari lo spot di quella misura comporta altri problemi. Sopra ho letto che qualcuno ha scritto DWS XFAB... sinceramente l' avevo guardata ma da quel che ho capito non ci sono materiali fondibili per questa stampante, almeno guardando sul sito... se sto sbagliando " e ne sarei contento " la vedete buona come alternativa rispetto alla form2?

 

 Si importante capire per quale motivo te lo ha detto.... 

 Sisma è un'azienda con una certa struttura, quando manda fuori un prodotto è un prodotto sicuro.. Così hanno fatto anche con la Stampante metallo.. 

Su Sisma come azienda nutro pochi dubbi.. A quel che so quello è un prototipo.., non è detto sia una versione definitiva.. 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...