Vai al contenuto

Estrusore: valutazioni e domande agli altri utilizzatori.


Messaggi raccomandati

Ciao a tutti,


 


spero che con le ultime esperienze di ieri si sia concluso il "crash course" sul mio estrusore.


 


Ieri ho iniziato un nuovo lavoro e devo stampare le parti in ABS. L'ABS scelto è quello di FiloAlfa, ABS premium, temperatura consigliata da chi lo usa 260°.


 


Cambiato filamento passando da PLA Plastink a questo, sono rincominciati i problemi dei pezzi "vuoti" con diversi layer estrusi con il filamento molto sottile.


 


Ho rifatto la procedura di pulizia dell'estrusore, stavolta passando anche al lavaggio nella macchina ad ultrasuoni, in un bagno di MEK... l'hot end è uscito come nuovo di fabbrica.


 


Ciò nonostate i problemi si sono ripetuti ancora. A questo punto ho provato a capire cosa fosse e mi sono reso conto che il tubetto interno in PTFE si era ritirato all'estremità inferiore ed era molto annerito.


 


In pratica si formava un disco di materiale tiepido tra l'estremità del tubetto e il canale di ingresso dell'hotend, che rallentava il flusso del materiale o in alcuni casi arrivava a fermarlo.


 


Appena pulito l'hotend andava tutto bene, poi si insinuava di nuovo del materiale e raffreddandosi intasava il tutto.


 


Morale, tolto il tubo, tagliato un tubetto nuovo (ne avevo fortuanatamente alcuni metri in laboratorio per altri motivi) ora pare andare tutto bene.


 


Per lo meno ora penso di aver capito pratica alla mano, come funziona effettivamente il ciclo di estrusione del materiale.


 


Rimane il problema che secondo me cambiare filamento con dell'ABS a 230° (la temperatura di cambio filamento Sharebot) rende tutto abbastanza complicato.


 


C'è la possibilità di decidere la temperatura dell'estrusore in fase di cambio filamento?


 


C'è la possibilità di settare la temperatura a piacimento a macchina ferma, un po' come si fa con i comandi "muovi assi"?


 


Grazie!


Link al commento
Condividi su altri siti

Certo, tutto si può fare. Montando un firmware Marlin te lo puoi compilare come più ti piace https://github.com/Sharebot3D/Marlin qui trovi il marlin "sperimentale" non ufficiale :)


 


Per il tubetto ti consiglio di inserirlo nell'hotend e prima di metterlo nel peek mettici una goccettina di attack (proprio un puntino). Da li non si muove più e se un domani dovrai cambiarlo non ci sono problemi perchè viene via con poco sforzo ( o male che vada entri con la punta da trapano !) 


  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Caro @FabLab Padova,

Certo che porgi un po' il fianco... E' come sparare sulla croce rossa... Ma ti sembra normale che in una macchina Plug&Play si debba compilare firmware sperimentali, mettere l'attack nell'estrusore, trapanarlo... Il PTFE si ritira, gli viene l'ernia del disco per un cambio filamento...
Non bastava il flacone di lacca Splend'Or fornito di serie?  :blush:

Non te la prendere se qualche volta ti punzecchio. In verità, apprezzo molto la tua dedizione, e l'aiuto che dai alla comunità ShareBot. :)

Link al commento
Condividi su altri siti

@FabLab Padova Grazie! Appena ripristino il tutto provo il firmware nuovo.


 


Ora ho dovuto smontare di nuovo l'estrusore perchè si era intasato di nuovo, a questo punto provo a pulirlo ancora altrimenti procedo alla sostituzione.


 


Nel frattempo ho visto che smontandolo si è dissaldato un piedino del termistore, con l'occasione do una sistemata al tutto.


 


Non è un problema mettere mano alla meccanica o al software, lo faccio quotidianamente per il mio lavoro, su altri macchinari (anche più complessi  :lol: ), mi manca solo ancora l'esperienza diretta su come far funzionare questa di macchina...


Link al commento
Condividi su altri siti

@FabLab Padova

 

Si, fortunatamente ho tempo libero. L'assistenza ai miei clienti non mi impegna poi troppo, per fortuna.
 

Sono spiacente che le mie osservazioni ti infastidiscano e che le trovi poco costruttive. Penso però che uno degli scopi dei forum e delle comunità di utenti di determinati sistemi sia quello di sollecitare riflessioni riguardo all'affidabilità e/o alla complessità di uso/manutenzione degli apparecchi che utilizzano o che intendono acquistare.

Non è colpa mia, ma semmai dei progettisti o degli assemblatori se una certa macchina presenta difficoltà e/o problemi più di un'altra. Soprattutto quando si tratta di macchine con pretese di qualità e prestazioni, e non di prodotti di basso costo dai quali è logico non aspettarsi più di tanto, sarebbe corretto che gli "esperti" ne evidenziassero le lacune anziché minimizzarle, proprio nell'interesse della comunità.

Qualche volta posso anche scherzarci sopra, ma nella maggior parte dei casi ho offerto supporto e soluzioni ad utilizzatori delle macchine più disparate, che per altro non commercializzo. 

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...