Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Fulvio

Sharebot NG - Posizione piatto a fine stampa

Recommended Posts

Ciao a tutti,

utilizzando la Sharebot NG, arrivato alla fine delle stampe riscontro un problema abbastanza scomodo: 

Il piatto di stampa non si abbassa alla posizione Z finale che agevola l'estrazione del piatto in vetro ma resta alla quota di fine stampa. Idem per l'estrusore, che resta posizionato alle coordinate dell'ultimo punto stampato. 

Riesco a muovere manualmente i tre assi.

Cosa ne pensate? 

Allego tre foto per chiarire meglio la situa.

Grazie mille! :)

 

IMG_20190330_093902115.jpg

IMG_20190330_093906634.jpg

IMG_20190330_093913381.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uhm, osservazione non male.. Tuttavia, utilizzo un sw di slicer (nel dettaglio: Uso CURA) per la generazione del G-code. E non ci metto il naso.. Dovrei provare a vedere di programmare direttamente, perchè nel sw di cui sopra non ho trovato spunte di questo tipo. 

Grazie mille! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Fulvio, in Cura nella sezione settings>printers>manage printers, cliccando su machine settings, dovresti vedere lo start g-code e l'end g-code, che vengono aggiunti automaticamente in tutti i g-code generati. Nell'end g-code puoi modifcare i comandi per far muover piatto ed estrusore in automatico nella posizione che desideri alla fine di ogni stampa.

Io sinceramente dopo aver settato il modello di stampante, in automatico mi sono ritrovato delle ottime impostazioni come end g-code: l'hotend si alza per evitare di toccare la stampa e il piatto si muove in avanti per facilitare la rimozione del pezzo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/8/2019 at 11:17, Davide87 dice:

Ciao @Fulvio, in Cura nella sezione settings>printers>manage printers, cliccando su machine settings, dovresti vedere lo start g-code e l'end g-code, che vengono aggiunti automaticamente in tutti i g-code generati. Nell'end g-code puoi modifcare i comandi per far muover piatto ed estrusore in automatico nella posizione che desideri alla fine di ogni stampa.

Io sinceramente dopo aver settato il modello di stampante, in automatico mi sono ritrovato delle ottime impostazioni come end g-code: l'hotend si alza per evitare di toccare la stampa e il piatto si muove in avanti per facilitare la rimozione del pezzo. 

Grazie per la risposta Davide!

Alla fine ho individuato anche io quel percorso, ed ora è da lì che modifico la posizione di Z. Tutto funziona...

Che G hai inserito per far alzare l'hotend?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sinceramente non ho modificato quello base di Cura:

G91 ;Relative positionning

G1 E-2 F2700 ;Retract a bit

G1 E-2 Z0.2 F2400 ;Retract and raise Z

G1 X5 Y5 F3000 ;Wipe out

G1 Z10 ;Raise Z more

G90 ;Absolute positionning

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da Fulvio
      Ciao a tutti,
      da stamattina sto diventando pazzo per stampare un componente con la Next Generation che ho in dotazione. 
      Eseguito il processo di slicer con CURA, ho caricato il GCode in macchina e lanciato la stampa: filo staccatissimo e molto sottile. Devo realizzare delle asole e nel primo layer erano triangoli.. D'oh.
      Ho fermato tutto e provato a calibrare il piano. Le righe stampate durante la prova sembravano belle schiacciate, forse anche troppo.. Allora ho smanettato un po' sulle viti (seguendo il tutorial della Sahrebot).
      Rilancio la stampa ed il risultato durante la stampa del primo layer è quello che ho fotografato.. 😞
      (Ho un po' mosso le viti durante le stampa per correre ai ripari, speriamo bene)
      Può essere dovuto alla calibrazione del piano?
      Alla poca lacca che ho messo per l'adesione?
      Ai parametri di stampa? (Estrusore 220° e piatto 50° iniziale, poi portato ad 88°)
       
      Ora sta stampando il secondo e pare che recuperi un po' i buchi del primo..
       
      Grazie millissime a tutti quelli che mi aiuteranno a capire.



    • Da Marco B.
      Buon giorno a tutti, mi sono appena iscritto al forum, ho gia un po di esperienza nel campo della stampa 3D che utilizzo per stampare soprattutto piccoli ricambi meccanici non più commerciali e/o piccoli ingranaggi e puleggie dentate che disegno con Designspark Mechanical, sono possessore da due anni di una 3Drag un po modificata meccanicamente rendendola veramente prestante e perfettamente calibrata (grazie ai video del canale youtube, di Andrea Pirazzini di Help3D, a cui sono iscritto da tempo ) , il mese scorso ho acquistato da un mio Cliente una Sharebot NG praticamente nuova (è stata usata per stampare qualche gadget natalizio nel dicembre 2016 ed è rimasta inutilizzata fino ad ora) assieme alla stampante ho acquistato anche alcune bobine di filamento originale Sharebot ancora confezionate e perfettamente conservate. La macchina è perfetta ed ancora "incellofanata", così dopo averla pulita da un po di polvere, ho controllato e leggermente lubrificato sia le guide che la vite dell'asse Z , ho controllato accuratamente il livellamento del piano ed ho iniziato a stampare qualche oggetto semplice come i classici cubetti di calibrazione. Usando Slic3r con caricati i profili di stampa originali per la NG ho creato un G-code dello stesso "cubetto vuoto 40x40 h20mm vuoto con un solo perimetro" e sono andato in stama. Ho stampato a diverse velocità ma il difetto compare sempre ma risulta più accentuato ad una velocità del 100% piuttosto che al 350%. Allego una foto di confronto tra due cubetti in PLA di cui il nero stampato con la 3Drag ed il verde stampato con la Sharebot NG in entrambi i casi la stampa è avvenuta alla stessa temperatura ambiente di 18 gradi, ad una velocità del 100% con i rispettivi profili di stampa originali per il PLA, la 3Drag con filamento PLA della E-SUN (in confezione aperta da un mese) , la Sharebot con il suo PLA originale (in confezione appena aperta), nell'altra foto cè una puleggia dentata anche quì il nero è di 3Drag ed il verde è di Sharebot. L'unica differenza su cui mi sono concentrato è che in "print setting" di Slic3r , per il profilo PLA di 3Drag è impostata un'altezza di layer di 0,25 mm contro gli 0,1mm del profilo higt di Sharebot. Ho anche avvertito una lieve vibrazione in fase di stampa che ho individuato provenire dalla vite dell'asse z (posandoci il dito in cima si avvertono gli scatti in corrispondenza degli spostamenti in altezza che coincidono a loro volta con i cambi di quota sul display). A mio parere comunque trovo che la scelta di una vite con un passo di filetto così grande aumenti l'errore riferito ad un singolo step motore riducendo di fatto la risoluzione dell'asse z, ma non voglio credere che una macchina come questa abbia un simile punto debole. Sperando quindi di sbagliare nelle impostazioni dello slicer, ringrazio chiunque saprà darmi qualche dritta.

    • Da unielli95
      Buongiorno a tutti!
      Dopo i primi problemi avuti con la mia anetA8 finalmente ho ricevuto una scheda madre nuova e ora funziona tutto bene. Volevo però applicare una "miglioria": ho visto su molti video e siti che in tanti stampano su vetro. Ora ho visto che il vetro che consigliano è un vetro borosilicato (che da quanto ho capito resiste alle "alte" temperature del piano) ma non so se effettivamente conviene comprarlo. Per ora uso il piano riscaldato con del nastro "giallo" sopra (come da stock) e dopo 15/20 minuti che stampo noto che la parte di stampa che aggiungo per aumentare l'aderenza inizia a scollarsi dal piano. Se comprassi questa lastra in vetro (borosilicato o no?) 220x220x3 aument effettivamente l'aderenza?
      E inoltre, cercando online, ho trovato che abbinato alla lastra vendono anche questi cosi https://www.amazon.it/Signstek-stampante-riscaldato-borosilicato-pannello/dp/B072BYSB2Y/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1510925421&sr=8-1&keywords=vetro%2Bborosilicato&th=1 non so a cosa servono e se servono a quello che devo fare.
       
      Riassumendo, ho un po' di dubbi riguardo alla stampa su vetro diretta: ha senso? che tipo di vetro? devo mettere altro?
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.