FLUX Project: la stampante 3D all-in-one low-cost

    FLUX 3D printer

    In un mercato come quello della stampa 3D, in cui esistono così tante tipologie di stampa, materiali e tecniche che non si sa più dove girare la testa, ciò che si può pensare per sfondare è quello di unire il tutto alla semplicità di utilizzo e al basso costo. Questo è ciò che si è proposto di fare il team che sta dietro al FLUX Project.

    La FLUX è una stampante 3D desktop Delta, che sfrutta la tecnologia FDM e che possiede di base anche lo scanner 3D e il taglio laser. Sarà perfino pensabile stampare, tramite moduli interscambiabili (ancora in fase di sviluppo) argilla, pasta, gomma, etc. Essendo modulare, è possibile anche rimanere al passo con le nuove tecniche:

    FLUX is the everything 3D printer that grows with you— meeting not only your 3D printing needs today, but also of all your tomorrows.

    Al di là di queste incoraggianti promesse, ciò che sorprende è il prezzo notevolmente basso, che va da 499 a 680 dollari.

    FLUX 3D printer

    È vero, questa non è la prima stampante che offre un all-in-one: infatti è degno di nota il progetto  FABtotum, interamente italiano. Mentre lo scorso 2 ottobre vi avevamo parlato di Makermex MM1, la quale era molto interessante dal punto di vista della modularità. La MM1 però, a differenza della FLUX, non comprendeva né lo scanner, né il taglio laser, ma il distacco più forte e importante riguarda la compattezza del design: puntando ai privati, la FLUX è caratterizzata da pochi componenti, assemblabili in appena 20 minuti (scattano al loro posto grazie a dei magneti). Inoltre non richiede necessariamente una conoscenza profonda di complicati software di modellazione 3D, poiché, grazie allo scanner integrato, è possibile copiare per esempio un soldatino e produrne dei “cloni” (va comunque tenuto presente però che le impostazioni avanzate necessitano ancora di un’attenzione un po’ più esperta).

    FLUX 3D printer FLUX 3D printer

    La FLUX include anche tre ventole di raffreddamento molto efficaci che consentono di stampare con precisione alla massima velocità, garantendo un’alta risoluzione e minimizzando il rischio di malfunzionamento a causa del riscaldamento. È stata creata inoltre un’app per smartphone che permette di inviare i comandi tramite Bluetooth.

    Il FLUX Project è ideato tramite una collaborazione di promettenti giovani professionisti di Taiwan: Simon Ko, Jim Yu, Shawn Lin, Fon Chiang, Yen Feng, Kidd Wang e Moses Lei. Insieme combinano esperienze e specializzazioni: “Our team includes specialists in industrial design, software programming, hardware engineering, marketing, and operations […]. Now is the time for us to combine our talent and passion to build FLUX through mass production.”

    FLUX 3D printer FLUX 3D printer FLUX 3D printer

    Tutte le innumerevoli funzioni, come afferma lo stesso team, hanno avuto origine da una sessione di brainstorming: “FLUX was built from scratch. We gathered the team and each member wrote down all the functions and capabilities we wanted in FLUX. Some were attainable while some were just fantasy, but that’s where our dream started.”

    Un altro fattore che completa la sua versatilità è dato dal modulo SDK aperto, che è fedele alla natura open-source della produzione di consumo: “Besides developing our own new modules, we have also invited other talented engineers to create more modules and to share their ideas with the user community. We are collaborating with several promising startups to develop innovative tool heads for special materials and applications!”

    Quali sono le caratteristiche della FLUX?

    FLUX 3D printer FLUX 3D printer

    Lo sviluppo della FLUX era in corso già da un po’ di tempo, ma ora il team si dichiara pronto per la produzione di massa. Se volete avere questa stampante 3D, la FLUX è disponibile su Kickstarter. A in meno di 24 ore ha già raccolto più del doppio della cifra richiesta.

    Video promozionale di FLUX Project: