fleks3D piatto flessibile

Ormai lo abbiamo capito tutti: se non si pone abbastanza attenzione al piano di stampa, probabilmente ci scontreremo con una stampa fallita. Il piano di stampa, infatti, è una delle componenti più importanti ai fini di una stampa 3D di successo. Eppure, resta uno di quegli elementi poco considerati. Piano non perfettamente livellato, superficie sporca, materiale di adesione, adesione del pezzo, sono solo alcune delle caratteristiche di cui bisogna tenere conto per evitare di avere problemi nella rimozione del pezzo dal piano o pezzi deformati.

fleks3D piatto flessibile

Fleks3D – un piano di stampa 3D flessibile

 

Partendo da un’idea introdotta da Viktor Jondal e Peter Ragonetti, Fleks3D è stato lanciato sfruttando un potenziale che solo una campagna crowdfunding su Kickstarter avrebbe potuto scatenare.fleks3D piatto flessibile

Fleks3D è un piano di stampa flessibile, composto da una plastica flessibile simile a un mix tra gomma e vetro. che permette di agevolare a rimozione dei pezzi senza però diminuire la qualità di adesione durante la stampa 3D. Per il corretto funzionamento non è necessario applicare altri meteriali come blue tape, scotch, lacca, ecc.

L’installazione è estremamente semplice e immediata: il piano di stampa è da sostituire con in nuovo arrivato. Sarà sufficiente posizionarlo correttamente per essere pronti a utilizzare Fleks3D per le stampe più complesse.fleks3D piatto flessibile

Il piano FLeks3D viene venduto in diversi modelli, ognuno specifico per le più comuni stampanti 3D in commercio, tra cui Flashforge, Ultimaker, Prusa research, Makerbot e diverse altre. Il costo? Siamo tra i 20 e i 60 $ a pezzo. Un costo che ci può stare, trattandosi di un elemento utilizzabile più volte.fleks3D piatto flessibile

fleks3D piatto flessibile

 

fleks3D piatto flessibile

Campagna Kickstarter: Fleks3D

E qui il sito web di Fleks3D.