Vai al contenuto

Eccessivo consumo di filamento


 Condividi

Messaggi raccomandati

Ciao a tutti in area.


 


Siccome mi manca il bocchettone dell'aspirapolvere, mi son cimentato a disegnarne uno.


Allego in STL il risultato.


 


Quello che però mi sorprende ponendolo in Slicer e Cura è che la stampa di quell'aggeggio mi consumerà ben 40-50 mt di filamento.


 


Mi chiedevo se è normale e se si può risolvere con qualche trick.


 


Nel mio caso ho utilizzato un infill del 20-30%, un pò sotto le mie necessità visto che il bocchettone dovrà essere in un qualche modo forzato e offrire un minimo di tenuta alla torsione.


 


Siccome dal modello ho un anello alto sospeso, ne ho creata una seconda versione che offre un migliore appoggio per la stampa.


 


E' sottinteso che lo stampo ponendolo in verticale, dal diametro più grosso al più piccolo.


 


 


Mi confermate che la stampa richiederà circa 5 ore (pazienza) e ben 40-50 mt di filo?


 


Grazie.


 


 


 


 


Bocchettone.rar

Bocchettone V.2.rar

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 19
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Immagini Pubblicate

Ciao.


Cortesemente: che vuol dire 3 loop minimo? Intendi dire 3 perimetri?


 


Ti dico cosa ho in Slic3r:


Layer height: 0.2 mm


First layer height: 0.4 mm


Vertical shells


Perimeters: 3 (minimum)


Horizontal shells


Top: 3  Bottom: 3


Infill: 16% honeycomb


Skirt


Loop: 2


Distance: 3 mm


Skirt height: 1 layer


Support material tutto a zero (no support)


Speed


Perimeters: 50


Small perimeters: 30


External perimeters: 30


Infill: 50


Solid infill: 50


Top soldi infill: 50


Support material: 50


Bridges: 50


Gap fill: 50


Travel: 100


First layer: 10


Autospeed


Max print speed: 120


Extrusion width


First layer: 200%


Overlap


Infill/perimeters overlap: 15%


Flow


Bridge flow ratio: 1


Other


Treads: 2


 


Risultato: 4h e 41' stampa, 499 layer, 33 mt di filamento, 77,1 cm3.


Densità del PLA 1,25g/cm3 = 96,4 grammi.


 


Sto consumando troppo filo, mannaggia.


 


Vedi qualcosa che no va? Grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

Ok, verificato. Scaling a posto. Gli stessi parametri su Cura mi danno 3h 41' 20 mt e 60 grammi. Il che mi andrebbe bene.


 


Mi chiedo però perchè la drammatica differenza con Slic3r.


Non è che il nostro parco software sia all'insegna dello spannometrico?


O che non sia pratico nei settaggi?


 


Propendo per entrambe le cose.


 


Uso filo da 1,75. C'è qualche altro parametro che non ho citato e che potrebbe cambiare di molto il risultato in Slic3r?


 


Ciao.

Link al commento
Condividi su altri siti

Aggiornamento.


Premesso che con Cura non stampo (non ricordo più dove sta il problema del perchè non possa), la cosa più immediata per me è il Repetier che chiama Slic3r.


Con altri sistemi, l'idea di salvare in G-code sulla ram per poi lavorare da slot, mi ricordano il portare l'acqua dal mulino usando le orecchie.


 


Cava, metti e prova di stampa, ormai ho un pò famigliarizzato con i parametri di Sli.


Lasciamo stare che dopo 2 mesi di stop mi sono trovato il banco sotto di parecchio e l'ho dovuto riallineare (riallineare è una parola grande, visto che il piatto che sostiene il vassoio riscaldato è in metacrilato e quando regoli le viti in realtà modifiche le sue tensioni sui cuscinetti (aaaaargh... devo spaccare sta roba e mettergli una lamiera taglio laser).


 


Il bussolotto che vorrei stampare però mi costerebbe 40-60 mt di filamento per 15-30 ore di spippolamento, con quello che costa faccio prima ad andare al mercatino dell'usato per un altro bidone, o meglio vado al negozio di idraulica e lavoro con due tubi in PVC e colla a caldo.


 


Ho provato a fare qualche prova (circa 8 orette buttate al vento) tra velocità e infill.


Sono arrivato alla conclusione che ho una meccanica troppo di mer...aviglia: se lascio le velocità consigliate (dal buon senso, non posso investire 15-30 ore di printer e pc per così poco) l'infelice gestione delle rampe di accelerazione stile 'motopicco' mi sposta progressivamente il banco facendo l'effetto torre di Pisa sul tubo stampato.


 


Portando il tutto a più miti abitudini faccio un numero di ore che faccio prima a costruirla picchettando un blocco di marmo.


 


Devo prendere una decisione.


Ho una meccanica CNC che aspetta solo di essere montata (mancano le guide Hiwin, il resto c'è).


Potrei fare un Frankenstein utilizzando l'elettronica di questo calvario, ma mi spaventa l'idea di perderci troppo tempo.


 


Vedremo.  <_<


Link al commento
Condividi su altri siti

hai identificato due..otre problemi fondamentali da risolvere?


provo ad improvvisare


 


- stampa autonoma


- motori sottodimensionati


- poco raffreddamento


 


intanto da partire da qualcosa


 


ps. se ti può servire ho stampato un filtro ciclonico (separatore senza filtro) che mi serviva per la mia fresa.


Ciao


Marco


Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao.


Ok, proverò con la stampa autonoma. Cosa cambia? Non ho il pilotaggio da pc e quindi evito la possibile errata comunicazione? Va bene, provo. Certo che la stampa autonoma...


 


Motori sottodimensionati? Mah, sono sempre la solita taglia Nema e non ho parametri nè difetti visivi/acustici per valutare se gli stepper vadano bene o meno, parrebbe che si.


 


Ventilazione? Ho la solita ventolina con un condotto a chiocciola che spara sull'ugello. La vedo uguale in molti kit. Il getto d'aria che fa è buono. Anche qui non so dirti se sia sufficiente, mi manca un elemento di confronto. Mi piacerebbe aumentarne la portata visto che si può sempre parzializzare da software, anche per verificare se davvero ho il filamento d'uscita troppo 'sciolto' per costruire qualcosa. Ho visto in rete filmati di 'bridge' fatti con la 3D: io allo stato attuale non ci posso neanche pensare. Non è che uso una temperatura fusore troppo alta? Sono a 190° col PLA, in teoria dovrebbe andare.


O meglio: quali possono essere gli indizi di una temperatura ugello troppo elevata? E troppo bassa?


Lo so, sono domande del cavolo, ma mi fa bene ripassare le basi :lol: .


 


Filtro ciclonico? Ti mando una foto del mio gruppo, valuta tu se mi può servire. Grazie!


 


post-934-0-38759500-1441657689_thumb.jpg


Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao.

Ok, proverò con la stampa autonoma. Cosa cambia? Non ho il pilotaggio da pc e quindi evito la possibile errata comunicazione? Va bene, provo. Certo che la stampa autonoma...

 

Motori sottodimensionati? Mah, sono sempre la solita taglia Nema e non ho parametri nè difetti visivi/acustici per valutare se gli stepper vadano bene o meno, parrebbe che si.

 

Ventilazione? Ho la solita ventolina con un condotto a chiocciola che spara sull'ugello. La vedo uguale in molti kit. Il getto d'aria che fa è buono. Anche qui non so dirti se sia sufficiente, mi manca un elemento di confronto. Mi piacerebbe aumentarne la portata visto che si può sempre parzializzare da software, anche per verificare se davvero ho il filamento d'uscita troppo 'sciolto' per costruire qualcosa. Ho visto in rete filmati di 'bridge' fatti con la 3D: io allo stato attuale non ci posso neanche pensare. Non è che uso una temperatura fusore troppo alta? Sono a 190° col PLA, in teoria dovrebbe andare.

O meglio: quali possono essere gli indizi di una temperatura ugello troppo elevata? E troppo bassa?

Lo so, sono domande del cavolo, ma mi fa bene ripassare le basi :lol: .

 

Filtro ciclonico? Ti mando una foto del mio gruppo, valuta tu se mi può servire. Grazie!

 

attachicon.gifGruppo stampa 005.jpg

ooH

dalla foto si vede qualcosa...

tipo:

-condotto ventilazione errato, sembra troppo basso e rischia di impattare sul pezzo (ad esempio sottosquadra, oritrazione pezzo)

- il flusso di aria investe il lato del termistore (Sbagliato) in pratica raffredda il termistore che a sua volta deve alzare la temperatura e quindi tu leggi 190 e magari sei a 210 paradossalmente andrebbe bene se fosse tutto raffreddato (in pratica a temperatura omogenea)

- per i motori (metodo empirico da non provare a casa .....ok) quando stampi prova a bloccare la rotazione di ogni singolo motore e controlla se la coppia è al limite....oppure hai margine; ovviamente per valutare la coppia si valuta in altro modo (tipo progettuale) ma qui stiamo andando a spannometro.

Ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...