Vai al contenuto

Stampa fluida con Prusa I3 Mendel


Messaggi raccomandati

Ciao a tutti.


 


Nello stampare elementi concentrici ho notato un breve 'stop&go' ad ogni circonferenza, che mi comporta un segno, una riga verticale sul pezzo.


 


 


Mi chiedevo:


 


1- se è normale che vada a salti e non con fluidità continua


 


2- se la lunghezza del cavo USB può essere determinante (quello in dotazione è cortissimo, sto usando il classico cavo 1,5 mt con ferrite)


 


3- se è invece la motherboard che è un un pò lenta nell'interpretare il codice e quindi mi devo accontentare che vada leggermente 'a singhiozzo'.


 


4- se la situazione cambia sensibilmente utilizzando un software specifico


 


5- se il tutto dipende da un qualche parametro inappropriato che crea la pausa interpretativa


 


6- se la potenza macchina si riflette anche nello scambio dati. Uso un discreto dual core W7 64bit in USB2.0, ho notato che se faccio un pò di operazioni in windows (apro qualcos'altro) la stampa tende a rallentare.


 


7- Per quello che ne so la cache dati dell'arduo Ino è minima (63 byte), c'è modo di fargli una seconda cache software?


 


8- La lunghezza del cavo USB può essere forse ovviata con un HUB nelle vicinanze della stampante (o con un portatile, ma voglio lavorare col desktop).


Qualcuno di voi ha provato ad allungare il cavo utilizzando un adattatore USB-Ethernet? E' vero che il desktop sta già emulando una COM aggiuntiva su USB, ma magari si può fare anche in ethernet col vantaggio di tirare un cavo più lungo.


 


Qualcuno è già passato per questo problema?


Grazie anticipate.


 


Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 14
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Ciao a tutti.

 

Nello stampare elementi concentrici ho notato un breve 'stop&go' ad ogni circonferenza, che mi comporta un segno, una riga verticale sul pezzo.

 

 

Mi chiedevo:

 

1- se è normale che vada a salti e non con fluidità continua

 

2- se la lunghezza del cavo USB può essere determinante (quello in dotazione è cortissimo, sto usando il classico cavo 1,5 mt con ferrite)

 

3- se è invece la motherboard che è un un pò lenta nell'interpretare il codice e quindi mi devo accontentare che vada leggermente 'a singhiozzo'.

 

4- se la situazione cambia sensibilmente utilizzando un software specifico

 

5- se il tutto dipende da un qualche parametro inappropriato che crea la pausa interpretativa

 

6- se la potenza macchina si riflette anche nello scambio dati. Uso un discreto dual core W7 64bit in USB2.0, ho notato che se faccio un pò di operazioni in windows (apro qualcos'altro) la stampa tende a rallentare.

 

7- Per quello che ne so la cache dati dell'arduo Ino è minima (63 byte), c'è modo di fargli una seconda cache software?

 

8- La lunghezza del cavo USB può essere forse ovviata con un HUB nelle vicinanze della stampante (o con un portatile, ma voglio lavorare col desktop).

Qualcuno di voi ha provato ad allungare il cavo utilizzando un adattatore USB-Ethernet? E' vero che il desktop sta già emulando una COM aggiuntiva su USB, ma magari si può fare anche in ethernet col vantaggio di tirare un cavo più lungo.

 

Qualcuno è già passato per questo problema?

Grazie anticipate.

credo si una questione meccanica

hai teso le cinghie?

hai rimosso la lacca se si è depositata sulle barre?

(dopo) hai lubrificato le barre?

i cuscinetti scorrono bene?

c'è gioco sugli assi?

credo tu abbia una CNC e quindi un comparatore meglio "a dito"(con meno forza sulla molla) prova a calcolare il backlash

se implementato sul software (marlin) inserisci in cima al Gcode il codice:

M99 X(backlash) Y (bachlash) Z(backlash) E0

verdrai che se non hai risolto meccanicamente risolvi elettronicamente

 

ps. il recupero del gioco è valido e lo tiene fino alla fine della stampa solo se non fai grandi accelerazioni (>2000mm/sec)

e dopo ti verranno dei cerchi e delle misure decisamente corrette

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao.


Ho una PruCina I3 in kit, montata col maldistomaco nel vedere gli svarioni progettuali e la componentistica che in alcuni casi è fake (es. cuscinetti).


(le CNC hobbistiche le conosco, ne ho progettate alcune, anche se non ne ho mai assemblate).


 


Le cinghie sono tese correttamente, tutto è lubrificato.


Giochi non ne vedo, l'asse Z è diretto sugli stepper, l'asse X scorre miracolosamente bene. Il banco scorre sull'Y, non è proprio 'smoothly' ma può andare.


Ci ho messo serate per regolarlo al meglio e di più non si può (bugia, appena mi decido cambio i pattini e sarà un altra musica).


Come dicevo i cuscinetti sono dei fake, e non poteva essere altrimenti perchè i cilindrici valgono (l'ho scoperto dopo in Baia) 1,9€/cad. mentre i pattini 2.9€/cad.


 


 


I problemi di scorrimento (banco ruvido) vengono fuori solo alle alte velocità di traslazione, basta limitare la velocità e tutto va per il meglio (così spero).


 


La lacca (poca) la applico con il vetro tolto e lontano dalla stampante.


 


Mi sono messo ad osservare la stampa e ho notato che il problema della pausa è proprio software, ossia la stampante esegue un giro, si ferma un attimo e poi esegue il successivo.


Il tutto in modo indipendente dalla traslazione del banco (cioè la pausa avviene quando non vi è una traslazione che richieda un cambio di direzione o altro, non è il banco che 'si blocca').


 


Per il resto la stampa è regolare, a parte la righina verticale causata dalla pausa.


 


Forse è un qualche settaggio con cui non ho famigliarità.


Forse il cavo USB lungo, ma non mi pare perda colpi, è solo apparentemente lenta nell'interpretare il codice.


 


Adesso però devo fare le prove con un altro software, magari il problema è lì.


Faccio la prova e poi riporto nel forum.


 


Grazie per i codici!  Possono sempre servire.


Ho una meccanica CNC in garage da terminare e mi sa che sarà una meta inevitabile. Al diavolo i cinesi.


Link al commento
Condividi su altri siti

Allora, ho fatto una rapida prova di stampa con Cura.


I salti adesso sono vari, ad ogni arco.


Per intenderci è come se cercasse di disegnare un cerchio facendo segmenti lineari.


 


E non è un problema di scorrimento del banco (peraltro uso velocità moderate), è proprio un problema di flusso di dati.


 


Oltre a ciò, nonostante Cura abbia pochi parametri, mi fa la 'strisciata' di materiale interna al perimetro a spezzettoni, cioè fa una serie di righe intervallate da spazi vuoti.


 


Boh?


 


Domanda: qualcuno ha ben in chiaro la funzione Quality/Enable retraction che c'è su Cura?


 


Grazie.


Link al commento
Condividi su altri siti

Scoperto l'arcano (bastava guardare a monitor).


 


In pratica il sobbalzo è dato dalla traslazione che avviene dopo che l'ugello ha stampato il perimetro interno.


La continua alternanza tra la stampa del perimentro interno e quello esterno (il pezzo è sottile e bastano solo quei due) provoca una piccola quanto ovvia micro-traslazione del piano che però, siccome eseguita a velocità troppo alta rispetto alla frazione di spostamento, provoca lo scossone.


 


 


A questo punto urge definire da software che nelle traslazioni minimali devi avere una velocità infima e proporzionale allo spostamento, con le sue rampe di decelerazione/accelerazione.


 


Si può fare con un qualsiasi software free?


 


Grazie.


Link al commento
Condividi su altri siti

Scoperto l'arcano (bastava guardare a monitor).

 

In pratica il sobbalzo è dato dalla traslazione che avviene dopo che l'ugello ha stampato il perimetro interno.

La continua alternanza tra la stampa del perimentro interno e quello esterno (il pezzo è sottile e bastano solo quei due) provoca una piccola quanto ovvia micro-traslazione del piano che però, siccome eseguita a velocità troppo alta rispetto alla frazione di spostamento, provoca lo scossone.

 

 

A questo punto urge definire da software che nelle traslazioni minimali devi avere una velocità infima e proporzionale allo spostamento, con le sue rampe di decelerazione/accelerazione.

 

Si può fare con un qualsiasi software free?

 

Grazie.

non so se hai Marlin

Ma puoi provare

M205 X(?accelerazione) Y... Z... E...

la traslazione del piano?? perde passi? il vetro si sposta?controlla il jerk XY....

"reprap gcode" per capirsi è come il Lookhead di mach3

M206......

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie per i codici!


 


Ho il Marlin, il piano scorre senza giochi.


 


Per traslazione intendo dire 'spostamento generato dal codice iso nelle direzioni impostate'.


In pratica da monitor vedo che viene stampato un cerchio esterno (con movimento fluido continuo) e uno interno (con movimento fluido continuo).


 


Tra l'uno e l'altro viene mosso il banco, di pochi decimi.


 


Cioè: è tutto l'insieme che si muove per disegnare il cerchio, solo che l'asse z non si sposta (i due perimetri sono sullo stesso layer), l'asse x si sposta ma non fa traballare nulla, l'asse Y, ovvero il banco, ha un movimento rapido di pochi decimi che fa un sobbalzo.


 


Se quel movimento fosse eseguito nella giusta maniera (bassa velocità/accelerazione/altro) non ci sarebbe il sobbalzo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Questo è uno dei tanti limiti degli slicer open source, che deriva dal fatto che sono chiamati a pilotare il "percorso utensile" su macchine potenzialmente anche molto diverse tra loro. Il problema è generalmente aggravato dal fatto che il firmware Marlin in concomitanza con le ridotte potenzialità di calcolo dei processori 8 bit introduce delle micropause nel movimento dell'estrusore, che danno luogo a "scatti" dannosi per la qualità di stampa. In aggiunta, la presenza (ove ricorra) di display grafici determina un considerevole consumo di risorse di calcolo, accentuando il fenomeno. Su alcuni modelli di stampanti (particolarmente le Delta), in presenza di display grafici i sussulti sono talmente frequenti che la qualità di stampa viene considerevolmente compromessa.


Il firmware Repetier riduce in parte i problemi, ma la soluzione definitiva sono firmware e slicer proprietari, che tengano conto delle caratteristiche meccaniche/elettroniche e delle inerzie ed accelerazioni della specifica stampante, per ottenere sempre movimenti fluidi.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ohh grazie! Risposta molto esauriente.


 


Sono più o meno in quelle condizioni, e col display (ma non grafico).


Firmware Repetier? Vedo che nel menù c'è l'opzione.


 


Secondo te posso caricarlo nella mia PruCina I3 Mendel?


E' un'operazione reversibile?


 


Ciao.

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...