Vai al contenuto

Stampa 3D per prototipi in termoformatura


Tonyblack
 Condividi

Messaggi raccomandati

Ciao a tutti gli esperti di questo merviglioso mondo!

Sono un designer e dovrei realizzare alcuni prototipi di blister in materiale termoformato (una macchina per far prove di termoformatura c'è) e ho pensato che le matrici potrei realizzarle in materiale 3D stampato? Ovviamente la mia non è un'affermazione ma una domanda a voi che ne sapete molto più di me! Sapete se è già una maniera per ottenere prototipi in termoformatura? Eventualmente, quale sarebbe una macchina e tencologia più adatta e ovviamente che abbia anche il costo più basso sia di per sé che per quanto riguarda i materiali della stampante? Penso che una dimensione di 30x30x15h cm come oggetto (massimo) da ottenere vada bene.
Grazie a tutti gli esperti che vorranno rispondermi...

Un caro saluto,

 

Tony ;-)

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Tony


Abbiamo stampato stampi da termoformatura sottovuoto, utilizzando ABS, di dimensioni approssimative 300x300x45....con questa


Se devi fare piccole produzioni a basse cadenze il risultato e' decisamente buono.


Ovviamente, la termoformatura sottovuoto ricopia fedelmente lo stampo, quindi se hai bisogno superfici assolutamente lisce devi mettere in conto un po' di finitura manuale (es.vapori di acetone).


Se poi vuoi cadenze elevate puoi sempre stampare il negativo, da usare per colarci dentro resine epossidiche caricate.


Ho qualche dubbio sulla possibilità di raffreddare BENE uno stampo spesso 150mm (ma se devi fare una stampa al minuto potrebbe anche reggere).


 


Cordiali Saluti


Davide Ardizzoia

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Davide,

mi complimento con te, sei un vero esperto!
No, non devo fare produzione, ma solo valutare estetica e funzionalità di nuove forme, quindi va benissimo anche la finitura manuale, ma come si fa? Non ho però ben capito cosa vuoi dire con questo: "Se poi vuoi cadenze elevate puoi sempre stampare il negativo, da usare per colarci dentro resine epossidiche caricate", puoi spiegarmi?

Grazie,

Tony ;-)

Link al commento
Condividi su altri siti

Per finitura manuale nei pezzi stampati s'intende o levigate il pezzo con carta vetrata fine ( PLA) oppure usando i vapori di acetone ( ABS) ,nel caso di quest'ultimo bisogna stare molto attenti perché è una procedura PERICOLOSA!

stampare in negativo in pratica ti serve per produrre poi una 'matrice' positiva dell'oggetto in un materiale più resistente così da poter stampare con la termoformatura in tutta tranquillità.

Per intenderci stampi in 3D in negativo ( o stampo) applichi una c'era distaccante e ci coli una resina da stampo ( magari caricata )

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...