Vai al contenuto

Slic3r Vs Ultimaker Cura - Un buon compromesso?


Messaggi raccomandati

Entrambi sono programmi di slicing, lo sappiamo, ma ho notato che tra i due vi è una certa differenza tra i due, una in particolare che ho notato: le modalità di slicing. Tra Cura e Slic3r la stampante intraprende due percorsi ben diversi. Premetto che adoro Cura, è molto "attrezzato" in tutto e per tutto, ma ahimé mi dà un sacco di problemi: uno tra i quali l'adesione al piano (di cui avevo aperto una discussione QUI).

Allego qui sotto due foto che mostrano la differenza del primo layer stampato con i due slicers. Da notare come il problema non sia il piatto, bensì un qualcosa (non so cosa) che sta nei valori di questi slicers. Ora, dritta al punto, vi chiedo (in sostanza) di aiutarmi a usare Cura.

Ultimaker Cura è il più completo e comodo da usare, mentre Slic3r fa la sua bella figura tranne quando si tratta di stampare in due colori per il quale il programma non prevede una funzione che possa essere definita come "torre di innesco". Cura però ha i suoi problemi e mi rivolgo a voi e alle vostre esperienze per aiutarmi:

1) Il Brim è troppo incollato. Slicer ha un brim bene o male staccato, per cui se per un qualsiasi motivo se ne viene via un filo, gli altri rimangono incollati. CURA no. Cura fa un brim abbastanza "solido" e io vorrei separare un pochetto le pareti del brim in modo da poterle fare quanto più simili a quelle di Slic3r. E' possibile farlo?

2) Come avrete potuto constatare dagli allegati, la stampa peggiore è stata trattata con Ultimaker Cura, al momento della stampa viene deposto il filo che però si stacca. Premetto che con SLic3r questo problema non me lo fa, uso gli stessi identici valori in entrambi: Estrusore a 200 e Piatto a 70. Perchè nel caso di Cura si rialza a tal punto che quando ritorna l'estrusore giustamente lo rovina? Cosa posso fare?

Ragazzi, mi state dando una mano enorme e la prima stampante 3d si sta rivelando una fonte di problemi (di cui ne sto facendo tesoro per il futuro). Il vostro aiuto si sta rivelando a dir poco indispensabile! Grazie a tutti, attendo con ansia le vostre risposte ^^

IMG_20181122_192929.jpg

IMG_20181122_195546.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 18
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Immagini Pubblicate

1 ora fa, Blacksoldier10 dice:

 Il Brim è troppo incollato

in cura tra le opzioni trovi " adesione al piano di stampa" dove successivamente trovi:

tipo di adesione: brim,skirt etc... ,numero di linee,distanza dello skirt,lunghezza minima

1 ora fa, Blacksoldier10 dice:

Perchè nel caso di Cura si rialza a tal punto che quando ritorna l'estrusore giustamente lo rovina? Cosa posso fare?

non ho ben capito la frase 😅

stai chiedendo perche' cura colpisce lo stampato che si è staccato dal piano(che ha fatto una gobba nella parte centrale)?

se chiedi questo potrei dirti di abbassare un pelo l'altezza del primo layer (micron) e di aumentare lo z-hop a layer+0,1mm.

non credo che dipenda dallo slicer la mancata adesione in questo caso (sarei molto sorpreso se fosse) credo che la tua stampante abbia una "anomalia" meccanica che non va d'accordo con cura(e questi valori) mentre slicer (che calcola in modo diverso le cose da fare) non viene disturbato da questa anomialia(mantennedo gli stessi valori).

1 ora fa, Blacksoldier10 dice:

Entrambi sono programmi di slicing, lo sappiamo, ma ho notato che tra i due vi è una certa differenza tra i due, una in particolare che ho notato: le modalità di slicing.

questo è normale che succeda, ogni slicer fara' compiere alla macchina dei movimenti leggermenti diversi dagli altri oppure significa che i due programmi sono dei cloni(uno dei due ha copiato l'altro).

fin dalle prime macchine a controllo numerico il software che genera il percorso utensile (in questo caso estrusore) ha subito un processo di ottimizzazione mirato a due obbiettivi principali,ridurre il tempo per effettuare un dato lavoro e la riduzione dei movimenti "inutili" della macchina.

il fatto che cura faccia in modo diverso il primo layer è solo il risultato dell'ottimizazione che è stata fatta al software mirando ad esempio a ridurre il tempo di stampa(e\o ridurre i movimenti e\o salvare il materiale) non è detto che nel tuo caso con questa stampante e questi valori risulti essere la scelta ideale,cosa che per una combinazione di eventi fa si che sia slicer la soluzione migliore in questo caso....

Link al commento
Condividi su altri siti

22 minuti fa, FoNzY dice:

in cura tra le opzioni trovi " adesione al piano di stampa" dove successivamente trovi:

tipo di adesione: brim,skirt etc... ,numero di linee,distanza dello skirt,lunghezza minima

Hai ragione in effetti mi sono spiegata male poiché il problema che riscontro quando stampo con Cura è che a causa del brim piuttosto solido, non appena si alza uno strato subito vengono appresso gli altri. Cosa che non succede con slic3r poiché mette un minimo di spazio (non troppo) tra una linea e l'altra. Posso aumentare lo spazio tra le linee in Cura? 

 

22 minuti fa, FoNzY dice:

stai chiedendo perche' cura colpisce lo stampato che si è staccato dal piano(che ha fatto una gobba nella parte centrale)?

No in effetti la seconda domanda era collegata alla prima. Da quello che ho visto io osservando attentamente il tutto a livello piatto la stampante va a riempire uno spazio (parliamo del primo strato di un modello a caso). Succede che mentre deposita il filamento, dove è appena passata, inizia a rialzarsi un lembo che ovviamente causerà non pochi problemi quando la stampante tornerà subito dopo a depositare la linea accanto, che non troverà supporto dato che questo si sta rialzando. Ovviamente l'estrusore se lo porta via perché rispetta la sua altezza data. Il punto non è evitare che urti contro il rialzo ma impedire che questo si stacchi dal piatto. 

La mia teoria è che siccome Cura fa un brim decisamente più omogeneo di slic3r, al minimo problema di adesione su una linea l'area circostante dello stesso strato subirà quella deformazione e da qui l'origine di tutti i problemi. Volevo aumentare lo spazio tra le linee ma in Cura non sono sicura che esista un'opzione del genere.

Link al commento
Condividi su altri siti

32 minuti fa, Blacksoldier10 dice:

Volevo aumentare lo spazio tra le linee ma in Cura non sono sicura che esista un'opzione del genere.

non credo esista ma puoi disegnare delle linee e togliere il brim.

puoi creare un file che consista in 2,3 o 4 linee larghe 0,4mm e alte 0,2mm separate dalla distanza che preferisci, praticamente un brim "fatto in casa", poi posizionerai questo file sul piano inseme all'oggetto in modo da avere due file in stampa ma che uno sia il brim da te scelto (ovviamente potrai scalare l'oggeto "brim" a tua necessita')

Link al commento
Condividi su altri siti

Torno con un aggiornamento positivo! Innanzitutto ringrazio @zonalimitatoree @FoNzY per l'aiuto che mi avete dato.

Per quanto riguarda il tuo suggerimento, @zonalimitatore, ho fatto una serie di gcode variando diversi parametri l'uno dall'altro tra cui: larghezza della linea, flusso, altezza strato, ventola o meno, ritrazione o meno, tra cui ho provato anche la configurazione da te suggeritami ma nulla: si stacca. Riempiendo, soprattutto se è lungo il tragitto che deve fare da una parete perimetrale all'altra, verso il centro (del modello, non del piatto) sembra avere qualche problemino.

Dov'è l'aggiornamento positivo, dunque? Credo di avere parzialmente risolto: ho diminuito la velocità di riempimento dello strato da 30 mm/s a 15 mm/s e il problema è stato in gran parte risolto! Il fatto è che, volendo cercare di raggiungere il massimo risultato possibile da queste stampanti, comunque si rialza. Certo, in forma minore rispetto a prima, ma è come se facesse tipo "sacca d'aria" (può essere che derivi dal piatto che non è mai perfettamente piano...). In questo momento sto stampando un secondo tentativo come test e quell'effetto "sacca d'aria" non lo ha più fatto, quindi il problema non è localizzato in un determinato punto ma va a "preghiera" 😅

Sono soddisfatta del risultato che sto ottenendo, ma avete qualche suggerimento per migliorare la qualità della stampa dai parametri di Cura? 

Link al commento
Condividi su altri siti

Ottimo. Cura ha davvero tanti parametri che se non s'imposta un settaggio giusto si va a compromettere tutto.  Il primo layer comunque è davvero molto ma molto importante. A volte la velocità va ridotta e di molto.

All inizio io ( e a volte anche adesso con dei pezzi un po' ostici) preferisco utilizzare il raft su 2 o 3 livelli,ma sempre a velocità ridotte.

Poi una volta che ha aderito,allora non è più un problema.

 

Se non attacca però,mi vien da pensare che sia un problema di altezza ugello.Non vorrei che in slic3r lo hai impostato,mentre in cura no (che è installabile a parte come plugin).

Prova a farci caso se noti nell'uno o nell'altro un altezza diversa dell'ugello dal piatto nel primo layer 😉

Link al commento
Condividi su altri siti

È vero, Cura è bellissimo perché molto completo e pieno di comode funzioni, ma ha anche i suoi contro e cioè che è troppo complesso... 

1 ora fa, zonalimitatore dice:

All inizio io ( e a volte anche adesso con dei pezzi un po' ostici) preferisco utilizzare il raft su 2 o 3 livelli,ma sempre a velocità ridotte.

Poi una volta che ha aderito,allora non è più un problema. 

Non avendo avuto tanti problemi prima avevo lasciato tutto di default. È chiaro che più vado avanti e più cerco di raggiungere il massimo ottenibile. 

1 ora fa, zonalimitatore dice:

Se non attacca però,mi vien da pensare che sia un problema di altezza ugello.Non vorrei che in slic3r lo hai impostato,mentre in cura no (che è installabile a parte come plugin).

Prova a farci caso se noti nell'uno o nell'altro un altezza diversa dell'ugello dal piatto nel primo layer 😉

Sin dall'inizio ho stampato a 0.35...non uno 0.5 in più o in meno altrimenti il filamento non si attaccava neanche con tutte le condizioni favorevoli del mondo... Poi non so cosa è cambiato, porto a 0.3 (con Cura) e noto che non fa tante storie come all'inizio. C'è anche da dire che tra le varie opzioni su cui ho smanettato, la velocità del primo layer mi ha aperto un mondo. Proverò nei giorni successivi ad abbassarlo a 0.2 ma ho notato che in certi punti l'ugello si avvicina pericolosamente al piatto, dove è leggermente concavo. In entrambi i slicers però l'altezza è stata impostata a dovere, per cui non penso sia un problema di altezza.... 

Ps: cosa intendi esattamente con plug in per l'altezza dell'ugello? Ho già spulciato i plug in ma non ho fatto caso a un'opzione simile.... 🤔

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...