Vai al contenuto

Tempi di stampa e calcolo cm^3 effettivi di materiale


 Condividi

Messaggi raccomandati

Ciao a tutti,

che programma usate per calcolare i cm^3 effettivi di materiale estruso? Quale programma di slicing è il meno ottimista con il calcolo dei tempi di stampa? Grazie!

Ciao Baburla!

tutti i programmi di slicing effettuano il calcolo dei cm^3 cura, slic3r simplify...etc..

per i tempi di stampa ad esempio cura si basa sull ultimaker 2? e a parte la velocità e gli strai un parametro fondamentale è l'accelerazione...mi spiego meglio:

ho realizzato un oggetto (puramente indicativo ma di riferimento) dallo slicing cura mi diceva 10h ho stampato questo modello con un'accelerazione di default di 2000mm/sec^2 ed indicativamente il tempo di realizzazione è stato di 10h e 50min.

per marcare la valutazione ho impostato le accelerazioni a 500mm/sec^2 ed i tempi sono diventati biblici circa 15h.

al contrario se impostate l accelerazioni a 4000mm/sec^2 i tempi si sono ridotti a circa 8h 30min...

questa valutazione puramente indicativa serve solo a comprendere che molti altri parametri ad esempio come il jerk possano influire sul tempo di stampa ed ovviamente sulla qualità della stessa.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

che programma usate per calcolare i cm^3 effettivi di materiale estruso? Quale programma di slicing è il meno ottimista con il calcolo dei tempi di stampa? Grazie!

aggiungo che lo costamento della valutazione del tempo di stampa ovviamente si nota meno su oggetti piccoli e invece su oggetti di notevoli dimensioni è un riferimenti praticamente inutile....

esempio:  quando ho stampato il Marvone "biggest Marvin" per 3dHubs varie simulazioni mi fornivano dati contrastanti da 90h a 120h per poi arrivare a fine stampa e totalizzare 180h e 30min

Link al commento
Condividi su altri siti

aggiungo che lo costamento della valutazione del tempo di stampa ovviamente si nota meno su oggetti piccoli e invece su oggetti di notevoli dimensioni è un riferimenti praticamente inutile....

esempio:  quando ho stampato il Marvone "biggest Marvin" per 3dHubs varie simulazioni mi fornivano dati contrastanti da 90h a 120h per poi arrivare a fine stampa e totalizzare 180h e 30min

Ciao  I3D !  Cosa mi consigieresti oltre  al  nastro  Kapton per  stampare un prototipo  che  dovrebbe  avere come  ore di stampa circa 115 ore ???  Grazie  Alessandro 

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Baburla!

tutti i programmi di slicing effettuano il calcolo dei cm^3 cura, slic3r simplify...etc..

per i tempi di stampa ad esempio cura si basa sull ultimaker 2? e a parte la velocità e gli strai un parametro fondamentale è l'accelerazione...mi spiego meglio:

ho realizzato un oggetto (puramente indicativo ma di riferimento) dallo slicing cura mi diceva 10h ho stampato questo modello con un'accelerazione di default di 2000mm/sec^2 ed indicativamente il tempo di realizzazione è stato di 10h e 50min.

per marcare la valutazione ho impostato le accelerazioni a 500mm/sec^2 ed i tempi sono diventati biblici circa 15h.

al contrario se impostate l accelerazioni a 4000mm/sec^2 i tempi si sono ridotti a circa 8h 30min...

questa valutazione puramente indicativa serve solo a comprendere che molti altri parametri ad esempio come il jerk possano influire sul tempo di stampa ed ovviamente sulla qualità della stessa.

Ma se nella creazione del Gcode tengo disattivato il controllo dell'accelerazione, avrò una stampa con l'accelerazione di default della stampante? In Slic3r l'ho trovato questo parametro, invece su Cura no. Non è modificabile o non lo trovo io? :D   Un' accelerazione troppo alta che problemi comporta? Nel senso, ti è mai capitato di vedere un difetto in una stampa che era riconducibile ad un'accelerazione troppo alta? Scusami per tutte queste domande e per la miriade di "accelerazione" (toh un'altra volta), ma vorrei capire quanto la modifica di questo valore possa incidere per una buona riuscita di una stampa. Grazie!  

Link al commento
Condividi su altri siti

aggiungo che lo costamento della valutazione del tempo di stampa ovviamente si nota meno su oggetti piccoli e invece su oggetti di notevoli dimensioni è un riferimenti praticamente inutile....

esempio:  quando ho stampato il Marvone "biggest Marvin" per 3dHubs varie simulazioni mi fornivano dati contrastanti da 90h a 120h per poi arrivare a fine stampa e totalizzare 180h e 30min

Però se un programma di slicing conosce tutti i paramentri di velocità, accelerazione,numero di layer etc etc alla fine il calcolo che compie dovrebbe essere preciso. Il motivo per cui i tempi reali di stampa si discostano di così tanto è che magari la macchina non riesce a raggiungere/mantenere costanti certi valori impostati?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao  I3D !  Cosa mi consigieresti oltre  al  nastro  Kapton per  stampare un prototipo  che  dovrebbe  avere come  ore di stampa circa 115 ore ???  Grazie  Alessandro 

Ciao Alessandro ...

Ti ho risposto sull'altra discussione

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma se nella creazione del Gcode tengo disattivato il controllo dell'accelerazione, avrò una stampa con l'accelerazione di default della stampante? In Slic3r l'ho trovato questo parametro, invece su Cura no. Non è modificabile o non lo trovo io? :D   Un' accelerazione troppo alta che problemi comporta? Nel senso, ti è mai capitato di vedere un difetto in una stampa che era riconducibile ad un'accelerazione troppo alta? Scusami per tutte queste domande e per la miriade di "accelerazione" (toh un'altra volta), ma vorrei capire quanto la modifica di questo valore possa incidere per una buona riuscita di una stampa. Grazie!  

su su tutti i software hai la possibilità di gestire le accelerazioni ed i jerk e mille altri parametri ...ad esempio

M201 X2000 Y2000 Z500 E2000

imposta le accelerazioni di X a 2000mm/sec^2 di Y .....

ti basta inserirlo nello start Gcode e ad ogni slicing verrà introdotto questo tipo di accelerazione....

dimenticavo....questo te lo puoi permettere solo su software OPEN

l'accelerazione troppo alta comporta vibrazioni e quindi una cattiva finitura superficiale in genere.

ma se portata al limite sopportabile per la macchina ovvero quando la finitura superficiale non ne risente riesci combinndo la corretta temperatura e velocità ad avere stampe senza ooze, un ottima finitura, zero remeling per permetterti di stampare a strati molto sottili

comunque per la finitura superficiale più che l'accelerazione influisce il jerk limite per il quale la macchina deve ogni volt eseguire un'accelerazione...mi spiego meglio

per il Jerk se non ricordo male

M206 T3 P39 X1

jerk a 1 (in genere stampa lenta e dettagliata ne risente molto la struttura della macchina perchè deve eseguire molte accelerazioni, quindi lenta perchè ogni volta deve decellerare ed accelerare)

jerk ad esempio a 20 (stampa rapida e finitura morbida con molte meno accelerazioni)

 

Esempio

Se volessimo stampare un cilindro tutti sappiamo che nei file STL la superfice esterna è la concatenazioni di molte rette.

a parità di accelerazioni:

se impostiamo il jerk a 1 sulla superfice si notera molto di più la segmentazione della circonferenza

se impostiamo il jerk a 20-30 la superfice tenderà ad essere più smussata 

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...