Vai al contenuto

Considerazioni stampanti 3D


lollypoppy
 Condividi

Messaggi raccomandati

Ciao a tutti, :)
mi serve una stampante 3D che stampi circa max un volume 20x20x20cm con una risoluzione intorno ai 100micron, possibilmente doppia testa di stampa, e possibilità di stampare vari materiali: PLA, ABS, ecc. L'utilizzo è la stampa di prototipi per valutazioni estetiche e dimensionali del prodotto finito.

Sto cercando di capirne qualcosa in mezzo a questo mondo, e una idea me la son fatta. Ho capito che, al di la della fattezza della stampante, un aspetto fondamentale sulla qualità del risultato di una stampata, è dettato dai parametri di stampa e dalla qualità del filo utilizzato; inoltre ho capito che, per limiti fisici la meccanica della stampante conta fino ad un certo punto, inutile avere guide che garantiscono il millesimo se poi la dilatazione e deformazione del materiale supera questi valori.
Vedo che a cavallo dei 2500 euro si trovano tutte le stampanti, diciamo di un buon livello per utilizzo desktop per la stampa oggetti da prototipazione, quindi vorrei capire su quali aspetti concentrarmi.
Ho visto le CUBE, MAKERBOT, SHAREBOT, ZORTRAX, ecc, tutte stampanti con caratteristiche simili. Ho sentito anche parlare bene della 3ntr A4 ma ho letto che costa quasi il doppio rispetto alla media però non capisco quale sia la differenza... Alla luce di quanto detto sopra questa stampante vale questa differenza di prezzo? c'è chi l'ha acquistata e sa argomentarmi la differenza di questa macchina rispetto alle altre?
Ringrazio e attendo le vostre considerazioni.
Ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Lollipoppy.


non puoi prescindere da una buona meccanica... soprattutto quando si trova in zone critiche quali estrusore e alimentazione filo.


 


Se poi miri alla stampa di precisione (100 micron) non puoi prescindere da una ottima e robusta ingegnerizzazione del prodotto.


 


Costiamo di piu', perche' dentro a una stampante 3ntr trovi (ordine sparso):


 


- carpenteria da 2mm inox all'interno, acciaio all'esterno.


- guide lineari a ricircolo di sfere per uso fino a 120°C


- puleggie GT2 tornite su misura, eccentricita' <5micron


- raffreddamento a liquido degli estrusori


- possibilita' di stampare qualsiasi filamento diametro 3mm in commercio


- piano rimovibile ad aggancio magnetico


- otto boccole a ricircolo di sfere


 


...ma sta diventando spam*, e mi fermo qui.


 


Non so se qui troverai utenti 3ntr, solitamente vendiamo a utenza professionale/industriale che bazzica poco i forum, ma con le nostre stampanti crea pezzi che vanno sia nelle profondita' marine che sia (prossimamante) in orbita, passando per applicazioni vicine a noi (implantologia ossea, calzaturiero, elettronica di consumo).


 


Siamo comunque a tua disposizione per qualsiasi informazione, magari usando canali diretti (info@3ntr.net)


 


Cordiali Saluti


Davide Ardizzoia


 


*: se il moderatore ritiene opportuno cancellare, non ho nulla da eccepire


Link al commento
Condividi su altri siti

Buonasera Davide,
ringrazio per le sue risposte.
Visto che sei l'unioc che ha risposto, se posso mi permetto di fare alcune osservazioni, solo per chiarirmi qualche aspetto:
1) che vantaggio danno le guide fino a 120°C? a che temperatura massima arriva l'interno della macchina?
2) la stampante A4 ha gli ugelli raffreddati a liquido? che vantaggio da?
3) perchè questa stampante utilizza filo da 3mm quando tutte le altre utilizzano filo da 1,75?
4) i movimenti degli assi sono a vite o a cinghia? qual'è la differenza tra queste due soluzioni?
Ti chiedo queste informazioni per capire un pò meglio la valenza di queste soluzioni e spero siano informazioni utili anche per gli altri.
Grazie in anticipo
Saluti

Link al commento
Condividi su altri siti

1) Le guide tradizionali, se esposte a temperature superiori ai 50°C continuativi, durano molto meno


2) Il raffreddamento a liquido funziona meglio di una ventola, quindi hai migliori rese in fase di stampa


3) "TUTTE LE ALTRE usano 1.75" ?!?!?!?! Sicuro sicuro ?!?  :-)


4) La vite e' precisa, ma troppo lenta per gli assi XY: per questo (che io sappia) tutti le usano SOLO per l'asse Z, dove serve molta precisione e poca velocita'.


 


A disposizione


Davide Ardizzoia


3ntr


Link al commento
Condividi su altri siti

Confermo sul punto 4, le viti sono lente ma molto molto precise, quindi sono perfette per l'asse Z!


 


Ho potuto vedere le 3ntr diverse volte e devo dire che come componentistica sono tra le poche che non si fanno mancare niente. Sono dei carri armati.


 Non ho mai avuto modo di usarne una, quindi non posso dare un parere diretto di utilizzo.


 


Sulla questione del filamento non mi farei problemi, diverse usano il 3mm.


  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

La scelta verso il 3mm è dovuta a diversi fattori, ormai tendenza è verso 1,75, ma non ne sarei sicuro al 100% in mercato nuovo e in continua mutazione come questo..


Che mi venga in mente Utimaker usa 3mm e anche altri.


In alcuni c'è la convinzioni che per stampe molto lunghe ( spesso chi acquista 3ntr ha questa esigenza) 3mm sia piu' affidabile, sicuramente soffre meno che 1.15 nel caso di variazione diametro nei filamenti


Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...