Vai al contenuto

Stampa a gel


Jim
 Condividi

Messaggi raccomandati

Ciao a tutti!


 


Avrei la necessità di una stampante economica (quanto possibile) per la prototipazione di un progetto. Bisogna infatti "stampare" del gel all'interno di supporti contenitori (tipicamente vaschette) in strisce sottili quanto possibile per evitare bolle di grosse dimensioni. Questo gel è ad uso medico, ma per i primi prototipi, e per vedere come si comporta il gel quando stampato, per adesso non è necessario avere una stampante certificata per uso medico, anche se in un futuro, dovesse essere un successo, sarebbe ben differente. Quindi ricapitolando, se non ho capito male, per la fase prototipale potrebbe bastarmi benissimo anche una Prusa i3, ma ho bisogno di modificarla in modo da pompare un gel anziché spingere / tirare un cavo e, in quanto il materiale non è solido, immagino una guaina Bowden. Ed ovviamente non dovrei riscaldare né la base né la punta stampante.


 


Secondo voi riesco a cavarmela con una prusa i3 ed una modifica che esiste già (=> stampa di materiali non solidi), oppure bisogna pensare ad un apparato custom (quindi tradotto devo ingegnerizzare una pompa che spinga il prodotto ed interfacciarla con i software di stampa)?


 


Grazie mille :)


Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 9
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Penso ci siano già soluzioni pronte nel caso dell'estrusore. Adesso non mi ricordo esattamente ma ce ne sono sicuramente un paio per il silicone.. per non saprei se fanno cose molto sottili. quelli che avevo visto sparavano abbastanza materiale ma penso basti cambiare l'ugello. Sinceramente non ho mai provato


Link al commento
Condividi su altri siti

Ecco, diciamo che se l'idea funziona si considererebbe una stampante professionale ovviamente. Per quanto riguarda la stampa "sottile" è per evitare la formazione di bolle, infatti attualmente il gel viene posato manualmente nelle vaschette, ma è così denso che rimangono le bolle al suo interno... ed una macchina a vuoto non aiuta in modo effettivo. Per questo pensavo ad una stampante 3d, in modo da "scoppiare" le bolle a livello dell'ugello.


Link al commento
Condividi su altri siti

la vedo dura che le bolle scoppino a livello ugello.


l' ugello è solo un canale di pasaggio dal quale passa il porodotto spinto fuori.


dovresti provare ad usare ugelli con dei filtri a rete micronizzata ma penso costino un botto.


il metodo più semplice, secondo me, per togliere le bolle dal prodotto, è usare un emulsore sottovuoto:


aspirando l' aria durante il mescolamento, è più facile rimuovere anche le piccole bolle.


(procedimento usato x prodotti cosmetici)


 


ciao   mauro


Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie Mauro,


 


da quanto mi hanno detto il metodo da te suggerito aiuta, ma non dà un effetto completamente soddisfacente. Sono andato sul sito del WASP project ed ho visto che hanno un ugello degasatore (parlo dell'Estrusore Argilla Kit 2.0) anche se, onestamente, per delle semplici prove acquistare una WASP da almeno 2400€ + 600€ di ugello può diventare un po' impegnativo.


Link al commento
Condividi su altri siti

un emulsore sottovuoto riesce a togliere le bolle d'aria dal prodotto durante il mescolamento.

i rossetti ne sono un esempio: vengono miscelati con dei miscelatori sottovuoto e portatia ad una temperatura

di rammollimento del proddotto, in modo da rendeli fluidi, e qui ndi colati negli stampi don degli uggelli.

Se prendi un rossetto e lo tagli, vedrai che non presenta nessuna bolla interna e la superfice esterna è

perfettamente liscia.

Se vuoi provare ua cosa un po' " casereccia ", prova a prendere un semplice miscelatore da cucina

(il classico robot da cucina x fare la pasta), importante che abbia la possibilità di regolare le velocità

di rotazione della paletta, in modo da far ruotare la paletta lentamente (deve solo muovere il prodotto,

non frullarlo) favorendo così la fuoriuscita dell' aria inglobata nel gel.

Sul coperchio applichi una valvola, dove attacchi un tubo che andrà collegata una pompa x il vuoto.

Vedrai che le bolle un po' alla volta escono.

Questo è si un sistema un da maker, ma riesci a degassare il prodotto.

Una volta degassato, aspiri direttamente il gel con il dosatore e vedrai che non contiene bolle.

Se non puoi aspirare direttamente con il dosatore, aspira il gel con una grossa siringa e poi carica il dosatore.

Link al commento
Condividi su altri siti

Credo che la soluzione prospettata da Mauro sia percorribile.


Io con una stampante stile Foodini non ho mai riscontrato il problema delle bolle grazie a tecniche analoghe a quella di Mauro, ovvio che non ho usato il materiale che interessa a Jim, ma il principio dovrebbe essere quello.

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   Non puoi incollare le immagini direttamente. Carica o inserisci immagini dall'URL.

 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...