Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Recommended Posts

Ciao ragazzi,

sono in possesso di una Witbox Bq, ne faccio uso da svariati anni ma da circa due settimane non riesco a risolvere un problema legato alla temperatura. 

Ho cambiato tre volte l'Hot End (originale Bq), nel corso degli anni e non ho mai riscontrato problemi come dall'ultima volta. 

Per sicurezza, ho riscaricato il firmware, il programma Cura 4.3.0 e lavorando in laboratorio, ho fatto diverse prove ai monofili per capire se fosse un problema legato ad una qualche bobina di PLA, comprandole da siti diversi.

 

Panico perchè il problema non si capisce da dove derivi, neanche consultandomi con i miei colleghi. 

Oggi ho nuovamente re- impostato i parametri di stampa, mettendo ad ogni configurazione di temperatura e di materiale 220 gradi.

Parte la stampa, la temperatura resta alta, ma dopo una decina di minuti i gradi sul display sia del software che della stampante risultano inferiori : es. 208/220 ed il numero sale e scende a suo sentimento senza che io possa fare nulla. Può essere un problema della termocoppia? 

Qualcuno ha riscontrato il mio stesso problema o può gentilmente aiutarmi?

 

Ps. pensandole tutte, ho tenuto in considerazione anche il piano di stampa, il software da l'opzione per riscaldarlo, ma la mia Witbox modello base non lo consente. 

Ringrazio anticipatamente. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, Dario2012 dice:

Può essere un problema della termocoppia? 

potrebbe essere un problema ai cavi della termocoppia, un po' improbabile ma potrebbe, per verificare dovresti scaldare manualmente e vedere se con ugello fermo il problema si presenta.

oppure potrebbe essere il mosfet dell'hot end che sfarfalla un po', potrebbe essere guasto di per se' o avere una saldatura difettosa che allle volte ne impedisce l'attivazione

estremamente improbabile un difetto alla termocoppia in se', dopo poco si sarebbe rotta comppletamente.

test con ugello fermo è il miglior modo per venirne a capo, ancora meglio se lo fai usando un data log tipo repetier-host (non so se puoi usarlo) e poi posti i risultati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da Mesko
      Salve a tutti, sto stampando una ventola fatta da me per utilizzarla come una ventola di raffreddamento per un pc. Il problema è che la ventola avendo una superficie d'appoggio molto limitata tende a staccarsi dal piatto un po alla volta; ho stampato poi un supporto esterno su cui agganciare la ventola (formato circa da 70 layer), al trentesimo layer circa fino alla fine della stampa ad iniziato a staccarsi lungo i bordi e ci è venuto un po di warping.
      Stampante: Anet A8    Filamento: PLA    temperatura estrusore:220 (per ventola), 190 (supporto)   temperatura piatto:65    velocità:45 mm/s
    • Da Shini3D
      Salve a tutti, sono alle prese con un problema insolito, da un pò di tempo se stampo più oggetti contemporaneamente la stampante ( in firma) crea artefatti, non so se sia colpa della versione di cura , ho provato a stampare contemporaneamente il classico cubo di calibrazione + questo

      i due cilindri sono deformi, molto irregolari  introltre nella terza foto si nota del ripple o effetto ghosting/sottoestrusione ( o almeno credo si chiami cosi) solo che il jerk che uso è basso, 5 mm/s^3
      ma se stampo un cilindro "da solo" viene perfetto

      200 gradi 
      sunlu + verde
      velocità 40 mms senza riduzioni tranne per iniziale a 30
      jerk 5mm/s 
      accellerazione generale 500mms
      accelerazione spostamenti 800 mms ( può essere questo il problema?)
      all'inizio avevo stampato 2 cilindri ed erano venuti deformati al che pensavo a problemi sulla barra dell'asse z al che ho smontato tutto ho pulito minuziosamente da ogni sporcizia e l'ho nuovamente lubrificata inoltre è perfettamente dritta e non mi spiego il motivo della stampa singola perfetta
    • Da treddì
      Salve a tutti,
      premetto che sono nuovo di questo forum, sono alla mia prima stampante 3D, una Alfawise U30 Pro. Ho già provato a contattare l'assistenza per il problema che vi sto per esporre, ma per ora nessuna soluzione ancora: ho realizzato le mie prime prove di stampa col software in dotazione Cura versione 1.4 (se non erro) e fin qui tutto bene.
      Ho provato ad installare quindi la nuova versione di Cura 4.5 e pur leggendo che questa versione potesse comportare problemi di stampa, "smanettando" un po' sono riuscito a realizzare alcune prove di stampa con successo, semplicemente cambiando le dimensioni del piatto di stampa preimpostate, che non corrispondevano con quelle effettive della Alfawise U30 Pro (spero che quest'informazione possa almeno essere utile a qualcuno).
      Dopo alcune stampe, ho dovuto annullarne una e riprenderla... non so se sia stato un caso o meno, ma da allora ho sempre avuto problemi di falso positivo col sensore di fine filamento!
      In pratica quasi sempre, all'avvio di una nuova stampa, si blocca ancora prima di iniziare chiedendomi di sostituire il filamento; provo a caricarlo, riavvio la stampa e si blocca di nuovo e così via all'infinito. Solo in qualche occasione ed in modo abbastanza "random", la stampante per una sorta di errore alla schermata "loading finished, do you want to resume printing right now?", senza nemmeno attendere che io dia una risposta, invece di fermarsi riprende a stampare come se fosse indemoniata... in pratica è come se "bypassasse" il sensore.
      Sono riuscito ad arrangiare così in attesa di risolvere il problema concludendo alcune stampe con buoni risultati, ma da ieri purtroppo non funziona più nemmeno questo "metodo", rendendo praticamente impossibile la stampa.
       Ho provato anche a smontare il sensore e premerlo il tasto di rilevamento manualmente pensando fosse un problema di pressione, ma nulla... a questo punto non so se sia un problema hardware e che io debba semplicemente cambiare il sensore, oppure un problema legato al software Cura 4.5, al firmware da aggiornare o altro.
      A qualcuno è capitato? Qualche consiglio?
      Allego un breve video della stampante indemoniata, in attesa di un esorcismo 🙂
      Grazie mille a chi risponderà!

      WhatsApp Video 2020-02-13 at 18.23.31.mp4
    • Da Shini3D
      Salve a tutti, da quando ho scoperto che con questo sito itslitho è possibile fare delle litofanie a colori ho iniziato a fare prove, non riesco a identificare il problema e a risolvere il problema della retrazione, sicuramente il pla che uso non è il più adatto, avevo solo questo, Forfutura glow in the dark ( anche se quando si carica l'effetto è pazzesco) probabilmente ha preso anche un pò di umidità ma non giustifica questa pessima qualità.
      su itslitho ho provato varie opzioni di spessore, ho anche stampanto il test per vedere che impostazioni devi usare (inutile) ho provato 3.2-0.8-----3.0-0.6----1.6-0.6----0.6-2.4 il migliore sembra essere quest'ultimo per l'altezza spazio da 70mm a 85mm
      Uso cura 4.5 e ho provato varie combo, togliere coasting e modalità combing, aumentare retrazione, 7mm a 45 mms- 5mm a 65 mms- 6mm 50sec il risultato è rimasto lo stesso per quanto riguarda oozing e stringing il problema è rimasto. Come stampante ho usato la Ender 3 in firma
      Come velocità e altezza layer ho diminuito progressivamente, la notte stellata di Van Gogh entrambe le due stampa a 0.24 layer e velocità 45mm/s con jerk a 5mms accelerazione 450 dappertutto tranne che sugli spostamenti dove l'ho messa a 800 e infill ovviamente a 100%
      questi 2 screen li ho fatti per farvi vedere dove mi crea lo stringing esattamente in corrispondenza dei movimenti

      questa sotto dovrebbe essere "sogno causato dal volo di un ape" di Dali

       
      questo è il retro della notte stellata, se aprite la foto si notato le imprecisioni e delle piccole mancanze di materiale

      queste sotto invece le ho fatte per farvi vedere il casino che fa di stringing
       

    • Da Shini3D
      Allora, inizio con un mannaggia a me, inizio contemporaneamente più progetti cambio pla impostazioni e faccio casini. Detto questo, stavo stampando i pezzi nello screen insieme ad altri e mi sono accorto che quei "piruli" ( cerchiati di nero nello screen) stavano venendo deformati, probabilmente da un jerk troppo alto (7) o velocità parete troppo alta (50 con accelerazione a 500) al che ho deciso di rifare il file ho provato a cambiare impostazioni ma non riesco a capire perchè la zona cerchiata di rosso me la stampa a velocità cosi bassa ho controllato e in sperimentale non ho attiva la funzione "riduci la velocità per dettagli di piccole dimensioni" o meglio è a 100%
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.