Il futuro della moda? Stampare in 3D i propri vestiti

New york fashion week moda stampa 3d

Prendete tutto quello che conoscete sulla stampa 3D e unitelo a quello di cui vi intendete sulla moda: qui è dove si trova Bradley Rothenberg. Egli, architetto originario della Grande Mela, ha partecipato alla scorsa edizione della New York Fashion Week con due stiliste, Latie Gallagher e Katya Lenovich.

New york fashion week moda stampa 3d

New york fashion week moda stampa 3d New york fashion week moda stampa 3d

Rothenberg aveva già collaborato nel novembre dello scorso anno con il brand Victoria’s Secret per la collezione invernale. Lì, però, le sue creazioni in 3D avevano avuto uno scopo di puro abbellimento, mentre quest’anno, oltre agli accessori, propone dei vestiti stampati in 3D del tutto indossabili, che hanno la capacità di non bloccare i movimenti e che non creano irritazione.

Il termine “tessuto” risulta però non del tutto appropriato, in quanto, anche se gli oggetti da lui realizzati si comportano in modo molto simile al tessuto, sono in realtà realizzati con materiali che non ci si sognerebbe mai di usare normalmente per creare vestiti. Il fatto che abbia trasformato materiali come l’elastomero termoplastico e il poliuretano termoplastico in capi indossabili è sorprendente, ma forse lo è ancora di più il modo in cui lo ha fatto: i tessuti sono un intreccio di fili stampati in 3D, che formano quella che sembra a tutti gli effetti una rete metallica. Questa rete può possedere varie configurazioni, dimensioni e forme, permettendo al tessuto di muoversi liberamente assieme al corpo.

New york fashion week moda stampa 3d New york fashion week moda stampa 3d New york fashion week moda stampa 3d

I capi stampati in 3D sono stati esibiti durante la Fashion Week dalle due stiliste, creando grande scalpore. Entrambe hanno utilizzato abiti completamente indossabili e anche vari accessori e dettagli per valorizzare altri vestiti.

Naturalmente questi abiti sono ancora nella fase di prototipo e Rothenberg sta studiando varie tipologie di materiali, testandone varie proprietà come l’opacità, la flessibilità e l’allungamento. Sta anche lavorando a un fattore importante, che sicuramente ci aspettiamo, determinerà il futuro della moda: lo sviluppo di un metodo per creare tessuti personalizzati, capaci di crescere attorno ad una specifica forma, come per esempio il corpo di una persona. Chi ha bisogno di un sarto quando i tuoi vestiti possono essere letteralmente stampati secondo l’esatta forma del tuo corpo?

Anche il mondo della moda sta per essere rivoluzionato della stampa 3D.

Per saperne di più, visionate il sito web di Bradley Rothenberg.