Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

albemasci

Da A8 ad AM8: Scocca in alluminio per Anet A8

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Apro questo post per presentarvi un progetto di pheneeny, un utente Thingiverse, che ha progettato una scocca con estrusioni di alluminio 2040 per eliminare il maggior difetto della Anet A8: la scocca in acrilico. Questo è il link.

Pur essendo neofita, ed avendo poca esperienza in ambito di stampa 3d, ho voluto provare a cimentarmi in questo progetto più per il divertimento e la soddisfazione che provo nello "smanettare" con queste cose che non per realizzare una stampante fai-da-te il cui rapporto qualità prezzo fosse realmente vantaggioso.

Realizzare questo progetto è comunque relativamente economico, Pheneeny dichiara 53,20$ nel BOM, ma io ho speso circa il doppio, avendo scelto bulloneria in acciaio inox e acquistato materiale di fattura europea e proveniente dall'europa per evitare attese epocali e avere una buona qualità dei materiali. Tutto europeo tranne i dadi a martello con cui ho voluto sostituire quelli quadrati, per comodità e per avere ancora maggiore stabilità: avrei speso qualcosa come 90€ solo di dadi (60 centesimi l'uno!) acquistando non cinese, per me sono impazziti.. :unamused:

Li ho presi su banggood da un magazzino europeo (arrivati in 7 giorni) a meno di 15€: decisamente più ragionevole, e nel montaggio (circa 120 dadi) non ne ho trovato neanche uno difettato!

Il montaggio ha richiesto diverso tempo, ma è stato relativamente semplice anche per me che non ho grande esperienza. Inoltre, dopo aver realizzato la parte meccanica e ripristinato i collegamenti come erano prima, non è necessario modificare in alcun modo il firmware! Gli unici rallentamenti in cui sono incappato sono stati il cavo del monitor troppo corto per arrivare alla scheda madre (ne ho trovato uno in un negozio di elettronica locale, me la sono cavata con 5€, ma si trova facilmente online), e le viti sotto il piano di stampa da dover appena scorciare.

Con qualche piccolo lavoro di trapano sono anche riuscito a installare la catena per gli assi x e y.

Inoltre, al posto della puleggia di rimando del motore Y, ho installato un secondo motore in parallelo, stampando semplicemente un supporto per il motore dell'asse Y speculare al file originale.

Questo è il risultato!

20170722_185922.thumb.jpg.303f93f47c8e3961fadbdf2d50804b11.jpg

(non fate caso ai geroglifici sullo schermo, me lo fa a volte quando stampo da SD e dimentico di scollegare dal pc la stampante! :sweat_smile:)

Ci sono dei difetti (come l'angolo superiore dell'asse z di destra che ho dimenticato di stampare in maniera speculare, e quindi è "sottosopra" rispetto al sinistro, cosa che per fortuna non compromette più di tanto la funzionalità, oppure la scatolina del monitor che aveva misure un po' troppo precise rendendo i tasti non premibili, e che per sistemare mi sono lasciato prendere un po' troppo la mano con la fresa :mrgreen:), ma la stampante è già autosufficiente per stamparsi le riparazioni! Per il resto, devo dire che è estremamente più solida e rigida rispetto a prima: è possibile sollevarla dall'estrusione superiore senza far muovere alcuna parte di un millimetro!

Adesso sto provando a stampare la mia prima benchy.. vi farò sapere le mie personali impressioni (quelle di un neofita), e vi dirò anche se credo valga la pena per i possessori di Anet A8 di investire in questo upgrade!

Buone stampe a tutti,

Albe.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

Mi scuso per non avervi più dato notizie, ma fra le ferie e altro, alla fine me ne sono dimenticato!

Dopo aver sostituito il secondo motore dell'asse Y con la puleggia di rimando (probabilmente la scheda madre originale non riusciva ad alimentare adeguatamente entrambi, e a volte perdevano degli step), posso dirmi ESTREMAMENTE soddisfatto del cambiamento.

Lo Z wobble è completamente sparito, la struttura è solidissima e sono riuscito a stampare senza problemi oggetti alti.

Si trovano moltissimi progetti su thingiverse per le estrusioni 2040 e 2020, che permettono di modificare ulteriormente la stampante: ad esempio, io ho installato un portafilamento sopra all'alimentatore, che mi permette di cambiare bobina rapidamente e mi fa risparmiare spazio sul piano su cui è appoggiata la stampante.

Si trovano anche moltissimi altri upgrade che permettono di cambiare la scheda madre o di installare un alimentatore maggiorato.

Mi è stato possibile installare un piatto da 275x220, aumentando di molto il volume di stampa; inoltre, modificando la lunghezza delle estrusioni in alluminio ed acquistando nuove barre, sono abbastanza sicuro che sarebbe possibile stampare anche con un piatto da 300x300.

In definitiva, a mio modestissimo parere, è una modifica validissima!

Appena riesco mando qualche foto!

Albe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao! Ottimo lavoro complimenti. molto bella e sembra anche solida.

Ma alla fine rimane qualcosa della vecchia Anet? o è meglio costruirsela da zero? :blush:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Leouz,

Grazie! =)

credo che se dovessi costruirmi da zero una stampante con le esperienze fatte, opterei per altri modelli, come Cubetrix, QUESTO.

Però è anche vero che molte persone, come ho fatto io, partono da stampanti più economiche, come A8, che hanno il vantaggio di essere molto diffuse e quindi avere potenzialmente più supporto.

Il poco che ho imparato in ambito di stampa 3d lo ho fatto grazie alla pratica con la mia A8, non so se tutti, senza esperienza, sarebbero in grado di costruire da zero modelli sicuramente migliori degli "starter kit" come A8, ma che hanno meno supporto online. Io probabilmente non lo sarei stato!

Della vecchia anet resta poco, ma dato il costo relativamente piccolo delle modifiche, si potrebbe pensare di fare esperienza con la Anet originale per poi migliorarla piano piano, come sto facendo io. Un modo per avvicinarsi alla stampa 3D sicuramente non efficientissimo economicamente, ma fattibile e divertente! =D

Quindi per risponderti: non credo convenga costruirsela da zero, perché esistono modelli che credo siano superiori! Penso che però convenga fare l'upgrade una volta padroneggiata la A8, a meno che non si desideri passare direttamente a tecnologie di stampa diverse (tipo CoreXY).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


I servizi di Stampa 3D forum

Seleziona il servizio che stai cercando:



  • Contenuti simili

    • Da residentevil
      Salve a tutti....ho un problema che mi sta facendo impazzire...la mia anet a8 quando mi fa alcune stampe mi presenta questo difetto nelle pareti....purtroppo non posso fare tante prove perchè queste sono stampe da 7h e quel difetto si presenta a 5/6h di stampa....cosa potrebbe essere??


    • Da Nicc0lo
      Buonasera ragazzi. Posseggo una stampante 3D Anet A8.
      Dal momento che mi ha sempre portato problemi fin dalle prime stampe, dovuti principalmente alla calibrazione sempre sballata della macchina, dopo la spesa iniziale per la stampante, data la delusione dai risultati ho stampato pochissimo. Ho deciso quindi di vederla a pochissimo prezzo (già assemblata, 50€ più filamento) e il mio potenziale acquirente mi ha chiesto di vedere una stampa di prova. Ho quindi deciso di stampare un Baby Yoda per il figlio di questo signore, quindi ho calibrato il piano, ho dato un ritocco all'asse Z, insomma l'ho settata come meglio potessi. E, di tutta risposta, la macchina mi ha nuovamente dato problemi: dopo la prima metà della stampa andata, devo dire, abbastanza bene, ha iniziato a lasciare dello spazio tra i layer a più riprese. Ho impostato il riempimento al 20%, definizione stampa 0.15, filo in PLA 1,75, piatto riscaldato a 60° ed estrusore a 200°. Come posso fare? Dove ho sbagliato? Sono disperato! 😥😥😥 Devo assolutamente venderla perché vorrei comprarne un'altra! Allego le foto del macello.




    • Da Gress
      Buonasera,
      come scritto in presentazione, ho diversi problemi con la anet A8, parto dal principio. Non ho trovato discussioni che usino la scheda madre che ho acquistato.
      Acquistata su amazon come Anet aM8, in realtà anet con telaio normale, ma doppio estrusore. Monto e calibro grazie al video di un cinese, inizio a stampare. Ben presto la scheda madre originale mi saluta quasi subito, assieme a uno dei 2 estrusori. Provo tutte le possibili procedure di reset, ma nulla, scheda fritta, non comunica più con nulla.
      Causa casini vari e disparati, mollo per qualche mese. Poi ci rimetto mano, compro una scheda madre MSK gen 1,4, nuovo alimentatore, mosfet per piatto e estrusore, quest'ultimo attualmente non attivo per problemi con i cavi e il robo bloccapin della scheda madre, che per ventole e estrusore non permette di fare contatto corretto col sottilissimo cavo fornito con i mosfet. 
      Aggiungo qualche miglioria che mi faccio stampare da conoscente:
      tendicinghia asse X, tendicinghia asse Y, quelle specie di bulloni cavi per inserire le barre filettate dell'asse Z e almeno limitare l'impressionante gioco che hanno.Compro delle viti per sistemare meglio il livellamento del piatto, comprando comunque anche un piatto di vetro, in quanto l'originale presentava classica concavità. Cambio anche le cinghie con modello in gomma.
      Mantengo per ora i driver originali, ma possiedo i drv 8825, anche se la scheda non permette di sfruttarli fino in fondo, spero di migliorare la silenziosità del sistema.
      Programmi che uso:
      Arduino (ovviamente), ultima versione Kisslicer licenza pro Repetier Host Qui nasce il mio problema:
      scarico arduino, scarico Marlin 2.0 bugfix (NON incollo subito la configurazione per anet A), metto 1 estrusore (perchè al momento 1 ne monto) e cambio la board sul file configuration H. Imposto at mega 2560, la com per  il collegamento della scheda.
      Carico sulla scheda senza problema o errori, avvio repetier host. Funziona tutto, ventola, estrusore, piatto e relativo mosfet, movimenti. Tuttavia, non funzionano gli endstop e se faccio home dell'asse Z, l'estrusore si sposta in alto e non in basso. Ho letto che dipende dalla configurazione degli endstop. quindi vI scrivo cosa ho provato:
      Cliccando mentre si muove non fermano la macchina. Prima cosa che ho provato è vedere se gli endstop sono collegati correttamente. Da video su youtube, sembra di si. Lancio M 119 su repetier Host, tutti e 3 gli assi TRIGGERED, cliccando restavano TRIGGERED. Vado su arduino, entro un marlin, inverto il funzionamento degli endstop.  Torno su Repetier Host, lancio comando M 119, li dà tutti e 3 OPEN premendoli uno a uno e rilanciando il comando, quello cliccato passa da OPEN a TRIGGERED. Dico funziona, ma se muovo la macchina e schiaccio gli endstop, non si ferma. Deve essere il software ho pensato.😩 prendo il configuration H e Adh apposito per anet A8, lo copio su quello marlin. Modifico la scheda madre all'interno del configuration H, lancio la verifica, gira per qualche minuto, ma continua a darmi errore perchè non riconosce la scheda madre ATMEga 2560 Qui mi fermo perchè non riesco ad andare oltre, continua a dare errore. A me sembra corretto quello che faccio, evidentemente non è così. Se avete bisogno del file di errore, lo giro quanto prima.
       
      Ringrazio chiunque abbia voglia di darmi una mano e farmi capire qualcosa di più di questo mondo e di questa macchina che in oltre un anno ha stampato 4 pezzi per il passacavi😥.
    • Da Mesko
      Salve, dovrei stampare un pezzo che ha un primo layer davvero misero, pensavo quindi di aggiungere un brim o un raft per aumentare la superficie di stampa. Utilizzo PLA, quale dei due si stacca senza lasciare residui sul pezzo?
    • Da Mesko
      Salve a tutti, sto stampando una ventola fatta da me per utilizzarla come una ventola di raffreddamento per un pc. Il problema è che la ventola avendo una superficie d'appoggio molto limitata tende a staccarsi dal piatto un po alla volta; ho stampato poi un supporto esterno su cui agganciare la ventola (formato circa da 70 layer), al trentesimo layer circa fino alla fine della stampa ad iniziato a staccarsi lungo i bordi e ci è venuto un po di warping.
      Stampante: Anet A8    Filamento: PLA    temperatura estrusore:220 (per ventola), 190 (supporto)   temperatura piatto:65    velocità:45 mm/s
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.