Jump to content

Teius92

Membri
  • Posts

    67
  • Joined

  • Last visited

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Teius92's Achievements

Enthusiast

Enthusiast (6/14)

  • One Month Later Rare
  • Collaborator Rare
  • Week One Done Rare
  • Dedicated Rare
  • Reacting Well Rare

Recent Badges

23

Reputation

  1. Cioè ad ogni cambio nozzle si deve/dovrebbe rifare il flow rate?
  2. Ciao, io ho montato lo 0,8 ed ho cambiato solo temperatura e altezza layer. Devo dire che non é uscito male quello che ho fatto, ma ho perso qualitativamente rispetto allo 0,4 (non tanto lateralmente quanto sulle superfici che sono uscite un po' rigate).
  3. Ciao, per il nozzle, non ti so aiutare, mi spiace. Per quanto riguarda l'adesione: prendi la spugna per i piatti (verde che gratta e giallo morbido) e con la parte che gratta passa, a secco, il piano con movimenti circolari ed una certa pressione (metti il piano su un tavolo). Successivamente passa il lato morbido dal centro verso l'esterno (sempre a secco) e Controlla non ci siano aloni di nessun genere. Prendi il piano solo sui bordi in prossimità di dove metti le mollette per fissarlo. Prova a stamparci sopra, ma prima fai uno zero piatto così: -Scalda il piatto a 60°C. -Hotend freddo. -verifica lo spessore della carta (0,1 mm). -fai azzeramento piatto con carta. -imposta temp. Primo layer a 63°C. -velocità primo layer a 20-25 mm/s Riprova a stampare. La cosa migliore sarebbe una specie di ragnatela o reticolo per valutare l'adesione nelle varie zone del piatto (io ad esempio ho una zona che é difficoltosa rispetto ad altre parti).
  4. LK4 pro, sulle facce piane sono abbastanza attaccati (se estese, faccio fatica), sulle facce stondate verso l'alto (a U per capirci) saltano via da soli, ma lasciano piccoli testimoni, infine, sulle facce stondate verso il basso (U a testa in giù) nessun problema di distacco, ma fanno Pietà i testimoni (molto molto evidenti e "spessi". Settaggi standard di cura 4.10. Unica cosa notata: quando sovraestrudevo, era un casino staccarli, di qualsiasi tipo fossero. Ora che ho regolato il flow e l'asse E, la situazione é come descritta sopra.
  5. Grazie. Lascerò tutto com'è e, al cambio motore, farò prove pratiche. Segno come risolto e tagliamo la testa al toro. Grazie!
  6. Grazie, sei stato molto esaustivo. Unica cosa, giusto per conoscenza mia personale, come faccio a sapere quanti ampere usa il mio motore attuale e prenderne uno uguale? E nel caso fosse diverso (maggior assorbimento) dovrei regolare/sostituire i driver?
  7. Grande! Finalmente una notizia positiva. Allora mi adopero a cercare un motore di scorta. Per sicurezza lo linkeró qui sotto. Giusto per chiarire, con lo scambiare i cavi intendi smontare il connettore e rimontarlo con le giuste posizioni o creare un adattatore che li scambi? Nel mio caso, ho solo cavetti neri e non colorati, inoltre, ho solo 4 cavi su 6 PIN del motore: C-NC-C-C-NC-C Dove C:connesso e NC:non connesso. Grazie per l'aiuto.
  8. Buongiorno a tutti, dopo svariate prove per eliminare un difetto di stampa abbastanza ricorrente (spazio vuoto occasionale tra linee di contorno), mi sono reso conto che il problema derivava da un asse storto di un motore, precisamente asse Y. Ho sostituito il motore con uno originale Longer, che avevo a casa (spedito da loro per un presunto problema al motore Z e mai montato). Il problema è che, cercando qui e là su internet, non solo non trovo il codicem, ma nemmeno il marchio che lo produce. A tal proposito vorrei sapere se qualcuno ha già acquistato un motore compatibile o se sapete aiutarmi a trovarne uno. Grazie.
  9. Buongiorno a tutti, questa guida serve ad illustrare il metodo che ho utilizzato per aggiungere misure di nozzle inesistenti nell’elenco a tendina di cura. Preciso che ho testato su Cura 4.10 (sistema operativo Windows 10) e non ho mai provato in altre versioni. I riferimenti nella guida saranno, ovviamente, riferiti alla stampante in mio possesso (una Longer LK4 PRO), pertanto, dovrete ricercare i relativi file corrispondenti alla vostra. (Il percorso dei files, tranquilli, è lo stesso). Partiamo col trovare all’interno del nostro PC la cartella di installazione di Cura: se non avete specificato all’atto dell’installazione un percorso specifico, il percorso sarà: C:\Program Files\Ultimaker Cura 4.10.0 A questo punto aprite “Resources” --> “Variants” La cartella “Variants” contiene tutti i nozzle, suddivisi per macchina, disponibili nell’elenco a tendina di Cura. Longer e Deltacomb hanno la loro cartella dedicata, le altre, semplicemente sono nella cartella “Variants”. Qui sarà dove dovremo “definire” il nostro nozzle. Seguite i passaggi alla lettera: -Prendere un file casuale che rappresenti un nozzle per la vostra stampante. (Il file ha un nome strutturato come: NomeStampante_MisuraNozzle.inst.cfg, ad esempio: longer_lk4pro_0.4.inst.cfg). -Copiare il file in questione sul desktop. -Rinominare il file in base alla nuova misura, cambiando solo la parte riguardante la misura nozzle: nel caso volessi aggiungere un nozzle 0.6, l’esempio precedente diverrà: longer_lk4pro_0.6.inst.cfg). -Aprire il file con il blocco notes o un qualsiasi editor di testo. Quello che ci si presenterà sarà un file simile alle seguenti righe di testo: [general] name = 0.4mm Nozzle version = 4 definition = longer_lk4pro [metadata] setting_version = 17 type = variant hardware_type = nozzle [values] machine_nozzle_size = 0.4 -Quello che dobbiamo fare ora è modificare il file, in modo che combaci con il nome precedentemente dato. Le voci da modificare sono solo 2: “name” e “machine_nozzle_size”. Ne consegue, secondo l’esempio: name = 0.4mm Nozzle diverrà name = 0.6mm nozzle machine_nozzle_size = 0.4 diverrà machine_nozzle_size = 0.6 -Una volta terminata la modifica, salvare e chiudere l’editor. -Spostare il file nella cartella da cui avete copiato la “sorgente”: essendo una cartella contenuta in “Program files”, vi verrà richiesto il permesso da amministratore: date l’ok (se vi chiede di sovrascrivere qualcosa, avete dimenticato di rinominarlo, annullate, rinominate e spostate nuovamente) -Aprite Cura e controllate nel menù a tendina per la scelta della misura dei nozzle. Sarà presente quello appena inserito. Questa procedura, sarà sufficiente ad inserire un nuovo nozzle, ma non a dire a Cura di caricare i suoi parametri corrispondenti: vedrete qualche riquadro a sfondo arancione, non preoccupatevi, funzionerà tutto a dovere, ma dovrete inserire ogni volta i parametri manualmente. Per far fronte a questo, si dovranno modificare altri files. Aggiungerò la procedura in un secondo momento, non appena avrò il tempo di redigerla. Scusate l’inconveniente. Se avete proposte per migliorare questa guida, non esitate a proporle, sarò felice di migliorarla.
  10. Ciao, potresti gentilmente postare il G-code di qualcosa? Magari un cubetto così è più semplice leggerlo. Inoltre, se potessi fare questa prova, potrebbe essere di aiuto a fugare dubbi: -fai la home degli assi: l'estrusore dovrebbe andare tutto a sx (asse x) e il piano tutto verso il dietro della stampante (asse y). A questo punto posiziona manualmente (utilizzando i comandi dal tastierino, non girando a mano) l'estrusore a: -x0 y280 (estrusore a sx piano verso il davanti). -x280 y0 (estrusore nella metà dx, quasi in fondo e fondo verso il dietro). Se queste posizioni sono corrette allora i motori girano per certo, correttamente ed in teoria potrebbero esserci errori nel G-code. L'asse Z sembra lavorare correttamente visto che in altezza il pezzo é ok.
  11. Ciao, ho la tua stessa stampante e io lavoro con i tuoi stessi (vecchi) parametri senza problemi. Ti conviene controllare che non ci sia una certa difficoltà nel retrarre, causa problemi meccanici e non di impostazione (questo problema, fortunatamente, non so nemmeno cosa sia). Noti una certa fatica a sfilare a mano il filamento, rispetto allo spingerlo per caricarlo?
  12. Scusate se mi intrometto in questa accesa discussione, ma esattamente, quale sarebbe il problema di Cura nel primo layer? Io ho riscontrato vari problemi (tra cui la base stampata male come foto più indietro), ma sono sempre andati a posto cambiando parametri qui e là. Potreste dirmi quale sia il problema in modo da capire quando utilizzare un altro Slycer (e gettare momentaneamente la spugna su Cura)?
  13. Aggiornamento: se qualcuno volesse provare il G-code postato sopra, non lo faccia. La longer ha bloccato i comandi G60 e G61, pertanto, non funziona. Sto mettendo a punto la corretta sequenza con i comandi corretti e, non appena possibile, la posterò.
  14. Certamente. Solo una cosa, devo solo creare una discussione in guide e posto lì tutto quanto?
×
×
  • Create New...