Vai al contenuto

AndreaG85

Membri
  • Numero contenuti

    45
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Neutral

Su AndreaG85

  • Grado
    Smanettone
  • Compleanno 10/08/1985

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. AndreaG85

    Warping PETG su piatto ULTRABASE

    Buonasera a tutti, ho un problema con delle parti stampate con PETG AMAZON, temepratura di piatto 80°C, 225° hotend. Pezzi con pareti di 4 mm e infill del 20%. Ventola di raffreddamento spenta, brim di 5 mm. Nonostante questo i pezzi di alzano agli angoli anche di 1 mm alla fine. Secondo voi, sarebbe meglio abbassare o alzare la temperatura del piatto per avere più adesione? Aumentare il brim (magari sugli angoli o ovunque) aiuterebbe o non ha senso? I pezzi a parte questo problema vengono perfetti. Grazie dell'aiuto
  2. Complimenti! Ma questo è PETG? Comunque proverò al più presto. Questo we non ho avuto tempo di stampare nulla
  3. Ecco questo è un esempio ( non prendete in considerazione la prova di incollaggio in basso 😅) Come si può vedere sul "ponte" qui rovesciato, la parte dei piedistalli appoggiava su supporti, che sono difficili da staccare bene al momento.
  4. La cosa interessa molto anche me. Io uso cura, supporti generalmente ad albero con tetto di 0.4 mm e distanza tetto-strato superiore 0.1mm. Però i pezzi vengono ancora molto grezzi... sarà che il PETG attacca molto molto bene uno strato con l'altro. Uso la ventola spenta perchè (stranamente rispetto a quanto pensavo) così il PETG mi fa meno fili.
  5. Guarda, io ho una chiron a lavoro. Anche noi abbiamo avuto problemi con la stampante all'inizio. Io personalmente ti consiglio di fare così: 1) verifica di aver tutto ben stretto, e che i cuscinetti e le ruote dei vari movimenti siano ben in contatto con gli estrusi del telaio. 2) fai un livellamento manuale sui 4 angoli del piano, con un foglio di carta A4. 3) leggi bene il manuale per capire come funziona il livellamento automatico. LEGGILO FINO IN FONDO, fino a pagina 23!!! E' importantissimo. 4) fai l'autoleveling 5) fai la stampa di prova. Se vedi che l'
  6. Ieri sera ho provato a stampare qualcosa di più complesso. Temperature di stampa 230/82, ventola al 50%, abilitata opzione per stampare prima lla parete esterna e poi le altre. La cosa strana è che alcuni strati (in Z come vedete dalle foto) vengono molto bene, mentre altri decisamente male, pieni di fili e caccole. Ho anche fatto un classico stringing test con variazione dei mm di retrazione ogni 5 mm di variazione di altezza, da 6 mm di retrazione fino a 12, e comunque rimane la formazione di caccole al momento dell'inizio dello spostamento e all'arrivo sull'altra colon
  7. Stasera ho iniziato la guida alla calibrazione inserita da invernomuto. Vado a stampare il primo gcode ottenuto direttamente dal sito per il primo cubetto di confronto, e il risultato lo vedete nelle foto. Purtroppo ho dovuto interrompere la stampa poichè il gcode generato dal sito fa un solo giro di skirt e non ha altezza del primo layer regolabile , e col petg questo mi da problemi di adesione su piatto anycubic. Comunque una cosa che ho notato subito ( forse dalle foto non sembra a causa delle luci e del petg nero lucido) è che la superficie è molto meglio. Rispetto a quando
  8. Posto qualche foto di un cubetto appena stampato. Non fate troppo caso alla qualità della parete con la X e la Y: mi si sono staccati i supporti ad albero durente la stampa (ed ho avuto un leggerissimo warping su un angolo). Ma come finitura mi sembra meglio di altre volte (certo non perfetta come altre che vedo,ma è PETG economico e probabilmente anche un po' umido) Temperatura di stampa 225/80, velocità 50 mm/s, accelerazioni e jerk come da profilo ai3m standard CURA. Ventola al 50%.ten Per quanto riguarda il movimento degli assi Z, alzando di 10 mm alla volta, nei primi 1
  9. Ah no scusa killrob, io mi riferivo alle barre Z 😆. Tra queste e i motori dell'asse Z ho anche montato dei collegamenti elastici (come ci sono sulla lonker 4 ), e montandoli ho verificato che gli assi Z si muovessero bene ( per quanto io possa capirne )
  10. A vederle non sembrerebbero avere problemi. Possibile che il leggero shifting sia dovuto invece a cinghie non perfettamente a punto? Voi come misurate se sono ben tese?
  11. Un mio collega aveva problemi simili. Contattata la lonker gli avevano consigliato di invertire la barra Z (testa-piede). Lui così aveva risolto
  12. Stampa di un cubo 40x40, bordo a passaggio singolo. Flusso al 90%, strato iniziale con altezza layer 0.32mm, flusso 110%. PETG AMAZON BASICS. Che ne pensate? Ora sto facendo un test di stringing con variazione di velocità e lunghezza di retrazione ogni 30 layer. Vediamo come va. Ventola sempre al 50%. Dopo pensavo di fare un cubetto 20x20x20
  13. Pulisci il bed con alcool (normale va benissimo) e uno scottex. Poi livella il bed, fai prove con l'altezza strato iniziale. E in bocca al lupo
  14. Grazie Inverno. Lo avevo visto tempo fa ma non lo ricordavo più. Ci darò un occhio stasera con calma.
  15. Si il PETG fila di suo, comunque dalla foto sembran più evidenti di quanto lo siano in realtà. Di fili tra i due coni ce ne son meno di quanto mi aspettassi. Comunque al momento i valori di retrazione sono 6mm e 40mm/s. Dite siano bassi? Hai ragione, ma va detto che cura proprio su quello spigolo maledetto ha deciso di mettere la salita di livello Z 🤣. Facendo il thin wall precedentemente avevo dovuto mettere un flusso del 90% per ottenere una parete di 0.41mm. Però così sembrava ogni tanto non estrudesse abbastanza materiale. Comunque confermate anche v
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazioni importanti

Abbiamo inserito dei cookies nel tuo dispositivo per aiutarti a migliorare la tua esperienza su questo sito. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti puoi accettarli cliccando su continua.