HP Sprout: la promessa di integrazione tra 2D e 3D per gli artisti

    HP Sprout

    HP ha annunciato ieri, come parte del suo Blended Reality Ecosystem assieme alla stampante di nuova generazione HP Multi Jet Fusion, una nuova piattaforma immersiva chiamata Sprout.

    Nel mondo odierno, in cui realtà bidimensionali e 3D sono situazioni di ogni giorno per molti, soprattutto artisti, la promessa di Sprout è di integrare l’interazione tra i contenuti digitali e fisici in un’esperienza fluida, immediata e naturale. Dotata di uno schermo multi-touch di 23’’ full-HD, la vera novità sta nell’Illuminator, il proiettore sovrastante l’area della tastiera: composta da un proiettore DLP con una risoluzione di 1024×767 pixel, 3 videocamere (una ad alta risoluzione da 14.6 mega pixel, una videocamera Intel Real Sense 3D per la percezione di profondità e una RGB) e una lampada LED, Sprout proietta una seconda superficie di interazione sulla scrivania che, interconnessa con un software apposito, permette di lavorare e sperimentare in modo totalmente nuovo.

    Le specifiche tecniche del PC in se (processore Intel Core i7, 8GB RAM, grafica Nvidia dedicata) garantiscono prestazioni pronte a sostanziali carichi di lavoro e gli utenti più vari potranno godere delle nuove funzionalità e sviluppare il proprio workflow in modo più naturale, soprattutto gli artisti. Una delle funzionalità più intriganti è la possibilità di scansionare in 3D qualunque oggetto sotto il proiettore utilizzando la videocamera a profondità e poter lavorare con il modello digitale all’interno dell’ecosistema. “Viviamo in un mondo 3D, ma al giorno d’oggi creiamo in un mondo 2D su device esistenti” dice Ron Coughling, senior vice president, consumer PC & Solutions, HP.

    “Sprout di HP è un grande passo avanti nel ri-immaginare i confini di come creiamo e ci configuriamo con la tecnologia che permette agli utenti di muoversi con agilità dal pensiero all’espressione”

    Il nuovo computer di HP offre anche una nuova piattaforma di collaborazione remota che permette a più utenti di lavorare in contemporanea allo stesso progetto digitale in in tempo reale in modi nuovi e produttivi.

    HP Sprout

    L’utilizzo di modelli digitali sta diventando sempre più comune in moltissime professioni ed era tempo che la fascia dei personal computers si plasmasse per abbracciare un approccio più naturale e immediato con la tridimensionalità del mondo intorno a noi. Questo non è che il primo di molti casi in cui la divisione tra reale e digitale si fa meno nitida fino a diventare inesistente.

    Sprout è già disponibile in preorder negli Stati Uniti e dal 9 Novembre in alcuni negozi selezionati al prezzo di 1,899$.