3DPrint Hub Parma – Ecco cosa abbiamo visto

    Come annunciato, venerdì 28 marzo abbiamo visitato la 3DPrint Hub, fiera interamente dedicata alla stampa 3D che culminerà nel 2015 in un grande evento a Milano fiere. Parma è stata la prima tappa del percorso che la fiera farà in Italia nel 2014, passando da Bologna (dal 21 al 24 maggio) a Bari (dal 20 al 22 novembre).

    Diverse erano le aziende pronte ad accoglierci e a mostrarci i loro prodotti in azione: WASP, Kentstrapper, Sharebot, gli spagnoli di bq e altre realtà più piccole, come Gimax 3D, SDM 3D e 3D-PR, pronte a mostrare i loro prodotti per inserirsi alla grande nel mercato che tutti conosciamo (e che promette bene).

    Pochi giorni prima della fiera, Sharebot aveva presentato il suo nuovo prodotto, Kiwi 3D, stampante che sarà venduta solo tramite il circuito dei FabLab. La stampante si può costruire seguendo le istruzioni del kit pensato per fare “cultura” intorno al mondo della stampa 3D. L’obiettivo del progetto Kiwi-3D è quello di far conoscere a tutti le fasi e i trucchi di montaggio della propria stampante 3D. Piccola e versatile, potrà funzionare un paio d’ore grazie ad una batteria integrata!

    WASP ha messo in mostra le sue stampanti 3D Delta in più dimensioni, oltre che l’ormai conosciuta stampante-fresatrice PowerWASP. Non avevamo mai visto in azione la Delta 4060, la più grande da loro prodotta, e bisogna ammettere che ci ha incantati. Il movimento dei bracci durante la stampa è interessante, oltre che bello da vedere. Ideale per le aziende che intendono sviluppare internamente i loro prodotti, questa stampante di 1960x850x850 mm offre un volume di stampa di 400 mm di diametro e 600 mm di altezza. Notevole. Bella da vedere, può essere messa in mostra all’interno della vostra azienda per fare colpo sui vostri clienti.

    Kenstrapper ha presentato Galileo Smart, la piccola di famiglia. Accessibile, leggera e performante, ci ha colpiti in positivo. Ideale per il grande pubblico per chi non ha grandi pretese, stampa quello che deve facendovi raggiungere velocemente il risultato.

    bq, colosso spagnolo nella produzione di oggetti elettronici, ha presentato Witbox e ci ha convinti. Le dimensioni abbastanza contenute permettono di stampare 20 cm in altezza, con una superficie A4 (29,7×21 cm), rispettando quindi i formati standard UNI. E’ la prima volta che vediamo entrare in gioco i formati europei all’interno di una stampante 3D. Il volume totale di stampa è veramente notevole. Pur essendo in attesa di brevetto, l’aspetto sicurezza  non manca: è possibile chiudere a chiave lo sportello di accesso al piano di stampa. Siete un FabLab, necessitate di più stampanti ma non avete spazio? Witbox è impilabile. Potete posizionarne una sopra l’altra per creare una sorta di rete di stampanti. La produzione è propria e avviene completamente in Spagna.

    Costruita in base al progetto RepRap e modificata secondo il pensiero dell’azienda. SDM 3D produce la sua stampante 3D1 in Italia, gestisce direttamente hardware e software e garantisce supporto tecnico per qualsiasi necessità. SDM 3D organizza anche incontri di divulgazione dei propri prodotti, sempre con grande attenzione all’utenza finale.

    Buone dimensioni e qualità tecniche: Gimax 3D offre un processo di stampa rapido e semplice , software intuitivo e Open Source , robustezza e capacità elevate. Disponibile anche con doppio estrusore, dispone un volume di stampa di 300x250x250 mm modificabile su richiesta.

    Se la sono giocata in casa i ragazzi di 3D-PR, i quali hanno messo in mostra la loro stampante 3D dedicata alla prototipazione rapida.

    In fiera erano presenti anche i ragazzi del +LAB, laboratorio del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica del Politecnico di Milano. La loro visione converge verso  materiali nuovi, pensati apposta per la stampa 3D, e alla relativa finitura per dare effetti diversi agli oggetti prodotti.

    Rimaniamo in attesa della prossima edizione della fiera (che si terrà a Bologna), sperando di poter vedere anche altre aziende e nuovi interessanti progetti. Qui il sito ufficiale della fiera.