Technology Hub 2017 – Reportage

Finalmente ecco a voi il nostro reportage del 3D Print Hub dello scorso aprile, tenutosi a Milano in una parte della polo fieristico un po’ nascosto, ma le considerazioni sulla fiera le faremo alla fine del nostro reportage.

MTC-Meccatronicore

Le novità portate dalle case a questa fiera non sono molte, spicca però tra tutte sicuramente il nuovo “mostro” di MTC – Meccatronicore, Leonardo Revo. Molte le novità su questa macchina professionale, area di stampa da 600 x 500 x h 600mm. Piano stampa Flatforce realizzato da Northype per stampare praticamente tutti i materiali tecnici. Camera calda WCS fino a 80°C. Osservandola bene, i tecnici di Meccatronicore, hanno risolto un annoso problema, quello della deformazione del piano stampa. Infatti Come supporto non è stato utilizzato un comune metallo (acciaio o alluminio) ma un materiale ceramico su cui è stato posto il piano stampa Flatforce. Il vantaggio di questa soluzione? Questo materiale a base ceramica a temperature di 80-120°C ha una deformazione pressoché nulla rispetto ai metalli.

Altra nota importante è il corpo estrusore, davvero raffinato e complesso. Infatti si tratta di un doppio estrusore con raffreddamento autonomo ad acqua. Ovviamente la macchina è fornita con tutti i sistemi di fine bobina o inceppamento filamento e livellamento automatico tramite tastatore fisico, non ad induzione con relativi problemi.

Disponibilità, secondo MTC, da settembre. Gli ordini sono già aperti.

Allo stand di Meccatronicore si potevano osservare anche il BB Cure, primo prodotto di questo genere lanciato ormai un anno fa e la stampante Studio, anch’essa equipaggiata con piano stampa Flatforce.

Kentstrapper

Anche la casa toscana Kentstrapper punta sulle stampanti professionali e di grandi dimensioni. Infatti al 3D print hub è stata presentata la nuova stampante 3D Mavis, l’area di stampa è un 400×400 x h700mm. Completamente chiusa, calibrazione automatica, pulsante di fine ciclo di emergenza. In più tutti i sensori di fine filamento che vi sono anche sulla gamma più economica. Davvero un gran bel passo in avanti. Per maggiori informazioni su questa stampante potete leggere l’articolo completo qui.

Wasp

In bella mostra vi era la gamma Industrial e sopratutto il nuovo doppio estrusore. Da toccare con mano ma anche attivo su una Delta 2040. Per saperne di più sulla serie Industrial abbiamo pubblicato un articolo specifico sul lancio di queste nuove macchine.

Olivetti – Gimax

Al technology Hub Gimax ha presentato un’evoluzione della macchina più grande in catalogo Gimax Olivetti, infatti questa macchina presenta miglioramenti sul piano stampa, estrusori e sopratutto la parte relativa sul collegamento in rete locale. Grazie alla nuova elettronica, sviluppata in collaborazione con le aziende italiane Gimax3D e GH Enterprise, i modelli evoluti “3D IoT” potranno offrire prestazioni ottimizzate in termini di velocità e finitura di stampa e saranno raggiungibili e gestibili da remoto, grazie al Wi-Fi integrato e alla connessione geografica su rete mobile, garantita dalle SIM Machine2Machine TIM gestite direttamente da Olivetti