Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'modelli 3d'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Categorie

  • Novità
  • Guide
  • Stampanti 3D
  • Recensioni
  • Materiali
  • Software
  • Eventi
  • Community

Forum

  • Benvenuto
    • Presentazioni
    • Nuove idee e progetti
    • Guide di Stampa 3D forum
    • Notizie sulla stampa 3D
  • Stampa 3D
    • La mia prima stampante 3D
    • Stampanti 3D al dettaglio
    • Problemi generici o di qualità di stampa
    • Hardware e componenti
    • Software di slicing, firmware e GCode
    • Materiali di stampa
    • Stampa 3D industriale
  • Modellazione 3D
    • Problemi di modellazione 3D, gestione mesh, esportazione in stl
    • Scanner 3D
  • Guide, recensioni, profili di stampa, esperienze
    • Guide della redazione
    • Database materiali
    • La mia stampante 3D e il mio laboratorio
    • Le tue stampe - Album fotografico dei migliori modelli 3D
    • Profili di stampa 3D
    • Recensioni e tutorial
    • Servizi di stampa 3D/ Negozi / E-commerce
  • Eventi e corsi sulla stampa 3D
    • Eventi e fiere
    • Corsi, concorsi, workshop
  • Off-Topic
    • Off-Topic in generale
    • Incisione e taglio laser
    • Fresatura CNC
    • Droni
  • Mercatino
    • In vendita
    • Cerco
    • Offerte di Lavoro
    • Offerte e Codici Sconto
  • Feedback e Comunicazioni alla Community
    • Comunicazioni interne
  • Geeetech's Discussioni
  • Geeetech's Video
  • Presepe stampato 3D's Discussioni
  • Club di Fabula 3D's Discussioni
  • Progettare una CNC's Discussioni
  • Club di Alessio Iannone's Discussioni
  • Club di Alessio Iannone's Le basi per imparare Autodesk Fusion 360
  • Miniature e action figures's Discussioni

Calendari

  • Community Calendar
  • Eventi YouTube
  • Eventi pubblici
  • Geeetech's Eventi
  • Presepe stampato 3D's Pianificazione lavori
  • Club di Fabula 3D's Eventi
  • Progettare una CNC's Calendario del gruppo CNC
  • Club di Alessio Iannone's Eventi
  • Miniature e action figures's Calendario

Blog

  • Novità
  • Guide
  • Stampa 3D forum
  • Club di Fabula 3D's Blog
  • Club di Alessio Iannone's Blog

Product Groups

  • Codici sconto
  • T-shirts
  • Pubblicità

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Instagram


Twitter


LinkedIn


Facebook


Website URL


Città


Lavoro


Interessi

Trovato 6 risultati

  1. Creare modelli 3D per la stampa 3D può essere un'attività complessa. Eppure ci sono alcune semplici regole da tenere sempre in considerazione che ti risolveranno quasi tutti problemi di modellazione. Vediamole insieme! Il processo di fabbricazione di un oggetto tramite stampa 3D è suddivisibile in tre fasi: modellazione 3D dell'oggetto da realizzare; slicing del modello digitale realizzato; stampa 3D. La fase di modellazione 3D dell'oggetto rappresenta il primo step da eseguire e, senza dubbio, è la fase in cui vengono decise la maggior parte delle caratteristiche che avrà l'oggetto finito. Non ci credi? Pensaci... nella fase di modellazione 3D non si definiscono soltanto le forme dell'oggetto da stampare, ma anche le dimensioni dei dettagli, gli spessori delle pareti, i riempimenti e molto altro. Tutte queste caratteristiche fisiche incideranno sulle operazioni che verranno eseguite dalla stampante 3D. Ci sono però alcune regole fondamentali di modellazione 3D che dovresti tenere sempre in considerazione. Queste regole riguardano proprio la fisicità del modello, il quale dovrà in qualche modo rispondere alle caratteristiche del mondo in cui viviamo tutti i giorni. Ad esempio: lo sapevi che qualsiasi foglio, anche quello più sottile che riesci a immaginare, in realtà ha uno spessore? 😮 Questa è solo una delle regole del mondo fisico che devi sempre considerare prima di stampare in 3D. Ora che ho scaldato la tua curiosità, è il momento di entrare nel dettaglio di questa guida e di scoprire quali sono le 3 regole fondamentali di modellazione 3D per la stampa 3D. Avanti tutta! In questa guida: > Software di modellazione 3D: quale usare? > Caratteristiche base di un modello 3D digitale > Regola n.1: concetto di "watertight" > Regola n.2: realizzare modelli 3D "manifold" > Regola n.3: realizzare modelli 3D nella scala corretta > Scaricare modelli 3D pronti all'uso Software di modellazione 3D, quale usare? La scelta del software di modellazione 3D da usare dipende molto spesso dall’oggetto che si vuole realizzare e dalle particolari abilità dell’utente nell’ambito della modellazione. Attualmente sul mercato ci sono molti programmi di modellazione, alcuni a pagamento, altri gratuiti ed open source. Scegliere quello da usare può risultare difficile. In generale, chi ha competenze nell’ambito dell’architettura e del design, tende ad usare software come AutoCAD, Rhinoceros, 3D Studio Max. Solid Edge e SolidWorks, invece, sono usati prevalentemente nell’ingegneria meccanica. Chi si occupa di modellazione 3D orientata alle animazioni conoscerà sicuramente Blender e Maya. I software elencati fin ora consentono di realizzare modelli 3D elaborati e, per questo motivo, non sempre risultano immediati e facili da usare se è la prima volta che ci si avvicina alla modellazione 3D. Se dovessi consigliare dei software a chi parte da zero, segnalerei Tinkercad o SketchUp. Questi, oltre ad essere gratuiti, sono anche abbastanza intuitivi e consentono di ottenere modelli 3D di discreta qualità. Se ti serve qualche consiglio in più, questa è la mia guida ai software per la stampa 3D. All'interno trovi anche una descrizione dei software di modellazione più usati: Torna all'Indice Caratteristiche base di un modello 3D digitale Per realizzare correttamente i tuoi modelli digitali non ti servono molte informazioni tecniche. I software di oggi sono molto avanzati e spesso effettuano tutta una serie di operazioni in autonomia, correggendo piccoli errori senza il tuo intervento. Ci sono però alcuni concetti di base che che dovresti conoscere, soprattutto se vuoi migliorare le tue capacità in ambito di modellazione 3D. Partiamo dai termini fondamentali della modellazione 3D: Vertice: un singolo punto dislocato nello spazio, è il componente più piccolo di un modello 3D; Bordo: una linea retta che collega due vertici. I bordi definiscono la forma di un modello 3D; Poligono: qualsiasi forma composta da un insieme di linee rette; Faccia: elemento di base di una mesh poligonale. Riempie lo spazio tra i bordi; Mesh: è una raccolta di poligoni collegati delle loro facce, bordi e vertici. Un modello 3D digitale è costituito da una o più mesh 3D. Se il modello 3D ben realizzato è composto da una mesh pulita, ben distribuita, composta da un numero di facce adeguata rispetto alle dimensioni fisiche dell'oggetto e alle reali necessità di precisione. La mesh è l'elemento più importante del modello 3D da realizzare. Se la mesh presenta dei problemi, allora è molto probabile che anche in fase di slicing e di stampa qualcosa andrà storto. Evitiamo però di perderci in tecnicismi approfonditi: vediamo ora quali sono le regole fondamentali per realizzare correttamente un modello 3D per la stampa 3D. Torna all'Indice Regola n.1: il concetto di "watertight" La prima regola in assoluto: gli oggetti realizzati tramite stampa 3D sono pieni di materia. Per questo motivo, per rendere stampabile un modello è bene tenere in considerazione parametri come spessori minimi realizzabili, comportamento del materiale utilizzato, tolleranze di stampa, precisione di fabbricazione, ecc. I modelli 3D digitali devono essere concepiti come pieni di materia, proprio come accade nel mondo fisico reale. Per chiarire questo concetto ti faccio un esempio. Guardati intorno e prendi in mano un oggetto qualsiasi. Che tu abbia scelto il mouse del tuo computer o un foglio di carta, l'oggetto che hai sotto gli occhi è composto da un volume di materia. Per le leggi della fisica, ogni oggetto, anche quello più sottile, è caratterizzato da un suo spessore composto da materia. Le stampanti 3D realizzano oggetti che sono composti - indovina... 😆 - da materia. Ne consegue che, in fase di modellazione 3D, è sempre bene fare attenzione che il modello sia caratterizzato da spessori definiti e non da semplici superfici dislocate nello spazio. Una semplice superficie digitale, infatti, non è composta da materia ed è rappresentabile solamente tramite un software di modellazione 3D. Ne consegue che una superficie non può esistere nel mondo fisico. Per capirci: un foglio di carta non è una semplice superficie, ma è caratterizzato da un suo spessore composto da materia! Questo concetto può essere rafforzato dalla caratteristica di essere "watertight", molto utile in ambito stampa 3D. Immagina di aver disegnato un modello 3D. Un modello 3D watertight è un modello che, se lo immagini pieno d'acqua, non permette all'acqua di uscire dal suo volume. Esempio: abbiamo modellato un cubo. Se il cubo è composto da tutte le sue facce e dentro è pieno d'acqua, l'acqua non può uscire e il modello è considerato watertight. Se il cubo è stato modellato male e manca di una faccia, l'acqua può uscire dal suo volume, ne consegue che il modello non è watertight e, di conseguenza, non è stampabile in 3D perché il suo volume non è definito. Torna all'Indice Regola n.2: realizzare modelli 3D "manifold" La seconda caratteristica a cui un modello 3D per la stampa 3D deve rispondere, è quella di essere "manifold". I modelli tridimensionali digitali possono essere manifold e non-manifold. Questa caratteristica riguarda in modo specifico gli spigoli di cui è composto il modello 3D digitale. Uno spigolo manifold è composto solamente da due facce che si toccano e che lo definiscono, proprio come qualsiasi oggetto fisico reale. Inoltre, le facce si toccano sempre su tutti gli spigoli con altre facce, definendo di conseguenza un volume chiuso. Uno spigolo non-manifold, invece, è composto da meno o più di due facce che si incontrano nella stessa posizione, condizione impossibile da trovare nel mondo fisico. Questa regola è essenzialmente in un punto chiave di corretta modellazione 3D e, solitamente, chi cade in questo errore è chi utilizza una modellazione tramite superfici. Torna all'Indice Regola n.3: realizzare modelli 3D nella scala corretta Sembrerà ovvio, ma così non è. Realizzare un modello 3D nella giusta scala è spesso una dimenticanza di tanti progettisti. Modellare fuori scala significa non tenere in conto spessori di realizzazione e tolleranze. Oggettivamente, non ha alcun senso realizzare fuori scala un modello 3D che deve essere prodotto. Una buona pratica di modellazione prevede il fatto di progettare l'oggetto tenendo direttamente in considerazione le dimensioni fisiche che dovrà avere e le caratteristiche della macchina che verrà usata per realizzarlo. Così facendo, il pezzo sarà ottimizzato sotto qualsiasi aspetto. Inoltre, una volta terminata la fase di modellazione 3D dovrai esportare il modello in formato .stl o .obj. Il modello sarà discretizzato in tante piccole facce che ne caratterizzeranno il dettaglio superficiale. Se il modello esportato non è nella scala giusta, ossia la scala di fabbricazione, questo dovrà essere ridimensionato perdendo qualità. Ricordati quindi di impostare correttamente l'unità di misura del tuo software e di realizzare i modelli 3D nel modo più ragionato possibile. Torna all'Indice Scaricare modelli 3D pronti all'uso Se sei alle prime armi coi software di modellazione 3D ma hai già voglia di stampare, non preoccuparti! Mentre impari ad applicare le regole che ti ho mostrato, puoi scaricare modelli 3D già pronti da internet e iniziare a produrli. Nella nostra community è presente una sezione di Download dove puoi caricare e scaricare gratuitamente modelli 3D e profili di stampa. Dovresti darci un'occhio, troverai diversi modelli interessanti da realizzare. Qui ti lascio il link a un modello di test per gli sbalzi: hai mai messo alla prova la tua stampante realizzando dei ponti senza attivare i supporti? Un test divertente, ma anche utile per capire come gestire al meglio i parametri di stampa! Esistono poi vari siti, come per esempio Thingiverse, dove puoi scaricare modelli 3D in formato .stl. Solitamente l'uso di questi modelli non è ammesso a livello commerciale, ma si tratta di un'ottima occasione per iniziare a fare esperienza risparmiando tempo, soprattutto per chi non è ancora in grado di modellare in 3D. Ora non ti resta che scegliere il software di modellazione 3D che si avvicina di più alle tue necessità e fare tanta, tanta pratica. Buone stampe! Torna all'Indice
  2. Ispirato da un video del canale Youtube di Maker's Muse (per completezza di informazioni in fondo trovate il link), mi è sembrato utile sia per chi si affaccia per la prima volta al mondo della stampa 3d, sia per chi è di fronte al "blocco dello stampatore", riportarvi un elenco con una breve descrizione, di vari siti dove si possono trovare gratuitamente e/o a pagamento numerosissimi file da dare in pasto allo slicer e iniziare a stampare! 1) Thingerverse https://www.thingiverse.com/ Probabilmente il più conosciuto e con un numero elevatissimo di file STL gratuiti. Fate attenzione non tutti i modelli sono verificati ed è quindi necessario controllarli con attenzione prima di lanciare la stampa. Anche la ricerca non è sempre semplice. 2) MyMiniFactory https://www.myminifactory.com/it/ Contiene meno file rispetto a Thingerverse, ma il sito sostiene che tutti i modelli siano verificati, particolarmente interessante la sezione "scan the world"- scansiona il mondo dove si possono trovare molti modelli di opere d'arte presenti in vari musei sparsi per il mondo 3) Youimagine https://www.youmagine.com/ Un'altra raccolta di modelli gratuiti molto belli, tendenzialmente un po' più complessi da realizzare, ma con grandi potenzialità in termini di risultati finali. 4) Cults3d https://cults3d.com/ Modelli di alta qualità, soprattutto dal punto di vista estetico 5) Smithsonian https://3d.si.edu/ I modelli di alcuni dei pezzi esposti nei musei Smithsonian, alcuni dall'aspetto molto fragile ma dall'elevato valore culturale 🙂 6) NIH 3D Print Exchange https://3dprint.nih.gov/ Modelli pubblicati dall'istituto di Sanità Americano, consist di raccolte di molecole con importanti funzioni biologiche, microrganismi, oltre a componenti utilizzabili in laboratorio 7) GrabCAD https://grabcad.com/library Raccolta di modelli non "facilmente" stampabili, ma utili ad esempio per definire l'ingombro di un particolare componente all'interno del vostro design 8) Traceparts https://www.traceparts.com/it/ Modelli di componenti meccaniche molto ben catalogate, dove è possibile ordinare anche la stessa componente in metallo 9) STL Hive http://www.stlhive.com/ incentrato su modelli per hobbistica per "grandi e piccini" 10) The DM Workshop https://www.shapeways.com/shops/dmworkshop Per appassionati di D&D, si possono acquistare a prezzi ragionevoli i pezzi già fatti, ma si possono scaricare anche i modelli e crearseli in casa! In ultimo cito l'autore del video che mette a disposizione una serie di modelli gratuiti utili anche per esempio per testare le performance della vostra stampante https://www.makersmuse.com/ Link al video originale https://www.youtube.com/watch?v=CLRWCtQ5KZY Un paio di aspetti che mi sembra corretto sottolineare sono che questo elenco non nasce assolutamente dall'idea di pubblicizzare nessun sito in modo particolare e di cercare di vendere dei design, anche perché dal mio punto di vista personale sono talmente tanti quelli gratuiti, che prima di iniziare ad acquistare ci si può spellare le dita sulla tastiera del pc scaricando appunto quelli gratuiti, ed esiste sempre la possibilità, da non sottovalutare di crearsi i propri design. Secondo, fate attenzione alle licenze di quello che scaricate perché spesso non sono per uso commerciale, ma esclusivamente per uso personale. ..e allora buona stampa a tutti!
  3. Ciao a tutti, voglio iniziare a realizzare stampe 3D. Il mio budget purtroppo non è altissimo e non richiedo quindi una stampante a livello professionale, ma una a livello amatoriale ma ovviamente con una buona qualità di stampa e durabilità meccanica :) Le richieste sono : - precisione di lavorazione 0.1 mm - piatto relativamente grande ( diciamo che almeno abbia 1 dei 2 lati sui 300mm , quindi o dimensioni 200 ( o 220) x 300 oppure anche una 300x300, diciamo da scartare le 200x200 o simili) - ugello da 0.2 mm o 0.1 mm ( come avrete capito devo fare lavorazioni fini in cui non voglio troppi scalini tra gli strati ).. l'ugello più è piccolo più la qualità è alta giusto? La Anycubic i3 MEGA se ho sentito parlare molto bene, ma oltre ad essere per me molto costosa non avrebbe nemmeno un piatto di lavoro troppo grande (210x210x205) ; quindi già che ne compro una ne vorrei una bbastanza versatile quindi con un piatto non piccolo e che riesca nel caso mi serva anche stampare fino ad un 300x300x400 o almeno con uno dei 2 lati lungo circa 300 in modo da non suddividere i progetti in 100 pezzi da stampare e comprometterne la resistenza. Ho guardato la Geeetech Prusa I3 Pro B che non sembra malvagia , ma ha il piatto di 200 X 200 X 180 Alfawise U20 sembra buona , con piatto delle dimensioni che mi servirebbero 300 X 300 X 400 , ma ha l'estrusore che si muove con rotelline gommate Anet A8 piatto non grandissimo da 220 x 220 x 240 , dicono sia effettivamente molto valida ma mi sembra di una struttura troppo "fragile" Anet E10 piatto 220 x 270 x 300 , estrusore però con rotelline in gomma e non ho letto recensioni del modello Altre interessanti non ne trovo.... Mi sapete dare voi dei consigli? Per quale optereste nel mio budget? Ci sarebbe tanta differenza tra quelle sopra elencate ed una Anet A8 o la prima Geeetech che costa decisamente meno? La dimensione dell'estrusore (0.4, 0.3, 0.2 ecc..) è così influente oppure influisce maggiormente la velocità di lavorazione e la precisione di lavorazione ( allo 0.1 mm) sulla resa ottimale del prodotto? Scusate ma essendo neofita richiedo a tutte queste info e questi consigli. Grazie in anticipo a tutti :)
  4. Il 2016 inizia con una nuova fonte di ispirazione e risorse per gli appassionati di stampa 3D. Ricordate 2be3D? Ve ne avevamo parlato raccontandovi la progettazione per il premio del Creative Contest 2015, noto festival di cortometraggi romano - qui trovate l'articolo dedicato. Oggi torno a parlarvi di loro, in quanto questi ragazzi proprio non ce la fanno a stare fermi. 2be3D, azienda specializzata in scansione, modellazione e stampa 3D finalizzate alla prototipazione rapida, ha inaugurato una nuova sezione download all'interno del proprio sito web. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2016/03/2be3d-download-2-1024x1024.jpg Si tratta di una pagina del tutto nuova all’interno del portale, sulla quale è possibile visionare tridimensionalmente e scaricare alcuni modelli 3D realizzati dall'azienda. Tali modelli sono frutto di idee e progetti interni alla società e sono realizzati interamente dai suoi grafici. La maggior parte di essi è stata creata da zero sulle principali piattaforme software di modellazione del momento, mentre un’altra buona parte è frutto di scansioni 3D per lo più effettuate utilizzando il principio della fotogrammetria. Infine ci sono modelli “ibridi”, che prevedono entrambe le tecniche di lavorazione per giungere al file finale del modello 3D. I modelli vengono messi a disposizione gratuitamente per chiunque ne voglia fare uso proprio. Tramite l’interfaccia Sketchfab, una piattaforma WebGL online di condivisione files, è possibile entrare nella visualizzazione 3D del modello e ispezionarne la struttura, la tassellazione e le textures, il tutto con visione totale a 360°. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2016/03/2be3d-download-1-1024x1024.jpg Il procedimento è facile ed intuitivo e si ha in ogni istante la possibilità di analizzare la complessità della geometria e il dettaglio di qualsiasi modello da tutte le prospettive. I modelli sono scaricabili nei principali formati di stampa 3D (.OBJ+jpeg oppure .STL) per essere subito realizzati con qualsiasi tecnologia di stampante 3D; inoltre sono utilizzabili per le più svariate applicazioni 3D per videomakers, videogamers e creatori di app. Infine, grazie all’implementazione per i visualizzatori di realtà aumentata, l’esperienza di osservazione tridimensionale diventa sempre più “reale” e consente, a chi possiede il visore, di balzare direttamente all’interno della scena 3D. Attraverso la creazione di questa sezione, lo staff di 2be3D ha voluto condividere alcuni fra i modelli 3D della propria personale collezione con chi, come loro, porta avanti la passione per la creatività applicata alla manifattura moderna digitale. Dateci un'occhio, non ve ne pentirete.
  5. stampa3D

    I modelli 3D

    I modelli 3D non sono altro che la rappresentazione informatica di un oggetto tridimensionale. La creazione di modelli 3D consiste solamente nella prima fase di una serie di operazioni che andranno a definire l'oggetto finale. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2014/08/1.png MODELLI 3D E LO SPAZIO TRIDIMENSIONALERappresentati in tre dimensioni, i modelli 3D sono posizionati all'interno di uno spazio con tre assi X, Y, Z. Ogni oggetto 3D è definito da un numero infinito di punti, ognuno con coordinate proprie X, Y, Z e che, messi uno accanto all'altro, ci permettono di rendere visibile l'oggetto tridimensionale. I modelli 3D sono quindi resi visibili sui nostri schermi (i quali sono rigorosamente bidimensionali) grazie a dei software che, risolvendo complicate formule matematiche, riescono a rappresentare immagini tridimensionali composte da milioni di punti posizionati in un sistema di coordinate cartesiane. Il sistema di riferimento cartesiano tridimensionale è formato dalle tre rette X, Y, Z perpendicolari tra loro e incidenti in un punto chiamato "origine" o "origine degli assi". L'origine ha sempre coordinate X=0, Y=0, Z=0. I tre assi formano tre differenti piani nello spazio, i piani XY, XZ, YZ, e anche questi saranno utilizzati come riferimenti durante la progettazione dei nostri modelli 3D. http://www.stampa3d-forum.it/wp-content/uploads/2014/08/2.gif Esistono due grandi tipologie di modellazione per creare modelli 3D: la modellazione organica, utilizzata per realizzare forme naturali, umane o creature. Questi oggetti 3D sono caratterizzati da una grande quantità di dettagli e forme morbide e arrotondate che in qualche modo ne esaltano la componente organica;la modellazione geometrica, utilizzata per creare oggetti più tecnici come parti meccaniche o prodotti d'industria. In genere questi oggetti 3D sono di tipo artificiale e vengono modellati seguendo delle forme di base che essendo unite e modificate realizzano il modello.[gallery td_select_gallery_slide=slide" link="file" ids="3601,3602,3603] La tipologia del modello 3D da realizzare renderà necessaria la scelta di una tipologia di modellazione in modo da permettere di arrivare al risultato nel modo più semplice e veloce possibile: modellare un corpo umano con software CAD non avrebbe senso, come viceversa non avrebbe senso modellare un pezzo meccanico con software di modellazione scultorea. VAI ALLA PAGINA SULLA MODELLAZIONE 3D TORNA ALL'INDICE
×
×
  • Crea Nuovo...