Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'estrusore'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per autore

Tipo di contenuto


Categorie

  • Novità
  • Guide
  • Stampanti 3D
  • Recensioni
  • Eventi
  • Community

Forum

  • Benvenuto
    • Presentazioni
    • Nuove idee e progetti
    • Guide di Stampa 3D forum
    • Notizie sulla stampa 3D
  • Stampa 3D
    • La mia prima stampante 3D
    • Stampanti 3D al dettaglio
    • Problemi generici o di qualità di stampa
    • Hardware e componenti
    • Software di slicing, firmware e GCode
    • Materiali di stampa
    • Stampa 3D industriale
  • Modellazione 3D
    • Problemi di modellazione 3D, gestione mesh, esportazione in stl
    • Scanner 3D
  • Guide, recensioni, profili di stampa, esperienze
    • Guide della redazione
    • Database materiali
    • La mia stampante 3D e il mio laboratorio
    • Le tue stampe - Album fotografico dei migliori modelli 3D
    • Profili di stampa 3D
    • Recensioni e tutorial
    • Servizi di stampa 3D/ Negozi / E-commerce
  • Eventi e corsi sulla stampa 3D
    • Eventi e fiere
    • Corsi, concorsi, workshop
  • Off-Topic
    • Off-Topic in generale
    • Incisione e taglio laser
    • Fresatura CNC
    • Droni
  • Mercatino
    • In vendita
    • Cerco
    • Offerte di Lavoro
    • Offerte e Codici Sconto
  • Feedback e Comunicazioni alla Community
    • Comunicazioni interne
  • Geeetech's Discussioni
  • Geeetech's Video
  • Presepe stampato 3D's Discussioni
  • Club di Fabula 3D's Discussioni
  • Progettare una CNC's Discussioni
  • Club di Alessio Iannone's Discussioni
  • Club di Alessio Iannone's Le basi per imparare Autodesk Fusion 360
  • Miniature e action figures's Discussioni

Calendari

  • Community Calendar
  • Eventi YouTube
  • Eventi pubblici
  • Geeetech's Eventi
  • Presepe stampato 3D's Pianificazione lavori
  • Club di Fabula 3D's Eventi
  • Progettare una CNC's Calendario del gruppo CNC
  • Club di Alessio Iannone's Eventi
  • Miniature e action figures's Calendario

Blog

  • Novità
  • Guide
  • Stampa 3D forum
  • Club di Fabula 3D's Blog
  • Club di Alessio Iannone's Blog

Product Groups

  • Codici sconto
  • T-shirts
  • Pubblicità

Cerca risultati in...

Trova risultati che contengono...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Instagram


Twitter


LinkedIn


Facebook


Website URL


Città


Lavoro


Interessi

  1. L’estrusore è uno dei componenti più importanti di una stampante 3D. La sua funzione è quella di scaldare il filamento e spingerlo attraverso l'ugello, deponendo la plastica in modo regolare e costante strato su strato. L’estrusore, a volte chiamato “blocco estrusore”, è composto da due parti: Hot-end, la parte calda che scioglie e deposita il materiale; Cold-end, la parte fredda del corpo estrusore, cioè il dispositivo che spinge il filamento nella zona di fusione. L'hot end è probabilmente la parte più critica di una stampante 3D. Dall’hot end dipendono molti fattori che definiscono la qualità delle stampe che puoi realizzare con la tua stampante 3D. In genere, gli elementi che compongono l’estrusore sono in metallo, capaci di resistere ad alte temperature e di avere un degrado limitato nel tempo. Questo assicura migliori performance rispetto ad altre soluzioni ben più economiche. L’estrusore, ma in particolare l’hot end, può essere soggetto a diversi problemi. Il problema più comune è sicuramente quello di ritrovarsi con l'hot end intasato,(situazione chiamata "Hotend clogging") che può portare a un'estrusione errata o a nessuna estrusione. La causa più comune di questo problema è legata al calore con cui viene scaldato l’hot end. Infatti, se la parte riscaldante non è ben isolata, il calore tende a salire e a riscaldare anche quelle componenti che dovrebbero restare fredde, scaldando e sciogliendo il materiale di stampa troppo presto e causando il blocco. La qualità dell’hot end è quindi cruciale per evitare problemi di questo tipo: migliore è la capacità dell'hot end di contenere il calore nella "zona di fusione", minore è la probabilità che l’estrusore si intasi. In questo articolo andiamo a esaminare insieme i migliori estrusori per stampanti 3D, discutendone le caratteristiche, il prezzo, la compatibilità e altro ancora, con l’obiettivo di aiutarti nella scelta del miglior upgrade per la tua stampante 3D. In questa guida: > Micro Swiss All Metal Direct Drive > Micro Swiss NG > E3D V6 > E3D Hemera > E3D RapidChange Revo > BIQU H2 > Phaetus Rapido > Phaetus Dragonfly > Creality Spider > Come scegliere l’estrusore per stampante 3D > Differenze tra estrusore Direct e Bowden Micro Swiss All Metal Micro Swiss All Metal è una scelta eccellente per coloro che desiderano utilizzare materiali con temperature di stampa elevate. A una rapida occhiata, il dissipatore di calore potrebbe sembrare simile all'hot end montato di serie sulle stampanti Creality CR o Ender-series. La struttura parallela rende il montaggio dell'hot end Micro Swiss su queste stampanti un gioco da ragazzi. Ma anche se questi hot end si assomigliano, quelli standard montati sulle stampanti 3D citate e il Micro Swiss presentano importanti differenze. Micro Swiss All Metal è un hot end interamente in metallo ed è privo di un rivestimento in PTFE, che gli consente di raggiungere temperature elevate di circa 280-300 °C senza produrre fumi tossici a causa della combustione del PTFE che si trova sugli estrusori standard. Tuttavia, vale la pena ricordare che, a causa delle maggiori capacità di temperatura, le estremità calde interamente in metallo sono soggette a intasamento. Micro Swiss All Metal presenta anche una gola interamente in metallo, che collega il dissipatore di calore al blocco riscaldante, realizzata in lega di titanio di grado 5. Il titanio non solo è un materiale altamente durevole, ma ha anche ottime proprietà di isolamento termico. Secondo Micro Swiss, questo materiale offre una conduttività termica tre volte inferiore rispetto all'acciaio inossidabile, la scelta tipica del materiale per le gole hot-end. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM (ad es. CR-10, Ender 3, Tevo Tornado). Prezzo: circa € 75. Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice Micro Swiss NG Il design compatto di questo estrusore ne diminuisce il peso e la rigidità totale. Effettivamente basta guardarlo per capire che non stiamo avendo a che fare con un blocco estrusore standard, ma con un vero e proprio pezzo unico nel panorama della stampa 3D. Lo ammetto, mi piace veramente tanto! 😍 Micro Swiss NG presenta il motore di azionamento inclinato di 45° posto a lato del cold end. Questo ha permesso ai progettisti di ridurre la lunghezza del tubo che accoglie in filamento, andando a limitare ulteriormente i problemi di stampa che possono derivare dall'uso di alte temperature o di materiali flessibili. Grazie al Bevel Gear design utilizzato, il percorso del filamento all'interno dell'estrusore è ridotto ad appena 41mm. Quello che salta all'occhio sono sicuramente le componenti in metallo, che assicurano efficienza e una esperienza di stampa 3D ottimale. Da notare la particolare forma che è stata data alla parte metallica con funzione di dissipazione del calore. L'intero blocco di stampa è integrato col sistema Micro Swiss All Metal Hotend. Il percorso del filamento è placcato con finitura TwinClad TX. Adattabile a un'ampia gamma di stampanti 3D, tra cui cito CR-10, CR-1's, CR-10-5S, CR-10-S4, Ender 3, Ender 3 Pro, Ender 3 V2, Sunlu S8, e molte altre che derivano da questi modelli di base. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: circa € 145. Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice E3D V6 Con la sua comprovata affidabilità, E3D V6 ha dimostrato di essere in grado di produrre stampe di alta qualità su una vasta gamma di materiali. Con migliaia di utenti che usano questo hot end su centinaia di macchine diverse, l'estrusore E3D V6 probabilmente funzionerà anche sulla tua stampante 3D. Uno dei motivi principali dell'incredibile popolarità del V6 è il suo ecosistema di parti in continua evoluzione. Dai minuscoli ugelli da 0,15 mm al pesante SuperVolcano, dagli ugelli in ottone standard all'ugello X in acciaio per utensili nichelato, rivestito WS2. E3D V6 ha una gamma impareggiabile di parti ideali per ogni utente e caso d'uso. Con molte opzioni di personalizzazione, il V6 soddisferà sicuramente le tue esigenze! Diametro del filamento: 1,75 mm, 3 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: da € 70 a € 165, a seconda del modello e del kit Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice E3D Hemera E3D Hemera è progettato per essere una soluzione all-in-one per l'estrusione di alta qualità, combinando cold end e hot end in un unico design compatto. Al centro di Hemera ci sono i frontalini del motore su misura che sono essi stessi parte del design dell'estrusore, rendendolo estremamente ridotto in dimensioni. Questa compattezza non solo riduce le oscillazioni durante la stampa, ma consente anche un breve percorso del filamento: il filamento passa quasi direttamente dagli ingranaggi dell'alimentatore a doppia trasmissione dell'Hemera all'hot end collegato. Questo fa miracoli per la precisione e l'affidabilità dell'estrusore, specialmente quando si stampano filamenti flessibili, che possono essere notoriamente difficili da maneggiare. All'esterno, E3D Hemera sfoggia un nuovo dissipatore di calore, che si avvita direttamente sul frontalino del motore. Questo dissipatore di calore dirige l'aria lontano dal letto di stampa, impedendo all'aria indesiderata di interferire con le tue stampe. Hemera è facilmente personalizzabile per adattarsi a qualsiasi budget ed esigenza. Sebbene sia inteso per scopi di trasmissione diretta, l'hot end collegato può essere svitato e sostituito con un raccordo Bowden, se lo si desidera. Anche il montaggio di E3D Hemera è semplice, poiché le piastre frontali del motore personalizzate sono dotate di lati piatti e fori di montaggio integrati per il fissaggio diretto alla stampante. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: da € 100 a € 240 Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice E3D RapidChange Revo Qui invece troviamo una soluzione alternativa, sempre proposta da E3D, ma che sono certo susciterà il tuo interesse. E3D RapidChange Revo è un hot end di piccole dimensioni, che presenta un dissipatore di calore compattissimo, adattabile a soluzioni sia Bowden che Direct. Ma cos'è che caratterizza maggiormente questo hot end? Beh, il sistema veloce di smontaggio e sostituzione. RapidChange Revo infatti è dotato di un sistema di aggancio rapido al suo sostegno che lo rende solidale al carrello di movimentazione. Questo permette di sostituirlo velocemente con altri hot end dedicati a specifici materiali o che montano componenti diverse. Si smonta senza usare utensili, ma attenzione: è da maneggiare solamente a ugello freddo! Con un peso di soli 30g, la velocità di movimento è assicurata. Grazie alla compattezza del sistema, l'hot end si scalda in pochi secondi raggiungendo temperature alte e ideali per stampare qualsiasi tipo di materiale disponibile in commercio. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: da € 100 a € 165 Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice BIQU H2 BIQU H2 è un estrusore diretto che utilizza filamenti di 1,75 mm di diametro, ha un peso di 211 g e ha un rapporto di trasmissione di 7:1. L'estrusore può esercitare fino a 7,5 kg di forza di estrusione a seconda del materiale del filamento, consentendo un migliore controllo della qualità di stampa. Il peso del blocco estrusore è sicuramente maggiore rispetto alla concorrenza, il che non aiuta nella movimentazione. Dovrai stampare un po' più lentamente. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: circa € 90 Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice Phaetus Rapido Nella categoria degli hot end per l'alta velocità, Phaetus Rapido si posiziona sicuramente tra i più interessanti e migliori. Riporto un solo dato: la casa madre dichiara che il flusso di stampa può raggiungere i 75 mm3/s. La struttura di questo hot end è stata pensata esclusivamente per aumentare le prestazioni della stampa 3D ad alta velocità. Il nozzle è intercambiabile in base alle necessità di stampa e alle dimensioni dell'ugello che si intende usare. La sostituzione è molto semplice e non richiede l'uso di strumentazione particolare. Phaetus Rapido è in grado di stampare materiali di diversa tipologia, dai semplici polimeri come PLA o PETG fino a materiali dotati di fibre, come Nylon Carbonio. Dettagli molto interessanti riguardano anche l'isolamento termico della parte riscaldante dal resto delle componenti. Dopotutto, per stampare veloce bisogna che l'intero sistema sia molto efficiente, il calore deve essere contenuto solo dove previsto ed essere dissipato al meglio. La parte riscaldante cilindrica in ceramica si presenta un po' più voluminosa ma contenuta nello sviluppo in altezza. Si passa da 24 a 280 °C in meno di 50 secondi. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: circa € 190 Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice Phaetus Dragonfly Una soluzione economica ma che punta a fare da game changer per quanto riguarda la qualità della progettazione. Anche in questo caso Phaetus ha fatto un ottimo lavoro ideando un hot end che può adattarsi alla maggior parte delle stampanti 3D, garantendo a chiunque la possibilità di fare un upgrade di alto livello. Phaetus Dragonfly punta a risolvere i più comuni problemi di stampa. L'isolamento termico migliorato garantisce una buona divisione le parti scaldanti e quelle che devono restare fredde, evitando blocchi dell'estrusore. Inoltre, l'interno del tubo di passaggio del filo è prodotto in modo molto accurato, riportando un parametro di attrito molto molto basso. Questo aumenta la facilità di passaggio del filamento nel tubo e limita ulteriormente i rischi di otturamento dell'estrusore. L'intero oggetto è assemblato in modo semplice e ordinato. Facile da montare e smontare, se mai dovessi farlo, si presta a cambiare velocemente l'ugello in varie misure e materiali. La copertura posizionata attorno all'hot end, realizzata in silicone, resiste fino a 350 °C. Un estrusore utilizzabile con qualsiasi materiale, PLA, ABS; PET, TPU, PP, PEEK, PEI, e molti altri. Tutto questo racchiuso in soli 70 grammi di prodotto. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: da € 70 a € 160 in base alla configurazione e alla versione Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice Creality Spider Compatibile con la maggior parte dei materiali, l'estrusore Creality Spider è una soluzione più economica rispetto quelle che abbiamo visto in precedenza, ma che può comunque dire la sua in questa guida. Creality Spider è un estrusore all metal realizzato completamente in metallo e può raggiungere alte temperature per la stampa dei filamenti più tecnici. Tra i materiali stampabili, citiamo PLA, ABS, PETG, TPU, PP, PC, nylon, PEEK, PEI e materiali compositi con additivi abrasivi. Il manicotto di isolamento termico è realizzato in acciaio inox per garantire un buon isolamento termico tra il riscaldatore e il blocco del dissipatore. Il blocco termico è realizzato principalmente in lega di rame, si scalda velocemente e scioglie rapidamente il filamento, supportando un’alta velocità di stampa pari a 250 mm/s. Come nel caso di Phaetus, il tubo di passaggio del filamento ha un valore di rugosità di Ra ⋜ 0,3, molto basso, aumentando la velocità del flusso del filamento all'interno. L'hot end è generalmente venduto in kit che comprende un ugello da 0,4 e uno da 0,6 mm. Diametro del filamento: 1,75 mm Stampanti 3D supportate: si adatta alla maggior parte delle stampanti FDM Prezzo: da circa € 50 Vedi offerta su Amazon Torna all'Indice Come scegliere l’estrusore per stampante 3D Prima di acquistare un nuovo estrusore dovresti assicurarti di conoscerne le caratteristiche. L'acquisto dell'estrusore dipende dalla stampante 3D su cui dovrà essere montato, dai materiali che vorrai stampare e, in parte, anche dal prezzo. Queste sono le principali caratteristiche che non devi dimenticare. Temperatura massima raggiungibile Diversi materiali per stampanti 3D richiedono diverse temperature dell'hot end. Dovresti pensare a quali materiali vuoi stampare e assicurarti che il tuo hot end possa raggiungere queste temperature. Compatibilità della stampante Poiché gli hot end della stampante 3D non sono universali, probabilmente avrai bisogno di una forma di supporto personalizzato (di solito stampato in 3D) per collegare l'hot end alla tua stampante 3D. Dovresti considerare se un hot end ha delle funzionalità di montaggio che potrebbero agevolare il montaggio o migliorarne l'utilizzo. In caso contrario, assicurati di verificare che sia disponibile un supporto per la stampante e la configurazione dell'intero blocco estrusore. Compatibilità dell’ugello L'ugello si avvita nel blocco riscaldatore di un hot end, può essere rimosso e talvolta deve essere sostituito. Quando acquisti un hot end, assicurati che la dimensione della vite compatibile (ad es. M6) corrisponda a quella del tuo tipo di ugello preferito. Contenimento del calore Come accennato, lo scorrimento del calore è uno dei problemi più comuni negli estrusori. Gli hot end di qualità superiore conterranno meglio il calore, anche quando si stampa per un periodo prolungato o con temperature elevate (come richiesto da materiali come il PC). Assicurati di acquistare un prodotto di qualità, non te ne pentirai! Qualità delle componenti Gli estrusori di altissima qualità sono realizzati con materiali più durevoli. In questo modo l'hot end dura più a lungo e ha maggiori probabilità di sopravvivere a eventuali urti accidentali con altre parti della stampante. Sebbene sia difficile valutare la durabilità di queste componenti, puoi comunque valutare il prodotto nel suo insieme. Un hotend all metal si presta come una valida soluzione. Torna all'Indice Differenze tra estrusore Direct e Bowden In questa guida di cose relative agli estrusori ne abbiamo dette veramente tante. Se sei un principiante della stampa 3D forse ti trovi un po' spaesato e immagino che vorresti approfondire ancora di più la tua conoscenza sulla estrusori per stampanti 3D. Una cosa che sicuramente dovresti conoscere è la differenza tra un estrusore bowden e uno direct. Di cosa si tratta? 😵 Per tua fortuna, ho scritto una guida di approfondimento proprio su questo tema. Dopo averla letta, non ti fermerà più nessuno!
  2. Ciao community! Sono alla ricerca di un estrusore ad alto flusso... Sostanzialmente sto cercando un estrusore che sia in grado estrudere grandi quantità di materiale a velocità sostenuta. Possono interessarmi soluzioni sia a filo che a pellet, pur essendo consapevole che le soluzioni a pellet siano le più performanti in questo caso specifico. Avete qualche prodotto da consigliarmi? Grazie!
  3. Ho riscontrato un problema usando la mia Voxelab Aquila. Quanto inizio una stampa i layer vengono stampati a circa 2mm dal piatto, impedendo l'aderenza e causando problemi nella stampa. Ho resettato ogni impostazione, pensando che il problema fosse dovuto a qualche impostazione modificata per errore; nulla è cambiato. Ho provato anche a livellare il piano lasciando poco spazio tra l'estrusore e il piatto, circa 0,5 mm, ma a inizio stampa si alza sempre di qualche mm.
  4. Ciao a tutti, ho acquistato recentemente una ghost 5 e sto provando a calibrare la stampante per ottenere risultati migliori sulle stampe. Riguardo la calibrazione degli step estrusore ottengo come valore iniziale M92 X80 Y80 Z400 E400. Facendo la calibrazione il nuovo valore che dovrei inserire sarebbe 412.37. Impostando questo valore tramite comandi M92 E412.37 e salvando con il comando M500, la stampante sembra recepire e salvare il nuovo valore. Il problema è che lanciando la stampa non viene estruso il filamento. Ho fatto una prova anche impostando un volore intero M92 E412 ma anche in questo caso non funziona. Riportando il valore originale la stampante ritorna ad estrudere il filamento correttamente. Sapete per quale motivo succede questo? Ci sono dei limiti per le impostazioni dell'estrusore per il quale non è possibile andare oltre 400? Vi ringrazio per l'aiuto
  5. Ciao a tutti, scrivo per chiedere in merito a quanto indicato nel titolo. Il carrello non e' "fisso" sull'asse X, toccandolo e/o in fase di estrusione, ha dei piccoli movimenti che fanno variare l'effettiva distanza dal piatto, provocando errori di stampa. Vi e' mai capitato? Come avete risolto? ps: ho provato anche a stringere i 3 bulloni con annesse ruote ma continua ad avere un minimo di movimento
  6. Salve a tutti, sono nuovo nel mondo delle stampe 3D. Come prima stampante ho acquistato una Geeetech Prusa I3 Pro B, dopo averla assemblata ho subito riscontrato vari problemi nelle stampe. Il problema principale di cui voglio parlare in questa discussione si verifica a "fermo" prima che venga dato il comando stampa. Preparo l'estrusore portandolo alla temperatura di stampa (230°), il pla inizia a colare dal nozzle senza mai fermarsi non riesco a capire il perchè.
  7. Salve, La mia stampante 3drag utilizzata col software cura ultimaker e motore di slicing cura ha il problema che al'inizio della stampa dopo aver riscaldato l'estrusore esso si abbassa per stampare il primo layer ma si abbassa troppo schiacciandosi contro il piano di stampa. Il risultato è che la plastica non riesce ad uscire e si intasa l'estrusore. Inoltre l'endstop è regolato correttamente e quando faccio l'home dell'asse z l'estrusore si ferma appena prima di toccare il piano. Ho controllato il gcode di inzio ma è apposto comunque lo posto. G28 G1 Z15.0 F6000 G92 E0 G1 F200 E3 G92 E0 Uso ultimaker al posto di repetier perchè altrimenti se uso cura come motore di slicing si verifica il seguente problema https://photos.app.goo.gl/AdZVLZARNKrVKBGR9.
  8. Fino a qualche giorno fa funzionava tutto correttamente ieri sera vado per fare una stampa e vedo che non esce il filamento, ho smontato il tutto e il problema è che non riesce a spingere il filo, dal video si nota che non gira ma fa solo degli scatti. Se invece tengo spinto il filamento, senza calcarlo troppo allora riparte a girare ma appena lascio ritorna a fare questi micro scatti... Qualcuno ha qualche idea? VID_20201031_173834.mp4
  9. Buonasera ragazzi come da titolo vi chiedo di darmi una mano per un problema che la mia stampante sta avendo già da qualche giorno. Qualunque tipo di stampa io faccia l'estrusore continua a "scattare" e a non tirare il filo dalla bobina. Pensavo fosse un errore di impostazione o magari l'hotend troppo vicino al piatto... Ma niente. Il problema si ripresenta nonostante le varie prove e misurazioni. Ho notato che con i vecchi modelli, però, il problema non si presenta. Possibile che sbagli qualche impostazione nello slicer? Attendo la vostra buona parola e grazie!
  10. AlexPA

    Vref da tarare?

    Buongiorno a tutti. Ieri ho cercato di capire il motivo per cui il filamento non veniva trascinato. Togliendo l'ugello e scaldando a 200°, ho verificato: non c'era accumulo di filamento fuso. Inserendo anche l'astina in dotazione alla stampante, ho tolto quel pò che c'era nella gola. Dal nuovo blocco motore/estrusore/ventola ho smontato ventola e dissipatore: la ruota dentata non gira, va avanti di un dente e torna indietro, sempre così. Ho allegato video e foto. Chiedo: confermate Vref da tarare? Nel dubbio, sto andando a comprare un tester. no estrusione.mp4
  11. Ciao a tutti, sono finito di nuovo bloccato a casa per il protrarsi dei miei probelmi di salute (che rischiano di coinvolgere anche quella mentale), e avendo stampato una quantità di cose tali da aver riempito casa mia e parzialmente quella di molti miei famigliari, le scrivanie dei colleghi, ecc. ecc. stavo pensando di sperimentare (e buttar via qualche soldo...) con la mia Ender 3 per il semplice gusto di imparare cose nuove e far passare il tempo... Nello specifico mi è venuta la curiosità di confrontare direct e bowden. Partiamo dal fatto che ovviamente mi sono informato un po' sugli svantaggi e i vantaggi di entrambi, che riepilogo qui di seguito per chi non fosse particolarmente esperto di stampa e inciampasse (che caso vuole sia lo stesso motivo per cui sono ancora bloccato a casa con la gamba devastata... 😛) in questo thread: https://www.stampa3d-forum.it/estrusori-bowden-wade-differenze/ https://help3d.it/scelgo-direct-drive-o-bowden/ in questo momento la mia stampante ha questa configurazione: https://www.stampa3d-forum.it/forum/topic/8652-la-mia-ender-3-e-i-suoi-upgrade/ So che rispetto alla mia configurazione attuale potrei ottenere i seguenti vantaggi: stampa più semplice di materiali elastici (anche molto elastici), che ultimamente mi interessano molto minor stringing maggior accuratezza nell'estrusione stessa gli svantaggi potrebbereo essere invece: maggior ringing, ghosting... Considerate che io stampo più con un occhio alla qualità che alla velocità (difficilmente supero i 50mm/s di impostazione di base) e se mi interessa stampare qualcosa rapidamente, normalmente non mi interessa in modo particolare la qualità finale, anche perchè non faccio produzioni industriali... Quindi dopo aver fatto questa introduzione, vi dico quali sono le ipotesi al vaglio (uso amazon per comodità perché tra capodanno, possiibli resi, coronavirus non so cosa arriverebbe dalla cina) : comprare un carrello con predisposizione per il direct per la Ender 3 https://www.amazon.it/dp/B082FTN2RP/?coliid=I2I1V0910NX1BX&colid=2HPA38ZYJB0FD&psc=1&ref_=lv_ov_lig_dp_it di cui utilizzerei solo una parte dei pezzi perché poi andrei a montare l'estrusore con doppio ingranaggio che ho montato attualmente, o addirittura il BMG clone che sta in un cassetto in casa (forse esagerato, visto che avrebbe poco senso l'aumento di coppia, utilizzando il direct, anche se si avrebbe un controllo ancora migliore) un nema 17 slim per limitare il peso (opzionale, dopo aver magari provato il motore originale) https://www.amazon.it/TopDirect-passo-passo-18-4oz-Macchine-Stampante/dp/B0777JN7JV/ref=asc_df_B0777JN7JV/?tag=googshopit-21&linkCode=df0&hvadid=324708729720&hvpos=1o3&hvnetw=g&hvrand=1943956717537036344&hvpone=&hvptwo=&hvqmt=&hvdev=c&hvdvcmdl=&hvlocint=&hvlocphy=20589&hvtargid=pla-562043125169&psc=1 e tra l'altro in questo caso avrebbe senso utilizzare il bmg clone, perchè recuperei parte della coppia persa. un driver che supporti il linear advance, tipo TMC 2209 (?) per spingere al massimo il controllo dell'estrusione e la prolunga per il motore... https://www.amazon.it/UEETEK-motore-passo-passo-derivazione-HX2-54/dp/B073VKPD1Q/ref=sr_1_2?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&keywords=nema+17+cable&qid=1581073220&s=industrial&sr=1-2 Oppure, al posto di tutto quello sopra il pezzo sotto della microswiss, che in più mi permetterebbe anche l'upgrade dell'hot end (ho ancora quello originale), con eventualmente il motore slim per questioni di peso https://www.3djake.it/micro-swiss/direct-drive-extruder-per-creality-cr-10-ender-3?sai=7681&gclid=EAIaIQobChMIhIfT456_5wIVl-N3Ch2JxwoTEAQYAiABEgJZW_D_BwE anche se è un po' costosetto... mentre la prima soluzione "appare" più economica... cosa ne pensate? avete esperienze in merito al confronto tra direct e bowden che possono essere di ispirazione?
  12. Sto cercando degli ugelli con diametro di 2 mm o superiore, anche pre-assemblati nel blocco estrusore. Conoscete qualche fornitore a cui potrei appoggiarmi? Grazie!
  13. Adesso che ho estrusore e staffa in alluminio, qualcuno sa come agganciare il tutto al carrello asse X? Non riesco a trovare nessuna corrispondenza tra i fori del carrello e della staffa in alluminio, inoltre tra la staffa e la possibile parte di aggancio dell'E3D V6 c'è almeno 1mm di gioco.
  14. E' da diversi giorni che non riesco a stampare nemmeno un cubo di prova, perché fin dai primi layer, il filamento non viene estruso, e succede sia quando provo a stampare dal computer tramite USB sia quando provo direttamente dalla SD, sia con PETG che con PLA+, variando diverse temperature di bed ed estrusore. Ho anche provato a dare un pre riscaldamento e ho notato che il filamento inizia ad uscire, dopodichè devo io spingerlo a mano, altrimenti sembra che il trascinamento si blocchi all'interno. Ho aperto il blocco estrusore in acrilico (non ancora la gola nè l'hotend), guardando se ci fossero problemi con la ruota dentata di trascinamento. Cosa suggerite? Nel frattempo ho già ordinato alcune cose su Amazon (barre trapezie, blocco estrusore in alluminio, blocco estrusore-hotend-cartuccia riscaldante) perché sinceramente con questa attuale configurazione della stampante mi sto rompendo le scatole!
  15. Stampa con PETG da scheda SD, valori di temperature e velocità ventola (che non riesco a regolare) impostati da Simplify e trasferiti su scheda. I risultati sono visibili in foto fin dall'inizio, quando l'hotend inizia a riscaldarsi vedo che il filamento inizialmente scende e poi sembra bloccarsi, per cui suppongo che la ruota dentata non trascini il filo. Questo succede anche con valori di temperature più bassi. Cosa suggerite? Inviato dal mio Nokia 2 utilizzando Tapatalk
  16. Allora ragazzi inizio dicendo che sono nuovo in questo forum e quindi mi scuso in anticipo per eventuali idiozie che infilerò in questa discussione, tuttavia andiamo al punto. Dopo due anni di lavori e messa a punto ho portato la mia stampante a un livello di stampa soddisfacente, con ormai pochi problemi anche con calibrazione e filamenti particolari, quindi sono pronto a fare il grande passo e comprare alla mia bella un doppio estrusore. Partendo dal presupposto che ho, a livello di estrusore e carrello dell'asse x, ancora pezzi di default, volevo upgradare anche il vecchio estrusore (MK8) a un E3D v6 e aggiungere un gemello. Ora ho due quesiti: 1) a livello operativo volevo sapere se gli ugelli del MK8 sono compratibili con l'E3D v6 2) a livello di rapporto qualità prezzo, essendo un maker squattrinato non mi riesco a fidare di aliexpress, cioè mi fido, ma buttare 20 euro per farsi arrivare a casa dopo due mesi un pezzo rotto e non poterlo mandare indietro mi fa girare i "servo"... quindi pensavo di andare sulla sicura, ma più costosa, amazon e ho trovato due alternative: A)https://www.amazon.it/Cikuso-Stampante-Intestazione-Metallico-Compatibile/dp/B07JX6GH6H/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1549399790&sr=8-2&keywords=estrusore+doppio+ugello Ultra low cost, ma già dotato di entrambe le hot-end e con un singolo dissipatore, ma non so bene se è un E3D v6 o semplicemente un ibrido a se stante B)https://www.amazon.it/XCSOURCE-millimetri-alimentazione-estrusore-TE561/dp/B01KFKHXG8/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1549400374&sr=8-4&keywords=e3d+v6 classico E3D v6 con tanto di bowden, ma costa di più ed è uno solo quindi la spesa va moltiplicata per due Poi se non vado errato mi serviranno ovviamente un driver aggiuntivo, i bowden, un servo con tanto di kit per l'estrusore (https://www.amazon.it/dp/B06Y677FMN/ref=psdc_473601031_t2_B07CQVLCFM grazie a dio ho trovato questo perchè i servo da soli costano un abominio rispetto alle altre parti) e upgradare il firmware con quello apposito sul sito della geeetech per la doppia estrusione. Grazie in anticipo a tutti coloro che daranno un occhiata e speriamo che possa essere utile anche a qualche altro utente
  17. Buongiorno a tutti. Come da titolo con Anet A8 sono passato da ugello 0,4mm (con cui uscivano stampe perfette) all'ugello da 1mm per delle stampe grandi, che non necessitano di finiture particolari. Il problema avviene sulla parete verticale sul punto si passaggio da un layer al successivo. Osservando le foto allegate capirete all'istante cosa intendo. Velocità di stampa: 40mm/s Accelerazione:3000mm^2/s Jerk: 20mm/s Altezza layer: 0,5mm Ugello: 1mm ottone Materiale: PLA Temp. Stampa : 210°C Premetto che con ugello da 0,4 (neanche a 60mm/s) non mi è mai capitato nonostante un leggerissimo lasco su asse X causato dal montaggio di cuscinetti lineari Igus (che presto ri-sostituiró con gli originali che sono estremamente più precisi - gioco 0). Resto in attesa dei vostri saggi consigli per risolvere il problema. Grazie mille.
  18. Ciao a tutti, Vi pongo il seguente quesito: Stampante Geetech Prusa i3 PRO B, estrusore di serie MK8. In modalità manuale, tramite menu stampante e menu repetier l'estrusore funziona senza problemi, è calibrato al mm e i valori inseriti corrispondono alla quantità di filo estrusa. Quando si lancia una stampa il motore del'estrusore non gira più e di conseguenza non avviene più l'estrusione. La stampante ha funzionato per circa 1 mese con ottimi risultati. Ho provato a: Sostituire: Uggello, filamento, temperatura, tutti i parametri dalle velocità agli spessori agli step etc. Ho sempre usato repetier per i comandi manuali e per sclicer ho usato slic3r, cura, e kisslicer. Non cambia nulla, quando parte la stampa il motore smette di girare, la cosa strana è che il comando manale funziona. la Vref sono le solite che ho sempre avuto. Chiedo scusa se questo problema è stato già affrontato ma non nel forum non sono riuscito a trovare nulla. Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto grazie Luca
  19. Salve a tutti sono nuovo sul forum e sono nuovo anche nel mondo della stampa 3d. Ieri mi é arrivato il kit della anycubic i3 ultrabase (base riscaldata). Dopo 5 ore di installazione (di cui una dedicata a togliere le pellicole) l’accendo e dopo la calibrazione x y z mi toccava preparare il pla, ma qui il disastro! Clicco su “prepare PLA” e sia se clicco successivamente su “preheat PLA”, sia su “preheat hot bed”, il display va in crisi per concludersi subito dopo con un ritorno alla schermata iniziale. Esiste una spiegazione firmware/hardware ed una soluzione? Dopo tutta questa “preparazione e attesa” mi sento davvero demoralizzato e mi resta come ultima chance contattare il venditore (si trova ad hong kong e vi ho detto tutto) o peggio ancora restituire il pacco ad amazon (che significherebbe smontare tutto)
  20. Da quanto tempo non sentivamo parlare di stampa 3D a pellet? Ne parlammo già nell'ormai lontano 2014, quando uscirono i primi modelli di estrusori per filamento. Ai tempi si parlava di Filafab e Filabot, macchine ancora presenti oggi sul mercato che, una volta riempite di materiale in granuli, permettono di estrudere filamento da riutilizzare in fase di stampa 3D. Oggi, invece, sono a raccontarvi di un approccio completamente diverso all'uso di pellet per la stampa 3D: DIRECT 3D Pellet Extruder è un'estrusore a pellet che va a sostituirsi completamente al blocco estrusore delle stampanti 3D FDM, portando avanti quello che potremmo definire come una "stampa 3D diretta a pellet". DIRECT 3D Pellet Extruder - Cos'è e che vantaggi porta Il funzionamento di DIRECT 3D Pellet Extruder è semplice e per certi versi innovativo: attraverso tecnologia FDM, fonde la materia prima in forma di granuli, polvere o scaglie, stampando direttamente l'oggetto in fase di produzione. DIRECT 3D Pellet Extruder consente di utilizzare una gamma di materiali molto ampia, alcuni dei quali non compatibili con i classici estrusori a filamento. Nella gamma di materiali utilizzabili, oltre a PLA, ABS, PA, PP e PE, troviamo anche TPU, PC-ABS, PA-SGF, PA-CF, PP-SGF, PP-CF e PET, PS, materiali riciclati. Ciò consente un'apertura maggiore della stampa 3D nel campo professionale, favorendo l'uso di materiali differenti. Come in tutte le applicazioni che vedono coinvolte le plastiche in pellet, anche in questo caso troviamo benefici nei costi. Infatti, la plastica in pellet ha un costo ridotto rispetto i filamenti in bobina tradizionali. Secondo il produttore, la velocità di stampa di DIRECT 3D Pellet Extruder si allinea a quella dei normali estrusori sul mercato. DIRECT 3D Pellet Extruder - Caratteristiche tecniche Peso: 1 Kg Portata: 30 – 250 g/h Dimensione ugelli: 0.4 – 2.5 mm Temperatura massima di estrusione: 320-340 °C "E lato elettronica?", vi starete chiedendo. Il produttore afferma che DIRECT 3D Pellet Extruder risulta applicabile per elettronica e firmware alla maggior parte delle stampanti 3D presenti sul mercato e che la sua logica di funzionamento si avvicina molto a quella degli estrusori a filo conosciuti.
  21. per tutti i possessori della cr - 10 sulla mia cr misi è fuso tutto l'hotend compreso il nozzle che ha sfatto la filettatura dello stesso (allego foto) avevo il ricambio e l'ho sostituito...fino a qua tutto bene livellando il piatto mi sono accorto che stava più basso (home endstop) mi sono stampato la regolazione dello stesso, questo Z Axis Endstop Adjustment for CR-10 3D Printer se succedesse anche a voi può tornare utile buone stampe a tutti
  22. Arriva aria di novità da questa edizione di Technology Hub, fiera leader in Italia per le tecnologie innovative, che si terrà a Fieramilanocity dal 17 al 19 maggio. Come altre aziende del settore, WASP ha deciso di utilizzare questo palcoscenico per presentare al pubblico la nuova linea di stampanti 3D per l'argilla - WASP Linea Clay. WASP Linea Clay - Stampanti 3D dedicate a argilla e materiali ceramici "Da sempre WASP punta con decisione alla ricerca e allo sviluppo di sistemi per consentire e promuovere in tutto il mondo l’utilizzo nella stampa 3D di materiali come l’argilla, la ceramica, la porcellana. Ora l’azienda guidata da Massimo Moretti annuncia un’importante novità ... la sua nuova Linea Clay". Oltre alla presentazione di WASP Linea Clay, l'invito è quello di andare a vedere coi propri occhi stampanti 3D di diverso formato, abilitate a produrre modelli tridimensionali con diversi materiali. Caratteristica distintiva delle macchine progettate dell'azienda di Massa Lombarda è proprio quella della versatilità: sostituendo il blocco estrusore è possibile passare dalla stampa 3D di polimeri (ABS, HIPS, PETG, PA carbonio) a quella di argilla, utilizzando sempre la stessa macchina come supporto meccanico. Inoltre, i più attenti potranno analizzare quelli che sono stati dei miglioramenti a livello di carrelli di movimentazione, firmware, caricamento dei serbatoi. Insieme a WASP Linea Clay, sarà esposta l'intera famiglia delle famose stampanti 3D delta. Tra queste, DeltaWASP 3MT Industrial, utilizzabile sia a filamento che a granuli, progettata appositamente per realizzare oggetti di grandi dimensioni come statue, complementi d'arredo, casse acustiche e scenografie per spettacoli teatrali come già avvenuto per l’opera Fra Diavolo presentata al Teatro dell’Opera di Roma e al Teatro Massimo di Palermo. WASP vi aspetta allo stand E20 del Technology Hub di Milano. Nell’occasione verrà organizzata la premiazione dell’architetto Marco Parnasi, vincitore del 3D Printing Light Contest con il suo progetto Aureal Twist.
  23. Salve come da titolo ho un problema con la mia stampante che ormai ha già più di un anno sulle spalle, in sostanza l'estrusore non estrude o comunque estrude poco. Faccio un riassunto, il materiale ha cominciato ad estrudere sempre di meno, ho quindi provveduto a cambiare diversi pezzi che comunque volevo cambiare da tempo, ho messo un sistema bowden , quindi ho cambiato estrusore e hotend che sono questi due. https://www.amazon.it/gp/product/B01LO3HHKW/ref=oh_aui_detailpage_o02_s00?ie=UTF8&psc=1 https://www.amazon.it/gp/product/B01KFKHXG8/ref=oh_aui_detailpage_o02_s00?ie=UTF8&psc=1 dopo diverse peripezie in cui ho dovuto cambiare anche la scheda madre, sono riuscito ad installare tutto, la stampante funziona ma esattamente come funzionava prima dell'upgrade cioè con poco materiale estruso, il materiale è pla+ ma ho provato anche con l'ABS prima dell'upgrade e i problemi rimanevano. Mi rimetto alla vostra esperienza quale può essere il problema?
  24. Ciao a tutti, sono un neofita completo e ho da poco acquistato una geeetech i3 pro W per provare a fare qualche esperimento che però fino ad ora è sistematicamente fallito in partenza. Ho montato e dopo alcune piccole modifiche (allargato i fori dell'asse z) tutto funziona ma quando lancio la stampa il filamento rimane sempre attaccato all'estrusore e non riesce a depositarsi sul piatto di stampa; ho provato a ricalibrare il piatto più volte e con ogni tipo di foglio cartoncino e volantino pubblicitario che ho trovato per casa, ho provato a stappare il nozzle con una corda di chitarra e ho provato a varie temperature (190 / 210 ) ma non riesco in nessun modo a far depositare il primo layer. il modello che stò provando a stampare è il semplice cubo di prova XYZ di thingverse e sto usando PLA. Spero che qualche buona anima posso aiutarmi
×
×
  • Crea Nuovo...