Stratasys: Produzione Continua

L’approccio tradizionale per quanto riguarda la produzione di pezzi unici con l’utilizzo di stampanti 3D prevede l’impiego di un operatore che rimuova il pezzo stampato dalle macchine, le prepari per la lavorazione successiva e ne inizializzi il lavoro. Tutta questa procedura aumenta considerevolmente i costi per i singoli prezzi e ne aumenta i tempi necessari per la produzione.

Recentemente Stratasys ha presentato un nuovo sistema ancora in fase di sviluppo che permetterebbe una produzione continua di pezzi unici grazie ad un cluster di stampanti 3D controllate in Cloud. La Soluzione Stratasys Continous Build 3D è una soluzione modulare potendosi cosi adattare alle esigenze di tutte le aziende. Di seguito vengono riportati degli estratti dal comunicato stampa che ne descrivono nel dettaglio il funzionamento.

[Comunicato stampa] – “La nuova piattaforma è composta da un’unità modulare con più celle di stampa 3D che funzionano contemporaneamente e che sono azionate da un’architettura centrale basata su cloud. Per fissare nuovi standard nella produttività della fabbricazione additiva, la soluzione Stratasys Continuous Build 3D Demonstrator è progettata per produrre parti in un flusso continuo, con un intervento minimo da parte dell’operatore, grazie alla possibilità di emettere automaticamente le parti completate e di avviare quelle nuove.

Ogni cella di stampa 3D può produrre un lavoro diverso, in modo da consentire progetti di personalizzazione di massa. È possibile aggiungere altre celle alla piattaforma scalabile in qualsiasi momento e aumentare così la capacità di produzione in base alla domanda. La gestione automatica della coda, il bilanciamento del carico e la ridondanza dell’architettura contribuiscono ulteriormente all’accelerazione della produttività, in quanto i lavori vengono indirizzati automaticamente alle celle di stampa disponibili. In caso di errore in una singola cella di stampa, il lavoro sarà reindirizzato automaticamente alla successiva cella di stampa disponibile.”

La soluzione proposta da Stratasys è sicuramente un’ottima dimostrazione scientifica di quale potrebbe essere il futuro della stampa 3D, bisogna attendere che tale sistema venga effettivamente introdotto sul mercato e ovviamente come i competitor intendano rispondere a tale innovazione.