Vai al contenuto
  • Benvenuto!

     

Classifica

  1. muffo

    muffo

    Membri


    • Punti

      202

    • Numero contenuti

      494


  2. eaman

    eaman

    Membri


    • Punti

      168

    • Numero contenuti

      1.267


  3. Killrob

    Killrob

    Moderatori


    • Punti

      118

    • Numero contenuti

      8.809


  4. dnasini

    dnasini

    Membri


    • Punti

      93

    • Numero contenuti

      444


Contenuto Popolare

Mostra il contenuto con la massima reputazione da 05/07/2021 in tutte le aree

  1. E' quasi un anno è mezzo che provo a fare funzionare l'adattatore ad Y (https://www.stampa3d-forum.it/forums/topic/10467-adattatore-a-y-per-doppio-filamento/?tab=comments#comment-76659), oggi finalmente sono riuscito a capire che l'inghippo era nello slicer, sbagliavo a settare PrusaSlicer ed invece della posizione di parcheggio inserivo una retrazione per l'estrusore inattivo. Quindi posso finalmente presentare il flusso canalizzatore Il disegno sul mio Thingiverse è vecchio, in quest giorni carico il nuovo disegno.
    9 punti
  2. Grazie, troppo gentile, l'ho costruita principalmente a scopo autodidattico, ha i suoi pregi ed i suoi difetti. L'idea iniziale era quella di avere una stampante dove fosse semplice sostituire l'hotend (sia dal punto di vista meccanico che dal punto di vista dei collegamenti elettrici) per cui ho adottato un carrello con molti fori dove poter agganciare facilmente diversi tipi di hotend ed ho messo una scheda con tutti i collegamenti elettrici. Per semplificare il disegno degli hotend mi serviva di spostare la ventola sule retro del carrello quindi ho optato ad una configurazione corexy anche per avere lo spazio per la ventola dietro il carrelo. Inoltre la configurazione è stata scelta con l'idea di avere una camera chiusa con pannelli lasciando i motori degli assi X, Y e Z fuori. Lo sviluppo è stato fatto con l'aiuto del forum https://www.stampa3d-forum.it/forums/topic/11677-conversione-prusa-corexy/ in particolare di @Truck64, @FoNzY e @Killrob. Anche se su alcune cose mi sono impuntato ed ho fatto di testa mia, i consigli riceuti sono stati tutti utili, mi hanno permesso di rilevare alcune criticità ed anche se ho fatto di testa mia almeno ho cercato di arginare le criticità. Per adesso i cablaggi fanno proprio pena, mi riprometto di sistemarli quanto prima ma poi ogni volta mi secca fare questo lavoro.
    7 punti
  3. Non so se ci avevate gia' provato, oggi ho provato a fare lo smoothering di un pezzo in PLA+ con la resina da mSLA e mi sa che' funzia molto bene. In pratica basta spennellare un po' di resina sul pezzo (preferibilmente tondeggiante perche' un po' di dettagli se li mangia), lasciarlo curare e si ottiene una copertura bella glossy, al che' si puo' carteggiare un po' con il vantaggio che sulla resina si fa da Dio e eventualmente fare un altro strato se non e' bastato. Stesso pezzo, materiale (PLA+) , gcode, verniciato a pennello (tira su i bugni), dx grezzo e sx resinato e colorato. Ho notato che si puo' tirare anche completamente liscio in modo da verniciarlo a strati sottili come si fa "con la roba vera". Nota: e' un pezzo di un paio di cm stampato a 0.12mm, grezzo.
    7 punti
  4. Vorrei anche io delle unghie fighissime come le tue per togliere I pezzi dal piano🤪
    6 punti
  5. Mi faccio i complimenti da sola!mezz’ora di lavoro! ha stampato tranquillamente 😅
    5 punti
  6. Oggi ho fatto una prova con il filo in nylon per il tagliaerba. L'ho stampato con nozzle a 260°C, piatto a 90°C, nozzle da 0.4mm ed altezza del layer di 0.2mm. Ho fatto prima due layer di PETG e poi sopra ci ho stampato il pezzo in nylon. Ho fatto una prova con acqua calda a 56°C (il massimo del mio scaldabagno). Il presscontrol della pompa è tarato 2.2bar e si trova 4m più in basso quindi dovrebbero arrivare circa 1.8bar. Chiudendo il rubinetto il raccordo perde un po'dal foro per la sonda K. Tra l'altro con il nylon si ottengono stampe molto flessibili ed è facile da stampare con gli estrusori bowden. L'adesione dei layer è perfetta, ho lasciato poco gioco quindi la filettatura si avvitava con molta forza ed ho dovuto utilizzare due giratubi e nonostante ciò il raccordo non si è rotto. Il problema principale del nylon è il warping e poi fa stringing in maniera esagerata.
    5 punti
  7. Ha finito la stampa ed è andata bene. questo è il pezzo, grazie per l’aiuto 🥰
    5 punti
  8. Sono giunto al resoconto della Fase 1: Cablaggio e installazione Cablaggio scheda Cablaggio Case Cablaggio Esterno Risultato Finale
    5 punti
  9. Secondo me a breve arriverà @eaman a consigliarti di costruirti una voron durante la pensione....
    5 punti
  10. Io ho la camera chiusa, tempo fa l'ho riscaldata inserendo dentro la stampante un fornello da campeggio comandato da relè. Però superati i 70°C avevo problemi di intasamento dell'estrusore. Senza riscaldamento, dentro la stampante ho 35°C di inverno e fino a 60°C d'estate, a livello di resistenza grosse differenze non ne ho notate tra 35°C e 60°C. Invece tra camera chiusa e stampante aperta la differenza è notevole per quanto riguarda l'aderenza dei layer. Con 30°C nella stanza dove stampo ed il piatto a 90°C dentro la camera sono arrivato fino a 61°C Il problema è che all'inizio della stampa la temperatura era 38°C ed ho raggiunto 61°C dopo un'ora e mezza di stampa. Forse ritorno al fornello ed in più metto una ventola per poter regolare sia la temperatura in aumento che in diminuzione.
    5 punti
  11. In italiano commestibile? Scusa ma sono novizio
    5 punti
  12. Non è proprio la prima versione ma devo ottimizzare ancora quacosa, in particolare manca una guida per il filamento che faciliti il passaggio tra gli ingranaggi e nei raccordi pneumatici. Appena sistemo metto il disegno su Thingiverse. Purtroppo l'involucro esterno lavora a trazione nel verso della stampa lungo l'asse Z, stampato con la camera chiusa non ci sono problemi perchè si ottiene una buona aderenza tra i layer ma potrebbe causare problemi di fragilità con altri metodi di stampa. Questo è il ruotismo utilizzato. Probabilmente gli ho dato poco gioco (0,1mm) per cui l'ho dovuto sbloccare con il trapano, casomai su Thingiverse l'ho pubblicherò con giochi differenti per potersi adattare a stampanti diverse. A quanto pare questo sensore è compatibile con lo smart filament sensor BTT quindi ho seguito le indicazioni di un video trovato su YouTube. Ho collegato il sensore nel cottere con il pin PI11, e nel file Configuration.h ho apportato le seguenti modifiche decomentata la riga #define FILAMENT_RUNOUT_SENSOR aggiunta la riga #define FIL_RUNOUT_PIN PI11 commentato la riga #define FIL_RUNOUT_PULLUP settata a 10mm la variabile #define FILAMENT_RUNOUT_DISTANCE_MM 10 decomentata la riga #define FILAMENT_MOTION_SENSOR Contestualmente volevo passare da Marlin 2.0.7.2 a Marlin 2.0.9.1 ma non ci sono riuscito, ho avuto problemi con il display 12864 che mostrava caratteri distorti e con la sonda K dell'hotend.
    5 punti
  13. Hot end??? Dei Porno hot end!!!!!
    4 punti
  14. la parte filamentosa è filamentosa perche' hai stampato senza supporti.... la cosa piu' logica è stampare il pezzo nello stesso modo ma usando i supporti... stamparlo capovolto e mettere il 500% di supporti in piu' solo per far vedere il nome della ditta è decisamente poco pratico...se un cliente mi chiedesse una cosa del genere il prezzo sarebbe 3\4 volte maggiore per stamparlo capovolto
    4 punti
  15. Allora ragazzi ho cambiato chiocciola ripulito per bene la barra trapezia e ho notato che salendo e scendendo il carrello senza barra si bloccava in alcuni posti e questo dovuto ai dadi eccentrici regolati male....ho regolato il tutto in modo che il carrello salga e scenda senza nessun ostacolo, rimontato la barra e verificata una stampa che è migliorata notevolmente, adesso proverò a cambiare tutte le ruote e vediamo come va comunque il problema era per la gran maggioranza dovuto ha una regolazione sbagliata degli eccentrici che mi causavano impuntamenti.
    4 punti
  16. mettila in vendita a pochi soldi suggerendola come "perfetta per imparare" fai contento un giovane stampatore e tu ci guadagni 2\3 bobine di vari filamenti
    4 punti
  17. Ma che mogli avete??? La mia è contentissima che io abbia 4 stampanti e 2 incisori laser così mi può chiederle di farle un sacco di roba.. E vi dirò di più... Una stampante di grande formato non le basta, vorrebbe che ne facessi o prendessi anche un'altra... Ho 3 220x220 ed una 300x300
    4 punti
  18. Il materiale più adatto al lavaggio in lavastoviglie è il polipropilene https://www.amazon.it/dp/B07GVTWJ88 ma è difficile da stampare, attacca con difficoltà al piano di stampa, si può provare a rivestire il piatto di stampa con lo scotch trasparente (perchè alcuni scotch trasparenti sono in polipropilene). Il PETG ha una temperatura di transizione vetrosa di 90°, se la stampa è sufficientemente robusta non si dovrebbe deformare quindi io farei una prova con il supporto per un singolo piatto. Anche se alcuni PETG rilasciano metalli pesanti. Il PLA normale non può resistere alla temperatura costante di 50°C senza deformarsi, quello ad alta temperatura non lo conosco. Materiali come ABS, HIPS ed ASA resistono bene al calore ma hanno il problema di rilasciare stirene. Il policarbonato resiste alle alte temperatura ma viene corroso dall'acqua calda ed ha il problema di rilasciare bisfenolo. Altri materiali come PEEK, PEI, ULTEM hanno prezzi spropositati, una bobina costa più della stampante e sono molto difficili da stampare.
    4 punti
  19. Visto che qui non c'era ancora niente, giusto per essere il primo (da qualche parte) volevo condividere una mia novità. Ho ordinato un'altra Geeetech A10 visto lo sconto che era disponibile. Praticamente la mia presa due anni fa in offerta era a 170 euro. Oggi con lo sconto viene 149euro. Così ho fatto il bis.
    4 punti
  20. @invernomuto Ho lanciato una piccola stampa da repetier (15 minuti) in modo da poter seguire il grafico della temperatura sia dell'estrusore che del piatto. Tutti e due nell'arco dei 15 minuti hanno avuto una oscillazione di 1° cosa che reputo più che ottima. Praticamente i grafici erano delle linee rette. Conclusione: Quando ho fatto il primo pid ho fatto un pasticcio e non ho memorizzato niente (sono un pirla) Quando ho fatto il secondo pid ho fatto altro pasticcio (doppio pirla) Morale... altro che pensione devo cercarmi un posto al ricovero per poveri stampatori. Comunque adesso lancio una stampa seria e vedo che succede, spero e mi auguro che tutto fili liscio come l'olio. Sempre grazie a tutti
    4 punti
  21. Ciao a tutti, sono Marco 55 anni ,modellista dall'età di 8. La mia passione mi ha potrato a progettare modelli che le grandi marche non hanno mai prodotto per motivi commerciali ,sono appassionato di mezzi militari ed aerei,ho un passato di figurinista che ho abbandonato per una questione di vista(lavoravo principalmente in 54mm),ma ogni tanto qualche pupzzetto lo prendo ancora in mano. Uso principalmente Rhino per i miei progetti, ho una photon upgradata con l'asse Z a doppio binario e piatto modificato(senza sfera)primo modello e uso chitubox per lo slicing. Spero di trovare una comunity che mi aiuti a migliorare in quanto le mie esperienze di stampa non sono molto positive, ma sicome ho la testa dura voglio riuscire a realzzare nel mondo reale i miei progetti 3D. Per adesso è tutto Un saluto Marco
    4 punti
  22. Sto facendo la coda come un pavone 😀
    4 punti
  23. Io ne stamperei una.....non perdere le buone abitudini
    4 punti
  24. Spingi quella spina!!!!
    4 punti
  25. Dopo più di 40 ore di stampa e un po di seghetto alternativo ho finito il box della stampante. Diciamo che esteticamente era più bella prima, piccina e coccolosa, ora magari ci piazzo un po di led per illuminare il piano di stampa
    4 punti
  26. Poi caro @eaman, la voron l' ho costruita per colpa tua!! Sei quindi responsabile della buona riuscita del progetto😜
    4 punti
  27. Lo dicevo io che la quarta era quella buona.... 😄 Alla fine ho ridotto tutte le velocita' a 20mm/s fino ad arrivare alla base del collo. Da li ho utilizzato le velocita' che imposto solitamente (40mm/s Inner/Outer shell e 50mm/s per tutto il resto). Prudentemente ho tenuto per tutta la stampa la Speed Travel XY a 80mm/s da 120mm/s che uso di solito Grazie a tutti per i consigli
    4 punti
  28. Petg. Per ora é fuori da piu' di un anno e qui a 800 mt questo inverno ha fatto -12. Lo uso quasi ogni giorno per le comunicazioni radioamatoriali via satellite o via ripetitore della ISS, o semplicemente per ricevere i satelliti analogici tipo Noaa. Uniche rotture in un anno, un supporto per un endstop ottico e una crepa sulla "piastra che ingloba uno dei quattro grossi cuscinetti. Per il resto tutto bene. Allego foto della realizzazione. L'ingranaggio giallo é in PLA ed era la prima prova di stampa quando ho deciso di imbarcarmi in questo progetto. Ho poi ovviamente chiuso il telaio con dei sottili lamierini di alluminio tagliati a misura con le cesoie da lamiera.... Per ora funziona bene, ma vorrei prepararmi dei pezzi di ricambio.... se funzionasse la stampante....
    4 punti
  29. Io per prima cosa proverei con un altro slicer scaricato ex novo e impostato da zero perfino su un altro PC e su un'altra chiave USB, e' piu' facile che ti si sia ingarbugliato questo che l'hardware. Dopodiche' si puo' ragionare sull'HW, che comunque ha poche variabili...
    4 punti
  30. Grazie a tutti per la pazienza e l'aiuto che mi avete dato. Eaman,ho trovato un posto in casa dove tenere la stampante,quindi non starà più fuori.
    4 punti
  31. serve a ridurre solo il tempo di stampa, tuttavia l'orientamento della stampa va scelto in base al tipo di oggetto, non sempre puo' essere una buona idea inclinare anche se nella maggior parte dei casi lo è in quanto oltre a ridurre i tempi di stampa l'inclinazione aiuta anche a diminuire anche i supporti. realisticamente questo effetto non riesci ad eliminarlo, puoi ridurlo mettendo i supporti diversamente ma non otterrai mai due superfici belle piatte pronte per la colla, soprattutto su una superficie larga e piatta con fori di drenaggio e se stampi il pezzo senza fondo? solo 3\4mm di bordo lasciando per buona parte "vuoto"? ti ritroveresti con dei difetti molto minori e risulterebbe anche piu' facile da carteggiare
    4 punti
  32. Attacca la stampante al pc e tramite Repetier-Host o Pronterface dai il comando M119 per controllare lo stato degli Endstop Fallo con gli Endstop non premuti e ti dovrebbe restituire x_min: open y_min: open z_min: open Prova e fai sapere il risultato Ciaoo
    4 punti
  33. ...e bisogna che ti metti anche a fare la Voron eh? Mica la trovi nei pancali random quella e non si stampa manco da sola! /s
    4 punti
  34. a quanto pare me ne son sfuggite parecchie di frasi 😰 ....è ora di andare in ferie 😅 per me quel sito è come che non esistesse...ci ho preso talmente tante fregature che la mia mente lo ho rimosso 😅
    3 punti
  35. 3 punti
  36. il doppio hot-end credo che dovrai metterlo te come modifica in un secondo momento in quanto non credo che ci siano tante scelte su stampanti doppio hot-end cosi grandi un po' come dire "vorrei vivere da principe ma senza esserlo" tutte hanno delle "pecche", se vuoi meccaniche migliori devi spendere molto di piu'...tipo 15 volte il budget... piu' che consiglio, ti propongo queste opzioni: two trees sapphire plus, tronxy (modello a scelta)... disponibile fino a 500mm
    3 punti
  37. https://www2.hm.com/it_it/productpage.0765847001.html?ef_id=Cj0KCQjw3f6HBhDHARIsAD_i3D8CRtIQh41B0zrw4nHgbkAjoKGKELUslj0i7AgSPmRSkuGvBI-o2cwaAjk6EALw_wcB:G:s&s_kwcid=AL!850!3!411116068779!!!g!399180425755!&gclid=Cj0KCQjw3f6HBhDHARIsAD_i3D8CRtIQh41B0zrw4nHgbkAjoKGKELUslj0i7AgSPmRSkuGvBI-o2cwaAjk6EALw_wcB @dnasini 15 euro e alla tua signora non racconteremo mai la verità!!
    3 punti
  38. Vagando per il WEB ho scoperto questa interessante applicazione che, tra le tante cose, converte i percorsi generati dai vari slicers per renderli eseguibili su tutte le stampanti. Io l'ho installato inizialmente per poter usare con la mia Photon MonoX PrusaSlicer, per il quale è presente un addon che semplifica il processo di conversione, processo che già di suo è semplicissimo, in quanto è sufficiente generare il percorso di stampa con lo slicer, salvarlo su disco, aprirlo con UVtools ed esportarlo nel formato della stampante desiderata. Oltre alla conversione l'applicazione ha innumerevoli funzioni per analizzare e modificare i files e per generare test di stampa di varie tipologie. Appena avrò tempo lo testerò con Z-Suite di Zortrax, che a primo acchito mi sembra una buona alternativa a Chitubox e Lychee. Il link per scaricare UVtools è questo https://github.com/sn4k3/UVtools
    3 punti
  39. mi sembrano sempre alla stassa distanza, penso piu a un problema meccanico su Z Ciaoo
    3 punti
  40. Ma per le battute che fai sul Forum sei compensato a contratto o a cottimo...?
    3 punti
  41. meglio evitare di rimanere a secco di resina se possibile comunque nel caso è obbligo mettere in pausa. se versi la resina durante la stampa il layer in esposizione viene "lavato" via
    3 punti
  42. Buongiorno a tutti, mi chiamo Andrea e da poco ho una ender 3,sto facendo calibrazione i e un paio di stampe test del cubo ora. Appena finisco tutto poi vi chiedo aiuto 😅 Ciao ciao.
    3 punti
  43. C'è l' ho fatta!!!! Dopo una montagnola di bestemmie il mio imponente display da 1.3 si è acceso in tutta la sua maestosa opulenza!!!!
    3 punti
  44. Si, io me me ero accorto e ho mandaro una mail al gruppo "tutela del radioamatore" chiedendo che ti bloccasse tutte le frequenze e ti vietassero l'accesso all'etere....... quando ti arriva il display???
    3 punti
  45. tutti sappiamo come andra' a finire invece...😂 @Specialx scherzo, son parole giustissime che dovresti seguire alla lettera!
    3 punti
  46. Non capisco tutta questa animosita'......mi sembra che in molti abbiano cercato di aiutarti. Poi questo è un luogo virtuale, non hai le persone di fronte a te, non vedi le espressioni del viso o non senti il tono di voce e quindi è un attimo fraintendersi. È un luogo di appassionati che si confrontano, c'è quello bravo, quello rompi balle, quello bello (il sottoscritto), quello che si è costruito la stampante con 4 fiammiferi e del biadesivo e quello che nella foga di aiutarti magari si altera. In bocca al lupo per la risoluzione del tuo problema.
    3 punti
  47. Versione economica del sensore per filamenti in grado di rilevare anche il blocco dell'estrusione.
    3 punti
  48. In realtà stavo provocando @eaman🤪
    3 punti
  49. Il filamento. heheheh ma se sai gia' che il filamento e' farlocco, xche' spechi energie per fare i test? Io ne comprerei uno di qualita' migliore e farei li i test, mentre quello farlocco lo userei per fare i prototipi usa e getta 😉 Anche io ho un paio di bobine che non riesco a calibrare bene, mi sono messo l'anima in pace e le uso per fare prototipazione, dove so che, all'80%, il modello avra' bisogno di modifiche
    3 punti
  50. che sarebbe la scatola di alimentazione? l'alimentatore? potrebbero essersi bruciati entrambi ma sinceramente non me la sento di fare pronostici su chi dei due o se tutti e due... non mi sembri molto a tuo agio con la corrente elettrica da quello che scrivi...se sei in grado di farlo in tutta sicurezza e disponi di un tester puoi togliere i due cavi di alimentazione della scheda madre e misurare il voltaggio li. su i cavi che alimentano la scheda madre dovresti avere tensione se non ce l'hai l'alimentatore è andato a farsi benedire.... se invece hai tensione probabile che sia solo la scheda madre andata al diavolo....
    3 punti
×
×
  • Crea Nuovo...