Vai al contenuto

Classifica

  1. Killrob

    Killrob

    Moderatori


    • Punti

      10

    • Numero contenuti

      9.595


  2. dnasini

    dnasini

    Membri


    • Punti

      7

    • Numero contenuti

      651


  3. FoNzY

    FoNzY

    Membri


    • Punti

      6

    • Numero contenuti

      3.909


  4. muffo

    muffo

    Membri


    • Punti

      5

    • Numero contenuti

      986


Contenuto Popolare

Mostra il contenuto con la massima reputazione di 11/10/2021 in tutte le aree

  1. come spesso mi capita... Faccio la domanda, mi do la risposta e... mi levo dai c*******. Sembra essere un problema non cosi' raro a quanto ho scoperto. Al boot, non sempre il servizio webcamd parte come dovrebbe dando origine al problema da me descritto sopra. Il workaround trovato, per chi fosse interessato, e' quello di editare il file /etc/rc.local aggiungendo in fondo al file, prima del comando exit 0, la stringa sudo service webcamd restart questo comando forza il restart del servizio webcamd
    4 punti
  2. Rileggi bene i post: è' tra dissipatore e gola che va messa la pasta e li non devi andare mai oltre la temperatura di "ammorbidimento" del materiale.
    3 punti
  3. in realtà non è una regola empirica, è questione di fisica. Qui un paio di tabelle che penso possano essere utili.
    3 punti
  4. Ciao, giusto per vedere se ho capito bene, con nozzle da 0.4mm utilizzi un'altezza layer da 0.4mm? Io utilizzo spesso la funzionalita' di layer adattivi del mio slicer per far calcolare a lui l'altezza layer e sulla base del risultato imposto io a mano l'altezza layer piu' indicata. E' da diversi mesi che uso questa tecnica e con nozzle da 0.4mm il mio slicer non si e' mai spinto oltre gli 0,28mm. Non e' che il problema che noti tu e' proprio dovuto ad un'altezza layer eccessiva? Io farei i prossimi test con layer a 0.2mm per vedere se le cose migliorano
    3 punti
  5. Che urge cambiare il nozzle originale, è consumato. Fallo di corsa. Che vuol dire che non gira più il motore? Hai chiaramente l'ugello intasato, armati di pazienza, ago da agopuntura o altro kit e stappalo. Poi partirei cambiando il nozzle, AZZERANDO la ritrazione e ripartendo da capo, cambiando un parametro per volta. Fai il classico cubo o altro oggetto poco impegnativo per la macchina. Sali di temperatura, fregatene se hai fili. Compreso il problema si affina.
    3 punti
  6. È stata una faticaccia trovare delle immagini decenti, infatti un paio non mi piacciono un granché, ma a livello di disegno in giro ho trovato poca roba
    2 punti
  7. 2 punti
  8. Ender 5 plus, 350x350x450. Ne ho una e ne sono entusiasta.
    2 punti
  9. Quoto @dnasini in pieno.... Non vigeva la regola(empirica ovviamente)di stampare al max 3/4 del diametro ugello? Con nozzle da 0.4 si stampa alto max 0.3.... e via discorrendo.... O sbaglio io? A me stampare layer da 0.4 sembra una esagerazione ,da qui il problema layer non omogenei
    2 punti
  10. My 0,02 $ Le cryptovalute non creano mai valore, semplicemente perchè "convertono" un bene che ha valore reale (potenza di calcolo) in moneta. E' come tornare a Bretton Woods e alla parità tra dollaro e oro. Oggi i mercati finanziari sono slegati da queste dinamiche, fatto che ci consente di investire a leva sulle aspettative ed avere un'economia molto più "vivace" (in pratica siamo in grado di anticipare guadagni futuri, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti [leggi rischio default, se sbagliamo valutazioni]). Ovviamente il valore delle crypto è reale ed è aumentato molto ultimamente (anche io quando nacque il bitcoin mi interessai se minare un po', ma poi desistetti per le motivazioni di cui sopra), ma ritengo che sia uno di quei mercati "di tendenza", che alcuni hanno interesse a tenere in vita, per il fatto che i pagamenti sono anonimi. Ma se non siete narcos o trafficanti d'armi, le cryptovalute non servono a nulla e secondo me stanno in piedi solo perchè la gente ci crede (e ci specula)... un po' come il fenomeno Gamestop per intenderci. Quello che c'è invece di veramente innovativo (e di valore) nelle cryptovalute è la blockchain, tecnologia utilizzabile in infinite applicazioni diverse e di cui sentiremo parlare ancora a lungo.
    2 punti
  11. anche se scaldi il nozzle a 280 il dissipatore a fatica raggiunge i 50 che è il punto di ammollamento del PLA, ma siccome il PLA lo si stampa al massimo a 210, il dissipatore i 50 manco il tocca
    1 punto
  12. Io se vedo Zaku upvoto, sono una persona semplice 🙂 Magari si potrebbero usare come basi per i modellini.
    1 punto
  13. Io presi le mie prime m200 a quella cifra poi i prezzi son alzati parecchio, la m200+ credo stia su i 2k se si trovasse a 1,2k sarebbe super come stampante
    1 punto
  14. Ender 3 (dai 130 ai 220 a seconda della versione) più 40 euro per 2 bobine di filamento e altri 40 euro per l'essicatore.....cosa vuoi di più???
    1 punto
  15. Il suo budget è 1000, io la zortrax l'ho presa nuova a 1200.....200 euro fuori budget li vale.
    1 punto
  16. io gli avrei consigliato quella ma non credo sia nel budget, se si trovasse un buon usato nel budget sarebbe un ottima scelta
    1 punto
  17. ecco, questa non la conoscevo...... benissimo sempre più confuso 😂😂😂👍
    1 punto
  18. E una bella zortrax m200 plus?? @FoNzY che dici??
    1 punto
  19. Non saprei cosa suggerirti di preciso, su questa fascia di prezzo sono tutte simili e tutte un po’ un cesso 😅 una vale l’altra magari cerca un modello “famoso” in modo da trovare più’ facilmente informazioni
    1 punto
  20. Aiuta moltissimo, io non ci credevo, nel mio caso mi ha completamente risolto la stampa di materiali che mi davano tantissimi problemi, tipo il TPU, mantenendo la stessa ventola (quella da 30x30mm del classico E3D V6). Senza pasta termica quella ventola è assolutamente sottodimensionata per quell'hotend (e infatti molti montano quelle da 40mm con adattatori), poi se stampi a basse temperature no problem, se stampi materiali che richiedono temperature più alte rischi l'heat creep e tutti i problemi che ho descritto prima. Metti un po' di pasta sulla filettatura della gola e inserisci il tutto nel dissipatore dell'hotend, migliora tantissimo lo scambio termico fra gola e dissipatore. Non è un caso se i migliori hotend (es, quelli di trianglelab) vengono venduti con una bustina di pasta termica da applicare.
    1 punto
  21. con il tuo budget io opterei per una stampante aperta che poi chiuderei con una scatola fatta ad hoc. le due stampanti che hai nominato sono mediocri e vendute a prezzi alti per quello che offrono, anche se ti scrivono che sono adatte per "abs" in realta' sono piuttosto distanti dal poter stampare abs in modo affidabile. io prenderei la stampante X a 3-400 euro e poi cambierei piatto con uno a 220v,cambierei alimentatore e qualche altra cosetta ed infine la metterei in una bella scatola chiusa ottenendo cosi una stampante piu' solida ed affidabile rispetto alla qidi seppur mantenendo +o- lo stessa spesa
    1 punto
  22. Ma a me sembra che il nozze sembra mangiato da un lato.... O ha strisciato sul piano... O hai per caso delle clip fermavetro sul passaggio? Inclinato così non mi era ancora capitato d vederne...urge cambiare alla veloce....😆
    1 punto
  23. Però avrebbe dovuto saltarti fuori con l'altro test, che invece mi sembrava molto buono. Farei una verifica scrupolosa del frame, rivedrei un momento se non hai pezzi ballerini. A me una cosa simile lo aveva fatto l'hotend allentato (si era allentata la gola e il nozzle ballava). In un altro caso, ho avuto un problema con l'ingranaggio dell'estrusore (BMG all metal) che si era allentato. Fatte le verifiche meccaniche, ripeterei TUTTI i test di calibrazione.
    1 punto
  24. la macchina lo calcola in base al valore "ideale" impostato nello slicer ma se poi il livellamento è sbagliato la macchina non lo sa' se sei veramente a 0,2mm sul piano, lei si limita a dedurlo in base al punto 0 che gli hai detto (e se il punto 0 non è zero poi il primo layer è primolayer+\- punto 0)
    1 punto
  25. Quoto in pieno fonzy ma aggiungerei una domanda prima....prima di calibrare il flusso.... Gli step/mm sono giusti?la calibrazione l hai già fatta? Perché e vero che la stampante calcola la quantità di materiale in base al flusso e se il primo layer e alto la macchina nel gcode dovrebbe averlo calcolato no? O sbaglio io?
    1 punto
  26. lo slicer calcola il volume di estrusione in base all'altezza layer, se per ottenere una linea di 0,4mm devi impostare 80% di flusso ma nel primo layer hai buchi vuol dire che sei alto di primo layer. se ad esempio imposti 0,2mm come primo layer ma sei a 0,25\0,3mm è normale che ci siano "buchi" perche' il flusso è pensato per un layer piu' sottile....
    1 punto
  27. Se lo colori viene una bomba, ( gia cosi è massiccia come stampa)certo non è facile ricreare i colori di Giove.
    1 punto
  28. Smontata completamente ...... verniciato telaio e altri pezzi adesso si rimonta tutto , secondo nuovo progetto ... con calma 😄 ciao a tutti .. grazie.
    1 punto
  29. è che sto finendo un progetto di sottobicchieri su ardesia da regalare ad un mio amico. Domani sono pronti e li posto.
    1 punto
  30. ciao a tutti, sono un professionista nel settore, un artigiano digitale già da qualche anno, che però cerca sempre di migliorare ed imparare qualcosa di nuovo. La mia azienda si chiama 3DiDEA e mi occupo principalmente di progettazione e realizzazione di prototipi diciamo un po particolari... per cui le stampanti che ho mi servono principalmente per realizzare oggetti meccanici che compongono parti delle mie realizzazioni. Non disdegno però stampare anche per aziende esterne. Ho 5 stampanti 3D, un taglio laser di grande formato, un pantografo CNC per allluminio, un pantografo CNC di grande formato per legno e plastica e alcune macchine quali tornio e fresatrice manuale.
    1 punto
  31. Credo che andrò a vederle, non le conoscevo.
    1 punto
×
×
  • Crea Nuovo...