Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation on 05/28/2021 in all areas

  1. Ciao a tutti, sono Riccardo da Udine e da poco ho preso una stampante a resina Anycubic Photon S. L'utilizzo principale della stampante è per modellismo statico.
    2 points
  2. la retrazione si sblocca facendo un g code e inserendo: M8020 S0 M8033 S0 M8500 Lanci in stampa aspetti che finisce, spegni e riaccendi
    2 points
  3. Mi presento, sono Alex dal regno unito. cominciato a stampare da un paio d anni con una macchina Anet che costata meno di un paio di scarpe. L ho regalata e ho comprato una Anycubic i3 mega, mi e cosi piacuta che ne ho comprata un altra. adesso sto studiando come creare i miei disegni con fusion 360.
    1 point
  4. Buon giorno a tutti, mi chiamo Carlo, e per qualche strano motivo ieri è arrivata in azienda una stampante STRATASYS uprint plus.....
    1 point
  5. Quattro mesi fa, sostituendo la scheda madre per un guasto, quando è arrivata la nuova (direttamente dall'assistenza Anycubic) nell'installare il firmware, prima del montaggio, mi è successa una cosa analoga e da lì in poi non ha voluto sapere di funzionare. Ricontattata, l'assistenza Anycubic mi ha nuovamente inviato una nuova scheda madre, perchè quella si era prosumibilmente danneggiata durante la spedizione. Arrivata l'ulteriore nuova, subito si è caricato il firmware ed è ancora perfetta. Non vorrei che fosse qualcosa di simile
    1 point
  6. Vero ma non è che cambia il modo in cui si muove la stampante, cambia la capacità della sua struttura e dei motori di assorbilre le sollecitazioni. Ci sono già sviluppi nel firmware delle stampanti che mirano a ottimizzare il movimento evitando gli strappi tipici delle macchine con motori passo-passo e "path planner ottusi" ma non tutto funziona già a dovere. Non mi sembra di aver parlato di accellerazione in Z ma è verisimo, specialmente per la mia che ha piatto molto pesante e motore striminzito. Anch'io evito lo z-hop ma devo dire che pezzi così grandi con una base così piccola non li stampo mai, è comunque il nozle mi tocca sul pezzo solo quando si porta dietro materiale (bridge che non si è attaccato o parti a volo un po troppo "ardite"). Sono convinto che quando succede sistematicamente sia causato da un problema di rigidità strutturale ma non è una cosa semplice da sistemare.
    1 point
  7. Ho capito che con la stampa 3D non bisogna avere fretta... in nulla!!!
    1 point
  8. diciamo con il cassone stra carico. Se anche hai la velocita' a 100 ma l'accelerazione bassissima non ci arrivi mai a qualla velocita', quindi metterla alta e' meno problematico e in pratica ti avvicina l'accelerazione a valori normali
    1 point
  9. Ah si scusa, colpa mia, mi sa che ti ho comfuso con Jhon o con un altro che continua a stampare a razzo e aprire thread con dei problemi. Chiedo scusa. He qui invece sei basso, almeno 1000 daglielo, arriva anche a 1500. ...magari e per quello che ti sei abituato a stampare a 50mms: quelle velocita' non le raggiunge quasi mai 😉
    1 point
  10. sinceramente ho sempre stampato con questi parametri oggetti grandi e piccoli e non ho mai avuto problemi quindi nn me ne sono "preoccupato". Ad ogni modo, ho appena abbassato la velocita' della stampa in corso e vi sapro' dire se ci saranno miglioramenti grazie per l'osservazione, tuttavia temo tu mi confonda con qualcun altro, in quanto e' la prima volta che mi viene fatto notare questo aspetto
    1 point
  11. Ciao @dnasini, una somma di problemi notevole. Prima di tutto le parti staccate tra loro vuol dire che la stampante estrude "più sottile" rispetto a quanto pensa lo slicer. Quindi verifica l'estrusion width e il flusso (meglio se fai un thinwall test per quel filamento. Spesso cambia anche da rolla a rolla dello stesso colore e dello stesso produttore, figuriamoci con colori diversi). Per quanto riguarda 'impatto del nozle con il modello non capita spesso ma non ci si può fare molto più di quello che hai fatto attivando lo Z-hop. Io però avrei aggiunto del brim alla base, non il raft, e per ora metterei l'altezza layer fissa, che quella variabile può dare problemi se non regolata bene. Per la perdita di passi in Y probabile che stai andando con troppa accellerazione e Jerk, o che Y comincia ad avere problemi di scorrimento. Un plauso per aver messo il parametri di stampa (mancano le velocità) ma che stampante hai?
    1 point
  12. Ciao @il_cosmo, prima di tutto eliminerei il raft per ora. Oltre a buttare via materiale il raft è una struttura come i supporti e gli slicer lasciano sempre uno spazzio minimo tra modello e strutture. Quindi stampare con il raft equivale a stampare alto sul piatto e ti ritrovi, come nel tuo caso, a fare cerchi (i fori) senza che il filamento attacchi ad nessuna parte... Tantopiù che pezzi così devono attaccare al piatto senza problemi. Detto questo potrebbe essere un problema di flusso quindi al solito: fatto tutte le tarature per il filamento (thinwall, temptower, ecc.)? E la stampante è tarata (livellamentnto piatto, passi/mm estrusore, temperature)? Sarebbe utile anche sapere che stampante, che slicer, che materiale.
    1 point
  13. Grazie comunque a tutti per aver tentato quanto meno di rispondere... sono sempre più solleticato dall'idea del sensore ma "spaventato" dall'aver letto che non è eccezionale come soluzione. Mah... vedremo con il tempo, nel frattempo continuo a stampare ed imparare a farlo... 😉
    1 point
  14. Ciao Carlo, Non ho mai usato la quella macchina, ma conoscendo Stratasys la stampante dovrebbe essere dotata di sensori che rilevano le bobine. Se non usate bobine originali, non credo riuscirete a stampare.
    1 point
  15. @shakle ascolta e non prenderla sul personale ma apri una tua discussione e li chi può ti da una mano, anche perchè così facendo crei una cronologia di quello che fai, di cosa modifichi, e dei miglioramenti che ottieni o non ma sopratutto diventa molto più facile aiutarti. In questa discussione si parla di Marlin per la tronxy (e di eventuali modifiche particolari) e non mi sembra corretto continuare ad analizzare qui i tuoi problemi con la stampante, sia nei confronti dell'autore, che ha così gentilmente deciso di condividere il firmware con tutti noi, cosa non da poco, ma anche nei confronti di tutti gli altri utenti che entrano qui per avere info su un determinato argomento e si ritrovano a leggere messaggi che non c'entrano nulla con il titolo della discussione.
    1 point
  16. Dalle feritoie poste in basso sul fianco destro dovresti vedere una luce rossa. Dovrebbe provenire da una spia (led) sulla mainboard. Se non vedi nulla potrebbe proprio essere l'alimentatore. Per esserne certi bisognerebbe sdraiare la stampante, rimuovere il fondo di copertura e con un tester misurare la tensione ai morsetti di uscita dell'alimentatore. Tuttavia la risposta più sensata mi sembra quella di Truck64 visto che la stampante è nuova.
    1 point
  17. Sketchup fa ben queste cose senza problemi ma devi installare i plugin di fredo o freedo, ora non ricordo il nome esatto....
    1 point
  18. Lo hai già provato? Probabilmente sì, ma sono convinto che questa funzionalità si meriti un annuncio dedicato: la nostra community è 100% mobile friendly! Inoltre, lo sapevi che puoi salvare un collegamento diretto alla community sul tuo smartphone? A mio parere è una funzionalità utilissima, che permette di accedere immediatamente alla community proprio come se fosse un'app. Creare il collegamento su smartphone è semplicissimo e nelle prossime righe ti spiegherò come fare. Prima però, vorrei raccontarti velocemente perché io - e non solo io, ma anche tanti partecipanti alla community - letteralmente adoro le nuove funzionalità mobile che abbiamo a disposizione. In questa guida: > Le funzionalità della versione mobile > Accedere alla community come se fosse un'app per smartphone: Android > Accedere alla community come se fosse un'app per smartphone: iOS Le funzionalità della versione mobile Provaci, prendi in mano il tuo smartphone e vai all'indirizzo www.stampa3dforum.it. Ecco cosa vorrei portare alla tua attenzione. Caricamento veloce, contenuti ottimizzati Tutti i contenuti e le relative modalità di fruizione sono responsive. Significa che, a prescindere dalla dimensione dello schermo utilizzato, tutti i contenuti saranno rimodulati in modo da offrire la migliore esperienza utente possibile. Naviga da smartphone, tablet o computer, per noi poco cambia, tutto sarà sempre perfettamente utilizzabile. Menu e navigazione Anche se in continuo aggiornamento, il menu della community riporta le aree più importanti. Lo trovi in alto a destra e ti aiuterà a trovare esattamente quello che vuoi. In alternativa, puoi usare la funzione di ricerca. Di questa vado particolarmente fiero perché è veramente precisa e permette di ripescare contenuti anche molto vecchi ma sempre utili! Pubblicazione contenuti e interazione Fai finta di essere sul tuo social network preferito. Scrivi il tuo post, aggiungi immagini, le emoticon e pubblica. Semplice semplice come deve essere. Inoltre, puoi interagire ancora di più con gli altri utenti: metti i "mi piace", ringrazi chi ti ha aiutato, condivi contenuti su altre piattaforme. Basta davvero un tap! 5 passaggi per accedere alla community come se fosse un'app per smartphone Se hai uno smartphone Android, segui questi 5 semplicissimi passaggi: apri Google Chrome sul tuo smartphone e vai all'indirizzo www.stampa3dforum.it in alto a destra ci sono tre puntini in verticale. Cliccaci sopra, si aprirà un menu nel menu, clicca su "Aggiungi in Home" assicurati che il titolo del link sia "Stampa 3D forum" e clicca su "Aggiungi" verifica che si sia creata l'icona nella Home del tuo smartphone. Se hai uno smartphone iOS, ti basta seguire questi 3 passaggi: apri Safari, vai all'indirizzo www.stampa3dforum.it e clicca sull'icona indicata in basso nel menu seleziona la voce "Aggiungi alla schermata Home" assicurati che il titolo del link sia "Stampa 3D forum" e clicca su "Aggiungi" verifica che si sia creata l'icona nella Home del tuo smartphone. Fatto! D'ora in poi potrai accedere alla community semplicemente cliccando su quell'icona e portare la community sempre con te. Spero davvero che le funzionalità mobile siano di tuo gradimento!
    1 point
  19. Come Slicer utilizzo Cura e stampo il PLA Plus della Sunlu con successo con queste impostazioni (anche con il bianco e il blu ottengo, dai test, gli stessi risultati). La ventola di raffreddamento raggiunge il 100% in 10 secondi. Su vetro semplice, dopo svariati test visivi e non, ho constato che senza lacca non riesco ad avere un'adesione valida.
    1 point
  20. Siccome non trovo da nessuna parte un tutorial sulle stampanti delta, ho pensato di aprire questo topic utile a chi come me possiede una stampante delta. In questo post descriverò come eseguire una calibrazione di base che permette di stampare ed ottenere una qualità decente. Ovviamente io sono autodidatta quindi descrivo il mio metodo (frutto della sperimentazione con la mia stampante) che probabilmente non sarà quello ottimale nella speranza che qualcuno più esperto spieghi il metodo corretto. Assi x, y e z e torri X, Y e Z Le stampanti "delta" non sono "cartesiane" quindi il movimento lungo un solo asse comporta la rotazione di tutti e 3 i motori. Nelle stampanti "delta" vengono usate le stesse schede madri delle stampanti "cartesiane" in cui le uscite per i motori sono segnate con x, y e z. In definitiva la torre in cui agisce il motore collegato all'uscita x della scheda madre è chiamata torre X, la torre in cui agisce il motore collegato all'uscita y della scheda madre è chiamata torre Y, la torre in cui agisce il motore collegato all'uscita z della scheda madre è chiamata torre Z. Quindi abbiamo le torri X, Y e Z che sono un concetto diverso dagli assi x, y e z. La torre X è quella a sinistra, la torre Y è quella a destra, la torre Z è quella in fondo. Se scambiate le torri X, Y e Z ottenete una rotazione degli assi x ed y e/o la stampa speculare. All'inizio sembra un discorso contorto ma ci si abitua subito. Settaggio step/mm Gli step/mm sono funzione del numero di denti delle pulegge (che solitamente è 20 o 16), del passo della cinghia (che normalmente è 2mm), degli step/giro degli stepper (che normalmente è 200 o 400) e del microstepping (che normalmente è 16 o 32). step/mm = (step/giro * microstepping) / (numero_denti_pulegge * passo_cinghia) Per verificare se gli step/mm sono corretti è possibile eseguire un movimento lungo l'asse z (ad esempio di 100mm) e verificare che il nozzle sia sceso (o salito) della distanza corretta. Nella stampanti delta questa verifica può essere fatta solo lungo l'asse z perchè gli spostamenti lungo x ed y dipendono anche da altri parametri. Se non si vogliono contare i denti delle pulegge o verificare il microstepping della scheda madre è possibile provare con i seguenti valori 50, 80, 100, 160, 200 anche se normalmente il valore giusto è 80. Printrun Pronterface Per poter calibrare la stampante delta io uso il software Printrun scaricabile dal sito https://www.pronterface.com. La stampante va collegata via USB al PC. Nella finestra di Printrun in alto a sinistra occorre selezionare correttamente la porta e la velocità (solitamente è 250000 ma per essere sicuri occorre verificare il valore impostato nel firmware) e poi cliccare su Connect. Una volta collegata la stampante è possibile creare il primo "Custom button" su Printrun, occorre cliccare sul tasto "+" in basso al centro della finestra ed inserire i seguenti parametri Button title: Home Command: G28 Color: green In questo modo per mandare la stampante in Home è possibile cliccare sul pulsante appena creato. Poi create il pulsante "Salva" cliccando sul tasto "+" ed inserendo i seguenti comandi Button title: Salva Command: M500 Color: red Poi create il pulsante "Coordinate" cliccando sul tasto "+" ed inserendo i seguenti comandi Button title: Coordinate Command: M114 Color: white Poi create il pulsante "Centro" cliccando sul tasto "+" ed inserendo i seguenti comandi Button title: Centro Command: G1X0Y0Z10F4000 Color: yellow Dovete anche creare i pulsanti X, Y e Z vicino le relative torri. Ad esempio se il vostro piatto ha un diametro di 180mm, potete scegliere in questo modo i punti. X: [x=(180-10)*cos(210)/2; y=(180-10)*sen(210)/2] quindi [x=-73.6; y=-42.5] Y: [x=(180-10)*cos(330)/2; y=(180-10)*sen(330)/2] quindi [x=73.6; y=-42.5] Z: [x=(180-10)*cos(90)/2; y=(180-10)*sen(90)/2] quindi [x=0; y=85] Quindi create il pulsante X cliccando sul tasto "+" ed inserendo i seguenti comandi Button title: X Command: G1X-73.6Y-42.5Z10F4000 Color: yellow Quindi create il pulsante Y cliccando sul tasto "+" ed inserendo i seguenti comandi Button title: Y Command: G1X73.6Y-42.5Z10F4000 Color: yellow Quindi create il pulsante Z cliccando sul tasto "+" ed inserendo i seguenti comandi Button title: Z Command: G1X0Y85Z10F4000 Color: yellow E' possibile inviare i comandi alla stampante anche scrivendoli nella casella in basso a destra e cliccando su "Send". Settare l'altezza massima della stampante Questo è un parametro da impostare con molta attenzione per evitare di fare danni facendo schiantare il nozzle sul piatto. Per prima cosa mandare la stampante in Home cliccando sul pulsante che avete creato su Printrun, poi misurate con un metro la distanza dal nozzle al piatto. Supponiamo che avete misurato circa 305mm, in questo caso dobbiamo inviare alla stampante il comando M665 H305 (inserendolo nella casella in basso a destra e poi cliccando su "Send") e poi cliccare sul pulsante "Salva" che abbiamo creato noi. Cliccate su "Home" e poi su "Centro", dopodichè posizionate un pezo di carta sotto il nozzle e muovete il nozzle verso il basso usando i cursori in alto a destra della schermata di Printurn (procedete con cautela per evitare di schiantare il nozzle sul piatto, inizialmente scendete di 1mm a volta, vicino al piatto scendete di 0,1mm a volta). Posizionate il nozzle in modo tale che è possibile muovere pezzo di carta con leggero attrito) e cliccate su "Coordinate" per ottenere il vlore di z corrente. Supponiamo che z=-1.4, se con il metro avevamo misurato 305mm, l'altezza esatta della stampante è pari a 305-(-1.4)=306.4 quindi dobbiamo inviare alla stampante il comando M665 H306.4 e cliccare su "Salva". Per sicurezza è possibile ripetere questa ultima operazione cliccando su "Home" e poi su "Centro" ed abbassando il nozzle a poco a poco con il foglio di carta sotto e poi cliccare su "Coordinate" per verificare che la stampante restituisca z=0. Regolazione "Delta radius" Se provate a spostare il nozzle lungo gli assi X ed Y senza avere settato il "delta radius" noterete che il nozzle si muove anche lungo l'asse Z. Se al centro il nozzle risulta più alto rispetto al margine del piatto si dice che la stampa e convessa. Se al centro il nozzle risulta più alto rispetto al margine del piatto si dice che la stampa e concava. Per regolare il "delta radius cliccate" impostate prima un valore di primo tentativo tipo 110 inviando alla stampante il comando M665 R110 e poi cliccando su "Salva", successivamente cliccate su "Home" poi su "Centro" e scendete il nozzle lentamente controllando con il pezzo di carta quando siete a contatto con il piatto cliccate su "Coordinate" e segnatevi il valore di z. Poi cliccate su "X" e scendete il nozzle lentamente controllando con il pezzo di carta quando siete a contatto con il piatto cliccate su "Coordinate" e segnatevi il valore di z. Ripetete anche sulle torri Y e Z. Fate la media dei valori di z rilevati nei punti vicino le torri e confrontatelo con il valore di z rilevato al centro (ovviamente stare attenti attenti al segno, ad esempio -1.4 è più piccolo di 1.2). Se la media dei valori vicino le torri è maggiore del valore rilevato al centro la stampa e concava e bisogna ridurre il delta radius. Se la media dei valori vicino le torri è minore del valore rilevato al centro la stampa e convessa e bisogna aumentare il delta radius. Fate diversi tentativi fino a quando la media delle z nei punti X, Y e Z è uguale al valore di z al centro. Settaggio endstop con piatto regolabile su molle Se il piatto della vostra stampante è installato su molle e quindi è regolabile occorre settare gli endstop in modo che cliccando su "Centro" il nozzle scenda verso il centro del piatto. Quindi ricavate in qualche modo il centro del piatto e segnatelo facendo un puntino con un pennarello, cliccate su "Home" e poi su "Centro", scendete lentamente il nozzle fino a toccare il piatto e verificate se il nozzle tocca esattamente al centro. Fate diversi tentativi regolando gli endstop fino a quando non beccate il centro del piatto, ad ogni tentativo dovrete necessariamente cliccare su "Home" e poi su "Centro". Solitamente gli endstop possono essere regolati tramite una vite oppure può essere usato il comando M666. Una volta sistemati gli endstop occorre livellare il piatto agendo sulle viti delle molle. Spostatevi sui punti X, Y e Z e misurate la z di contatto con il piatto e regolate le molle in in modo tale da avere la stessa z in tutti e 3 i punti. Dopodichè ripetete la regolazione del "delta radius" e poi quella dell'altezza massima della stampante. Settaggio endstop con piatto fisso Se la vostra stampante ha un piatto fisso occorre procedere in modo diverso. Spostatevi sui punti X, Y e Z e misurate la z di contatto con il piatto e regolate gli endstop in modo tale da avere la stessa z in tutti e 3 i punti. Solitamente gli endstop possono essere regolati tramite una vite oppure può essere usato il comando M666. Dopodichè ripetete la regolazione del "delta radius" e poi quella dell'altezza massima della stampante. Regolazione "diagonal rod" Mentre la corretta altezza della stampa dipende solo dagli step/mm, le dimensioni lungo gli assi x ed y dipendono anche dal "diagonal rod". Misurate la lunghezza dei braccetti che tengono l'effector (tra i centri dei 2 cuscinetti) e settatelo con il comando M665 L. Ad esempio se la misurate 220mm dovete inviare alla stamante il comando M665 L220 e poi cliccare su "Salva". Ad ogni modifica del "diagonal rod", ricontrollate il "delta radius". Fate diversi tentativi provando a effettuare una semplice stampa Se la stampa viene più grande occorre aumentare il diagonal rod Se la stampa viene più piccola occorre diminuire il diagonal rod.
    1 point
×
×
  • Create New...