Vai al contenuto
  • Benvenuto nella community di Stampa 3D forum!

    Partecipa alle discussioni del forum, leggi le ultime news e impara a stampare in 3D grazie alle nostre guide.

    Per commentare o vedere tutti i contenuti è necessario registrarsi.

    Non preoccuparti, l'iscrizione è gratuita!

     

Messaggi raccomandati

  • Risposte 242
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Messaggi Popolari

I miei 2 cent: io ho comprato il FrontierFila su Amazon a 30 euro/kg. Si stampa esattamente come il PET/PETG e fa molta meno puzza dell'ABS. Si puo' stampare per un'oretta solo tenendo socchiusa

porca miseria, se avessi saputo che si scatenava 'sto putiferio mica lo aprivo questo post.... poi alla fine non l'ho nemmeno più preso l'ASA perché ho le stampanti in una stanza interrata senza fines

Tu avrai letto qualcosa a proposito del materiale in se', ma non riferite al fatto che viene stampato da una FDM. Il problema della stampa FDM e' che non e' "liscia" ma molto porosa, piena di int

Immagini Pubblicate

1 ora fa, marcottt dice:

Io ho provato solo filamentum. Due bobine da 500 quasi finte, mi sono trovato bene ma non ho confronti.

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk
 

se ti sei fidato di fillamentum non vedo perchè non dovrei fidarmi io.... si trova da 3djake vero?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/1/2020 at 16:01, Killrob dice:

chi utilizza ASA mi può dire di che marca si fida? vorrei provare ma non conosco i produttori

Occhio che la "S" sta per stirene. E' tossico, purtroppo. Se posso chiederti, perché ASA e non ABS? Ti serve per esterno?

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, invernomuto dice:

Occhio che la "S" sta per stirene. E' tossico, purtroppo. Se posso chiederti, perché ASA e non ABS? Ti serve per esterno?

certo che puoi chiedere e ci mancherebbe, perchè, da quel che ho letto e mi piacerebbe avere una conferma da chi ha usato entrambi, sia più semplice da stampare dell'ABS e poi si mi servirebbe per applicazioni in esterno, in macchina per esempio dove ho la necessità di stampare alcuni pezzettini che mi si sono rotti, e devono resistere alle temperature estive senza squagliarsi.

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dovrebbe essere più facile da stampare e non sfogliare. Ma assomiglia a abs e purtroppo fa male ugualmente credo.

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk

Dovrebbe perché non ho mai stampato cose ampie abs. Però non ho mai buttato una stampa asa.

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo...

@Killrob alla fine l'hai provato l'ASA? Si stampa con stampante aperta? Puzza? 
Sulla tossicità dei due materiali ho letto che fondamentalmente il problema è lo stirene, contenuto sia nell'ABS sia nell'ASA. 
Lo stirene, se inalato, è cancerogeno. Va detto però che ambedue i filamenti rilascerebbero stirene solo se portati a temperature elevatissime (400°), a 250° non vi sarebbe questo "pericolo" o - comunque - sarebbe molto ridotto.
L'ABS (non so l'ASA) rimane un materiale non proprio salubre in termini di produzioni di polveri sottili. Anche il PLA ne produce ma in misura minore, viste le sue più basse temperature di fusione. Inoltre ho letto di persone a cui l'odore dell'ABS fa venire mal di testa. 
Personalmente, avendo la stampante in tavernetta con ventilazione forzata, sono molto tentato di provare l'ASA come materiale "tecnico" da aggiungere a quelli che uso normalmente.

 

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/2/2020 at 11:37, invernomuto dice:

@Killrob alla fine l'hai provato l'ASA? Si stampa con stampante aperta? Puzza? 
Sulla tossicità dei due materiali ho letto che fondamentalmente il problema è lo stirene, contenuto sia nell'ABS sia nell'ASA. 
Lo stirene, se inalato, è cancerogeno. Va detto però che ambedue i filamenti rilascerebbero stirene solo se portati a temperature elevatissime (400°), a 250° non vi sarebbe questo "pericolo" o - comunque - sarebbe molto ridotto.
L'ABS (non so l'ASA) rimane un materiale non proprio salubre in termini di produzioni di polveri sottili. Anche il PLA ne produce ma in misura minore, viste le sue più basse temperature di fusione. Inoltre ho letto di persone a cui l'odore dell'ABS fa venire mal di testa. 
Personalmente, avendo la stampante in tavernetta con ventilazione forzata, sono molto tentato di provare l'ASA come materiale "tecnico" da aggiungere a quelli che uso normalmente.

 

no non mi sono ancora deciso perchè le mie stampanti stanno alle mie spalle in un locale abbastanza ristretto e chiuso, già me la rischio con PETG e PLA, e fino a quando non sono in grado di dare alle stampanti lo spazio e la ventilazione che meritano preferisco evitare.

 

p.s.: ma sono il solo a cui piace l'odore che fanno le stampanti quando stampo PLA e PETG? io tutta la puzza che dite mica la sento....

  • Like 3
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Killrob dice:

p.s.: ma sono il solo a cui piace l'odore che fanno le stampanti quando stampo PLA e PETG? io tutta la puzza che dite mica la sento....

Io non ho nessun problema di odore né da parte di PLA né di PETG, anzi, l'odore del PLA non mi dispiace. Misto alla splendor che metto sul piatto fa tanto "casa della nonna"/"bordello anni 30". 
Ho letto di persone che stampavano ABS e sistematicamente avevano mal di testa se stavano nella stessa stanza. Non avendo mai provato altri materiali oltre a PLA e PETG non saprei se sia vero o meno.

Diverso è il discorso polveri sottili: essendoci un processo di fusione, *tutti* i materiali rilasciano particolato. In linea generale, da quello che ho letto, maggiore la temperatura, maggiori le polveri. Il PLA ne produce meno dei materiali che richiedono temperature più elevate, tipo ABS.
ABS (e ASA) contengono stirene, cancerogeno, ma come detto non dovremmo raggiungere temperature tali per cui si liberano molecole di stirene. 

Qui uno degli ultimi articoli (2019): 
https://www.sciencedaily.com/releases/2019/10/191007100408.htm

Cita

generally the hotter the temperature required to melt the filament, the more emissions were produced. As a result, acrylonitrile butadiene styrene (ABS) plastic filaments, which require a higher temperature to melt, produced more emissions than filaments made of polylactic acid (PLA), which melt at a lower temperature.

Peraltro passaggio interessante:

Cita

"The toxicity tests showed that PLA particles were more toxic than the ABS particles on a per-particle comparison, but because the printers emitted so much more of the ABS -- it's the ABS emissions that end up being more of the concern," Weber said. "Taken together, these tests indicate that exposure to these filament particles could over time be as toxic as the air in an urban environment polluted with vehicular or other emissions."

 

  • Thanks 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, invernomuto dice:

Purtroppo vai in somma, non in alternativa 😞

Inviato dal mio SM-G965F utilizzando Tapatalk
 

Certo che va in somma, ma io sto in campagna con aria pulita quindi mitigo un po' la cosa

  • Like 2
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo...

Io ho usato un paio di bobine di filamentum e mi sono trovato bene, bobina ordinata e nessun problema di stampa. Però non ho confronti perché non ho mai provato altre marche.

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I miei 2 cent: io ho comprato il FrontierFila su Amazon a 30 euro/kg.

Si stampa esattamente come il PET/PETG e fa molta meno puzza dell'ABS.
Si puo' stampare per un'oretta solo tenendo socchiusa la finestra.

Come l'ABS tende a soffrire se schiacciato troppo sul bed, quindi si deve usare un pizzico di Z-Offset rispetto al PLA.

Warpa poco e niente, diciamo come il PET e senza il problema non poter aprire/chiudere porte e finestre come con l'ABS.
Col tappetino magnetico originale della Ender non ho dovuto usare mai niente per l'adesione.

Dopo la stampa resiste a temperature veramente alte: una sfoglia di un solo layer immersa nell'acqua bollente non gli fa ne' caldo ne' freddo, al contrario del PET che si ammorbidisce mentre il PLA proprio si disfa.
"Dicono" che resista benissimo anche a UV, quindi molto adatto a oggetti che dovranno vedersela col Sole.

Finitura molto "liscia", non fila come il PETG e non lascia le superfici verticali piene di sbavature.
Soddisfatto.

  • Like 5
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 mesi dopo...

In questi giorni ho disegnato e stampato alcuni "manici" (manopole, presine, maniglie, chiamatele come ve pare) delle pentole.

Ho delle vecchie Lagostina trentennali a cui tengo, e tutte con un solo manico.

La parte superiore l'ho stampata in PLA (all'inizio per prova), quella inferiore in ASA.

Accidenti che materiale... PERFETTO: non gliene frega nulla!
Il filo di acciaio da 6mm che regge il manico arriva a circa 60-70° in quel punto e non fa una piega.

Il sistema di fissaggio e' vite-dado.
Il dado e' affogato nel PLA mentre la vite entra in uno svaso e in un foro dell'ASA (da sotto).

Il PLA era una prova dimensionale e all'inizio pensavo che si sarebbe "ammollato" mettendo a nudo il dado invece rimane li'. Si e' solo "adagiato" bene sul filo di acciaio da 6mm, cosa che non ha fatto l'ASA restando impassibile.

Ho lasciato quindi la coppia com'e'.
Fra l'altro il mio ASA e' bianco e il PLA e' nero.

Mi e' bastato appoggiare il marker nero da disegno e si e' dipinto perfettamente.
L'ASA ha assorbito come una spugna il colore per almeno 1mm, e si e' asciugato allistante.
Credo che farebbe lo stesso con un evidenziatore, il che apre nuovi orizzonti.

Se va via... lo vernicio a bomboletta.
L'ASA usato e' il FrontierFila, per ora non disponbile su Amazon, preso a 30 euro 1kg.
 

  • Like 2
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Joker78 dice:

Io ho stampato sia asa che abs più che il puzzo, che sinceramente mi preoccupa il giusto, è che senza teca è impossibile stampare ne abs e ne asa 

Secondo me non hai provato abbastanza.
Se tu dovessi stampare un modellino della (ex) cattedrale di Notredame da 200x200mm potrei pure essere d'accordo, ma per pezzi medio-piccoli va benissimo cosi'.
E i pezzi medio-piccoli sono il 90% di cio' che stampiamo, per lo meno di cio che stampo io.

Le uniche accortezze?
Un brim piu' largo (almeno 15mm) e un buon piatto (uso il magnetico originale).

Il manico di cui parlo e' alquanto ostico: nei primi 3.2mm e' diviso in due pezzi, uno molto largo e una striscia molto sottile. Quest'ultima si imbarcava sempre perche' non aveva abbastanza adesione. Ho messo il brim ed e' rimasto giu'.

Certo, si vede il brim "sudare freddo" per lo sforzo e tutto intorno al pezzo e' quasi staccato (ma non sollevato), pero' la parte esterna del brim regge e tiene il pezzo perfettamente orizzontale.

Il bed lo tengo appena a 75°.
80° sarebbe meglio per le cose piu' ostiche (in barba a chi dice che sopra i 70° il magnetico si rovina: forse il cinese, non l'originale).

Questo e' il printing in progress, qualche layer dopo l'unione dei due pezzi, quindi a pericolo passato.

 

Image1.jpg

3 ore fa, Killrob dice:

Se non fosse che ho le stampanti in un ambiente completamente chiuso lo prenderei

@Killrob fidati, non "puzza" come l'ABS.
Basta uno spiffero aperto, anche la sola porta.


Ma tu passi il tempo dove hai la stampante o e' un locale a parte?
Se e' un locale a parte, chiudi e basta. E' anche meglio.

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Carsco dice:

Secondo me non hai provato abbastanza.
Se tu dovessi stampare un modellino della (ex) cattedrale di Notredame da 200x200mm potrei pure essere d'accordo, ma per pezzi medio-piccoli va benissimo cosi'.
E i pezzi medio-piccoli sono il 90% di cio' che stampiamo, per lo meno di cio che stampo io.

Le uniche accortezze?
Un brim piu' largo (almeno 15mm) e un buon piatto (uso il magnetico originale).

Il manico di cui parlo e' alquanto ostico: nei primi 3.2mm e' diviso in due pezzi, uno molto largo e una striscia molto sottile. Quest'ultima si imbarcava sempre perche' non aveva abbastanza adesione. Ho messo il brim ed e' rimasto giu'.

Certo, si vede il brim "sudare freddo" per lo sforzo e tutto intorno al pezzo e' quasi staccato (ma non sollevato), pero' la parte esterna del brim regge e tiene il pezzo perfettamente orizzontale.

Il bed lo tengo appena a 75°.
80° sarebbe meglio per le cose piu' ostiche (in barba a chi dice che sopra i 70° il magnetico si rovina: forse il cinese, non l'originale).

Questo e' il printing in progress, qualche layer dopo l'unione dei due pezzi, quindi a pericolo passato.

 

Image1.jpg

@Killrob fidati, non "puzza" come l'ABS.
Basta uno spiffero aperto, anche la sola porta.


Ma tu passi il tempo dove hai la stampante o e' un locale a parte?
Se e' un locale a parte, chiudi e basta. E' anche meglio.

io sono al PC qui adesso che rispondo a te e le stampanti sono alle mie spalle che stanno stampando alla distanza di circa 50/60cm dallo schienale della mia sedia da ufficio.

E non è la puzza che mi preoccupa... quella la sopporterei e la gestirei in qualche modo, è la tossicità che mi fa desistere dall'acquisto di ASA

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...

Informazioni importanti

Abbiamo inserito dei cookies nel tuo dispositivo per aiutarti a migliorare la tua esperienza su questo sito. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti puoi accettarli cliccando su continua.