Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Fratrock

C'è qualche problemino...

Recommended Posts

Salve a tutti, ieri è arrivata la mia primissima atlante 3d una Ender 3 Pro, dopo averla montata seguendo tutorial e manuale ufficiale, ho riscontrato dei problemi riguardanti il livellamento del piano: quello che sembra essere il giusto livello in un angolo (molla non troppo compressa e test con il foglietto di carta ok nell'angolo 0,0,0 anteriore sinistro) non si rispecchia principalmente nell'altro angolo adiacente (anteriore destro) dove per avere lo stesso risultato con il test del foglietto, la molla è davvero molto più compressa...Ho trovato una "soluzione" diminuendo l'altezza massimo di stampa(alzando il sensore z) ma comunque ho una molla più compressa rispetto alle altre e in generale tutte e 4 diverse.. Ho deciso così di procedere con la stampa di prova ( il famoso cagnolino), ma a vederlo ci sono sicuramente dei problemi da fixare, per questo vorrei dei pareri da voi essendo io alle prime armi..🙄😣

15762471478796387790700840835640.jpg

15762471611214250185448918094585.jpg

15762471922784673246314267406541.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da Mattia Soppelsa
      Ed eccomi al secondo post dopo aver sistemato l'asse x e l'estrusore (che era di fabbrica troppo stretto, ora il filamento passa tranquillamente). 
      Sono arrivato al classico test del cubetto per vedere come va la stampa: ho sistemato il piatto a colpi di calibro, ho controllato tutte le assi e sono in quadro, ma ho mollato easyprint perchè corrotto (come lo aprivo, si chiudeva brutalmente e dava errore. Forse un problema quando l'ho aggiornato), e sono passato a cura.
      Il primo test è andato non male, peggio: ho dovuto bloccare il test perchè il filamento ha iniziato ad avvitarsi su se stesso, e leggendo qualche discussione ho scoperto di aver sbagliato le temperature (non mi sono accorto di aver messo preheat ABS) neanche due minuti dopo aver iniziato e mi stava intasando la testina dell'estrusore.
      Blocco, pulisco, e mando in preheat pla (cura mi da extruder 180 e piatto 70), e faccio partire di nuovo il test, usando un cubetto da 20 mm, il risultato lo potete vedere nelle foto che vi allego (1-2). Blocco di nuovo, leggo altre discussioni e leggo che forse i setting sono sbagliati. Perciò li cambio secondo indicazioni (metto le foto del prima e dopo).
      Alla luce di questi fatti, dove potrei sbagliare per far diventare un cubo un bozzolo di ragno affamato?




    • Da loarri
      Buongiorno a tutti
      qualcuno mi puo' aiutare per favore a capire il problema della mia nuova stampante 3d? Ho comprato da poco una bellissima ender 3 pro ma dopo aver stampato (con successo) la miniatura che c'era nella sd originale della Creality (e aver cambiato il filamento in dotazione con uno nuovo ) non riesco piu' a stampare nulla perche' viene una schifezza ogni cosa.
      Allora ho rifatto la calibrazione del piatto e ho stampato due oggetti: un porta spatola da infilare nella guida della stampante e un portachiavi a forma di cuore.
      risultato: il porta spatola tutto sommato e' uscito bene ma sia questo che il portachiavi hanno evidenti problemi all'inizio cioe' la parte vicina al basamento. Si vede benissimo che il profilo anziche' salire esattamente in verticale e' andato in diagonale per un paio di millimetri.... 
      Sembra shiftato verso sx.
      Poi si e' ripreso ed e' salito in verticale correttamente.
      cosa puo' essere secondo voi?
      E poi..ancor piu' grave...ho scoperto ieri sera una cosa: l'asse x ha un gioco se lo tocco con le mani (a stepper disabilitati): cioe' per intenderci, va su e giu' a dx e sx e non ho capito il perche'.
      Peggio appare quando faccio la calibrazione del piatto perche' si vede che il braccio vorrebbe scendere di pu' da una parte ma dall'altra si ferma quando l'estrusore tocca il piatto.
      non so se mi avete capito ma poiche' l'asse x e' mosso solo dal motore di sx..quando si alza la barra x prima si alza a sx poi la parte a destra (e quindi la barra orizzontale non rimane parallela al piatto ma in diagonale: -( ).
      DISASTRO! 😞 Cosa puo' essere secondo voi? io non ho notato nulla di srano e le viti sono tutte correttamente serrate.
      Guardando dei video su youtube, pero', mi e' venuto il dubbio che potrebbe essere che le guide circolari (quelle montate su cuscinetti) in realta' non vanno bene cosi' come sono ma vanno regolate per scorrere meglio sull'asse z.CHe ne pensate?
      Se serve ho fatto un video col telefonino ...
      spero che qualcuno possa aitarmi per favore perche' non so proprio come fare 😞
      GRAZIE MILLE a tutti e buona giornata
      Lorenzo
       
       
    • Da Tomto
      Fysetec ha fatto uscire una 32 bit con i tmc 2209 integrati  per ricollocare la vecchia scheda. 
      Si chiama Cheetah V1.0( link )
    • Da I3D&MLab
      salve a tutti, oggi ho provato a fare un test sul retraction sul PLA con la mia X5S. il test l'ho trovato sul thingiverse ed è venuto fuori sta roba qua
      https://www.thingiverse.com/thing:909901
      i parametri di stampa su cura sono temperatura nozzle 210°C, temperatura bed 50°C, retraction 4.9mm, retraction speed 40mm/s, layer 0.1mm. avevo pure attivato lo Z-hop when retracted.

      qua un'altra angolazione

       
      Avete qualche idea per risolvere il problema? Va aumenta la retraction o la speed? 
    • Da Blacksoldier10
      Dove è stata acquistata
      Sul caro famoso Amazon, approfittando di un'offerta lampo che aveva fatto collassare per poche ore il prezzo dall'originale 289,99 a 257,00 per poi infine raggiungere la modica cifra di 207,00 Euro. Forgiata dalla precedente esperienza con la Geeetech A10M (di cui in futuro forse inserirò una recensione) ho deciso di acquistare la Creality Ender 3 Pro per capire se merita la reputazione positiva di cui gode e per cui è così diffusa.
      Unboxing
      Ricevuta in un ingombrante imballo in cartone tutt'altro che anonimo (con tanto di disegno della Ender 3 e marchi Creality lungo tutta la scatola) al momento dell'apertura scopro i pezzi avvolti in un soffice imballo in polistirolo nero. Dopo aver estratto accuratamente i pezzi, decido di rimboccarmi le maniche e di iniziare a montare (allego foto prese da internet perchè mi ero dimenticata di fare le dovute foto per l'unboxing - ops!)

      Sul "tavolo operatorio" mi ritrovo: la sezione del bed con tanto di piatto e tappetino magnetico (non fate caso alle mollette che reggono il piatto nella foto a destra, quelle sono per la Ender 3 normale. Il piatto magnetico è invece la foto a sinistra, nello scatolone), spatola, asse X smontato in diversi pezzi, filamento bianco Creality di prova, alimentatore a 24V, blocco hot end, schermo lcd, porta bobine, un enorme foglio di carta con le istruzioni illustrate sopra, chiavetta USB/scheda micro SD e utensili per "operare" (cacciaviti, chiavette ecc...). 
      Il Montaggio
      Il montaggio non si rivela affatto difficile per un utente come me che ha già montato una stampante la prima volta. A spaesarmi un pochino è stata la sorpresa di trovarmi l'asse X quasi totalmente smontato, che nella Geeetech A10M invece lo troviamo già pre assemblato nello scatolone. Ma nulla di impossibile: armata di un gigantesco foglio composto da 12 illustrazioni, inizio a montare la stampante passo dopo passo, cercando di mettere il tutto in squadra. Iniziando dalla sezione del piatto, noto subito che nel montare le aste laterali, che comporranno le colonne del telaio, non sono perfettamente dritte, causandomi un leggerissimo inconveniente con il montaggio dell'alimentatore che si avvicina pericolosamente al piatto. Un paio di paroline le spenderei anche sul binario del piatto, che in 2 punti presenta un misterioso "scalino" che potrebbe (e dico potrebbe) influire sulla qualità delle stampe. Aggiustato come meglio potevo, trovando un buon compromesso tra il telaio in squadra e l'alimentatore allineato, proseguo fino a completare il montaggio. Collego gli stepper, l'alimentatore, l'estrusore, lo schermo LCD e gli endstops come da istruzioni e finalmente arriva il momento: accendo la stampante.
       

      La stampante si mostra a colpo d'occhio abbastanza robusta, professionale e soprattutto "pulita" (dal modo in cui la Creality ha disposto i cavi in modo da non intralciare con nessuno dei 3 assi della stampante).
      Firmware
      Da utente già nel campo delle stampanti 3D non ho potuto fare a meno di sbirciare subito nelle impostazioni del firmware della stampante, notando una certa differenza con i valori più alti impostati di default nella Geeetech A10M.

      E come non dare invece un'occhiata al firmware che compone la Ender 3, scoprendo che in realtà non possiede un Marlin ma un firmware proprio?

      Piccola nota: la stampante non possiede un sensore di fine filamento e questo può essere un male per i più smemorati... 
      La struttura
      Verifico subito la capacità del piano di stampa portando al massimo tutti gli assi: 235 x 235 x 250 mm di piano utilizzabile secondo la casa di produzione. Un piatto abbastanza grande, insomma.

      A differenza della Geeetech A10M però il posizionamento dell'estrusore può far storcere il naso poichè situato sull'asse Z, con il rischio di causare del wobbling in caso di telaio ballerino...cosa che finora non mi è ancora capitata ma continuerò ad osservarlo con sospetto.

      A meravigliarmi invece, sono state le esagerati (ma comodissime) ruote (non rotelline) che consentono di agire sulle viti per regolare il piatto.

       
      Prime impressioni
      Fingendomi utente inesperto (fino a un certo punto: ho preferito ricordarmi per esperienza di livellare il piatto....), ho mandato subito in stampa il gcode di prova che Creality fornisce all'interno di una chiavetta usb/scheda micro SD da 8 GB, che si può comodamente inserire sull'apposita porta della scheda madre. Il primo tentativo di stampa è stato immediatamente fermato per aver calibrato male il piatto (troppo alto!) e il secondo tentativo è andato decisamente meglio. La porosità del piatto magnetico fa sì che la stampa aderisca senza l'ausilio di lacche, nastri carta e altri "aiutanti". L'unico problema però è il dopo: staccarlo a piatto freddo non basta, i modelli avranno aderito fin troppo bene a fine stampa, motivo per cui Creality mette a disposizione una spatola, da usare con cautela per non rovinare così la porosità del tappetino a suon di spatolate...

      Come si potrà notare dalle foto, la prima stampa è uscita molto bene, meglio di quanto pensassi: lucida, dettagli ben definiti e precisi. Il tutto con una stampante ancora tutta da calibrare (il che è già un ottimo inizio). Ma il test non si ferma qui: 
      nella prima foto due tartarughe, una fatta con una stampante (non ender) non calibrata e quella rossa invece con la Ender. Anche l'unicorno rosso è stato stampato con la stessa stampante. A breve inizierò a calibrarla e vi aggiornerò modificando il post iniziale. 
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.