Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

loarri

Ender 3 PRO : asse x storto? AIUTO!!!!

Recommended Posts

si ho provato a misurare il cubo col calibro (ma ne ho uno senza display) mi sembra sia ok (20mm). 

Per il fatto invece che un lato e' sollevato cosa devo fare secondo te?

 E per risolvere il problema dello "scalino" iniziale?

Grazie mille e ciao

Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si lo vedi nella foto del mio cubo sull'asse x...

i primi millimetri di materiale (PLA) sbordano un po dal resto generando una specie di scalino o comunque lo vedi nell'oggetto...

guarda qui sotto l'immagine...

comunque dall'etichetta del filamento dice di usare una temperatura del letto tra 30 e 50 ...io sto usando 50.

che suggerisci?

grazie mille!

ciao

L

IMG_5967.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

50°C va bene.

Lo scalino potrebbe dipendere da un qualche parametro dello slicer oppure da come hai calibrato il piano.

Come hai calibrato il piano?

Riesci a condividere le impostazioni dello slicer che stai utilizzando, così che anche gli altri ci possano dare un'opinione?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come slicer sto usando per ora quello compreso nella sd della creality...che e' creality slicer (ma c'e' scritto powered by Cura)

in effetti e' molto simile al Cura (che nn conosco ma guardando su web qualcosa ho visto voci simili).

Ho lasciato le impostazioni di default per la mia stampante pero' poi ho modificato la temperatura a 50 e nn 60 (default).

In effetti il sample che c'e' dentro l'sd esce perfetto senza nessun scalino (adesso che ci penso) e nn e' frutto del mio slicer ma e' gia' un g-code pronto all'uso.....

 

per livellare il patto ho usato il metodo del foglio di carta...anche se mi sono accorto che il piano e' convesso perche' muovendo l'ugello cambia lo spessore tra questo e il foglio 😞

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ammetto di non aver mai provato lo slicer della Creality, ma secondo me tanto vale utilizzare l'originale CURA...

Per il livellamento del piano è giusto iniziare con il foglio di carta, ma poi vale la pena fare un test più approfondito per essere più accurati (anche del piano concavo/convesso)

Ti allego un link di un test che secondo me funziona bene (specialmente il 9 punti è molto completo).

Se lo lanci e poi ci mandi le foto di come sono i cerchi sul piano ti possiamo aituare a capire come sei messo con il piano.

https://www.thingiverse.com/thing:3118088

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao ragazzi,

io ho ancora problemi di calibrazione...non riesco proprio ad avere dei pezzi decenti e adesso in centro ho il pezzo che si stacca mentre sta facendo il brim.

Le rotelle sono molto sensibili e appena si toccano dentro si spostano. Poi ho notato che spesso dopo una o due stampe devo praticamente rifare la calibrazione.:-(

Sto pensando di comprare il piatto in vetro per aiutarmi con la calibrazione . che dite?

magari questo qui:

https://www.amazon.it/gp/product/B07P9QVHPM/ref=ox_sc_act_title_1?smid=ASUA3ZY196WTJ&psc=1

 

comunque ieri sera ho rifatto per l'ennesima volta la calibrazione e il risultato e' qui sotto (ho notato che l'angolo in alto a sx e' sempre "buono" mentre quello piu' critico e' sempre in basso a sx e in centro:-( ) ;

dopo di che ho provato a stampare un pezzo della piccola catapulta per mio figlio ma x 3 vv di fila ha rifatto lo stesso difetto e cioe' il distacco del materiale (generando dello schifo) dal centro del piatto:-(

che sconforto.....

qualcuno ha qualche idea su come fare?

E poi...ho un leggero gioco sul piano ma ruotando gli eccentrici sotto non riesco ad eliminarlo del tutto (e si che prima o poi dovrebbe fissarsi perche' gli eccentrici se li giri di 360 gradi tornano nella stessa posizione quindi non capisco come mai nn si riesce a risolversi)

😞

qualcuno mi sa aiutare pr favore? GRAZIE MILLE A TUTTI e ciao

Lorenzo

IMG_6136.JPG

IMG_6137.JPG

IMG_6138.JPG

IMG_6139.JPG

IMG_6140.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

Sì ti confermo che al centro il piatto è lontano dall'ugello, ma negli angoli non va per niente male... Potrebbe essere il classico problema del piano concavo della Ender 3 e il piatto in vetro aiuta sicuramente...

Tuttavia ci vuole un attimo a prenderci la mano anche con quello, perlomeno per quanto possa non essere molto rappresentativo, quando l'ho sostituito ci ho messo qualche giorno a digerirlo, anche se adesso non lo cambierei con nient'altro.

Per quanto riguarda il modello che stavi stampando sembra che la parte sinistra stesse venendo comunque bene e hai avuto problemi al centro, e potrebbe dipendere dal piatto "difettoso", ma per sicurezza, se ti va posso/possiamo dare un'occhiata al modello se ci dici dove lo hai trovato per capire se ci sono anche altri problemi...

Non demordere! All'inizio è sempre un po' incasinato, poi quando ci prendi la mano questi "problemi" li risolvi al volo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao grazie mille per le dritte e per il conforto !!!

Il pezzo che stavo stampando e' questo qui:

image.thumb.png.62a5b562fbd2a7999283897431d10583.png

che fa parte della catapulta :

https://www.thingiverse.com/thing:1068653

Per il vetro va bene qualsiasi vetro (per intenderci posso prenderlo al leroy merlin )oppure va bene quelloc he ho indicato prima  (da amazon)?

Grazie mille per l'aiuto.

ciao,Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho un piatto tipo quello che hai linkato tu prima, ma @iLMario ha appena scritto in un'altra discussione di andare da un vetraio e comprarlo con 4 euro... Io con il mio mi trovo bene, però non ho un confronto diretto con un vetro normale e la differenza di prezzo non è poca... Magari sentiamo anche il parere degli altri...

Per quanto riguarda il disegno, hai attivato i supporti nello slicer? Perché la parte centrale del braccio non poggia sul piano (anche se può sembrare) e quindi è necessario che ovviamente poggi su qualcosa per poter essere stampata...

image.thumb.png.a418cf162c6da567f402adba50094680.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caspita nn mi ero accorto di questo particolare...ma come hai fatto? hai attivato qualche vista particolare allora?

devo quindi attivare i supporti per parti sospese vero?

ma sara' dovuto a quello? dici?

e secondo te nn cambia se al posto del brim metto il raft? A volte lo uso ma poi faccio una fatica infernale a toglierlo dal pezzo cosi' non lo uso piu' preferendo il brim.

che suggerisci? ok comunque stasera provo a rifarlo mettendo il supporto.

GRAZIE MILLE !!!

per il patto ok provo ad aspettare ancora un po' e se qualcuno mi vuole consigliare.... ben venga!

grazie e ciao

Lorenzo

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altra domanda scusa!!!

come si fa ad essere estremamente sicuri che l'asse x sia esattamente parallelo al piatto? o meglio esattamente perpendicolare alle guide (xe' il piatto potrebbe essere stato calibrato storto!).

Cioe' come faccio a tarare gli eccentrici dell'asse z in modo che il braccio sia esattamente parallelo al piano?

Cosa si usa di solito come metodo?

si appoggia al braccio x un oggetto in modo che toccando gli eccentici si garantisca la stessa distanza dal piano sia a sx che a dx?

oppure?

Grazie e ciao,Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, loarri dice:

caspita nn mi ero accorto di questo particolare...ma come hai fatto? hai attivato qualche vista particolare allora?

devo quindi attivare i supporti per parti sospese vero?

ma sara' dovuto a quello? dici?

e secondo te nn cambia se al posto del brim metto il raft? A volte lo uso ma poi faccio una fatica infernale a toglierlo dal pezzo cosi' non lo uso piu' preferendo il brim.

che suggerisci? ok comunque stasera provo a rifarlo mettendo il supporto.

GRAZIE MILLE !!!

per il patto ok provo ad aspettare ancora un po' e se qualcuno mi vuole consigliare.... ben venga!

grazie e ciao

Lorenzo

 

 

Sì, devi attivare i supporti e sicuramente la situazione migliora... Dificile dirti se il problema verrà risolto del tutto perché ovviamente questo non influenza il fatto che il piatto è concavo e peggiora l'adesione del filamento al piatto...

Me ne sono accorto perché era strano che una parte fosse così ben adesa, e un'altra no... Però come consiglio di massima, una volta che hai creato il file (g-code) per la stampante, dare un'occhiata ai layer con la vista apposita (generalmente trovi scritto preview o qualcosa del genere) può evitarti di buttare via un sacco di tempo, soprattutto agli inizi.

Puoi usare il raft, io ho usato il brim perché ho visto che lo stavi utilizzando tu... Io lo uso solo quando ho oggetti con una base molto piccola e piuttosto alti, è anche vero che nella tua situazione "precaria" il brim aiuterebbe a tenere tutto bello adeso...

13 minuti fa, loarri dice:

altra domanda scusa!!!

come si fa ad essere estremamente sicuri che l'asse x sia esattamente parallelo al piatto? o meglio esattamente perpendicolare alle guide (xe' il piatto potrebbe essere stato calibrato storto!).

Cioe' come faccio a tarare gli eccentrici dell'asse z in modo che il braccio sia esattamente parallelo al piano?

Cosa si usa di solito come metodo?

si appoggia al braccio x un oggetto in modo che toccando gli eccentici si garantisca la stessa distanza dal piano sia a sx che a dx?

oppure?

Grazie e ciao,Lorenzo

Allora se a stampante spenta tu prendi il centro dell'asse X e delicatamente e lentamente lo alzi e lo abassi di qualche cm, e questo non ha "giochi" strani, cioè si può muovere solo verticalmente e parallelamente al piano, sei tranquillo che gli eccentrici sono tirati il giusto. Tradotto non si deve alzare prima a destra e dopo a sinistra o viceversa.

Il fatto che sia parallelo al piano lo vedi stampando, dalla calibrazione (e nel tuo caso mi sembrava che andasse bene) i cerchi devono avere lo stesso aspetto a destra e a sinistra, a quel punto significa che il piatto è parallelo all'asse x.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un'altra cosa con la quale rischio di tirarmi addosso qualche insulto...

Nel frattempo che aspettavo il piatto in vetro, per tamponare il problema del piatto concavo, avevo messo un foglio singolo di alluminio (8 x 8 cm, quello da cucina per interderci) al centro del piano, sotto al piatto in plastica e mi sembrava aiutasse...

Io però avevo il piatto in plastica, non il magnetico e non so come possa influire questo, però potresti fare una calibrazione (magari a 5 punti) con il foglio di alluminio sotto al bed magnetico e vedere che effetto fa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Davide87 quello linkato almeno da quanto riportato nelle specifiche è un vetro borosilicato (meno soggetto alle dilatazioni termiche rispetto a quello comune) lo spessore da 3mm dovrebbe pesare circa 400 grammi contro i 450 di uno da 4 mm come quello della mia anycubic  

Vero anche che anche il vetro borosilicato dal vetraio costa comunque meno ....ma se l' occhio vuole la sua parte ,diciamo che quello linkato fa la sua figura.....il trattamento superficiale non è il top ma può tornare utile

N.B sto vedendo che tutti i vetri tipo ultrabase sono in borosilicato .....se vengono incollati al piano s'imbarcano lo stesso....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @Tomto per la precisazione, tra l'altro il vetro borosilicato dovrebbe correre molti meno rischi rispetto a quello "normale" di rompersi improvvisamente in presenza di sbalzi termici, che è un aspetto che non trascurerei...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, Davide87 dice:

tra l'altro il vetro borosilicato dovrebbe correre molti meno rischi rispetto a quello "normale" di rompersi improvvisamente in presenza di sbalzi termici

Naaaaaaaaaaaaaaa

Non lo metti nel forno o nel congelatore. Passare da 20 gradi di temperatura ambiente a 60 per la stampa 3D, in qualche minuto, non rompe nessun vetro

Se si rompe, era fallato 

Il borosilicato si usa per le cotture in forno dove il vetro passa da temperatura ambiente a 150-200 di botto (lo inserisci in forno già caldo) o in pochi minuti oppure perché lo metti sul fornello del gas per far bollire l'acqua 

Mettere un vetro normale in congelatore per far staccare la stampa, invece, è una idiozia e rischi di farlo esplodere 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, iLMario dice:

Naaaaaaaaaaaaaaa

Non lo metti nel forno o nel congelatore. Passare da 20 gradi di temperatura ambiente a 60 per la stampa 3D, in qualche minuto, non rompe nessun vetro

Sì, hai ragione... È improbabile, però ho pensato con uno spessore sottile, il vetro a 100°C per l'abs e la ventola che inizia a soffiare aria "fredda" in un punto solo, magari può causare uno stress tale da correre quel rischio... Però in linea di massima sono d'accordo nel dire che è una possibilità almeno remota...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, Davide87 dice:

Sì, hai ragione... È improbabile, però ho pensato con uno spessore sottile, il vetro a 100°C per l'abs e la ventola che inizia a soffiare aria "fredda" in un punto solo, magari può causare uno stress tale da correre quel rischio... Però in linea di massima sono d'accordo nel dire che è una possibilità almeno remota...

No non si rompe ...al massimo nelle condizioni che hai citato può tendere a diventare leggermente convesso o concavo forse qualcosa in più rispetto al borosilicato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Davide87 dice:

Sì, hai ragione... È improbabile, però ho pensato con uno spessore sottile, il vetro a 100°C per l'abs e la ventola che inizia a soffiare aria "fredda" in un punto solo, magari può causare uno stress tale da correre quel rischio... Però in linea di massima sono d'accordo nel dire che è una possibilità almeno remota...

La ventola con l'abs e spenta.... 

E comunque se anche fossero 100 gradi di vetro (raggiunti in parecchi minuti) la ventola quanto potrà mai raffreddare il vetro? 5 gradi? 

Bevi acqua di frigo te? Quando la versi nel bicchiere (non borosilicato e più sottile del bed) stai versando 4 gradi in un vetro che è 20 gradi (in estate anche 30)

Non si spacca, se si spacca lo fa per altri motivi 

O anche una camomilla : acqua bollente in un bicchiere di vetro a temperatura ambiente  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, iLMario dice:

comunque se anche fossero 100 gradi di vetro (raggiunti in parecchi minuti) la ventola quanto potrà mai raffreddare il vetro? 5 gradi?

Sì sì, il mio è un eccesso di zelo, però ti assicuro che anche se glielo ho spiegato diverse volte, la nonna ne ha fatti esplodere di bicchieri di vetro con il caffè caldo... E in laboratorio ne ho visti saltare di pezzi di vetreria "stampata" non pyrex semplicemente appogiandoli sul bancone a 20°C dopo averli tolti dalla stufa a 100-120°C, però pensandoci, e come dite tu e @Tomto, non è così facile generare un shock termico sufficiente a tutta quella massa, il bicchiere o la vetreria sono tendenzialmente molto più sottili e quindi hanno meno calore da cedere e si raffreddano più rapidamente sicuramente... Comunque tutto questo per dire che il borosilicato è intrisecamente più sicuro e quindi anche in casi praticamente impossibili da generare in condizioni normali sarebbe comunque più sicuro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io preferirei un temprato. Se si dovesse spaccare mentre sei li vicino, non ti rovini la faccia... 

Certo che esplode un bicchiere con il caffè caldo, ma probabilmente è difettato, io non ho mai avuto problemi se non molti molti molti anni fa

Togliere un vetro dalla stufa a 120 gradi e molto diverso dallo scaldarlo da sotto con una stampante 3D (per questo dissi che è stupido metterlo in congelatore e poi toglierlo) 

La stampante non crea shock termici, lo scalda lentamente e si raffredda altrettanto lentamente a temperatura ambiente.... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da Drcrunch
      Buongiorno a tutti
      sono un nuovo utente ed ho acquistato una ender 3 pro che ho messo in funzione qualche giorno fa.
      Mi è già capitato un paio di volte che durante la stampa le manopole per la regolazione del piano di stampa, durante il lavoro, si svitano e cadano in terra (sicuramente dovute alle vibrazioni), con ovvia conseguenza sulla stampa.
      Ho fatto un po' di ricerche su internet e ho trovato delle manopole da stampare ma che a guardarle mi sembrano perfettamente uguali a quelle che ha di serie.
      Avete mai avuto questo tipo di problema? se si come avete risolto? avete un modello di manopole che abbiano un fermo o qualcosa del genere?
      ringrazio anticipatamente e Vi faccio i complimenti per il Sito, davvero pieno di informazioni e guide
      saluti
      Andrea
    • Da aleben
      Ciao a tutti, sono nuovo su questo forum e ho appena acquistato una stampante Ender 3 Pro.
      Volevo chiedere dal basso delle mie conoscenze qualche consiglio per iniziare al meglio questa esperienza della stampa 3D.
      Ho montato la stampante e ho notato subito il primo problema, ho provato a fare la stampa di prova del gatto ma nonostante abbia fatto bene la livellazione del piatto quando l'estrusore comincia a fare il contorno della figura dopo aver fatto la base gratta, cioè è come se l'asse z non si alzasse correttamente.
      Gratta e di conseguenza l'estrusore va a "scatti" toccando la stampa.
      C'è qualcosa che ho sbagliato nel montaggio? Ci sono accortezze da avere riguardo al motore dell'asse Z o della spirale metallica?
      Vi ringrazio in anticipo siete la mia unica speranza ahah
    • Da MAL1190
      Ciao a tutti.. vi lancio un questito al quale non ho trovato risposta.. esiste un test per calibrare la circolarità di una parte stampata? Come esiste il cubo per gli assi esiste qualcosa per le circonferenze? 
      Vi porto il mio caso, stampo un cubo 20x20x20 e mi sbaglia di 0.1 mm al max se stampo un cilindro di diametro esterno 73 mm la stampa fisicamente viene 1 1.3 mm più scarsa.. mai più abbondante sempre scarsa!
      Adesso ho una stampa a circa il 20%, quando finisce la misuro correttamente e posto le misure teoriche e reali...
      Stampante ender 3 pro materiale PLA 
      Grazie del vostro aiuto come sempre!! 
    • Da Calandrella57
      Da poco stampo con una Creality Ender 3 Pro. Le prime stampe erano "normali", cioè prive di tutti quegli sfilacciamenti che si vedono nella foto allegata.
      Temperatura estrusore 200°, bed 60°, materiale PLA acquistato su Bangoods. Alla fine il tutto si pulisce abbastanza agevolmente. Qualche consiglio se possibile evitare queste sfilacciamenti?
      Sono alle prime armi, abbiate pietà!

    • Da Fedex
      Ciao a tutti, un grosso dubbio sugli upgrade oin oggetto per la nostra Enderina....possiedo da non molto tempo una Ender 3 PRO e sento già la necessità di diminuire il rumore che emette durante la stampa, pensavo di intervenire sostituendo la scheda e le ventole ma ho alcuni dubbi che elenco sperando di ricevere un aiuto.
      1- Avrei identificato la scheda 1.1.5 su Amazon, di seguito il link, che però specifica avere il booloader sbloccato ed il firmware 1.1.8. Non capendoci molto di compilazione  ed affini ma avendo letto che sarebbe più prestazionale il firmware 1.1.9 (pare che il 1.1.8 soffra le stampe che vanno oltre le 4/5 ore) ho grosse lacune su come poterlo installare....Si parla di Arduino e altri accessori ma io al momento l'unico firmware che ho aggiornato è quello della macchina fotografica caricandolo sulla root della SD 🙂 Qualcuno mi potrebbe spiegare in parole semplici come funziona la procedura di aggiornamento?
      SCHEDA: https://www.amazon.it/Sovol-silenziosa-aggiornamento-Controller-stampanti/dp/B07W1PKRPQ/ref=sr_1_9?adgrpid=66821352462&gclid=CjwKCAiA4Y7yBRB8EiwADV1haaBW6HBzyoBhhvMNy1pw8awbMU0gCRlt3gEHqn0Vf9Mu9T6-2ax5kBoCsDEQAvD_BwE&hvadid=344613952964&hvdev=c&hvlocphy=20521&hvnetw=g&hvpos=2t1&hvqmt=b&hvrand=15869137506760402292&hvtargid=aud-835703821909%3Akwd-824456287640&hydadcr=6274_1735087&keywords=ventola%2Bender%2B3%2Bpro&qid=1581577578&sr=8-9&th=1
      2- Vorrei sostituire soprattutto la ventola dell'hot end che è rumorosissima, avrei ipotizzato di rimpiazzarla con una NOCTUA ma, oltre ad aver letto nelle specifiche che è 12V (se non erro l'originale gira a 24V) pare ache alcuni utenti nel forum segnalino che è meno efficiente dell'originale....mi date una mano ed un'indicazione anche x questo? Relativamente alla dissipazione del calore sul pezzo di stampa avrei stampato il pezzo che indico di seguito sul quale vorrei installare una ventola a turbina, indicherò anch'essa.
      DISSIPATORE:https://www.thingiverse.com/thing:3766854
      VENTOLA: https://www.amazon.it/gp/product/B07ZP1T869/ref=ox_sc_act_title_1?smid=A80IWAZC4BCUO&psc=1
      Ringrazio anticipatamente per il prezioso aiuto che mi vorrete dare e sui pareri/critiche sulle mie scelte che vi ho illustrato sopra.....
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.