Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

invernomuto

Upgrade 32bit (SKR 1.1) cartesiana

Recommended Posts

Provo a raccogliere qui una sorta di resoconto dell'upgrade a 32bit per la mia cartesiana che mi ha tenuto impegnato in questi giorni. La stampante è una derivata di una Anet A6 della quale rimangono solo 4 motori e qualche endstop. Per il resto è stata così modificata: 

  • il telaio è in profilati in alluminio 2040 (AM8)
  • guide lineari MGN12 per tutti gli assi (Blv Mod)
  • alimentatore da 360W a 12v
  • mosfet per il bed
  • estrusore Titan con bowden + hotend ED3D V6
  • BLTouch 
  • scheda MKS Gen L con driver TMC2208 

La scheda che ho utilizzato per l’upgrade è la Bigtreetech SKR 1.1. Ha esattamente lo stesso formato della MKS Gen L, che ha reso molto più semplice la sostituzione: i connettori sono gli stessi così come la configurazione dei jumper per gli stepper driver. Non ho avuto bisogno di saldare fili e trovare i connettori adatti. 
Avevo la MKS in un box stampato con una ventola da 120mm ma con questo upgrade tornerò al classico “trespolo” da fissare al profilato in alluminio, meno “scenografico” ma molto più comodo in caso di interventi. 
Lato hardware, come già scritto giorni fa in altra discussione, segnalo che questa mainboard è compatibile con pochissimi display LCD, a differenza della versione più recente (SKR 1.3) per la quale la compatibilità è stata parecchio estesa.
Purtroppo sul mio precedente display (un classico “Reprapdiscount full graphic controller”) avevo dovuto invertire i connettori dei cavi flat per renderlo compatibile con il pinout della MKS Gen L. Ho dovuto ripetere l’operazione per la SKR 1.1 e purtroppo, causa fretta, ho danneggiato le piste rendendolo inservibile. In attesa di riparare il danno fatto ho utilizzato nel frattempo un display di riserva che avevo provvidenzialmente acquistato. Non ho avuto particolari problemi per la configurazione del BLTouch, utilizzando i pin dello Z-Max per alimentarlo e modificando opportunamente il firmware. Rispetto alla configurazione della MKS Gen L ho dovuto semplicemente invertire GND e +5v sul connettore del BLTouch per adattarli ai pin dello Z-Max della SKR 1.1. I driver sono stati settati in modalità “standalone” con VRef 0,7-0,8V per X,Y,Z1 e Z2, mentre per E0 ho optato per una VRef di 1V.
Per la configurazione del firmware ho utilizzato una delle ultime snapshot del Marlin 2.0 e l’ho configurato / compilato utilizzando Visual Studio Code e PlatformIO. Qui nessun problema particolare, anzi, è molto comodo il poter facilmente “saltare” da un fw all’altro tramite SD senza dover collegare un PC via USB.
Ho invece dovuto sbattere la testa su un paio di cosette: la prima, causata da una mia svista macroscopica, era una differenza significativa nelle velocità di rotazione dei due motori Z, che portava ovviamente a rendere la stampante del tutto inutilizzabile. Inizialmente pensavo ad un bug nella versione del Marlin ed ho provato diverse versioni senza venirne a capo, poi ho realizzato l’errore marchiano commesso: essendo la scheda inizialmente destinata ad altra stampante, che necessita esclusivamente di 4 driver, non avevo configurato i jumper correttamente per il quinto driver (E1 –> Z2). Tirato giù il calendario dei Santi e guadagnati un po' di anni di purgatorio, messi a posto i jumper, la velocità dei motori è fortunatamente tornata ad essere la stessa.
Altro problema "rognoso" è stato lo sfilamento di un filo nel connettore della FAN1. La stampante stampava decisamente male (il cubo di calibrazione risultava quasi deforme), perché la ventola non funzionava. Non immaginavo che fosse così importante il raffreddamento sul nozzle per la qualità di stampa. Non me ne sono accorto subito: inizialmente pensavo ad un problema di materiale (PLA) vecchio o di settaggi di Cura / FW. Sistemato il connettore, ho potuto terminare ieri le calibrazioni e il cubo risulta non perfetto ma decente. 
Un po' fastidiosa pure la configurazione della SD del display: di base Marlin attiva solo quella della scheda, se presente (sulla MKS Gen L non avevo il problema perché non ha un lettore SD sulla mainboard), ho dovuto smanettare un po' nel FW per trovare l'impostazione giusta.

A breve stampo un benchy e metto sotto stress l’estrusore che temo sia l’ “elemento debole” della configurazione (ci avevo messo parecchio con la MKS Gen L per eliminare i problemi di sottoestrusione…).
Aggiungo le foto a stampante finita, poi visto che sono in fase "masochistica" passo alla Delta 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, invernomuto dice:

Aggiungo le foto a stampante finita, poi visto che sono in fase "masochistica" passo alla Delta 🙂

Secondo me, è molto più facile costruire una delta rispetto una cartesia. 6 profilati, 6 barre, un effector, e via andare. Sicuramente molto più semplice di una corexy.

Quale farai? Se mi prende il matto, ne faccio una anche io, ho un sacco di pezzi che non so dove buttare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, iLMario dice:

Secondo me, è molto più facile costruire una delta rispetto una cartesia. 6 profilati, 6 barre, un effector, e via andare. Sicuramente molto più semplice di una corexy.

Quale farai? Se mi prende il matto, ne faccio una anche io, ho un sacco di pezzi che non so dove buttare.

Scusami, davo per scontati alcuni passaggi. Io ho già una delta (Anycubic Linear Plus), che va molto bene (e le guide lineari contenute nel kit sono OTTIME!). Ha alcuni difetti noti quali la scelta di posizionare la scheda sotto il bed e il telaio leggerino con dei "semplici" 2020 e a cui non fanno male dei rinforzi. Monta una ottima scheda 8bit (Trigorilla) e driver A4988 che fanno un casino osceno.
Confermo la semplicità delle delta, si assembla molto facilmente (sicuramente più velocemente di un telaio stile AM8). Discorso diverso per la calibrazione dimensionale, che con una delta non è affatto agevole (anzi, direi un incubo) ma immagino che tu lo sappia già. Se hai già l'elettronica te la cavi con relativamente poco.

Nella mia fase masochistica mi riferivo a:

  • sostituire la Trigorilla della delta con una SKR 1.3 e TMC2208 per silenziarla
  • installare ventola e relativo condotto per raffreddare i driver (la scheda andrà comunque sotto il bed nonostante non sia il massimo perché è più "pulita" la build)
  • montare perfettamente in quadro il telaio e soprattutto posizionare al millimetro endstop in modo da ottenere una calibrazione dimensionale degli oggetti consistente
  • rinforzare il telaio per ridurre le vibrazioni
  • sostituzione schermo con uno più evoluto (se riparo l'altro rotto di cui parlavo nel messaggio precedente)

Praticamente la smonto quasi del tutto e riparto da capo. Ma prima devo finire la cartesiana altrimenti rimango senza stampanti attive.

 

NB se opti per la delta consiglio fortemente di andare su 3030 almeno. Costano un botto gli angolari in alluminio ma almeno hai una roba rigida.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento: ho terminato le calibrazioni dimensionali, sto cercando di trovare i parametri corretti per la ritrazione al fine di eliminare lo stringing. In seguito proverò a stampare una benchy.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento: ho deciso alla fine di rimontare la scheda nella scatola stampata per la MKS GEN L perché altri sistemi non mi convincono appieno. Sto facendo le tarature della stampante, non trovo ancora la quadra: non riesco a venire a capo dello stringing e ho qualche problema - presumo - di sottoestrusione.
Stasera provo a stampare un benchy. Se non ne vengo a capo chiedo aiuto alla regia.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Niente, devo tornare sui miei passi ed abbandonare il box per la MKS Gen L. Purtroppo non ha una fessura per raggiungere la porta SD sulla board e dalla porta SD del monitor non riesco ad aggiornare il firmware.

Quindi, "back to the drawing board", come direbbero gli americani.

Per contro, ho installato il Raspberry Pi 3 con OctoPi e tutto funziona alla perfezione, quasi plug&play, sono quasi commosso dopo l'esperienza dell'Orange Pi Zero. Purtroppo però mi segnala un problema di scarsa alimentazione: dovrò usare un alimentatore migliore rispetto al caricabatterie per cellulare che uso ora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, invernomuto dice:

Purtroppo però mi segnala un problema di scarsa alimentazione: dovrò usare un alimentatore migliore rispetto al caricabatterie per cellulare che uso ora.

Se lo trovi dimmelo.

Ma dove te lo segnala? Hai installato l'interfaccia grafica? Io ho il suo originale e facendo i vari benchmark, non eroga comunque abbastanza voltaggio. Ne avevo uno fatto apposta, ma cinese, ed era uguale

Nella BLV faccio prima: step down da 24v a 5v, 5a max e lo alimento da li tramite gpio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, iLMario dice:

Se lo trovi dimmelo.

Ma dove te lo segnala? Hai installato l'interfaccia grafica? Io ho il suo originale e facendo i vari benchmark, non eroga comunque abbastanza voltaggio. Ne avevo uno fatto apposta, ma cinese, ed era uguale

Nella BLV faccio prima: step down da 24v a 5v, 5a max e lo alimento da li tramite gpio

Te lo segnala octoprint in alto a destra, di fianco al pulsante per il login, è una sorta di fulmine lampeggiante.

Qui trovi tutto:

https://community.octoprint.org/t/pi-undervoltage-power-issues-i-had-a-strange-lightning-bolt-temperature-symbol-with-an-exclamation-mark-popup-in-my-navbar-what-does-that-mean/5256

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, invernomuto dice:

Te lo segnala octoprint in alto a destra, di fianco al pulsante per il login, è una sorta di fulmine lampeggiante.

Qui trovi tutto:

https://community.octoprint.org/t/pi-undervoltage-power-issues-i-had-a-strange-lightning-bolt-temperature-symbol-with-an-exclamation-mark-popup-in-my-navbar-what-does-that-mean/5256

Non ero a conoscenza di tale plugin

Comunque a me non ha mai segnato nulla, strano 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento: non riesco a venire a capo dei problemi di sotto estrusione. Ho provato tutte le calibrazioni, sembravo esserne venuto a capo ma dopo una stampa per impostare correttamente la ritrazione per evitare gli ultimi problemi di stringing mi sono trovato l'hotend pieno di plastica fusa e nessun pezzo sul piatto. Pulito il tutto e riprovato a stampare, le successive stampe, con ritrazione, stampano nuovamente male: non stampa alcuni strati e di conseguenza il pezzo risulta "brutto" e fragile. In alcuni casi, mi ritrovo con un pezzo finito per metà con fili di plastica dappertutto. Ieri ho provato ad aumentare la VREF del driver, ma stessa cosa, se stringo la molla il motore perde passi scattando rumorosamente.

Proverò a cambiare hotend con uno nuovo, se non funziona l'unica per me è tornare ad un estrusore "normale" (non geared) o ad un direct, sto avendo davvero troppi problemi con il bowden.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.