Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

  1. FoNzY

    FoNzY



  • Contenuti simili

    • Da Calandrella57
      Da poco stampo con una Creality Ender 3 Pro. Le prime stampe erano "normali", cioè prive di tutti quegli sfilacciamenti che si vedono nella foto allegata.
      Temperatura estrusore 200°, bed 60°, materiale PLA acquistato su Bangoods. Alla fine il tutto si pulisce abbastanza agevolmente. Qualche consiglio se possibile evitare queste sfilacciamenti?
      Sono alle prime armi, abbiate pietà!

    • Da Scapin89
      Ciao a tutti! ho preso da poco la mia prima stampante 3d prusa i3 pro b, 
      sto stampando tranquillamente con il PLA e leggo che questo materiale dopo i 60-65 gradi comincia a deteriorarsi e deformarsi, il punto è che vorrei farmi un case del mio pc dove i componenti al loro interno arrivano a 90 gradi (gpu) e 65 circa la CPU, ovviamente queste temperature non arrivano a contatto con il pla, quello sarà solo da appoggio alle schede quindi non dovrei neanche farmi il problema, è corretto? Stasera comunque con un termometro digitale misuro l'esterno o le parti che sarebbero a contatto per vedere le temperature, voi avete consigli in merito? è fattibile?
      Ho letto anche di mettere in forno i pezzi prodotti e per effetto della cristallizzazione diventerebbero più resistenti al calore, vorrei evitare l' abs perchè non ho la stampante chiusa e inoltre stampo in casa e vorrei evitare l'abs per la sua tossicità, grazie in anticipo!😊
    • Da Gabr222
      Ciao a tutti!
      Sono in procinto di acquistare la mia prima stampante 3d, il mio budget è sui 400 euro max (ma anche meno😅) e la utilizzerei principalmente per stampare PLA, ma veniamo al dunque: abito in una casa piuttosto piccola, la stampante non riuscirei a metterla da nessuna parte se non in garage, per questioni di spazio e di rumorosità. Vivendo al nord, in inverno le temperature scendono spesso sotto lo zero e il garage non essendo riscaldato penso che stia sui 4/5 °C di notte (magari anche meno, dovrei misurare), e sicuramente con un tasso di umidità più alto delle altre stanze. Ho già letto un paio di discussioni in cui viene consigliato di costruire un box in legno dove inserire la stampante, i miei dubbi sono:
      Se costruisco un box in legno con relativi pannelli fonoassorbenti isolanti e antivibrazioni non c'è il rischio che la zona interna si surriscaldi troppo e vada a deteriorare alcuni componenti? La temperatura ambiente influisce molto sulla qualità della stampa e in che modo? Quali componenti dovrebbero rimanere fuori dal box? a me verrebbe in mente l'elettronica e l'alimentatore, ma la bobina di filamento? ho visto che molti la lasciano fuori ma non sarebbe meglio lasciarla dentro per non esporla all'umidità? Quale legno sarebbe consigliato per fare un lavoro del genere? Quale stampante è facile da disassemblare per lasciare dei pezzi fuori? quale mi consigliereste? ho visto che alcune hanno elettronica e alimentatore integrati sotto il piatto e non sarebbero il massimo immagino. Sarebbe un problema se il garage non fosse arieggiato? Scusate per le troppe domande e se sono già state fatte, ma non essendo molto pratico non vorrei acquistarla per poi non usarla e rimandarla indietro. Grazie a tutti!
       
       
    • Da Lewes10
      Salve a tutti,
      sono nuova in questo forum. Sono una studentessa di ingegneria che sta facendo una tesi su bioprinting e in preparazione ad esso utilizzo una sharebot 42. Dato che il mio interesse è il monitoraggio tramite telecamere avrei bisogno, alla fine di ogni layer stampato, di spostare l'estrusore (e i bracci) fuori dal field of view della camera (co-assiale con l'estrusore, ma posta più in alto, in modo da vedere il pezzo per intero). Ho perciò pensato di modificare il gcode in modo tale che alla fine di ogni layer faccia tornare l'estrusore alla sua origine: ho visto che il comando base per questo è G28 (X0 Y0) ma vorrei avere qualche consiglio da chi ha più esperienza di me in questo ambito, anche perchè non avrò accesso alla macchina per una settimana ma mi piacerebbe ottimizzare i tempi ed imparare il più possibile circa la modifica di gcode.
      Ad esempio: so che quello che voglio fare allungherebbe i tempi di stampa (non è un problema) ma a parte questo, il comando che ho trovato (G28) causerebbe problemi alla stampa del layer successivo?
      Spero di essere stata chiara. Ogni consiglio o guida alla modifica gcode sarà molto ben accetta 🙂 ( per ora ho letto questa: https://www.italia3dprint.it/gcode/)
      grazie
    • Da YoungNM
      Buongiorno a tutti , ho problemi con la stampante , sembra che i layer non si attaccano tra di loro , ho provato a cambiare filamento ma mi dà gli stessi risultati , non posso fare neanche i test per guardare cosa va storto perché ogni stampa risulta così ... Non so cosa fare. Grazie in anticipo 
      Stampante: geeetech prusa i3 pro w
      Materiale : pla e pla + 



  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.