Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Heda

Aerografo quale scegliere?

Recommended Posts

Ciao ragazzi, voi usate degli aerografi per colorare i vostri lavori?
Dopo aver scelto che stampante prendere su amazon, guardavo anche qualche aerografo, ma non so che prendere, ne esistono di tutti i tipi e prezzi da 50€ a 500€.
Avete qualcosa da consigliarmi per iniziare?
Mi servirebbe sia per le stampe 3d che per uso alimentare, quindi colori in polvere diluiti con alcool alimentare (ovviamente prenderei due aerografi, ma un solo compressore), guardavo questi che ne dite?

https://www.amazon.it/dp/B071XVWZ3C/?coliid=I2470ZHDTU4NWQ&colid=28HQFWQFBGBRS&psc=1&ref_=lv_ov_lig_dp_it

https://www.amazon.it/dp/B01N0254L7/?coliid=I2ZU50VOZEUK9&colid=28HQFWQFBGBRS&psc=0&ref_=lv_ov_lig_dp_it

Potete consigliarmi anche dei primer, dei colori e dei trasparenti protettivi?
Avete qualche sito da leggere per capirci qualcosa in più su come fare un aerografo, come diluire i colori, la pulizia ecc?
Ultima domanda, esistono anche colori perlati e dei colori opachi e ruvidi, come quelli che attualmente vanno di moda per le auto?

Grazie per l'aiuto 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il primo link che hai messo è lo stesso che uso io, pur costando cosi poco io mi sono trovato da subito benissimo... penna che funziona compressore potente il giusto, tuo robusto etc.. consigliatissimo...

per quanto riguarda dipingere un pezzo stampato in fdm devi per prima cosa spendere tanto tempo nella preparazione...stucco spray e carteggiare...per ore o anche girni... se e dove serve un po' di stucco in pasta (stucco sintetico non all'acqua) e ancora carteggiare....

se le stampe hanno una funzione estetica i migliori colori che puoi trovare sono i tamiya e ne esistono migliaia di tonalita' e di effetti....puoi prendere un colore perlinato o spruzzare successivamente i brillantini insieme ad un colore neutro....

questi colori hanno uno spessore infinitesimale quando asciutti e non comprono nulla quindi come ti ho gia' detto la preparazione della base è fondamentale....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao grazie per le info, onestamente il primo link mi sembrava una "fregatura", non mi convinceva il compressore piccolo, ma visto la tua esperienza mi ricredo 😁
Ho sempre fatto lavori in legno, quindi diciamo che l'idea di dover lavorare giorni nella preparazione dell'oggetto non mi scoraggia, ma non ho mai usato aerografi, ho sempre dipinto a pennello e come base uso il gesso acrilico sempre passato a pennello, poi carteggio per lisciare e poi vado di colori acrilici.
Oppure per dare la ruvidità, tipo facciata del palazzo, effetto asfalto lascio il gesso senza carteggiato o con una carteggiata più light.

Onestamente se prendo l'aerografo mi piacerebbe come primo lavoro modificare dei modellini di auto, sverniciarli e farli di vario colore, bianco perla, colori cangianti stile tuning auto e per ultimo uno lo vorrei fare di un colore opaco e ruvido come alcuni modelli di 208 che ho visto in giro, mi chiedevo questi colori esistono per il modellismo?
Per i bianco perla penso di non aver problemi perché ho trovato un acrilico che si può dare a pennello quindi penso si trovi anche per aerografi oppure posso diluire questo che ho attualmente (si può?), ma per i colori cangianti o ruvidi sai se si trovano o come cercarli?

Ma esiste qualcosa che mi spieghi come usare l'aerografo? ho visto che il pulsante della pistola, ha la regolazione dell'aria e del colore o sbaglio? 
Vorrei capire come vanno settati. 
Inoltre, ho visto che esistono varie pistole se guardi il mio secondo link, ne danno di 3 tipi diversi che cambia?

45 minuti fa, FoNzY dice:

questi colori hanno uno spessore infinitesimale quando asciutti e non comprono nulla quindi come ti ho gia' detto la preparazione della base è fondamentale....

Ma si possono dare più mani per ottenere la copertura desiderata, giusto?

Scusa se mi sono dilungato

P.s. @FoNzY se non ti chiedo troppo mi faresti vedere qualcosa colorato con quell'aerografo?
Grazie 🙂

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Heda dice:

mi chiedevo questi colori esistono per il modellismo?

si i colori tamiya o simili....

1 ora fa, Heda dice:

Ma esiste qualcosa che mi spieghi come usare l'aerografo?

io mi sono visto dei video su you tube, il discorso è piuttosto elementare... serve una buona diluizione del colore...poi spruzzi😄

 

1 ora fa, Heda dice:

ho visto che il pulsante della pistola, ha la regolazione dell'aria e del colore o sbaglio? 

in quelli professionali si, ma in questi no...la levetta ha un minimo spazio morto (dove esce solo aria) e poi il resto della corsa consente di spruzzare il colore da poco a tanto.

la distanza dal pezzo da colorare della pistola determina l'effetto, da vicino fa come una linea in stile pennarello, da lontano compre un area piu' vasta etc...

1 ora fa, Heda dice:

ne danno di 3 tipi diversi che cambia?

sono cosine cinesi quindi cambia poco.... credo che l'unica differeza sia che due hanno il serbatoio superiore ed una inferiore il che fa una grande differenza in fatto di diluizione...

 

1 ora fa, Heda dice:

Per i bianco perla penso di non aver problemi perché ho trovato un acrilico che si può dare a pennello quindi penso si trovi anche per aerografi oppure posso diluire questo che ho attualmente (si può?

non tutti i colori possono essere dati sia a spruzzo che  a pennello, dovresti vedere le informazioni di quel particolare colore....

 

la mia prima esperienza con l'aereografo....poteva venire meglio ma non c'è male....

index.thumb.jpg.24b5248200e1cc3e43aa8a70dab03303.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Heda dice:

Ciao ragazzi, voi usate degli aerografi per colorare i vostri lavori?
Dopo aver scelto che stampante prendere su amazon, guardavo anche qualche aerografo, ma non so che prendere, ne esistono di tutti i tipi e prezzi da 50€ a 500€.
Avete qualcosa da consigliarmi per iniziare?
Mi servirebbe sia per le stampe 3d che per uso alimentare, quindi colori in polvere diluiti con alcool alimentare (ovviamente prenderei due aerografi, ma un solo compressore), guardavo questi che ne dite?

https://www.amazon.it/dp/B071XVWZ3C/?coliid=I2470ZHDTU4NWQ&colid=28HQFWQFBGBRS&psc=1&ref_=lv_ov_lig_dp_it

https://www.amazon.it/dp/B01N0254L7/?coliid=I2ZU50VOZEUK9&colid=28HQFWQFBGBRS&psc=0&ref_=lv_ov_lig_dp_it

Potete consigliarmi anche dei primer, dei colori e dei trasparenti protettivi?
Avete qualche sito da leggere per capirci qualcosa in più su come fare un aerografo, come diluire i colori, la pulizia ecc?
Ultima domanda, esistono anche colori perlati e dei colori opachi e ruvidi, come quelli che attualmente vanno di moda per le auto?

Grazie per l'aiuto 

Per i colori se vuoi il massimo come effetti io ti consiglio i createx, ne trovi perlati,metallizzati,fluorescenti,reattivi agli UV, cambia colore in base alla temperatura ... etc ... ma costano parecchio, sono i piu' usati per fare i caschi delle moto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi intrufolo solo un secondo e poi me ne vado: colori atossici che a contatto con saliva o simili non diano problemi (e che magari non si sciolgano)? In pratica che non siano pieni di solventi o cose simili, vorrei provare a colorare le stampe per mia figlia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@FoNzY non male come primo lavoro, fammi capire hai fatto una stampa in 3d con un solo filamento, poi lo hai trattato con un primer (sempre dato con aerografo?), ovviamente carteggiato e poi colorato, ma presumo che i dettagli tipo occhi, linee nere sulle scarpe o fibia della cintura li hai fatti a pennello giusto?

 

11 ore fa, Adryzz dice:

Per i colori se vuoi il massimo come effetti io ti consiglio i createx, ne trovi perlati,metallizzati,fluorescenti,reattivi agli UV, cambia colore in base alla temperatura ... etc ... ma costano parecchio, sono i piu' usati per fare i caschi delle moto.

Per adesso vorrei tenermi sull'economico, almeno i primi tempi per inziare, non mi va di "buttare" colore costoso, però mi salvo il nome del colore per il futuro 😁

 

 

11 ore fa, iLMario dice:

Mi intrufolo solo un secondo e poi me ne vado: colori atossici che a contatto con saliva o simili non diano problemi (e che magari non si sciolgano)? In pratica che non siano pieni di solventi o cose simili, vorrei provare a colorare le stampe per mia figlia...

Esco un attimo fuori tema, scusatemi, @iLMario che filamento usi per essere atossico?
Mi interesserebbe per fare dei taglia pasta per la pasta frolla dei biscotti, ho già in mente dei biscotti personalizzati, però non so che materiale usare, il pla teoricamente è il più idoneo ma è biodegradabile, quindi a lungo andare si scioglierebbe con l'umidità dell'impasto e per l'acqua che prende durante il lavaggio, i PETG dovrebbe risolvere il problema del "biodegradabile", ma non so se è idoneo per il cibo, che mi consigliate? soprattutto che marca, vorrei evitare almeno per questo uso cose cinesi che non si sa come sono fatti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Heda dice:

Esco un attimo fuori tema, scusatemi, @iLMario che filamento usi per essere atossico?
Mi interesserebbe per fare dei taglia pasta per la pasta frolla dei biscotti, ho già in mente dei biscotti personalizzati, però non so che materiale usare, il pla teoricamente è il più idoneo ma è biodegradabile, quindi a lungo andare si scioglierebbe con l'umidità dell'impasto e per l'acqua che prende durante il lavaggio, i PETG dovrebbe risolvere il problema del "biodegradabile", ma non so se è idoneo per il cibo, che mi consigliate? soprattutto che marca, vorrei evitare almeno per questo uso cose cinesi che non si sa come sono fatti.

Il PETG è certificato per il contatto con alimenti... Magari controlla sulla confezione.

Il PLA che uso io sicuramente non è atossico, ma in effetti, proprio in questo forum, mi è stato detto che venendo fuso a 200gradi ed oltre, si auto-sterilizza.......... Poi comunque dopo aver stampato, lavo sempre i pezzi con acqua fredda

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Heda dice:

non male come primo lavoro, fammi capire hai fatto una stampa in 3d con un solo filamento, poi lo hai trattato con un primer (sempre dato con aerografo?), ovviamente carteggiato e poi colorato, ma presumo che i dettagli tipo occhi, linee nere sulle scarpe o fibia della cintura li hai fatti a pennello giusto?

tutto giusto tranne il primer che era a bomboletta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fonzy cavolo come primo lavoro è bellissimo ma davvero con l aerografo riesci a fare dettagli cosi definiti?non lo credevo mi tocca iniziare anche con l aerografo ed abbandonare i pennarelli indelebili per certe cose e i pennelli da modellismo 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/5/2019 at 23:46, iLMario dice:

Mi intrufolo solo un secondo e poi me ne vado: colori atossici che a contatto con saliva o simili non diano problemi (e che magari non si sciolgano)? In pratica che non siano pieni di solventi o cose simili, vorrei provare a colorare le stampe per mia figlia...

Colora con quello che vuoi, poi una bella mano di resina alimentare prochima e via 🙂

20 ore fa, Heda dice:

Mi interesserebbe per fare dei taglia pasta per la pasta frolla dei biscotti, ho già in mente dei biscotti personalizzati, però non so che materiale usare, il pla teoricamente è il più idoneo ma è biodegradabile, quindi a lungo andare si scioglierebbe con l'umidità dell'impasto e per l'acqua che prende durante il lavaggio, i PETG dovrebbe risolvere il problema del "biodegradabile", ma non so se è idoneo per il cibo, che mi consigliate? soprattutto che marca, vorrei evitare almeno per questo uso cose cinesi che non si sa come sono fatti.

Il pla e' biodegradabile, non idrosolubile, non si scioglie con l'umidita', io ho contenitori per liquidi che uso da 3 anni e sono ancora perfetti.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
[mention=2262]FoNzY[/mention] non male come primo lavoro, fammi capire hai fatto una stampa in 3d con un solo filamento, poi lo hai trattato con un primer (sempre dato con aerografo?), ovviamente carteggiato e poi colorato, ma presumo che i dettagli tipo occhi, linee nere sulle scarpe o fibia della cintura li hai fatti a pennello giusto?

 
Esco un attimo fuori tema, scusatemi, [mention=5930]iLMario[/mention] che filamento usi per essere atossico?
Mi interesserebbe per fare dei taglia pasta per la pasta frolla dei biscotti, ho già in mente dei biscotti personalizzati, però non so che materiale usare, il pla teoricamente è il più idoneo ma è biodegradabile, quindi a lungo andare si scioglierebbe con l'umidità dell'impasto e per l'acqua che prende durante il lavaggio, i PETG dovrebbe risolvere il problema del "biodegradabile", ma non so se è idoneo per il cibo, che mi consigliate? soprattutto che marca, vorrei evitare almeno per questo uso cose cinesi che non si sa come sono fatti.
Dunque... Il petg è sicuramente idoneo ed inoltre resistente alla lavastoviglie.
Il problema di solito è come vengono realizzati ovvero se durante la produzione in fabbrica i macchinari e gli additivi (es il colore) sono puliti ed infine la tua stampante se è pulita.
Vero che dal punto biologico si disinfettano durante estrusione alta temperatura ma le sostanze nocive quelle rimangono.
Penso che un uso saltuario pla o petg possa andare benissimo... Magari trasparente ovvero non colorato.
Per uso prolungato o professionale ci sono produzione di questi materiali certificati alimentari

Anycubic kossel linear plus,
Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Marcottt ok grazie, si l'uso sarebbe saltuario, mi preoccupa infatti il modo in cui è stato prodotto, per questo vorrei evitare marche cinesi ed andare sul sicuro almeno per questi lavori, ne hai da consigliarmi?
@Adryzz leggevo che a lungo andare l'umidità poteva rovinare la stampa se fatta in PLA, per questo mi era venuto il dubbio 🙂

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
[mention=4034]Marcottt[/mention] ok grazie, si l'uso sarebbe saltuario, mi preoccupa infatti il modo in cui è stato prodotto, per questo vorrei evitare marche cinesi ed andare sul sicuro almeno per questi lavori, ne hai da consigliarmi?
[mention=2254]Adryzz[/mention] leggevo che a lungo andare l'umidità poteva rovinare la stampa se fatta in PLA, per questo mi era venuto il dubbio
 
Purtroppo no ma immagino che se googoli un po' qualcosa salta fuori...

Anycubic kossel linear plus,
Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.