Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Blacksoldier10

Armi da fuoco stampate in 3D, parliamone...

Recommended Posts

Cita

Scusate ma stiamo parlando di armi da fuoco o giocattoli? Perché le armi da fuoco sparano.. Al massimo un coltello ben fatto può fare danni... Ma i giocattoli (e ci metto dentro gli accessori cosplay) al massimo te la possono tirare in testa come la busta della spesa del pane....

sinceramente non ho ben capito di cosa stiamo parlando

ho capito solo che black cha paura che se costruisce una arma cosplay e uno ci mette dentro un ingranaggio che la fa sparare va per i guai lei ma non è cosi va per i guai chi spara e chi ci mette le pallotttole dentro

certo è che tu puoi anche stamparla e regalarmela ma non puoi vendermela perche non hai una partita iva in teoria percio incappi in evasione fiscale

di questo mi pare che stiamo parlando

o no?🤔

(era meglio parlare di stampanti che stampano sextoys mesa 🤔 ) ahhahhaha

ad esempio si potrà estrudere il lattice? 🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, jagger75 dice:

ho capito solo che black cha paura che se costruisce una arma cosplay e uno ci mette dentro un ingranaggio che la fa sparare va per i guai lei ma non è cosi va per i guai chi spara e chi ci mette le pallotttole dentro

No è proprio di questo che stiamo parlando. Vista la legge italiana è facile che tu, semplice stampatore di armi 3d ti accusino di aver stampato un'arma e di avergliela "procurata", quando poi magari è il cerebroleso di turno ad averla usata in maniera impropria. 🤷

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

no stiamo parlando che tu stampi e mi regali un arma finta che non funziona e io la modifico in modo che funzioni in questo caso tu non centri nulla di quello che ne faccio io ma ne rispondo io

pero se ne stampi una che funziona allora si che in mezzo hai guai ci vai tu è normale credo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, Blacksoldier10 dice:

No è proprio di questo che stiamo parlando. Vista la legge italiana è facile che tu, semplice stampatore di armi 3d ti accusino di aver stampato un'arma e di avergliela "procurata", quando poi magari è il cerebroleso di turno ad averla usata in maniera impropria. 🤷

Io ritengo che questa sia una cosa seria . Secondo me bisogna consultare un avvocato ed esporre tutto in dettaglio....non voglio dire una stupidaggine ma online non c'è qualcosa tipo" l'avvocato risponde" ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che la cosa sia seria nessuno lo mette in dubbio

ma in italia non so all estero non puoi fabbricarti le armi e non puoi modificare quelle che compri cambiando le caratteristiche della casa costruttrice e devi denunciare o almeno segnalare che tu possiedi un arma funzionante sia con camera di scoppio sia ad aria compressa sia a molla anche i fucili da sub

una volta non si denunciavano o meglio non si consegnava la carta di identità quando compravi un fucile da sub infatti quando me li hanno rubati con tutta la sacca da dentro la macchina ho passato dei guai ho dovuto dimostrare dove li ho comperato dove li tenevo e come li trasportavo anche se non era un arma da fuoco per via delle fiocine che erano nella sacca non per il fucile in se per il furto

adesso dai il documento per comperarli

a parte il fatto che anche quando li comperi non puoi modificarli la guardia costiera quando ti fa dei controlli in spiaggia o barca o porto che sia (e vi assicuro che almeno da noi da anzio al circeo li fanno) controllano che i fucili da sub a molla o aria compressa non siano maggiorati come gittata come potenza e come compressione anche cambiare la molla è reato di manomissione

per tutte le altre armi non denunciate è detenzione di arma illegale figurati se te la costruisci da solo

ripeto che la fabbrica(e non parlo dei cinesi o cartolibrerie) di fuochi di artificio vendono fuochi di artificio fontane ecc ecc ma no n bombe carta, come negli stadi le bombe carta fatte a casa e portate allo stadio è detenzione fabbricazione ed uso improprio illegale

poi scusate non ci vuole una scienza per capire che non puoi costruire un fucile a casa e andarci in giro o venderlo

cmq ma non cè qualche poliziotto qui sul forum?o carabiniere?altrimenti certo sarebbe opportuno interpellare un avvocato magari

 

alla fine è un po come le forbicette per le unghie sugli aerei non sono considerate armi secondo loro ci puoi dirottare un aereo è un po confusa sta cosa pero in aeroporto tagliano la testa al toro non le porti e basta credo

idem per la stampa 3d è sottinteso che non puoi fare un fabbrica di armi funzionanti a casa o andarci in giro o venderle credo

poi scusa black ma sta discusione perche?devi far fuori qualcuno ?ahahhah ci sono modi piu silenziosi volendo ahha

no scherzo battuta 🙂 🤣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, jagger75 dice:

poi scusa black ma sta discusione perche?devi far fuori qualcuno ?ahahhah ci sono modi piu silenziosi volendo ahha

no scherzo battuta 🙂 🤣

No 😂😂 è che stavo iniziando a pensare di poter vendere qualcosa della stampa 3D, oltre a fare gli oggetti per me, però sto iniziando a sondare i campi in cui potrei usare la stampante. Solo questo campo è così problematico, tanto da farmi aprire un post di discussione per pareri e confronti a riguardo. E poi può sempre servire a qualcun altro, oltre a me, se mai si trovasse nelle stesse mie condizioni 😅

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ahah stavi scegliendo proprio un  bel campo anche se.....🤔

se avessi qualche membro afgano o talebano  forse qualche cosina la venderesti 😂

vabbe allora la soluzione omicidio è esclusa meno male ,non avrei saputo come togliere dopo tutto il sangue in giro dopo uno sparo della colt di alucard di helsing 🙂

oggettisitica per la casa o qualche tool per chi lavora

altrimenti dovresti buttarti sulla prototipazione ma dovresti essere un drago con il cad tipo solidworks o cose del genere

facciamo prima a fare 6 al superenalotto mesa 😉

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, jagger75 dice:

ahah stavi scegliendo proprio un  bel campo anche se.....🤔

se avessi qualche membro afgano o talebano  forse qualche cosina la venderesti 😂

vabbe allora la soluzione omicidio è esclusa meno male ,non avrei saputo come togliere dopo tutto il sangue in giro dopo uno sparo della colt di alucard di helsing 🙂

oggettisitica per la casa o qualche tool per chi lavora

altrimenti dovresti buttarti sulla prototipazione ma dovresti essere un drago con il cad tipo solidworks o cose del genere

facciamo prima a fare 6 al superenalotto mesa 😉

 

Beh qualcuno in campo cosplay si può trovare... Ancora meglio se ci fosse stato pure il campo softair ma visti i casini che porta fare una cosa del genere allora è meglio stare bassi con le aspettative 😅

 

55 minuti fa, iLMario dice:

Ma che problema c'è, basta farsi modellare il pezzo da @Tomto e poi rivenderlo sottobanco 🙂

😅 finché non succede qualche casino 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/5/2019 at 17:49, Blacksoldier10 dice:

Ciao a tutti, ragazzi, non sapevo se mettere la discussione in Off Topic o se in quella di Idee e Progetti, ma visto che toccheremo sicuramente tematiche non inerenti alla stampa 3D allora ho deciso di metterla qui. Se non va bene gli admin si sentano liberi di spostarla, grazie per la comprensione 😄

Oggi vi propongo un tema delicato, controverso e poco trattato sul forum: le armi da fuoco. Siamo makers, abbiamo le stampanti 3D e chi è appassionato di armi (come me) o meno ha la possibilità di fabbricarsene una. Non mi riferisco alle armi fantascientifiche alla Star Wars o Star Trek et simili, ma bensì ad armi per i campi del Softair militare e del Cosplay militare, quindi parliamo di armi che a vista sembrino vere ma che "sulla carta" siano finte. Oggi abbiamo delle regole e decreti emanati sia a livello nazionale che europeo a regolamentare tutto ciò, l'unico problema è che si trova a riguardo una documentazione assolutamente poco chiara, soprattutto per quanto riguarda la stampa 3D.

1) Mettiamo il caso che io decida di vendere pezzi di un fucile/pistola. Non parlo di pezzi a contatto diretto con l'usura e il surriscaldamento (che sono più pericolosi in quanto meno resistenti di quelli fabbricati professionalmente in apposite fabbriche), ma pezzi estetici come le impugnature, i carrelli, il calcio dell'arma, caricatori, grilletti ecc.. Sia in ambito softair che in quello cosplay, la vendita dei pezzi dell'arma stampati in 3D è illegale?

Certo, so benissimo che moralmente parlando non si dovrebbe fare poichè stai dando a dei perfetti sconosciuti la possibilità di armarsi ma non credo si arrivi ai livelli dei trafficanti di armi 😂 dopotutto dovrei vendere pezzi parziali (e quindi neanche le munizioni, solo parti estetiche) di armi adatte al campo del softair/cosplay, ma non so se sui siti di softair che vendono appunto questi pezzi se abbiano un qualche obbligo di dichiarazione o numeri di telaio (ripeto, mi sembra assurdo poichè parliamo di armi che SEMBRANO vere, ma non lo sono) 🤔

2) Fabbricarsi da sè un'arma che spari pallini può creare problemi? Ipotizziamo due tizi che si fabbricano un'arma stampata in 3D, funzionante, realistica, vadano a sparare a dei barattoli di latta. Casualmente passa una pattuglia dei Carabinieri e li ferma per fare dei controlli. Le armi potrebbero dare problemi?

Questo argomento è piuttosto complicato, in quanto una pattuglia dei Carabinieri non può sapere se i due tizi usano le pistole solo per sparare a dei barattoli di latta o spaventare i civili innocenti, così allo stesso modo un iscritto regolare a un'associazione di softair che usa regolarmente la/le sua/e arma/i in un apposito campo da softair comunque l'arma in quanto sua dovrà portarsela a casa. In caso di un eventuale controllo potrebbe incorrere negli stessi problemi dei tizi che sparano ai barattoli? Cosa differenzia un "giocatore occasionale" da uno di "softair" oltre all'iscrizione a un gruppo di softair che altro non fornisce che un'assicurazione ma nessun certificato o licenza che autorizzerebbero lo stesso a far uso di armi "finte" in appositi spazi? Cosa dice la legge, dato che spesso è soggetta ad ampie interpretazioni?

3) Il segno rosso/cappuccio rosso. Obbligatorio? Quando? E quando non lo è?

Al Romics, un paio di anni fa erano aumentati in modo pauroso i controlli rispetto alla solita routine (era successo solo quella volta, le edizioni successive il solito scarso controllo della sicurezza 😅) prima di entrare alle biglietterie dei gruppetti di poliziotti controllavano zaini e borse e poi ti facevano entrare. Una volta entrata noto, come da tradizione nel Romics, una marea di gente vestita a cosplay, tra cui gli immancabili gruppi di softair che andavano in giro in divisa e armati di tutto punto, con armi senza nessun segno di rosso. Nè un segno sulla punta della canna, nè tantomeno il classico cappuccio rosso. Da qui la domanda se sia obbligatorio o meno, oppure è la solita storia del "ma sì, siamo in Italia, controlli a zero non gliene frega niente a nessuno ecc.." ?

Una discussione in cui parlare, criticare e soprattutto istruttiva poichè come me ce ne saranno molti altri che si faranno questa domanda che ho voluto sottoporre a voi del forum, dato che siamo utenti che variano da un'età piuttosto giovanile a quella più "veterana" diciamo, mi sarebbe piaciuto sapere i vostri pareri a riguardo e chi ha stampato un'arma, quali accorgimenti/problemi ha dovuto adottare/affrontare?

Da quello che so:

  • stampare pezzi di armi in 3d non è legale, negli USA lo è diventato da poco, in ogni caso le armi da fuoco stampate completamente in 3D funzionano poco e male, ho visto un video su YT tempo fa (ora immagino che quel canale non esista più) di un AK-47 stampato integralmente in 3D (immagino ABS) e ha sparato 6-7 colpi prima di andare letteralmente in pezzi (e probabilmente i proiettili erano pure depotenziati). Insomma, non ha il minimo senso. Nel caso di armi parzialmente stampate in 3D, esistono progetti anche abbastanza "famosi" ed affidabili. Non so se, pur avendo il porto d'armi, sia da noi legale fare un progetto del genere. 
  • Repliche fedeli di armi esistenti so che devono avere il bollino rosso e tutti i crismi per essere facilmente identificate come replica. Sull'opportunità, in temi di attentati terroristici frequenti, di girare con un'arma finta simile ad una reale lascio a te la risposta
  • Per armi a pallini giocattolo (tipo nerf) penso valga la stessa cosa delle armi ad aria compressa, sotto una certa potenza dell'arma la vendita è libera perché è considerata inoffensiva. Se l'energia cinetica superata dai proiettili invece supera i 7,5 Joule, devi avere il porto d'armi. Se ti costruisci tu qualcosa di simile diventa difficile dimostrare l'omologazione alle norme di legge (andrebbe in qualche modo omologato l'oggetto, ma i costi sarebbero assurdi), ma non saprei dirti cosa dice la legge su questo punto. Ho visto progetti su thingiverse di mini "mitragliatrici" che sparano piccoli elastici a comando remoto con arduino, non credo che a nessuno ti rompa le scatole per un giocattolo del genere.
  • Sul trasporto tieni conto che anche un coltello da cucina non è classificato come arma (puoi comprarti un coltello con lama di 20-30 cm in qualunque negozio per la casa con cui puoi commettere delitti efferati): questo non vuol dire che tu ci possa girare portandotelo appeso alla cintura girando per la città o nel bagagliaio della macchina senza problemi. Devi avere una motivazione valida per il suo trasporto, se non ce l'hai sei punibile dalla legge.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 25/5/2019 at 14:13, invernomuto dice:

Da quello che so:

  • stampare pezzi di armi in 3d non è legale, negli USA lo è diventato da poco, in ogni caso le armi da fuoco stampate completamente in 3D funzionano poco e male, ho visto un video su YT tempo fa (ora immagino che quel canale non esista più) di un AK-47 stampato integralmente in 3D (immagino ABS) e ha sparato 6-7 colpi prima di andare letteralmente in pezzi (e probabilmente i proiettili erano pure depotenziati). Insomma, non ha il minimo senso. Nel caso di armi parzialmente stampate in 3D, esistono progetti anche abbastanza "famosi" ed affidabili. Non so se, pur avendo il porto d'armi, sia da noi legale fare un progetto del genere. 
  • Repliche fedeli di armi esistenti so che devono avere il bollino rosso e tutti i crismi per essere facilmente identificate come replica. Sull'opportunità, in temi di attentati terroristici frequenti, di girare con un'arma finta simile ad una reale lascio a te la risposta
  • Per armi a pallini giocattolo (tipo nerf) penso valga la stessa cosa delle armi ad aria compressa, sotto una certa potenza dell'arma la vendita è libera perché è considerata inoffensiva. Se l'energia cinetica superata dai proiettili invece supera i 7,5 Joule, devi avere il porto d'armi. Se ti costruisci tu qualcosa di simile diventa difficile dimostrare l'omologazione alle norme di legge (andrebbe in qualche modo omologato l'oggetto, ma i costi sarebbero assurdi), ma non saprei dirti cosa dice la legge su questo punto. Ho visto progetti su thingiverse di mini "mitragliatrici" che sparano piccoli elastici a comando remoto con arduino, non credo che a nessuno ti rompa le scatole per un giocattolo del genere.
  • Sul trasporto tieni conto che anche un coltello da cucina non è classificato come arma (puoi comprarti un coltello con lama di 20-30 cm in qualunque negozio per la casa con cui puoi commettere delitti efferati): questo non vuol dire che tu ci possa girare portandotelo appeso alla cintura girando per la città o nel bagagliaio della macchina senza problemi. Devi avere una motivazione valida per il suo trasporto, se non ce l'hai sei punibile dalla legge.

Purtroppo le armi fatte in 3d, non sono fatte per essere riutilizzate, spesso al male intenzionato basta uno due colpi, detto questo alla stupidità umana si sa non cè limite, ha me personalmente non piacciono, finché si spara elastici, pallini di plastica, ci si può anche divertire, magari con appositi occhiali, i vecchietti come me sicuramente avranno giocato ha guardia e ladri 😁.

Personalmente credo che la detenzione di armi da fuoco, sia solo una grande responsabilità, che non porta quasi mai benefici, ma ripeto solo grandi responsabilità, immaginate vi venga rubata, ci sono persone che se la porterebbero anche al mare, io sono uno di quelli che preferisce o non detenerla oppure lasciarla dentro una cassetta di sicurezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, Joker78 dice:

Purtroppo le armi fatte in 3d, non sono fatte per essere riutilizzate, spesso al male intenzionato basta uno due colpi, detto questo alla stupidità umana si sa non cè limite, ha me personalmente non piacciono, finché si spara elastici, pallini di plastica, ci si può anche divertire, magari con appositi occhiali, i vecchietti come me sicuramente avranno giocato ha guardia e ladri 😁.

Personalmente credo che la detenzione di armi da fuoco, sia solo una grande responsabilità, che non porta quasi mai benefici, ma ripeto solo grandi responsabilità, immaginate vi venga rubata, ci sono persone che se la porterebbero anche al mare, io sono uno di quelli che preferisce o non detenerla oppure lasciarla dentro una cassetta di sicurezza.

Quello discorso però vale per armi che sparano veramente pallottole. In quel caso fortunatamente è un bene che non durino molto. Ma io parlavo di armi non letali, softair o addirittura solo da cosplay. Lì il problema che solitamente si pone è capire se è vera o meno, se uno non la usa per puntarla stupidamente in faccia alle persone, questo problema non dovrebbe neanche esistere... Ma si sa, non siamo tutti normali 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, Blacksoldier10 dice:

Quello discorso però vale per armi che sparano veramente pallottole. In quel caso fortunatamente è un bene che non durino molto. Ma io parlavo di armi non letali, softair o addirittura solo da cosplay. Lì il problema che solitamente si pone è capire se è vera o meno, se uno non la usa per puntarla stupidamente in faccia alle persone, questo problema non dovrebbe neanche esistere... Ma si sa, non siamo tutti normali 

Sono cose da stampare e mettere in bacheca per quanto riguarda i cosplay, il softair è sempre bene farli in ambienti adibiti, oppure aperta campagna magari magari si è più sicuri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/8/2019 at 17:07, Joker78 dice:

Purtroppo le armi fatte in 3d, non sono fatte per essere riutilizzate, spesso al male intenzionato basta uno due colpi, detto questo alla stupidità umana si sa non cè limite, ha me personalmente non piacciono, finché si spara elastici, pallini di plastica, ci si può anche divertire, magari con appositi occhiali, i vecchietti come me sicuramente avranno giocato ha guardia e ladri 😁.

Personalmente credo che la detenzione di armi da fuoco, sia solo una grande responsabilità, che non porta quasi mai benefici, ma ripeto solo grandi responsabilità, immaginate vi venga rubata, ci sono persone che se la porterebbero anche al mare, io sono uno di quelli che preferisce o non detenerla oppure lasciarla dentro una cassetta di sicurezza.

Credo che siamo tutti d'accordo che le armi da fuoco (e le armi in generale) siano pericolose, non a caso in Italia sono parecchio regolamentate, serve il porto d'armi per la loro detenzione, sono registrate (assieme alle munizioni) e vanno conservate in maniera appropriata quando non le si usano. 

Detto questo, la domanda era: ha senso stamparsi (quasi integralmente) un'arma da fuoco in 3D? Dobbiamo preoccuparci in un prossimo futuro di malintenzionati che vanno in giro con armi da fuoco in leghe plastiche, occultabili facilmente ai metal detector? 
Tralasciando i motivi etici, il discorso è no, perché, almeno in base a quello che ho potuto vedere io, sono del tutto inaffidabili e sono pure un serio pericolo per chi le usa. Non va bene il materiale, non a caso la plastica esiste da 70 anni e continuano a produrle in metallo.
Per cui, almeno finché non inventeranno una stampa in metallo a basso costo (e anche qui ci sarebbe da discutere sulle tolleranze...), il rischio che venga qualcuno a fare una rapina o un attentato con un AK47 stampato con una stampante 3D è minimo: ci sono mezzi molto più sicuri per dotarsi di un'arma da fuoco, dal fiorente mercato nero alla conversione di armi "replica" per gli amanti del brivido. In sintesi: ma perché mai uno dovrebbe stamparsi in 3d un'arma che è assolutamente inefficiente e pure pericolosa? Tipo sparo davanti a me e l'arma spara in tutt'altra direzione o mi esplode in mano perché sta letteralmente cadendo a pezzi...
Altro elemento di attenzione: mi stampo l'arma ma mi devo comprare i proiettili, perché altrimenti non ci faccio nulla: non sono esperto, ma non credo tu possa entrare in armeria a chiedere dei proiettili di un fucile d'assalto o altro tipo di munizionamento senza esibire il porto d'armi: o posso legalmente detenere un'arma oppure devo rivolgermi al mercato nero (e quindi comprarmi pure l'arma insieme ai proiettili)

Insomma, è come realizzare un motore a scoppio con la stampante in 3D: puoi farlo per un progetto, ma il materiale non è adatto, non a caso i motori in plastica non li fanno... Non è che con le stampanti 3d improvvisamente si può fare con la plastica cose che prima si facevano in metallo.

Su pistole a gas o altro non entro nel merito, presumo che i limiti siano quelli previsti dalla legge per le pistole inoffensive, oltre devi avere il porto d'armi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, invernomuto dice:

Credo che siamo tutti d'accordo che le armi da fuoco (e le armi in generale) siano pericolose, non a caso in Italia sono parecchio regolamentate, serve il porto d'armi per la loro detenzione, sono registrate (assieme alle munizioni) e vanno conservate in maniera appropriata quando non le si usano. 

Detto questo, la domanda era: ha senso stamparsi (quasi integralmente) un'arma da fuoco in 3D? Dobbiamo preoccuparci in un prossimo futuro di malintenzionati che vanno in giro con armi da fuoco in leghe plastiche, occultabili facilmente ai metal detector? 
Tralasciando i motivi etici, il discorso è no, perché, almeno in base a quello che ho potuto vedere io, sono del tutto inaffidabili e sono pure un serio pericolo per chi le usa. Non va bene il materiale, non a caso la plastica esiste da 70 anni e continuano a produrle in metallo.
Per cui, almeno finché non inventeranno una stampa in metallo a basso costo (e anche qui ci sarebbe da discutere sulle tolleranze...), il rischio che venga qualcuno a fare una rapina o un attentato con un AK47 stampato con una stampante 3D è minimo: ci sono mezzi molto più sicuri per dotarsi di un'arma da fuoco, dal fiorente mercato nero alla conversione di armi "replica" per gli amanti del brivido. In sintesi: ma perché mai uno dovrebbe stamparsi in 3d un'arma che è assolutamente inefficiente e pure pericolosa? Tipo sparo davanti a me e l'arma spara in tutt'altra direzione o mi esplode in mano perché sta letteralmente cadendo a pezzi...
Altro elemento di attenzione: mi stampo l'arma ma mi devo comprare i proiettili, perché altrimenti non ci faccio nulla: non sono esperto, ma non credo tu possa entrare in armeria a chiedere dei proiettili di un fucile d'assalto o altro tipo di munizionamento senza esibire il porto d'armi: o posso legalmente detenere un'arma oppure devo rivolgermi al mercato nero (e quindi comprarmi pure l'arma insieme ai proiettili)

Insomma, è come realizzare un motore a scoppio con la stampante in 3D: puoi farlo per un progetto, ma il materiale non è adatto, non a caso i motori in plastica non li fanno... Non è che con le stampanti 3d improvvisamente si può fare con la plastica cose che prima si facevano in metallo.

Su pistole a gas o altro non entro nel merito, presumo che i limiti siano quelli previsti dalla legge per le pistole inoffensive, oltre devi avere il porto d'armi.

Ma infatti il discorso non è incentrato su pallottole vere, ma su armi da cosplsy (che non sparano) e se l'attrito dei colpi non dà problemi, anche su parti ESTERNE (sottolineo, perché i componenti interni come meccanismi spingipallino ecc, quelli li lascerei a produttori certificati) di armi da softair. Siamo tutti d'accordo che le armi non vadano usate per altro se non per esposizione da cosplay e/o pezzi di ricambio da softair. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, Blacksoldier10 dice:

Ma infatti il discorso non è incentrato su pallottole vere, ma su armi da cosplsy (che non sparano) e se l'attrito dei colpi non dà problemi, anche su parti ESTERNE (sottolineo, perché i componenti interni come meccanismi spingipallino ecc, quelli li lascerei a produttori certificati) di armi da softair. Siamo tutti d'accordo che le armi non vadano usate per altro se non per esposizione da cosplay e/o pezzi di ricambio da softair. 

Non mi riferivo a questa parte del discorso ma a chi dice che "anche pochi colpi ma sparano" per le armi da fuoco stampate in 3D.

Su repliche e softair, come già detto, in passato si trovavano STL con i pezzi delle più famose armi in commercio, è diventato illegale negli USA per cui ora legalmente non si trova molto.

Sulla legalità di vendere parti di repliche di armi stampate in ABS passo perché non saprei proprio. In teoria, ammesso di avere l'STL legalmente, non dovresti aver problemi: mi pare simile ad una pistola a salve, la cui vendita è libera.

Per fucili da softair a pallini finché stai nelle norme di legge non dovresti correre rischi: è come se mi stampassi una fionda o una balestra in 3D. Ad una veloce ricerca i progetti, anche completi, non mancano:

https://www.instructables.com/id/3D-Printable-Airsoft-Gun/

Però temo come già detto che o è un evidente giocattolo oppure occorre avere una certificazione che sei al di sotto dei limiti di legge per il porto d'armi: rientriamo nel discorso di omologazione, che elimina il "fai da te" dal gioco... 

Se però non tocchi il meccanismo e ti limiti alle parti esterne non credo possano dirti molto...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mettiamo per ipotesi che io mi stampo un'arma 3d come in molti video americani, il vantaggio di avere un'arma che spara anche un solo colpo, sta nel fatto che non può risalire, ha quale pistola ha sparato, perché tutti i parametri che usa la scientifica per risalire al modello, le rigature dei bossoli, il punto preciso dove batte il cane, ecc ecc non sono più efficaci, propio perché fai un uso e getta, mentre per un'arma vera tramite logiva, i bossoli e il cane si riesce ha capire al 100% la pistola precisa fra milioni di modelli.

Tutto questo si ripercuote su tutto il resto, se vai ha giro con una pistola da esposizione, oppure da softair, per gli altri è come se fosse vera, nel primo caso sono da esposizione e devono stare in bacheca, nella seconda se fai parte di un gruppo di softair e le utilizzi solo li non hai problemi.

Quando si parla di armi in Italia che siano anche giocattolo, si entra in Carpineti senza fine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, Joker78 dice:

Mettiamo per ipotesi che io mi stampo un'arma 3d come in molti video americani, il vantaggio di avere un'arma che spara anche un solo colpo, sta nel fatto che non può risalire, ha quale pistola ha sparato, perché tutti i parametri che usa la scientifica per risalire al modello, le rigature dei bossoli, il punto preciso dove batte il cane, ecc ecc non sono più efficaci, propio perché fai un uso e getta, mentre per un'arma vera tramite logiva, i bossoli e il cane si riesce ha capire al 100% la pistola precisa fra milioni di modelli.

Boh, non riesco a capire che senso abbia avere un'arma che rischia di non sparare, sparare male o scoppiarti in faccia. La canna deve essere comunque in acciaio, come proiettili, cane ecc, per cui la scientifica può comunque risalire alla tua arma, seppur stampata in 3D. 
Fai prima ad acquistare in armeria una pistola a salve e poi fresarti la canna. Altrettanto pericoloso ma più sicuro che andare in giro con una cosa che non spara più di un colpo.

Cita

Tutto questo si ripercuote su tutto il resto, se vai ha giro con una pistola da esposizione, oppure da softair, per gli altri è come se fosse vera, nel primo caso sono da esposizione e devono stare in bacheca, nella seconda se fai parte di un gruppo di softair e le utilizzi solo li non hai problemi.

Quando si parla di armi in Italia che siano anche giocattolo, si entra in Carpineti senza fine.

Fintantoché rimangono armi giocattolo non ci sono particolari problemi, ovviamente andare il giro con armi simili ad armi vere in tempi di terrorismo non è molto furbo, ma basta un minimo di buon senso. Tempo fa avevo letto di un tizio che vagava per Firenze con un mitra nello zaino, era parzialmente visibile. Sono arrivate le segnalazioni alla polizia da parte di cittadini preoccupati che temevano attentati, ovviamente si sono mosse le autorità di pubblica sicurezza, hanno fermato il tizio ma poi si è rivelato che era un giocattolo assolutamente innocuo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate il necroposting, ma una precisazione.

Gli strumenti per la pratica del softair finché stanno sotto i 0,99 joule da punto giuridico sono strumenti (repliche) ma non armi, non é necessaria ne maggiore eta ne registrazione per aquistarle ed possederle. Qualsiasi replica da softair sopra tale limite é di sua natura illegale in quanto dal punto giuridico in Italia non esiste nessuna omologazione che conceda per questi strumenti di essere convertiti in armi di libera vendita e\o leggere.

Dal punto di vista legale l unico limite presente oltre la potenza é che durante la cessione e\o vendita in caso di replica completa sia che la parte terminale della stessa sia smaltata in rosso

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema è che che si tratti di vendita di soli componenti di armi o di armi intere, io ho sentito che occorre un numero di telaio, cosa che se stampata in 3d ovviamente non è presente e poiché l'arma o il materiale in cui è fabbricata potrebbe non rispettare le normative di sicurezza e, a maggior ragione in caso di vendita se il cliente viene ferito da un componente usurato e intentasse una causa.... Beh nessuno vorrebbe trovarsi in quella situazione. Quando mancano leggi specifiche su un determinato argomento, poi tendono a basarsi e a interpretare quelle esistenti che più si avvicinano. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.